InvestiPolizza BNL Passo Passo: Un Investimento Graduale che Riconosce Sconti e Bonus

Pensi di sottoscrivere il prodotto InvestiPolizza BNL Passo Passo? Prima di fare una scelta azzardata devi sapere tre cose: come funziona la polizza, dove investe e quanto costa.

Ti basterà leggere questa recensione per avere le idee più chiare e comprendere meglio i vantaggi e svantaggi dell’investimento assicurativo di Banca BNL. Non procedere oltre senza esserti informato su costi, vincoli e rischi!

Scoprirai che i contratti di assicurazione sulla vita hanno alcune “controindicazioni”. Perciò è importante ragionare con calma sui pro e contro dell’investimento.

Io ti guiderò “passo passo” nell’analisi della documentazione informativa e ti aiuterò a riflettere sulla convenienza o meno della polizza.

Cominciamo!

Investimenti assicurativi BNL: opportunità e rischi

I prodotti assicurativi del ramo Vita sono molto diffusi e sponsorizzati dalle banche e dalle società di assicurazione.

Da un lato convengono economicamente alle compagnie che li collocano, dall’altro i risparmiatori possono accumulare e investire un capitale e assicurarlo rispetto all’eventualità della propria morte.

Chi non sa investire può quindi rivolgersi ad un prodotto preconfezionato, completamente gestito da una società specializzata in grado di garantire tutta una serie di cose: competenze finanziarie, custodia dei titoli, consulenza e solidità patrimoniale. Banca Nazionale del Lavoro (BNL) corrisponde proprio a questa descrizione.

Si tratta di uno dei principali gruppi bancari italiani e uno dei più longevi. Dal 2006 fa parte, inoltre, del gruppo francese BNP Paribas, leader nei servizi bancari e finanziari.

BNL mette a disposizione strumenti di risparmio e di investimento, prodotti assicurativo-previdenziali, finanziamenti per le famiglie (mutui, credito al consumo) e servizi di internet e mobile banking.

Attraverso il polo assicurativo BNP Paribas Cardif, la banca colloca in Italia soluzioni di investimento assicurativo.

BNL è un istituto solido e molto diffuso sul territorio, avendo conservato, anche dopo il passaggio a Paribas, la totalità degli sportelli.

Nonostante questi dati non secondari, c’è comunque da dire che la polizza in esame ha un suo livello di rischiosità, dovuto al fatto che i risparmi sono investiti nei mercati finanziari e, almeno una parte, non è coperta da garanzie.

I rischi sono sempre presenti

InvestiPolizza BNL Passo Passo è un prodotto con soluzione di investimento multiramo, cioè riunisce alcune caratteristiche tipiche delle polizze Ramo I con alcuni (s)vantaggi delle polizze Ramo III

Considerando il fatto che solo le prime sono a capitale garantito, mentre le seconde legano le loro prestazioni alle performance degli strumenti finanziari in cui investono, possiamo concludere che il profilo di rischio della polizza sarà di un livello medio-alto.

Molto dipende dalle scelte che farai tu, nel senso che ti verranno proposte delle soluzioni di investimento più o meno aggressive. I rischi potenziali andranno comunque a tuo carico, e con rischi intendo la possibilità di perdere parte del capitale a causa del fatto che l’investimento va male, a causa del fatto che l’impatto dei costi è pesante e che i rendimenti sono molto inferiori alle aspettative.

Pertanto, non credere di mettere completamente al sicuro i tuoi soldi rispetto ad eventuali turbolenze dei mercati!

InvestiPolizza BNL Passo Passo: in cosa consiste?

Come suggerisce il nome, la Polizza Passo Passo è studiata in modo tale da permettere un ingresso graduale nei mercati finanziari. Ciò è possibile grazie al meccanismo di “switch” programmati e ricorrenti.

In parole semplici: il premio del contraente viene diviso fra una gestione separata (una gestione tipicamente prudente) e dei fondi comuni di investimento unit linked.

La prima linea di investimento serve a garantire l’integrità di una parte del capitale, l’altra serve a perseguire obiettivi di rendimento.

Il meccanismo che regola gli switch si attiva automaticamente al momento della sottoscrizione del contratto; prevede il trasferimento graduale di parti di capitale dalla gestione separata verso il fondo di investimento scelto dal cliente.

In questo modo puoi entrare nei mercati finanziari con un profilo molto prudente e passare gradualmente agli investimenti più aggressivi, mediando così i rischi.

Non temere, gli switch non possono esaurire la parte di premio investita nella gestione separata, resterà sempre una percentuale di capitale coperta da garanzia. Anche perché la presenza del doppio binario è il presupposto delle polizze multiramo, altrimenti si parlerebbe di polizza tradizionale o unit linked.


Non sai come investire?

Scopri che investitore sei. Ti bastano 3 minuti per scoprire la strategia migliore per te. INIZIA ORA!


Premio e durata

La polizza si attiva con il versamento di un premio unico iniziale di importo minimo pari a 10.000 euro

Pertanto, se vuoi sottoscrivere la polizza devi disporre immediatamente della cifra necessaria, una somma di cui puoi liberarti senza pensieri. Se ti trovi nella situazione di dover risparmiare per accumulare un capitale sufficiente, questo contratto non fa al caso tuo; ti conviene cercare una polizza a premi ricorrenti con importi più bassi.

Tornando a noi… è possibile nel corso della durata del contratto incrementare il capitale investito con il versamento di premi aggiuntivi facoltativi, ciascuno di importo minimo pari a 1.000 euro. La somma totale dei premi non può superare i 5 milioni di euro.

Per quanto riguarda la durata della polizza, essa è pari alla vita dell’assicurato poiché il contratto si estingue con il suo decesso. È comunque possibile interrompere anticipatamente il rapporto con la Compagnia, basta riscattare il capitale investito. Questa mossa può avere però delle controindicazioni.

Il bonus caso morte

Lo scopo finale dell’investimento è quello di valorizzare un capitale che sarà liquidato dalla Compagnia ai beneficiari designati in caso di decesso dell’assicurato.

La liquidazione corrisponde al capitale maturato dal cliente fino alla data del suo decesso. La liquidazione della parte di premio investita nella gestione separata è garantita dal contratto; la parte investita nel fondo unit linked non lo è, pertanto il suo ammontare dipenderà dalle sole performance realizzate.

Passo Passo prevede anche il riconoscimento di un bonus, ovvero di una prestazione extra che si aggiunge alla prestazione assicurativa in caso di decesso.

L’importo della prestazione aggiuntiva è calcolato in funzione dell’età dell’assicurato alla data del decesso ma non può superare un massimo di 75.000 euro.

Purtroppo per te, questo bonus non è un regalo. Incluso nelle commissioni di gestione annue è già previsto un caricamento pari allo 0,10% del premio, che servirà alla Compagnia per ripagarsi dei soldi che dovrà liquidare come bonus.

Capiamo meglio come funziona l’investimento multiramo

Due linee di investimento caratterizzano la Polizza Passo Passo. Una linea consiste nella gestione separata “CAPITALVITA”, ovvero un particolare fondo che investe in titoli a basso rischio e garantisce la rivalutazione e conservazione del capitale.

L’altra linea consiste in una selezione di fondi unit linked esterni alla Compagnia. I fondi legano le loro performance all’andamento degli strumenti finanziari in cui investono, senza garanzie di rendimento o di conservazione del capitale.

Puoi scegliere liberamente la composizione dell’investimento più adatta alle tue esigenze, combinando un fondo a tua scelta con la gestione separata, ma nel rispetto di certi limiti percentuali imposti dal contratto.

I limiti attualmente in vigore sono validi fino alla data 01/01/2022: potrai destinare fino all’85% del capitale nella gestione CAPITALVITA e, successivamente, potrai trasferire mensilmente una percentuale tra il 2% e il 20% a tua scelta nel fondo di investimento più aggressivo.

La scelta del fondo esterno può essere ostica e potresti sottovalutare la rischiosità del comparto.

Ricorda che ogni fondo collegato al contratto è dotato di un suo set informativo che illustra i titoli in portafoglio, il livello di rischio/rendimento, lo storico delle performance, nonché l’impatto dei costi.

All’atto della sottoscrizione ti verrà suggerita la soluzione migliore per il tuo profilo di investitore, ma io ti invito a leggere ugualmente la documentazione.

Possibilità di personalizzare l’investimento

Potrai inoltre personalizzare il tuo investimento e arricchirlo con questi servizi aggiuntivi:

  • Opzione Stop Loss. È un efficace strumento di controllo del rischio, attivabile su ogni singolo fondo, che prevede il monitoraggio giornaliero delle perdite. Se esse superano il 10% in un intervallo di 30 giorni, le somme investite sono automaticamente trasferite nel comparto monetario.
  • Opzione Take Profit. Permette di consolidare e trasferire annualmente le plusvalenze sul proprio conto corrente.
  • Opzione Beneficio Controllato. Permette di convertire l’intera prestazione caso morte, o parte di essa, in una rendita mensile rivalutabile di durata prefissata.

Sconti fino al 01/01/2022

BNL ha previsto alcuni sconti per i nuovi sottoscrittori della polizza.

Fino alla data 01/01/2022 i costi di caricamento gravanti sui premi e sui versamenti aggiuntivi sono azzerati qualora siano introdotte nuove somme non precedentemente depositate o investite in BNL. Questo è certamente un bel risparmio!

Inoltre, fino al 01/01/2022, le commissioni di gestione sono ridotte secondo la tabella seguente:

Spesso e volentieri gli sconti sono solo un escamotage per attrarre nuovi clienti. Prima di sottoscrivere la polizza assicurati che questi sconti siano reali e che tu possa goderne.

Riscatto totale

Ora parliamo del riscatto. Cos’è e a cosa ti serve?

Chiedere il riscatto vuol dire chiedere alla Compagnia la liquidazione del valore del capitale investito anche se l’assicurato è ancora in vita.

Il riscatto può riguardare il totale del capitale investito e, in tal caso, annulla automaticamente il contratto. Il riscatto totale rappresenta, pertanto, la tua via d’uscita dall’investimento.

La liquidazione può anche essere parziale. In tal caso una parte di capitale non riscattata resta investita e mantiene in vita il contratto.

L’utilità del riscatto parziale è dubbia poiché mi sembra solo un modo per pagare di più e guadagnare di meno, difatti la Compagnia trattiene una commissione.

Stranamente, sul riscatto totale non troviamo applicate penali di riduzione n’è costi. Tuttavia, può essere ugualmente rischioso farne richiesta.

Considera che il riscatto risolve l’investimento prima del tempo e non prevede alcuna garanzia di restituzione dei premi versati o di rendimento minimo per la parte investita nel fondo esterno.

Pertanto, potresti trovarti a disinvestire in tempi ancora prematuri, o in un momento sfavorevole e particolarmente turbolento, e quindi potresti ricevere in pagamento delle somme inferiori all’ammontare dei premi investiti.

In conclusione, il riscatto è un’opzione da valutare attentamente, caso per caso.

Costi complessivi

Veniamo ai costi! Saprai anche tu che gli strumenti di risparmio gestito sono sempre accompagnati da commissioni molto alte, dovute al fatto che si deve ripagare sia il collocatore che la SGR. Le spese riducono la tua opportunità di rendimento.

Passiamo ad esaminare nel dettaglio quali sono i costi.

  • Per tutti i versamenti fino alla data 01/01/2022 il caricamento risulta pari al 2,00%, salvo presenza di eventuali sconti;
  • Sulla componente investita in CAPITALVITA grava un caricamento dell’1,40% annuo;
  • Sulla componente investita nei fondi esterni la commissione annua è pari, fino al 01/01/2022, ad una percentuale variabile in funzione della categoria di appartenenza del fondo interessato, secondo la seguente tabella (sono già calcolati gli sconti, ovvero: 3,00% per i fondi di categoria “flessibile”;  2,50% per i fondi di categoria “Azionario”; 2,25% per i fondi di categoria “Bilanciato”; 2,00% per i Fondi di categoria “Obbligazionario”; 1,00% per i Fondi di categoria “Monetario”.

Agevolazioni fiscali

La polizza gode di alcuni vantaggi fiscali, ma sottolineo che da soli non costituiscono un motivo valido per sottoscrivere il contratto.

A goderne è la parte di premio afferente al rischio di morte che dà diritto ad una detrazione di imposta sul reddito.

Inoltre, le somme dovute alla Compagnia non sono pignorabili né sequestrabili.

Se quello che veramente ti interessa è questo aspetto della polizza sappi che una semplice assicurazione per il rischio morte o contro gli infortuni ti dà gli stessi vantaggi.

InvestiPolizza BNL Passo Passo: opinioni di Affari Miei 

Giunti alla conclusione di questa analisi ti dico cosa penso della polizza InvestiPolizza BNL Passo Passo

Se hai letto altre recensioni sul mio blog saprai che non sono un grande fan degli investimenti assicurativi

Esistono polizze di tutti i tipi che promettono di rispondere a questo o a quel bisogno, ma a conti fatti i problemi che riscontro sono sempre gli stessi:

  1. I costi;
  2. I vincoli;
  3. I rendimenti bassi nella maggior parte dei casi.

All’apparenza le polizze multiramo sembrano strumenti all’avanguardia, in grado di adattarsi perfettamente al profilo del cliente.

Il doppio ramo dell’investimento consente, infatti, di esplorare opportunità più redditizie, predisponendo contemporaneamente la protezione di una parte o tutto il capitale.

Invece, bisogna diffidare degli strumenti artificiosi perché nascono principalmente per soddisfare le esigenze dei grandi gruppi assicurativi e bancari, e non le tue, di piccolo risparmiatore.

Aspettarsi una rendita decente da un investimento che per metà è in Gestione separata è da illusi; aspettarsi che la Compagnia restituisca tutto il capitale investito solo perché si impegna a farlo è da illusi. La compagnia promette ma non garantisce.

Se il tuo vero obiettivo è di far maturare i tuoi risparmi, sappi che i costi da sostenere riducono drasticamente i rendimenti, probabilmente già minimi, e gli sconti non sono per sempre.

Se ti interessa assicurarti dai rischi, sappi che esistono polizze studiate appositamente per fare quello: le polizze TCM e le assicurazioni infortuni e malattia.

Io suggerisco di non mischiare gli investimenti con l’assicurazione perché rispondono a due esigenze diverse. Continuo a pensare che esistono strumenti migliori per risparmiare, investire e assicurarsi.

Conclusioni

Alla luce di quanto letto puoi finalmente valutare in autonomia le caratteristiche del contratto e decidere consapevolmente se sottoscriverlo oppure no.

Al tuo posto preferire studiare e informarmi (almeno sulle basi), così da raggiungere un po’ di autonomia nella gestione dei miei soldi, senza che siano gli altri a decidere per me.

Se non sai da dove iniziare per migliorare le tue conoscenze in fatto di investimenti puoi anche appoggiarti alle risorse di Affari Miei:

A presto!


Scopri che Investitore Sei

Ho creato un breve questionario con cui ti aiuto a capire che tipo di investitore sei. Al termine, ti guiderò verso i contenuti migliori selezionati in base alla tua situazione di partenza:

>> Inizia Subito <<


Imprenditore e Investitore
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Dopo la laurea in Giurisprudenza, ha approfondito la sua storica passione per l’economia e la finanza conseguendo un Master in Consulenza Finanziaria Indipendente. Nel 2019 ha scritto il libro "Vivere di Rendita - Raggiungi l'Obiettivo con il Metodo RGGI" ed ha fondato la Affari Miei Academy.

0 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *