Valory Genertellife, la Polizza Multiramo di Genertellife: Conviene?

Stai cercando informazioni su Valory, la polizza multiramo proposta da Genertellife?

Hai sentito parlare di questo prodotto oppure il tuo consulente te lo ha proposto, e quindi adesso vuoi saperne di più?

Allora sei nel posto giusto perché oggi analizzeremo insieme il prodotto, cercando di cogliere tutti i suoi aspetti, e vedendo costi, vantaggi e svantaggi della polizza, per poi cercare di capire insieme se si tratta di un prodotto conveniente per te oppure no. 

Buona lettura!

Due parole su Genertellife

Prima di analizzare la polizza, cominciamo a vedere qual è l’istituto che la propone.

Genertellife è la prima compagnia diretta vita e previdenza in Italia. Essa è, insieme a Genertel, l’unico polo assicurativo diretto italiano in grado di fornire online e al telefono tutti i servizi, partendo dalle assicurazioni vita, passando a quelle danni e infine alle forme di previdenza.

Essa fa parte del gruppo Generali, un gruppo multinazionale presente in oltre 60 paesi, con 470 società e quasi 80 mila dipendenti.

Si tratta di una delle più grandi e importanti realtà assicurative e finanziarie internazionali.

Esso possiamo considerarlo come un gruppo leader in Italia, e ha come casa madre le Assicurazioni Generali S.p.A., fondata nel 1831 nella città di Trieste.

Il core business del gruppo è senza dubbio il settore vita, dove è anche leader in Europa. 

Si tratta quindi senza dubbio alcuno di un ottimo istituto solido e affidabile.

Cosa sono le polizze multiramo?

Ora che abbiamo chiarito il fatto che si tratta di un istituto solido e sicuro, dobbiamo cercare di passare al prodotto in sé.

Una polizza multiramo è una polizza che combina insieme due tipologie di polizze, ovvero la Ramo I e la Ramo III.

Vediamo a grandi linee cosa fa una e cosa fa l’altra.

Le polizze Ramo I sono quelle che includono una gestione separata, e che offrono al cliente una certa sicurezza e garanzia sul capitale investito. Solitamente infatti questa è la parte più “sicura” dell’investimento, che garantisce anche solidità e maggior affidabilità.

Di contro invece le polizze Ramo III sono quelle che legano le loro performance ai mercati, quindi alle loro oscillazioni, e permettono sì di raggiungere risultati e rendimenti migliori, a fronte però di correre un rischio maggiore. 

Esse infatti investono i tuoi soldi sia in fondi interni che in fondi esterni, e possiedono proprio per questo motivo un rischio diverso. Esso è appunto una delle cause della complessità e del rischio elevato di questo investimento.


Non sai come investire?

Scopri che investitore sei. Ti bastano 3 minuti per scoprire la strategia migliore per te.

>> INIZIA ORA! <<


Caratteristiche del prodotto 

Valory è una polizza mutiliamo a premio unico e a vita intera, che prevede in caso di decesso dell’assicurato, il pagamento al beneficiario di una prestazione in euro che viene determinata sulla base della rivalutazione della somma che viene investita nella gestione separata e sulla base dell’andamento del valore delle quote dei fondi interni nei quali investe.

Essa investe in fondi ESG e ti permette di tutelare il tuo futuro e il tuo potere d’acquisto, dal momento che ti permette di affrontare gli effetti dell’inflazione.

Questo prodotto inoltre è completato da un’assicurazione complementare che è di fatto obbligatoria e che andremo ad analizzare successivamente.

Dettagli dell’investimento 

Ora vediamo nel dettaglio in cosa investe questa polizza.

Valory consente di scegliere tra tre diverse linee di investimento:

  • Linea Protetta: questa linea investe la maggior parte del premio nella gestione separata Genertellife Gilfe Premium, e proprio per questo motivo è votata a una maggior tutela del capitale ed è adatta a un investitore che non vuole correre troppi rischi. In percentuale, essa investe il 70% del capitale nella gestione separata e il 30% nel fondo intento Genertellife protetto;
  • Linea Dinamica Guidata: questa seconda opzione invece ti consente di riallocare automaticamente il tuo investimento nel tempo, tra gestione separata e fondo interno, al fine di massimizzare il rendimento e ridurre la volatilità nel medio periodo. Essa consente di investire scegliendo tra tre diverse ripartizioni, a seconda del grado di rischio che si intende correre:
    • 60% gestione separata Gilfe Premium e 40% fondo interno Genertellife Dinamico
    • 50% gestione separata Gilfe Premium e 50% fondo interno Genertellife Dinamico
    • 40% gestione separata Gilfe Premium e 60% fondo interno Genertellife Dinamico
  • Linea Dinamica: l’ultima opzione invece è la più rischiosa, ed è appunto pensata per investitori più esperti, dal momento che permette di scegliere l’allocazione dell’investimento tra le diverse ripartizioni di gestione separata e fondo interno, e avviene semestralmente.

Quali sono le prestazioni?

Il contratto prevede una prestazione principale in caso di decesso dell’assicurato, che consiste nel pagamento di un capitale da parte di Genertellife pari al valore del contratto nel giorno di riferimento per il decesso, che deve essere aumentato di un importo pari a una percentuale della somma dei premi versati, che viene anche individuata sulla base dell’età dell’assicurato al momento del decesso, secondo questi valori:

  •  Età dell’assicurato inferiore a 50 anni: 2,5%;
  • Età dell’assicurato fino a 50 anni: 10%;
  • Età dell’assicurato da 51 anni a 60 anni: 5%;
  • Età dell’assicurato da 61 anni a 70 anni: 1%;
  • Età dell’assicurato superiore a 71 anni: 0,15%.

    L’importo aggiuntivo in caso di decesso non può comunque essere superiore ai 30.000 euro.

    Opzioni contrattuali

    Quella che abbiamo appena analizzato è la prestazione principale, ma dobbiamo considerare anche alcune opzioni contrattuali:

    • Servizio Switch: a patto che siano trascorsi 6 mesi dalla data di decorrenza del contratto, e non prima del 31 maggio 2023, il contraente che in fase di conclusione del contratto ha scelto di investite nella linea dinamica, può chiedere di cambiare la ripartizione percentuale del suo investimento tra la gestione separata e il fondo interno, e può scegliere tra le tre ripartizioni che sono disponibili nella linea dinamica. È possibile effettuare al massimo due operazioni di switch in un anno;
    • Servizio Take Profit: è attivabile in fase di conclusione del contratto o durante il contratto, ed è un trasferimento automatico alla gestione separata, a cadenza semestrale, della plusvalenza che è stata realizzata dal fondo interno.

    Assicurazione complementare

    Ne abbiamo parlato prima. Si tratta dell’assicurazione obbligatoria che si trova nel contratto.

    Essa è connessa al decesso dell’assicurato: se il decesso infatti avviene a seguito di infortunio (ovvero per un evento dovuto a causa fortuita, violenta, improvvisa) Genertellife paga ai beneficiari la prestazione principale e in più un capitale aggiuntivo.

    Inoltre il capitale aggiuntivo viene raddoppiato se il decesso avviene a causa di un incidente stradale.

    Le percentuali del capitale pagato riferiti alla somma dei premi versati variano sulla base dell’età del decesso in questo modo:

    • Fino a 50 anni: 50% per infortunio, 100% per incidente stradale;
    • Da 51 anni a 60 anni: 25% per infortunio, 50% per incidente stradale;
    • Da 61 anni a 70 anni: 10% per infortunio, 20% per incidente stradale;
    • Da 71 anni: 5% per infortunio, 10% per incidente stradale.

    Il versamento dei premi

    Il contratto prevede il versamento di un premio unico iniziale, e di eventuali premi successivi che possono avere un importo variabile.

    Il premio unico iniziale deve avere un importo minimo di 5.000 euro e un importo massimo di 400.000 euro, mentre quelli aggiuntivi devono avere un importo minimo di 2.000 euro e un importo massimo complessivo di 400.000, comprendendo anche il premio unico iniziale.

    I versamenti successivi non sono possibili prima del 31 maggio 2023, e devono essere passati almeno 3 mesi dalla data di decorrenza del contratto.

    Durata

    Si tratta di un contratto a vita intera, che coincide quindi con la vita dell’assicurato.

    A chi è rivolta questa polizza

    Possono essere assicurate tutte le persone, tranne che ha un’età inferiore ai 18 anni o uguale/superiore a 85 anni e 6 mesi.

    Essa è pensata per chi sta cercando il modo di investire mantenendo però un rischio medio/basso.

    Profilo di rischio 

    Il prodotto si classifica al livello 2 o 3 su 7 dell’indicatore sintetico di rischio, sulla base della linea di investimento che viene scelta dal contraente. Siamo quindi su un livello di rischio medio/basso.

    I costi

    Dobbiamo adesso analizzare una delle parti più importanti di un contratto, ovvero i suoi costi.

    Essi sono quelli che impattano sui rendimenti e che quindi determinano in qualche modo il risultato del tuo investimento.

    Siamo quindi arrivati a una parte cruciale.

    Per avere delle informazioni maggiori ti invito a consultare il KIID.

    Non sono previsti costi sui premi, né per il riscatto e nemmeno per le opzioni contrattuali.

    I costi del rendimento della gestione separata ammontano all’1,2% annuo.

    Per quanto riguarda i costi sui fondi interni invece ti rimando alla lettura dei regolamenti degli stessi fondi.


    Non sai come investire?

    Scopri che investitore sei. Ti bastano 3 minuti per scoprire la strategia migliore per te.

    >> INIZIA ORA! <<


    Recesso

    Puoi recedere dal contratto entro 30 giorni dalla conclusione dello stesso, tramite una raccomandata.

    Riscatto e riduzione

    Puoi richiedere il riscatto totale o parziale dell’assicurazione, con una comunicazione a Genertellife.

    Il riscatto totale risolve il contratto e lo priva di ogni effetto fino al raggiungimento della data di richiesta.

    Il riscatto parziale non può prevedere un importo inferiore ai 2.500 euro. È importante sapere che dopo il riscatto parziale il contratto resta comunque in vigore.

    Opinioni di Affari Miei su Valory

    Ora che abbiamo terminato la nostra analisi della polizza di investimento posso passare a fornirti le mie opinioni su di essa.

    Forse hai già avuto modo di leggere altri contenuti simili qui sul blog.

    Se sì, avrai già capito che siamo nel mondo del risparmio gestito e che si tratta di strumenti anche un poco complessi.

    Dal momento che devo fornirti le mie opinioni, provo a sintetizzarti il mio pensiero.

    Personalmente ritengo questi prodotti un po’ complessi, in quanto essi sono dei prodotti ibridi che cercano di fare due cose insieme, ovvero proteggere e investire.

    Questo nello specifico presenta un rischio basso, quindi se non sei troppo avvezzo al rischio o non sei pronto a correre rischi elevati potresti fare un pensierino su questa polizza.

    Del resto anche i costi di gestione sono più bassi delle media di prodotti simili, quindi questo potrebbe essere un punto a favore nella scelta di una polizza.

    Se stai valutando questo investimento però ti posso prima dire alcune cose: innanzitutto cerca di pensare che se stai cercando una protezione esistono anche le polizze caso morte, che sono più semplici da comprendere.

    Se invece vuoi investire perchè sei alla ricerca di un ritorno economico e vuoi ottenere dei rendimenti, allora non credo che questa polizza possa essere la soluzione migliore per te.

    Potresti cercare altre informazioni e altri strumenti più adatti, e soprattutto pensare agli ETF, che sono strumenti a gestione passiva che presentano dei costi di gestione davvero interessanti.

    Se vuoi approfondire, qui trovi tutte le informazioni di cui necessiti.

    Prima di salutarti inoltre ci tengo a lasciarti queste risorse, che potrebbero esserti utili per cominciare il tuo percorso di investimento:

    Buona lettura!


    Scopri che Investitore Sei

    Ho creato un breve questionario con cui ti aiuto a capire che tipo di investitore sei. Al termine, ti guiderò verso i contenuti migliori selezionati in base alla tua situazione di partenza:

    >> Inizia Subito <<


    Imprenditore e Investitore - Co-fondatore di Affari Miei Società di Consulenza Finanziaria Indipendente
    Ha iniziato il suo percorso nel 2014 scrivendo i primi articoli su Affari Miei. Dopo la laurea in Giurisprudenza, ha approfondito la sua storica passione per l'economia e la finanza conseguendo un Master Executive in Consulenza Finanziaria Indipendente.

    0 Commenti

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *