Obbligazioni High Yield: Conviene Investire? Come Funzionano?

Sai cosa sono le Obbligazioni High Yield? Siamo abituati a pensare alle obbligazioni come a dei titoli sicuri, a reddito fisso e a basso rendimento; asset class da preferire alle azioni quando vogliamo stare tranquilli e tutelare il nostro capitale. In realtà, questa descrizione è piuttosto limitata.

I bond sono una grande famiglia di strumenti finanziari che possono adattarsi a diverse esigenze d’investimento e a diversi livelli di rischio/rendimento. Per questo, ci sono obbligazione e obbligazioni, e se vuoi investire devi conoscerne le tipologie.

In un precedente articolo avevo parlato dei corporate bond. Oggi ti spiego, invece, cosa sono le obbligazioni high yield, dette junk bond in inglese ovvero “titoli spazzatura”. Scopriamo in cosa differiscono dalle obbligazioni a cui siamo normalmente abituati e in che misura possono entrare a far parte del nostro portafoglio di investimenti.

Buona lettura.

Cosa sono i “titoli spazzatura”?

Le obbligazioni high yield sono letteralmente titoli ad alto rendimento, per il fatto che gli emittenti del debito sono considerati poco affidabili e potenzialmente insolventi. In ragione del rischio maggiore di default, essi corrispondono tassi di interesse più alti rispetto alle normali obbligazioni.

Ma chi sono gli emittenti dei junk bond? Sono società in difficoltà economica e a continuo rischio di fallimento; pur di reperire dei capitali con i quali sopravvivere, esse sono disposte a pagare tassi di interesse elevati.

I junk bond sono titoli molto volatili, e infatti hanno tanto in comune con le azioni. Il basso livello di affidabilità, l’alta probabilità di fallimento e le scarse o nulle garanzie offerte dall’emittente, li rendono delle obbligazioni di second’ordine, per l’appunto “spazzatura”.

Come puoi immaginare si tratta di un investimento molto rischioso che può comportare la perdita parziale o totale del capitale, a riprova del fatto che l’obbligazione in sé non è necessariamente un titolo sicuro.

Differenze tra obbligazioni high yield e obbligazioni investment grade 

L’etichetta “high yield” è conferita a un titolo di debito a partire dalle grandi agenzie di rating, come Standard & Poor’s, Moody’s e Fitch, che si occupano di assegnare al debito un livello di merito creditizio, il rating.

Un rating pari a “AAA” indica l’affidabilità creditizia massima; le lettere “C” o “D” (in base alla scala di riferimento) indicano invece il massimo livello di insolvibilità.

In genere, i titoli di debito che hanno un rating uguale o superiore a “BBB” sono detti investment grade, giudicati cioè affidabili e sicuri – di più o di meno in base a quanto sono in alto nella scala di valutazione.

Sotto il rating “BBB” l’investimento è considerato speculativo. Aumentano sia il rischio di default, sia la redditività del titolo, man mano che il rating scende nella classifica. Va precisato che alcuni bond sono proprio privi di rating.

A parte il livello di rischio/rendimento, il funzionamento delle obbligazioni high yield è praticamente il medesimo di quelle investment grade.

Perché comprare obbligazioni spazzatura?

Perché un individuo che cerca un investimento sufficientemente rischioso da essere anche redditizio dovrebbe puntare alle obbligazioni high yield e non alle azioni?

Probabilmente, perché sono una buona via di mezzo: sono meno volatili di molte azioni, hanno tempi d’investimento più brevi e permettono di riscuotere cedole periodiche con tassi più vantaggiosi rispetto alle obbligazioni standard.

I bond ad alto rendimento sono un ottimo mezzo per equilibrare una strategia altrimenti troppo prudente.

Spesso sono incorporati in portafogli obbligazionari diversificati, che includono emittenti con diverso rating, proprio con l’obiettivo di aumentare le opportunità di rendimento, ma senza creare un’esposizione eccessiva al rischio. Accade così nei fondi comuni e negli ETF.

Inoltre, le obbligazioni high yield possono giovare, come le azioni, delle fasi di ripresa economica, quando anche le società in crisi hanno l’opportunità di incrementare i loro profitti e ripagare i debiti.

Opinioni finali di Affari Miei

A mio parere, le obbligazioni high yield sono troppo rischiose, la tua strategia d’investimento non dovrebbe basarsi su di esse.

Tuttavia, in un’ottica di diversificazione del portafoglio, possono dare accesso a una serie di opportunità interessanti, purché rappresentino solo una piccola percentuale delle tue attività.

Ti consiglio di non comprare singole obbligazioni ma di puntare su grossi panieri obbligazionari, come accennato precedentemente.

Conclusioni

Le obbligazioni spazzatura possono essere, dunque, uno strumento utile a chi ricerca maggiori rendimenti, purché inquadrate in una corretta strategia.

Personalmente prediligo le obbligazioni corporate di aziende a rating alto dei Paesi Sviluppati, ma con un minimo di esposizione anche ai Mercati Emergenti.

Nei portafogli modello di Fast Investments Planner”, il servizio di informazione finanziaria avanzata di Affari Miei, abbiamo individuato una serie di strumenti che ci permettono di investire in obbligazioni corporate con una buona diversificazione e maggiori opportunità di rendimento.

Con questo servizio puoi investire in maniera autonoma ma informata, grazie alle informazioni che il Centro Studi di Affari Miei elabora e ti invia, permettendoti di costruire il tuo portafoglio sulla base di portafogli modello a cui ispirarti.

Risorse utili

Se vuoi investire in obbligazioni autonomamente, per prima cosa puoi iniziare leggendo la guida generale.

Se vuoi capire come investire al meglio indipendentemente dall’asset class, ecco una serie di guide indispensabili che ti aiuteranno a mettere a fuoco i tuoi obiettivi:

A presto!


Scopri che Investitore Sei

Ho creato un breve questionario con cui ti aiuto a capire che tipo di investitore sei. Al termine, ti guiderò verso i contenuti migliori selezionati in base alla tua situazione di partenza:

>> Inizia Subito <<


Davide Marciano
Imprenditore e Investitore
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, ha sviluppato nel tempo la passione per la finanza personale e lo sviluppo individuale. Nel 2019 ha scritto il libro "Vivere di Rendita - Raggiungi l'Obiettivo con il Metodo RGGI" ed ha fondato la Affari Miei Academy.
Categorie: Obbligazioni

0 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi gli aggiornamenti da Affari Miei