Banco di Napoli: Conto Corrente e Deposito Online 2018

Cerchi informazioni su ciò che offre il Banco di Napoli? Conto corrente, conto deposito… Quali sono le offerte più vantaggiose offerte da questo istituto bancario? Quali sono i vantaggi e gli svantaggi dei conti corrente del Banco di Napoli rispetto a quelli che sono invece offerti dalle altre banche?

Se vuoi saperne di più sull’offerta di conti corrente da parte del Banco di Napoli, sei decisamente nel posto giusto, perché analizzeremo uno per uno tutti i prodotti più interessanti di questo istituto bancario.

Sebbene i vari conti possano sembrare identici, possono essere in realtà molto diversi. Lo faremo analizzando ovviamente i costi, sia quelli palesi come i canoni sia quelli invece più nascosti, e anche l’operatività, allo scopo di individuare quel conto che possa essere davvero quello che più fa al caso nostro.

Chi è il Banco di Napoli?

Banco di Napoli è una delle più antiche banche d’Italia, attivo dal 1539 e che continua oggi, nonostante alterne fortune, ad operare sotto il suo nome.

Sono quasi 20 anni che il gruppo è stato acquisito dal gruppo Sanpaolo IMI, e quasi 15 dalla fusione tra Banca Intesa e Sanpaolo IMI, che ha dato luogo a quella banca Intesa San Paolo che oggi gestisce un enorme numero di sigle bancarie in Italia.

L’offerta del Banco di Napoli non ha potuto dunque che uniformarsi a quelle del gruppo di controllo, notizia che non è assolutamente di quelle cattive, in quanto Intesa San Paolo è uno dei gruppi bancari in Italia che possono offrire il maggior numero di opzioni per il proprio conto corrente.

Di seguito troverai una rassegna dettagliata dei principali e più interessanti conti offerti a marchio Banco di Napoli. Continua a leggere.


Vuoi Conoscere in Anteprima le Offerte del Mese?

Ricevi Gratis le Promozioni Migliori su Conti e Carte
La tua Privacy è al sicuro


Riceverai mensilmente in esclusiva novità sulle ultime offerte per cambiare banca!


Conto Base Banco di Napoli

Il primo conto di cui ci troviamo a parlare è il Conto Base del Banco di Napoli, che poi viene in realtà offerto da tutte le banche che fanno parte del gruppo Intesa San Paolo. Il Conto Base è un conto che, come è d’altronde facile dedurre dal nome, offre il minimo comune denominatore dei servizi bancari proposti in genere dai prodotti conto corrente.

Ha un canone di 30 euro mensili, che possono essere azzerati però per quei clienti che hanno un ISEE inferiore agli 8.000 euro. Il conto è offerto in modalità senza canone anche per chi ha una pensione inferiore ai 1.500 euro.

All’interno del Conto di Base si può comunque integrare, in modo gratuito, una carta bancomat che permette sia di pagare online, sia di pagare presso tutti i POS che accettano carte del circuito Maestro (praticamente tutti i POS che sono abilitati a funzionare in Italia e in Europa).

Le caratteristiche e le operazioni gratuite incluse nel canone di Conto Base

All’interno di Conto Base sono incluse diverse operazioni non a pagamento, che possono essere utilizzate liberamente perché incluse nel canone. Tra le operazioni offerte gratuitamente all’interno di Conto Base troviamo:

  • prelievo contanti in filiale e allo sportello;
  • prelievo sugli ATM delle banche del Gruppo Intesa San Paolo;
  • pagamenti ricorrenti tramite bonifico;
  • 12 prelievi su ATM di banche non del Gruppo Intesa, da intendersi su Base annua;
  • versamento contanti e versamento assegni;
  • bonifici in entrata;
  • 6 bonifici l’anno verso Italia o paesi SEPA (e quindi Europa).

Un numero di operazioni relativamente ridotto e che deve essere inteso come davvero minimo, anche se paragonato ai conti a basso costo che vengono offerti da altri gruppi bancari. Il tutto tenendo conto del non economico canone da 30 euro annuali.

A chi conviene Conto di Base?

Conto di Base è un prodotto caro per quanto offre, soprattutto se paragonato alle ultime offerte di diversi gruppi bancari che ormai, anche in Italia, sono in grado di offrire conti a costo zero con una operatività sicuramente maggiore di quella che abbiamo visto offerta da Banco di Napoli.

Non che questo conto non convenga davvero a nessuno, ma dovrebbe essere tenuto in considerazione soltanto nel caso in cui:

  • ci trovassimo in prossimità di molte filiali delle banche del Gruppo Intesa Sanpaolo;
  • avessimo bisogno di operare anche allo sportello;
  • non riuscissimo davvero a fare a meno a questa operatività, senza poter muovere i nostri conti verso l’home banking.

Chi non risponde all’identikit che sopra abbiamo tracciato, dovrebbe sicuramente guardare altrove, magari proprio verso gli altri conti offerti dal Banco di Napoli, che presenteremo tra pochissimo.

XME Conto del Banco Di Napoli: il conto modulare che puoi disegnare quasi a tuoi piacimento

La seconda offerta di Banco di Napoli è un prodotto assolutamente più complicato rispetto a quanto offerto da Conto di Base, e non solo per il maggior respiro delle funzionalità offerte.

Il canone è di 6 euro mensili per un totale annuale di 72 euro. Si può abbassare però il canone mensile:

  • di 2 euro se ci facciamo accreditare o lo stipendio o la pensione direttamente sul conto;
  • di 6 euro se invece scegliamo uno dei servizi di gestione del patrimonio di Eurizon Capital SGT;
  • di 7 euro (nel caso di servizi aggiuntivi) se abbiamo meno di 30 anni.

XME è un conto estremamente modulare al quale si possono collegare un gran numero di servizi, alcuni che potrebbero essere di tuo interesse, altri invece che, come purtroppo spesso accade nei servizi bancari, potenzialmente costosi e praticamente inutili, non sono molto attraenti.

Interessante l’opzione che offre canone gratuito sulle eventuali carte di credito che assoceremo al conto, per prodotti che sono in genere estremamente costosi, anche quando offerti in associazione a conti corrente a basso costo.

I costi del conto XME

Per quanto riguarda il costo delle operazioni, abbiamo il seguente prospetto:

  • nessun costo per i prelievi dagli ATM del gruppo Intesa San Paolo;
  • 2,00 euro di commissione per i prelievi presso gli ATM di altri gruppi bancari;
  • 2,00 euro per i bonifici disposti in filiale;
  • 1,00 euro per i bonifici disposti online;
  • nessun costo per la domiciliazione delle utenze;
  • nessun costo per il prelievo in filiale;
  • nessun costo per la richiesta movimenti in sportello;
  • 0,70 euro per l’estratto conto cartaceo richiesto in filiale.

Si tratta di un prospetto dei costi, in un momento storico durante il quale sono ancora in pochissimi ad offrire bonifici a pagamento, non troppo interessante, a meno di non scegliere una delle offerte che consentono appunto di scegliere una carta di credito a costo zero da associare al conto.

A chi conviene il conto XME?

Sicuramente non conviene a chi ha bisogno di operatività minima e vuole ottenere un conto corrente che possa offrire le operazioni di base a costo zero o quasi.

I costi associati con questo conto corrente sono alti, a fronte però della possibilità di operare in sportello a costi relativamente ridotti rispetto a chi sceglie un conto puramente online.

XME è un prodotto modulare che può essere conveniente inoltre per chi ha bisogno di particolari funzionalità messe insieme, funzionalità che possono essere liberamente aggiunte a conti modulari come appunto XME offerto da Banco di Napoli.

>> Scopri i Conti in Offerta: Bonus Fino a 500€ <<

Ulteriori risorse utili

Prima di salutarci vorrei consigliarti di visitare le nostre sezioni dedicate ad altri strumenti di risparmio. Così ti allego qualche consigli su:

Buona lettura!

mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.
mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

LASCIA UN COMMENTO


Ricevi gli aggiornamenti da Affari Miei