ETF Armi e Difesa, Scopri i Migliori da Acquistare per il Tuo Portafoglio!

Stai cercando informazioni sugli ETF armi e difesa perchè ti interessa puntare su questo settore?

Se anche tu hai subito delle perdite in portafoglio, in parte a causa del conflitto in corso tra Russia e Ucraina, forse ti interesserà conoscere quali asset sono utili per diversificare in modo intelligente il tuo portafoglio e per difenderti da eventuali altri crolli del mercato.

In questo articolo cercheremo di inquadrare il settore che è comunque un po’ particolare, e successivamente ti elencherò i migliori ETF che puoi trovare sul mercato e tra i quali scegliere per un eventuale investimento.

Buona lettura!

Inquadriamo il settore

Cominciamo con il dire che si tratta di un settore molto particolare, che offre diversi fondi interessanti, anche se prima di investire occorre capire nel dettaglio come farlo e soprattutto come diversificare al meglio.

Il settore sta beneficiando di una forte visibilità a causa della guerra in Ucraina. Se stiamo a guardare, le azioni che hanno performato meglio e che hanno fatto registrare un forte rialzo sono quelle del settore petrolifero e del comparto primi e difesa.

Come dicevamo prima, dopo lo scoppio del conflitto e durante tutto il periodo successivo, il tuo portafoglio potrebbe aver subito dei “danni” e delle perdite, che dovrai in qualche modo sanare.

È importante in questi casi mantenere la calma e diversificare il proprio portafoglio, puntano su asset che potrebbero essere avvantaggiati e beneficiare dalla situazione economica in atto.

Se pensi a un asset interessante in un momento del genere sono sicuro che ti verranno in mente sicuramente gli ETF sulle materie prime, che sono tra i più performanti. 

Oltre a questi però, anche gli ETF sulla difesa possono essere interessanti per quanto riguarda una situazione di conflitto e di conseguenza di crisi.

La spesa militare è diminuita in percentuale del PIL negli ultimi anni, però gli ETF di difesa hanno performato bene. 

Nel complesso gli ETF Difesa sono una delle soluzioni per un investimento sicuro e adatto a un periodo così difficile come quello attuale. 

I tre migliori ETF

Vediamo quali sono i migliori ETF sulla difesa tra i quali scegliere per un possibile investimento.

Invesco Aerospace & Defense ETF

Questo fondo si basa sull’indice SPADE Defense. Esso è costituito da tutti i titoli aerospaziali e della difesa inclusi nell’indice S&P Composite 1500.

Il fondo investirà normalmente almeno il 90% del suo patrimonio totale in azioni ordinarie che compongono l’indice.

L’indice è concepito per identificare un gruppo di società coinvolte nello sviluppo, nella produzione e nelle operazioni delle operazioni di difesa, sicurezza interno e aerospaziale degli Stati Uniti.

Il fondo è stato lanciato a ottobre 2005 e ha una capitalizzazione di mercato media pari a 51,458 milioni di dollari.

Le commissioni di gestione sono pari allo 0,50% annuo.

L’allocazione geografica vede al primo posto gli Stati Uniti con il 94,87%, seguiti da Israele con il 2,87% e dal Canada con il 2,26%.

Se analizziamo invece l’allocazione settoriale, vediamo come al primo posto vi è il settore dell’industria con il 91,76%, seguito dal settore dell’information technology con il 6,33%, da quello dei materiali con l’1,59% e infine dal settore dei servizi di comunicazione con lo 0,33%.

Tra alcune principali posizioni troviamo Boeing, General Dynamics e Textron.

SPDR S&P Kensho Future Security ETF

Questo fondo mira a fornire risultati d’investimento che corrispondano in generale alla performance del rendimento totale dell’indice che è il benchmark del fondo.

Il fondo è stato lanciato a dicembre 2017 e ha un patrimonio di 30,41 milioni di euro.

Il fondo investe generalmente almeno l’80% del suo patrimonio totale nei titoli che compongono l’indice.

Si tratta di società che sono domiciliate nei mercati sviluppati ed emergenti di tutto il mondo che sono incluse nel settore Future Security come determinato da uno standard di classificazione prodotto dal fornitore dell’indice.

La politica sui dividendi è a distribuzione, con una frequenza di distribuzione delle cedole pari a 3 mesi.

I costi di gestione ammontano allo 0,45% annuo.

Tra le principali 10 posizioni troviamo Cloudfare, AeroVironment Inc e Mandlant Inc.

Per quanto concerne l’allocazione settoriale abbiamo al primo posto il settore aerospaziale e difesa con il 35,10%, seguito da quello dei software di sistema con il 24,83% e dal settore sulle apparecchiature di comunicazione che si attesta al 10,54%.

SPDR S&P Aerospace & Defense ETF

L’ETF mira a fornire risultati di investimento che corrispondo generalmente al rendimento totale dell’indice. 

L’indice S&P Aerospace & Defense Select Industry® rappresenta il segmento aerospaziale e della difesa dell’S&P Total Stock. L’Indice è modificato con uguale ponderazione.

Il fondo è stato lanciato a settembre 2011, quindi siamo di fronte a un fondo maturo, che ha un patrimonio di 23 milioni di dollari.

I costi di gestione ammontato allo 0,35% annuo.

La politica sui dividendi è a distribuzione, con le cedole che vengono distribuite agli investitori trimestralmente.

Tra le principali 10 posizioni troviamo Virgin Galactic Holdings, Maxar Techcologies Inc e Boeing Company.

L’allocazione settoriale del fondo è al 100% nel settore aerospaziale e difesa.

Conviene investire in ETF del settore Armi e Difesa?

Abbiamo terminato la nostra trattazione sugli ETF che fanno parte del settore Armi e Difesa.

Questo settore come abbiamo visto è molto richiesto al momento, visto che vi è una crisi sui mercati azionari dovuta al conflitto Russia-Ucraina.

Gli investitori infatti sono relativamente spaventati dal momento di crisi che sta attraversando il mondo e di conseguenza il mercato azionario, e quindi stanno cercando dei settori che possano essere difensivi e che possano servire a mettere al sicuro il proprio portafoglio.

Investire in armi e difesa può rappresentare una soluzione a questo problema, e farlo con un ETF che offre maggiore diversificazione, costi più contenuti e un’ampia esposizione alle aziende è sicuramente meglio rispetto ad andare a scegliere singoli titoli di aziende che si occupano di quel settore.

Non posso darti una soluzione univoca e dirti con certezza se conviene oppure no investire in questo settore, posso soltanto farti notare che si tratta comunque di un settore particolare, e che se ti interessa inserire degli ETF su questo settore nel tuo portafoglio allora potresti prendere in considerazione l’idea, sempre ragionando in un’ottica di investimento di lungo termine e soprattutto diversificando.

Io personalmente prediligo questi strumenti perchè li ritengo ottimi strumenti liquidi, economici e trasparenti, quindi se stai cercando un investimento rivolto agli ETF non posso che essere d’accordo con te.

Prima di salutarti, ci tengo a lasciarti alcune risorse che potrebbero esserti utili per cominciare un percorso di investimento consapevole:

Buon proseguimento su Affari Miei!


Scopri che Investitore Sei

Ho creato un breve questionario con cui ti aiuto a capire che tipo di investitore sei. Al termine, ti guiderò verso i contenuti migliori selezionati in base alla tua situazione di partenza:

>> Inizia Subito <<


Imprenditore e Investitore - Co-fondatore di Affari Miei Società di Consulenza Finanziaria Indipendente
Ha iniziato il suo percorso nel 2014 scrivendo i primi articoli su Affari Miei. Dopo la laurea in Giurisprudenza, ha approfondito la sua storica passione per l'economia e la finanza conseguendo un Master Executive in Consulenza Finanziaria Indipendente.
Categorie: ETF

0 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *