Comprare casa a Roma: Migliori Quartieri, Andamento Prezzi e Opportunità – Guida Definitiva

Comprare casa a Roma, date anche le quotazioni importanti degli immobili della città in praticamente ogni sua zona, è un passo da considerare con estrema attenzione.

Non che l’acquisto di un immobile sia qualcosa da fare a cuor leggero, ma nella Capitale, città particolarmente complessa anche e soprattutto sotto il profilo urbanistico e edilizio, si tratta di un passo per il quale bisogna prepararsi già prima di cominciare a controllare gli annunci delle case in vendita.

Roma è grande, è composta da quartieri radicalmente diversi tra loro ed ha un mercato immobiliare particolarmente complicato: sembrerebbero gli ingredienti di una ricetta in grado di spaventare praticamente tutti, anche se non è, come vedremo questo, il caso.

Con le informazioni giuste, che abbiamo provato a raccogliere all’interno di questa guida che deve essere di aiuto per destreggiarsi tra le case in vendita a Roma, potremo compiere una scelta oculata e vantaggiosa sia sotto il profilo personale (vivere in una bella casa in un bel quartiere migliora sicuramente la qualità della nostra vita) sia sotto il profilo patrimoniale (acquistare un buon immobile può garantire risorse aggiuntive, in futuro, alla nostra famiglia e a noi stessi).

Cosa bisogna sapere prima di comprare casa a Roma? Vediamolo subito nei paragrafi che seguono.


Vuoi Approfondire? Ascolta il Podcast


 

Colpita dalla crisi, ma non eccessivamente

Chi credeva di poter fare affari estremamente a buon mercato a causa della crisi del mercato immobiliare che ha colpito recentemente tutta Europa, verrà sicuramente deluso da Roma. La Città Eterna ha sicuramente accusato il colpo, ma molto meno dei centri di media e piccola entità.

Roma è il centro della vita politica del Paese e, in parte, di quella economica. Milioni di persone vivono nella città e quasi un milione la raggiunge dalle aree limitrofe, è una città viva e vegeta e questo ha contribuito a mantenere, almeno per il centro, prezzi di tutto rispetto.

Dati Immobiliare.it | Case in vendita a Roma

 

A soffrire la crisi sono stati i quartieri considerati più periferici, mentre il centro, che comunque ha fatto registrare un ribasso dei prezzi, continua a viaggiare su quote al metro quadro piuttosto alte.

Se state cercando l’affare a Roma, dunque, sarà bene indirizzarsi non verso il centro, che continua ad essere una delle zone più care d’Italia, ma verso la periferia.

Le zone più care di Roma: dove si trovano le case in vendita più costose?

A scanso di equivoci elenchiamo subito quali sono le zone della città che fanno registrare i prezzi più alti.

Orientativamente possiamo tracciare una serie di cerchi concentrici a partire dal centro della città, estendendola ad ovest fino a Fiumicino, a est fino a Tivoli, a Nord fino a Bracciano e a sud fino a Pomezia. Terremo dunque in considerazione anche le adiacenze del Grande Raccordo Anulare, l’anello che disegna ormai da diversi anni la vera realtà geografica della città.

Comprare casa a Roma

Tra le zone più care troviamo:

  • Centro Storico: prezzi medi superiori agli 8000 euro per metro quadro;
  • Aventino, San Saba, Piramide: prezzi medi che si attestano tra i 6000 e i 7000 euro per metro quadrato;
  • Flaminio, Parioli, Villa Borghese: prezzi che si attestano intorno ai 6000 euro al metro quadro;
  • Prati e San Pietro, con prezzi che si fermano intorno ai 5500 euro per metro quadrato;
  • Testaccio e Trastevere, un tempo considerati quartieri più alla buona, oggi hanno la stessa valutazione di Prati e San Pietro, ovvero di 5000–5500 euro per metro quadrato.

Superato il primo circolo, quello in grado di dissanguare le finanze anche dei più facoltosi, ci muoviamo verso le zone subito limitrofe:

  • Zona Fleming – Ponte Milvio: 5000 euro circa al metro quadrato;
  • Monteverde-Gianicolense fa registrare prezzi intorno ai 4.000 euro per metro quadrato;
  • San Giovanni, Re di Roma idem, con picchi che possono arrivare ai 4.500–5.000 euro per gli immobili di pregio;
  • Furio Camillo / Alberone: anche questa zona che viaggia intorno ai 4000 euro per metro quadrato;
  • Trieste, Somalia, Salario: anche qui picchi che superano i 5000 euro;
  • Alla Balduina si risparmia invece qualcosa e si può portare a casa, scusateci il gioco di parole, un immobile, per 4000 euro al metro quadrato;
  • Camilluccia, Trionfale, Cortina d’Ampezzo: prezzi di circa 4200 euro per metro quadrato;
  • Lo stesso affermato qui sopra vale anche per zona Aurelio;

Quelle appena elencate sono le zone più care dove acquistare casa a Roma, ma anche quelle che, ovviamente, possono garantire rendite più elevate per quanto riguarda i possibili investimenti.

È evidente comunque che a Roma si spende parecchio di più rispetto ai piccoli e medi centri del Centro Italia e che dunque la scelta di acquistare un immobile a Roma deve essere necessariamente motivata da una delle due seguenti ragioni:

  • viviamo e lavoriamo a Roma e il reddito giustifica un passo così importante, anche per liberarsi dall’angoscia dell’affitto, con prezzi che anche questi sono tra i più alti d’Italia
  • vogliamo investire nel mattone e farlo andando, passateci il termine pokeristico, all-in, ovvero partendo da un immobile che, anche se di dimensioni ridotte, avrà prezzi proibitivi per il grosso della popolazione italiana.

Il vantaggio di Roma è che, trattandosi di centro soprattutto politico e amministrativo, risente relativamente poco dell’andamento dell’economia nazionale, il che rende il nostro investimento decisamente più solido e più fruttuoso, anche nel lontano futuro.

L’enorme periferia romana

Quando parliamo di Roma dobbiamo necessariamente fare i conti con quella che è la realtà geograficamente più importante del nostro Paese.

Roma è per estensione enorme e quando si parla di periferia potremmo arrivare a parlare (è il caso di Fiumicino o di Ostia) di aree che si trovano anche a più di 30 km dal centro della città. Una città che tra le altre cose è estremamente congestionata dal traffico, motivo per cui fare i pendolari ogni giorno in auto verso il posto di lavoro oppure anche con l’autobus potrebbe trasformarsi in un vero incubo.

Scegliere un’immobile in periferia può avere senso laddove il nostro luogo di lavoro o comunque il centro della nostra vita e dei nostri affari si trovi nelle immediate prossimità: pensare di vivere ogni giorno il dramma del Raccordo non è sicuramente un buon punto di partenza, a meno che non si tratti di brevi percorrenze.

Quali sono i quartieri più economici di Roma?

I quartieri che sono invece più economici e che permettono di ottenere un appartamento o una casa a prezzi decisamente più abbordabili sono i seguenti:

  • Zona Malagrotta: 2500 euro al metro quadro;
  • Infernetto/Castel Porziano: la periferia più estrema della città, tra Ostia e Pomezia. I prezzi si attestano intorno ai 2300 per mq;
  • Tor bella Monaca: 1900 euro al metro;
  • Prima Porta: 2200 euro al metro quadrato;
  • Casalotti/Selva Candida: 2300 euro al metro quadrato;

Anche i prezzi che registriamo come bassi si attestano comunque su buoni livelli nel momento in cui dovessimo inserirli all’interno di statistiche di portata nazionale.

Consigli generali prima di comprare casa a Roma

Prima di comprare casa a Roma è bene dare una ripassata a quelle che sono le norme generali che possono permetterci di completare l’acquisto, mettendoci al riparo da truffe, da perdite di carattere economico e più in generale dai cattivi affari.

Consigli per Comprare casa a Roma

Dove trovare un immobile in vendita

Chi ci segue sa già molto bene che ormai i canali di vendita degli immobili sono diventati molteplici: si può ricorrere alle classiche agenzie, si può ricorrere ai giornali di annunci e si possono concludere affari anche via internet.

Data però la delicatezza del commercio in questione, sarebbe forse indicato soprattutto per chi non ha dimestichezza con la città e con le procedure burocratiche e notarili necessarie, fare affidamento alle agenzie.

Non che si tratti di operazioni che una persona non può portare a termine da sola, ma soprattutto in realtà complesse come quella della Capitale d’Italia il grosso degli immobili sono nelle mani delle agenzie ed è praticamente impossibile accedervi al di fuori di questi circuiti. Certo, le agenzie hanno un costo, ma laddove forniscano un servizio di livello, questo è assolutamente giustificato e nell’ordine delle cose. Spesso cercare esasperatamente il risparmio può portare ad eventualità spiacevoli.

Trattare, trattare e ancora trattare

Nonostante gli immobiliaristi ci terranno in modo particolare a sottolineare la ripresa del mercato immobiliare soprattutto a Roma, la verità è che di soldi ne girano ancora pochissimi e che i rubinetti del credito bancario sono ancora serrati. Questo vuol dire che chi ha in mano la disponibilità economica sufficiente per acquistare una casa oppure ha la possibilità di accedere ad un mutuo è sicuramente la parte forte della negoziazione.

Si può, anzi si deve trattare. I prezzi scendono, anche di parecchio, e i primi che vi verranno proposti sono con ogni probabilità al di sopra di quelli di mercato e con un po’ di sana negoziazione riuscirete a riportarli a livelli più accettabili.

Controllare case simili in zone adiacenti

Presentarsi in agenzia o dal proprietario dopo aver fatto i compiti a casa può essere di enorme vantaggio. Prima di presentarvi all’appuntamento, studiate un po’ i prezzi della zona, così da poter controbattere con offerte più vantaggiose che magari si trovano a poca distanza.

Per l’agente immobiliare, avere davanti qualcuno che dimostra di conoscere almeno i fondamentali, è un problema, nel senso che dovrà cercare di offrirvi un prezzo sicuramente più appetibile.

L’elasticità può essere tutto

Quando parliamo di Roma parliamo fondamentalmente di una città enorme, che ha vicissitudini proprie strada per strada.

Essere elastici ed essere disposti a spostarsi un po’ più lontano dalle arterie principali, può farvi portare a casa un prezzo estremamente più vantaggioso.

Le specificità di Roma

Le specificità di cui tenere conto prima di acquistare casa a Roma sono altrettanto importanti per la determinazione di un buon prezzo:

  • la vicinanza a mezzi pubblici, soprattutto se su rotaia, è fondamentale: vuol dire avere la possibilità di spostarsi nell’Urbe senza farsi intrappolare dal traffico, che sul Raccordo e sulle arterie principali della città è sicuramente significativo;
  • la considerazione che in ogni municipalità di Roma esiste un centro, dove i prezzi sono più alti, e una relativa periferia della municipalità, con prezzi più bassi; anche all’interno dello stesso quartiere i prezzi possono variare sostanzialmente;
  • la presenza di scuole, ospedali, strutture pubblica: la vicinanza alle università ad esempio può far lievitare di molto i prezzi e offrire comunque appartamenti poco consoni, per contesto, alla vita di una famiglia. Con la separazione delle sedi delle principali università della città, ci sono sedi dislocate in molte aree della città: sarebbe indicato controllare e evitare, a meno che il nostro intento non sia proprio quello di investire in queste peculiari realtà immobiliari;
  • valutare la possibilità di spostarsi nella vivibilissima periferia romana: le diverse periferie di Roma hanno tutte i loro vantaggi e i loro svantaggi: spendere un po’ di tempo nei quartieri può farci fare un’idea di quale sia la vita, la tranquillità e di quali siano le comodità della municipalità che potremmo aver pensato di scegliere;
  • la crisi degli immobili ha colpito in modo molto più considerevole la periferia rispetto al centro. Se siamo alla ricerca di buoni affari può essere sicuramente più indicato orientarsi verso quartieri “meno famosi”, ma magari altrettanto vivibili. I prezzi si sono abbassati considerevolmente.

Conclusioni: Comprare Casa a Roma Conviene?

E’ difficile rispondere in maniera secca alla domanda, specie perchè il discorso è molto complesso quando si parla di immobili.

Il mercato immobiliare segue dinamiche locali oltre che trend generali, quindi il discorso di Roma va necessariamente collegato al resto del Paese. In ogni caso, potreste trovare particolarmente utili altre risorse che trattano l’argomento che completano quanto scritto in questa pagina:

Buon proseguimento su Affari Miei!

mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.
Scarica Gratis "Come Gestire i Risparmi"
La tua privacy è al sicuro

Affari-Miei

mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

LASCIA UN COMMENTO