ETF Intesa San Paolo: Costi e Funzionamento, Conviene Investire tramite la Banca?

Se sei arrivato qui è perchè hai sentito parlare degli ETF Intesa San Paolo e vorresti saperne di più: quanto costa acquistare ETF con questa Banca? Come funziona l’investimento? Conviene?

Continua a leggere, perchè faremo chiarezza su questo tema.

Una nota introduttiva

Prima di tutto una piccola premessa: gli ETF (acronimo di Exchange Traded Fund) sono dei fondi indice quotati in Borsa che replicano abbastanza fedelmente quello che è l’andamento di un indice azionario o obbligazionario.

Ricordiamo inoltre che i gestori del fondo non acquistano quello che vogliono ma tengono nel proprio portafoglio di fondo i titoli che compongono l’indice di riferimento e nello stesso peso percentuale.

Quindi perché dovresti voler comprare un ETF per effettuare un investimento? Principalmente per tre motivi molto vantaggiosi:

  • Costi contenuti, rispetto ad altri investimenti;
  • Flessibilità delle operazioni;
  • Diversificazione del proprio investimento.

Ma veniamo a noi…

A cosa si fa riferimento quando si parla di ETF Intesa Sanpaolo?

Il noto istituto di credito dà la possibilità di poter investire con loro, e quindi anche di acquistare ETF.

Per poter investire occorre prima di tutto firmare il Contratto Prestazione Servizi di Investimento e Servizi Aggiuntivi, richiedere l’apertura del Deposito Amministrato e definire con il gestore il tuo profilo finanziario.

È necessario anche essere titolari del servizio di banca online per accedere alla nuova sezione ‘investimenti’ e utilizzare tutte le funzioni del trading online.

Il Deposito Amministrato è un servizio attraverso il quale la banca custodisce e/o amministra, per conto del cliente, titoli e strumenti finanziari in genere, cartacei o dematerializzati (azioni, obbligazioni, titoli di Stato, quote di fondi comuni di investimento, ecc.).

Ad oggi, buona parte dei titoli e degli strumenti finanziari è “dematerializzata”, cioè non esiste fisicamente, il “deposito” di questi ultimi consiste in una “registrazione contabile” fatta dalla Banca.

La Banca registra in entrata o in uscita gli acquisti o le vendite e cura l’amministrazione dei diritti relativi ai titoli e strumenti finanziari presenti nel Deposito stesso.

Attraverso il Deposito Amministrato quindi la banca gestisce per te i tuoi investimenti, riscuotendo le cedole e il rimborso del capitale alla scadenza naturale o in caso di vendita.

ETF San Paolo: i costi per investire

Analizzando le principali condizioni economiche relative al D.A. vediamo che vi sono delle spese fisse (una commissione semestrale su D.A. consentente altri titoli italiani pari a 50,00 euro, mentre per titoli esteri a 80,00 euro); delle spese variabili (incasso cedole e dividendi pari a 0, mentre ad esempio commissione ritiro materiale titoli pari 25,82 euro per i titoli italiani).

Le condizioni economiche per l’operatività effettuata in filiale riguardante gli ETF (che sono quelli che ci interessano) sono del 6.0000 per mille negoziati su sedi di esecuzione italiane, e di 8,50 euro minimo per ogni compravendita.

Per quanto riguarda invece l’operatività effettuata a distanza sempre riguardo gli ETF abbiamo un 2,4000 per mille e un costo minimo per ogni compravendita di 3,50 euro se negoziati su sedi di esecuzione italiana (Borsa Italiana), mentre un minimo per ogni compravendita pari a 11,00 euro se negoziate su sedi di esecuzione  estere.

Riepilogando possiamo rifarci al costo di operatività a distanza (visto che ormai le operazioni anche di investimento vengono effettuate per la maggior parte online) che è quindi pari a 3,50 euro.

Conviene comprare ETF con Intesa San Paolo?

Sei proprio sicuro che acquistare ETF con Intesa San Paolo (o con qualunque banca) sia la soluzione migliore?

Le spese e le condizioni economiche del servizio offerto da un istituto bancario ci prospettano dei costi per operazioni che sono maggiori rispetto ad un investimento in ETF che potresti mettere a punto con altre soluzioni più flessibili. Ne vale la pena, vista la vasta gamma di alternative più economiche che ci sono?

Come forse sai, ci sono numerose piattaforme online che ti permettono di acquistare ETF ammortizzando i costi. Nessuno ti vieta di appoggiarti ad una banca per acquistare i tuoi ETF, voglio solo aiutarti a prendere consapevolezza, in modo che tu sappia che con vari broker online potresti pagare di meno pur investendo in ETF.

Ne ho parlato lungamente qui su Affari Miei, a partire da questo articolo in cui ti elenco i migliori conti deposito titoli, o qui, dove ti ho spiegato come investire in ETF per trarne i maggior vantaggio.

Personalmente, ribadisco il mio pensiero: non conviene particolarmente investire in ETF usufruendo dell’intermediazione bancaria, anche perché solitamente i consulenti bancari scoraggiano l’acquisto di ETF poiché ovviamente sono focalizzati a vendere i propri fondi attivi.

Ci sono molte altre strade per investire in maniera proficua. Ti lascio alcune guide nel caso in cui volessi approfondire:

Buon proseguimento!


Scopri che Investitore Sei

Ho creato un breve questionario con cui ti aiuto a capire che tipo di investitore sei. Al termine, ti guiderò verso i contenuti migliori selezionati in base alla tua situazione di partenza:

>> Inizia Subito <<


Imprenditore e Investitore
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Dopo la laurea in Giurisprudenza, ha approfondito la sua storica passione per l’economia e la finanza conseguendo un Master in Consulenza Finanziaria Indipendente. Nel 2019 ha scritto il libro "Vivere di Rendita - Raggiungi l'Obiettivo con il Metodo RGGI" ed ha fondato la Affari Miei Academy.
Categorie: ETF

0 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *