ETF Poste Italiane: Costi e Funzionamento, Conviene Investire tramite Poste?

Se sei arrivato fino qui è perchè hai sentito parlare degli ETF Poste Italiane.

L’infrastruttura più grande d’Italia infatti propone una vasta gamma di investimenti e, ultimamente, si occupa anche di ETF.

Vediamo quanto costa acquistare ETF con Poste Italiane e come funziona nel dettaglio l’investimento.

Al termine della nostra guida cercheremo anche di capire se si tratta di un investimento conveniente.

Buona lettura!

Due parole sugli ETF

Prima di analizzare nel dettaglio l’offerta di Poste Italiane vediamo cosa sono gli ETF. Si tratta di fondi a gestione passiva che replicano fedelmente un indice di mercato.

Hanno fatto la loro comparsa in Italia nel 2002, mentre negli Stati Uniti erano già conosciuti dai primi anni novanta.

Si tratta di strumenti liquidi e trasparenti nel loro funzionamento, che spesso sono anche meno costosi dei fondi comuni d’investimento.

Inoltre consentono di effettuare una grande diversificazione, perchè scegliendo un ETF potrai investire in molteplici aziende o società insieme.

Per quanto riguarda l’istituto che li propone, Poste Italiane è da sempre un punto di riferimento non indifferente per gli investimenti e il risparmio di noi italiani, dal momento che quasi tutti abbiamo qualche buono fruttifero postale, magari sottoscritto dai nonni, che dobbiamo ritirare o che abbiamo già ritirato. Oppure avrai avuto nella vita almeno uno strumento di Poste Italiane.

Ma adesso vediamo come sono gli ETF di Poste Italiane.

Come investire in ETF con Poste Italiane

Come dicevamo prima, Poste ha messo a disposizione, oltre ai suoi tantissimi strumenti di investimento, anche gli ETF.

L’iniziativa deriva da una partnership con iShares, leader a livello globale e nel mercato italiano degli ETF.

Per poter acquistare gli ETF è necessario utilizzare il trading online BancoPosta.

Poste Italiane ha scelto iShares perchè si tratta di un leader nel settore degli ETF, e possiede oltre un miliardo di dollari in gestione, e una quota di mercato a livello globale pari al 38%.

Esso è anche leader italiano nel settore, con una quota che arriva al 52%.

Inoltre iShares fa parte di BlackRock, uno dei principali gruppi al mondo nel settore del risparmio gestito.

Potrai quindi scegliere tra diversi ETF, suddivisi tra azionari, obbligazionari e sulle materie prime.

Si tratta quindi di un’offerta ampia, che ti permette di diversificare al meglio il tuo investimento.


Non sai come investire?

Scopri che investitore sei. Ti bastano 3 minuti per scoprire la strategia migliore per te.

>> INIZIA ORA! <<


ETF Poste Italiane: i costi per investire 

 Come abbiamo detto, per acquistare ETF è necessario utilizzare il trading di Banco Posta.

Il canone mensile per il profilo base è gratuito, mentre il profilo avanzato costa 2 euro al mese; invece per quanto riguarda le quotazioni real time USA, abbiamo un costi di 3 euro sia nel profilo base che in quello avanzato.

Per quanto concerne invece il deposito su conto corrente BancoPosta, per ogni tipologia di titoli, quindi anche per gli ETF, il costo è di 15 euro a semestre.

Passiamo invece agli ETF, e distinguiamo le commissioni per gli ETF azionari e specializzati e per quelli obbligazionari.

Per gli ETF azionari e specializzati:

  • Le commissioni di ricezione e trasmissione ordini applicate sul controvalore eseguito inferiore a 100.000 euro: 0,55%;
  • Le commissioni di ricezione e trasmissione ordini applicate sul controvalore eseguito compreso tra 100.000 euro e 250.000 euro: 0,45%;
  • Le commissioni di ricezione e trasmissione ordini applicate sul controvalore eseguito superiore a 250.000 euro: 0,30%.

Per gli ETF obbligazionari:

  • Le commissioni di ricezione e trasmissione ordini applicate sul controvalore eseguito inferiore a 100.000 euro: 0,35%;
  • Le commissioni di ricezione e trasmissione ordini applicate sul controvalore eseguito compreso tra 100.000 euro e 250.000 euro: 0,30%;
  • Le commissioni di ricezione e trasmissione ordini applicate sul controvalore eseguito superiore a 250.000 euro: 0,25%.

Naturalmente per avere informazioni dettagliate sugli oneri e sulle commissori di gestione per ogni singolo ETF iShares potrai consultare il KIID e i prospetti.

Conviene comprare ETF con Poste Italiane?

Abbiamo visto che l’offerta di Poste Italiane è davvero molto ampia, dal momento che potrai scegliere tra diversi tipi di ETF.

Le spese e le commissioni di gestione e di investimento non risultano essere del tutto basse, visto che sono scaglionate per cifra di investimento, e che devi anche tenere conto delle spese annue relative a ciascun ETF che sceglierai per il tuo investimento.

Premetto che non so nulla della tua situazione finanziaria e personale, e quindi non posso dirti con sicurezza se comprare ETF con Poste Italiane potrebbe essere oppure no conveniente per te.

Cerco soltanto di farti riflettere, fornendoti le mie generali opinioni.

Potresti sicuramente scegliere di utilizzare Poste Italiane per investire in ETF, dal momento che si tratta senza dubbio di un istituto sicuro e affidabile; magari hai già degli investimenti in essere con loro e vuoi continuare a mantenere una stessa linea.

Però è bene che tu sappia anche che sul web trovi tantissime alternative più convenienti, perchè spesso le piattaforme online propongono davvero delle alternative che presentano costi più contenuti.

Quindi prima di scaligere e buttarti a capofitto nell’investimento, ti consiglio di fare una ricerca e di ponderare per bene la tua scelta, per poi magari non pentirtene in futuro.

In questo articolo ti elenco i migliori conti deposito titoli, così magari puoi farti un’opinione più precisa e trarre le tue conclusioni.

A mio parere gli ETF restano uno degli strumenti migliori per un investimento, per una serie di caratteristiche che li rende ottimi anche per una strategia a lungo termine.

Prima di salutarti ti lascio qui alcune risorse e alcune guide che potresti utilizzare se volessi approfondire nel dettaglio e cominciare un percorso di investimento consapevole:

Buon proseguimento!


Scopri che Investitore Sei

Ho creato un breve questionario con cui ti aiuto a capire che tipo di investitore sei. Al termine, ti guiderò verso i contenuti migliori selezionati in base alla tua situazione di partenza:

>> Inizia Subito <<


Consulente Finanziario Indipendente e Co-Fondatrice di Affari Miei
Si è avvicinata al mondo della finanza per passione co-fondando Affari Miei nel 2014. Oltre all'abilitazione per l'esercizio della professione ha approfondito i suoi studi seguendo seminari e master formativi in Wealth Management e Protezione Patrimoniale.
Categorie: ETF

0 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *