Testamento Olografo: Esempio e Modello a cui Ispirarsi

Il testamento olografo è quel tipo di testamento che, essendo redatto dal testatore di proprio pugno, si pensa essere il più semplice da redigere. In realtà, però, affinché le volontà del testatore possano essere eseguite, è necessario che vengano rispettati determinati requisiti.

Difatti, l’autografia del testamento olografo è vero che è la parte più semplice, ma non è neanche l’unica. Ecco perché in questo articolo, oltre a riportati alcuni esempi di testamento olografo, desidero che tu sia anche al corrente dei molteplici motivi per cui, se ne hai la possibilità, dovresti prendere in considerazione l’idea di farti aiutare a redigere il tuo testamento olografo.

Esempio di testamento olografo N.1

Esempio di testamento olografo N.2

Esempio di testamento olografo N.3

Testamento olografo: Ecco perché è meglio farsi aiutare

Dagli esempi qui sopra riportati potresti pensare “Bhe’, cosa c’è di così difficile?”. E in effetti, come ti dicevo anche all’inizio, il problema non è scrivere il testamento in sé, ma far sì che sia valido e che rispetti quanto richiesto dalla legge.

Difatti, devi sapere che il testatore non può disporre del proprio patrimonio come meglio desidera, ma deve conoscere e rispettare le relative quote di legittima e quota disponibile. Questi temi li abbiamo già potuti trattare in diversi sedi, e perciò non mi dilungherò troppo qui.

Per approfondire puoi leggere i due approfondimenti in merito sulla quota legittima e quota disponibile

Il concetto è che, affinché il testamento olografo possa trovare esecuzione, il testatore deve sapere quale parte del patrimonio spetta ai suoi eredi legittimari e quale, invece, è la quota disponibile sulla quale egli può esprimere le proprie volontà.

Questo non è un semplice dettaglio, credimi. Se le quote non vengono rispettate, gli eredi lesi hanno la possibilità di impugnare il testamento e di agire in riduzione. In altre parole, è possibile che le volontà del testatore vengano messe duramente in discussione dagli eredi stessi, che non vedono rispettati i propri diritti.

Allo stesso tempo bisogna considerare che, per poter effettuare le giuste divisioni del patrimonio, sarà necessario effettuare i calcoli relativi ai beni e ai conti correnti esistenti, ai debiti contratti, alle donazioni effettuate e, più in generale, a tutto ciò che riguarda il patrimonio stesso.

Insomma, il testamento olografo non significa semplicemente “prendere carta e penna”, ma ci sono molteplici attenzioni che non puoi permetterti di sottovalutare. Questo sarà un beneficio sia per te e per le tue volontà, ma anche per i tuoi eredi, che eviteranno di “farsi la guerra” a fronte del testamento da te lasciato.

Pertanto, se ti trovi nelle possibilità di farti aiutare a redigere il tuo testamento olografo, ti consiglio vivamente di prendere in considerazione l’idea. In questo modo avrai la garanzia di riuscire a fare le cose nel modo giusto e migliore, senza rischiare di compromettere i legami famigliari ed assicurandoti che le tue volontà vengano rispettate.


Hai pianificato bene la tua successione?

Scopri i rischi patrimoniali a cui sei esposto in due minuti!

>> Inizia Subito <<


Imprenditore e Investitore
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Dopo la laurea in Giurisprudenza, ha approfondito la sua storica passione per l’economia e la finanza conseguendo un Master in Consulenza Finanziaria Indipendente. Nel 2019 ha scritto il libro "Vivere di Rendita - Raggiungi l'Obiettivo con il Metodo RGGI" ed ha fondato la Affari Miei Academy.
Categorie: Successione

0 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *