Strategia Più Progetto Risparmio, la Polizza Unit Linked di Crédit Agricole: Conviene?

Ti è capitato di sentire parlare di Strategia Più Progetto Risparmio di Crédit Agricole?

Molto probabilmente il tuo consulente bancario ti ha proposto questo prodotto, oppure stai semplicemente facendo una ricerca online e ti stai interessando di polizze unit linked.

In entrambi i casi, sei nel posto giusto, perché in questa guida vedremo insieme tutte le caratteristiche del contratto in questione, cercheremo di capire quali sono i costi, i vantaggi e gli svantaggi, e infine ti fornirò le mie opinioni a riguardo.

Cercheremo anche di capire nel dettaglio cosa sono le polizze unit linked, se sono degli investimenti utili per te e soprattutto se sono rischiose oppure no.

Cominciamo!

Due parole su Crédit Agricole

Prima di procedere con l’analisi del contratto in questione vediamo quale è l’istituto che propone il contratto.

Si tratta di Crédit Agricole, una banca radicata nel territorio la cui storia risale a ben 150 anni fa.

Il gruppo è costituito da una rete di casse locali e regionali: soprattutto per questo motivo la banca è molto legata al suo territorio.

È presente in 49 paesi e conta di oltre 52 milioni di clienti.

Si tratta inoltre della prima banca in Europa per ricavi nel retail banking e la terza in Francia per quanto concerne la capitalizzazione di mercato.

Dal 2001 inoltre Crédit Agricole è quotata presso la Borsa di Parigi.

Per quanto riguarda le espansioni, nel 2007 ha assunto il controllo di Cariparma e FriulAdria, invece nel 2010 ha acquisito il controllo della Cassa di Risparmio della Spezia, con ben 96 filiali. 

Nel 2021 è stata completata con successo anche l’acquisizione di Credito Valtellinese mediante un’OPA.

Il 26 febbraio 2019 Crédit Agricole Italia assume l’attuale denominazione societaria, a seguito della conferma data dall’Assemblea Straordinaria di Crédit Agricole Italia.

Due valori che distinguono l’identità di Crédit Agircole sono la sostenibilità e la responsabilità.

Le polizze unit linked sono rischiose?

Come ti ho preventivato, ora cerchiamo di analizzare nello specifico le caratteristiche delle polizze unit linked.

Possiamo infatti affermare che siano dei prodotti affidabili e sicuri oppure no?

Sicuramente la banca che abbiamo appena analizzato è sicura ed affidabile, ma possiamo dire lo stesso di una polizza unit linked?

Una polizza unit linked è una polizza speciale il cui rendimento è legato alla performance di quote di fondi interni alla società emittente oppure di fondi esterni, come OICR, organismi collettivi di investimento del risparmio. 

I soldi che tu investi vengono versati in questi fondi che molto spesso sono tanti e presentano anche differenti profili di rischio.

Le polizze inoltre non presentano sicurezza sul capitale del contraente circa le performance future del mercato, ovvero potrebbe succedere che tutto il tuo capitale o comunque una parte di esso possa andare perso. Questo perchè non ci sono garanzie sui rendimenti. 

Avrai capito a questo punto, che si tratta di prodotti rischiosi e complicati.

Se decidessi di sottoscrivere questo prodotto, ti consiglio di fare molta attenzione e soprattutto di leggere bene le sue caratteristiche.


Non sai come investire?

Scopri che investitore sei. Ti bastano 3 minuti per scoprire la strategia migliore per te.

>> INIZIA ORA! <<


Caratteristiche della polizza

Strategia Più Progetto Risparmio è un contratto sulla vita multiramo (Ramo I e Ramo III). 

Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta.

Cominciamo con il vedere le caratteristiche di una polizza Ramo I: si tratta di un’assicurazione sulla vita vera e propria, un prodotto che può essere ricondotto a una polizza vita collegata alla durata dell’esistenza di un individuo. Queste polizze sono collegate al rendimento di una gestione separata, ovvero di un fondo di investimento offerto dalla compagnia. 

Per quanto riguarda invece una polizza Ramo III, essa è un contratto di assicurazione con un elevato contenuto finanziario, in quanto i premi versati alla compagnia sono investiti mediante gestioni patrimoniali operate da banche e SGR in OICR.

Il prodotto proposto da Crédit Agricole è una polizza multiramo, quindi combina insieme le caratteristiche di una polizza Ramo I e di una polizza Ramo III.

Si tratta di un prodotto che persegue l’obiettivo di costruire nel tempo un capitale per te oppure per i tuoi cari. 

Con questo prodotto potrai infatti diversificare l’investimento tra una gestione separata a capitale garantito, e una componente che consente di cogliere le opportunità dei mercati finanziari. 

Il versamento del premio

Se decidessi di sottoscrivere questa polizza, come dovrai versare i tuoi soldi?

Puoi effettuare dei versamenti ricorrenti, oppure dei versamenti aggiuntivi.

Quando concludi il tuo contratto, definisci un piano di versamenti, stabilendo durata e importo annuo dei versamenti ricorrenti.

La durata può variare tra un minimo di 5 anni e un massimo di 20 anni, purché l’età dell’assicurato al termine del piano dei versamenti non superi i 75 anni.

L’importo annuo del versamento ricorrente non può essere inferiore a 1.800, ma può essere frazionato con dei versamenti ricorrenti ogni 6 mesi, ogni 3 mesi oppure ogni mese. Ricorda però che la prima annualità è dovuta per intero.

Il piano dei versamenti inoltre non è più modificabile per quanto riguarda l’importo totale annuo dei versamenti ricorrenti e anche per il numero di anni di durata.

Alla conclusione del contratto, effettuerai il tuo primo versamento ricorrente e poi lo farai per tutta la durata del piano di versamenti, ad ogni ricorrenza annuale della data di decorrenza.

Puoi richiedere inoltre in qualsiasi momento alla compagnia di variare la frequenza dei versamenti ricorrenti. 

Potrai effettuare quindi i versamenti aggiuntivi, a patto che non siano inferiori a 1.800 euro dopo la data di decorrenza, purché il piano dei versamenti non venga sospeso e l’assicurato sia ancora in vita, e inoltre che alla scadenza del piano dei versamenti tu non abbia ancora compiuto 90 anni.

Puoi decidere di investire secondo le modalità previste da uno dei 3 profili predefiniti di investimenti.

Ogni profilo prevede diverse percentuali di investimento nella gestione interna separata e nei fondi interni: potrai quindi ripartire i premi nella gestione interna Crédit Agricole Vita e nei fondi interni flessibili che sono indicati nelle condizioni di assicurazione.

L’importo massimo che investirai nella gestione separata non potrà essere maggiore di 20.000.000 euro. 

Ti elenco per completezza di informazioni i tre profili:

  • Profilo 1: investirai il 35% nella gestione interna separata e il 65% nei fondi interni;
  • Profilo 2: investirai il 50% nella gestione interna separata e il 50% nei fondi interni;
  • Profilo 3: investirai il 65% nella gestione interna separata e il 35% nei fondi interni.

Opzioni contrattuali 

Se vuoi puoi chiedere alla compagnia la modifica dei termini del contratto, esercitando le seguenti opzioni contrattuali:

  • Conversione in rendita: se sono trascorsi almeno 5 anni dalla data di decorrenza, alla richiesta del riscatto totale, puoi richiedere la conversione del capitale maturato in una forma di rendita, tra una rendita vitaiola pagabile fino a che sei in vita, oppure un rendita pagabile per i primi 5 o 10 anni in modo certo e successivamente fino a quando sei in vita, oppure ancora un rendita vitalizia pagabile fino al decesso dell’assicurato e successivamente trasferibile a favore di una persone fino a che questa è in vita;
  • Cambio profilo di investimento: puoi anche richiedere che il capitale maturato sia diviso diversamente tra la gestione interna separata e i fondi interno, e quindi scegliere un profilo diverso tra quelli possibili.

Quali sono le prestazioni?

Strategia Più Progetto Risparmio è un contratto di assicurazione caso morte, a vita intera, a versamenti ricorrenti, multiramo, con abbinato una copertura temporanea caso morte a capitale decrescente.

In caso di morte dell’assicurato, i beneficiari riceveranno l’importo dalla compagnia.

Vediamo però nel dettaglio in cosa consiste questo importo.

L’importo sarà pari alla somma tra:

  • Il capitale maturato della gestione interna separata alla precedente data di consolidamento;
  • Il capitale investito versato successivamente alla precedente data di consolidamento.

Il capitale maturato è uguale al valore della quota moltiplicato per il numero di quote attribuite al cliente. La somma poi, quella dei capitali maturati per ogni fondo interno, è il capitale maturato dei fondi interni.

Vediamo adesso in cosa consiste la garanzia in caso di morte.

Le prestazioni assicurate per la copertura temporanea consistono in un capitale aggiuntivo decrescente che la compagnia paga ai beneficiaria designati in caso di morte dell’assicurato nel caso in cui la copertura temporanea caso morte sia attiva.

L’importo, calcolato annualmente è pari a:

  • 50% dei versamenti ricorrenti annui residui previsti dal piano dei versamenti scelto da te, moltiplicato per
  • Il numero di anni previsti come durata del piano dei versamenti.

Importante sapere inoltre che tale prestazione assicurata non potrà essere superiore a 75.000 euro.

Durata 

Il contratto dura a vita intera, ovvero la copertura vale per tutta la vita del soggetto assicurato.

Come si risolve il contratto? Esso si conclude al verificarsi dell’evento tra quelli di seguito elencati che si manifesta per primo:

  • Richiesta di recesso;
  • Decesso dell’assicurato;
  • Richiesta di riscatto totale.

A chi è rivolta questa polizza

Vediamo adesso a quale tipologie di cliente è rivolto questo prodotto.

Il prodotto, come abbiamo potuto vedere, è complesso, e include delle caratteristiche di rischio-rendimento e comprensibilità che per una clientela al dettaglio richiede comunque una consulenza.

Vediamo ora quando puoi sottoscrivere il prodotto. L’età del cliente deve essere compresa tra i 18 e i 70 anni, e l’orizzonte temporale per l’investimento è consigliata in 5 anni.

La propensione al rischio varia da medio bassa in funzione del profilo di investimento scelto. 

Ti consiglio comunque di leggere e approfondire meglio questo aspetto leggendo attentamente il KID.

Il riscatto

Se volessi ricevere in anticipo tutto o in parte il capitale maturato, allora dovranno verificarsi determinate condizioni:

  • Dovrai, naturalmente, essere ancora in vita;
  • Devono essere effettuati i versamenti ricorrenti relativi al primo anno di copertura;
  • Devono essere trascorsi almeno un anno dalla data di decorrenza, in caso di riscatto totale e almeno 5 anni dalla data di ricorrenza in caso di riscatto parziale.

Inoltre, se dovessi richiedere il pagamento anticipato prima che siano trascorsi interamente 4 anni dalla data di decorrenza, allora il capitale maturato verrà ridotto secondo queste percentuali:

  • Primo anno: riscatto non consentito;
  • Secondo anno: 3%;
  • Terzo anno: 1,50%;
  • Quarto anno: 0,50%;
  • Oltre il quarto anno: nessuna riduzione.

Con il riscatto totale avrai diritto al pagamento anticipato dell’intero capitale maturato, e in questo caso il contratto sarà risolto, ovvero cesserà di avere effetti.

Con il riscatto parziale invece avrai diritto al pagamento anticipato di una parte del capitale maturato che intendi ricevere, e il pagamento avverrà secondo il profilo d’investimento.

Non sono previste inoltre delle riduzioni.


Non sai come investire?

Scopri che investitore sei. Ti bastano 3 minuti per scoprire la strategia migliore per te.

>> INIZIA ORA! <<


Costi della polizza

Passiamo adesso all’analisi dei costi. Forse lo saprai già, ma la parte dei costi è davvero una delle parti più importanti da tenere sotto controllo, in quanto sono proprio i costi che vanno a erodere i tuoi rendimenti. Se ti troverai quindi a dover sostenere dei costi elevati, potrebbe essere che il tuo investimento soffra di rendimenti bassi.

Vediamo nel dettaglio i costi che dovrai sostenere.

Per ogni modifica del profilo di investimento dovrai pagare lo 0,3% dell’importo trasferito con un minimo di 10 euro e con un massimo di 300 euro.

I costi di intermediazione invece rappresentano la percentuale dei costi assicurativi prelevati dalla compagnia, e sono:

  • 52,9% per i fondi interni;
  • 41,8% per la gestione interna separata.

Per quanto concerne le commissioni di investimento, per i versamenti su base annua abbiamo che essi variano sulla base dell’importo di essi:

  • Versamenti da 1.800 e 2.999,99: 18 euro di commissione fissa, con 1,95% di commissione variabile;
  • Versamenti da 3.000 a 4.999,99 : o euro di commissione fissa, con 1,95% di commissione variabile;
  • Versamenti oltre 5.000 euro: 0 euro di commissione fissa, con 1,80% di commissione variabile.

Per i versamenti aggiuntivi invece abbiamo l’1,95% del versamento effettuato.

Revoca e recesso

Prima di terminare la nostra trattazione, ci resta ancora un dettaglio da analizzare, affinché la nostra guida risulti davvero completa.

Puoi revocare la proposta se consulti il contratto mediante la sottoscrizione del modulo di polizza.

Se hai sottoscritto invece la proposta di adesione, allora puoi revocare l’adesione prima della conclusione del contratto.

Potrai esercitare l’opzione di recesso entro 30 giorni dal momento in cui hai ricevuto la comunicazione che il contratto è concluso. Per effettuare questo, dovrai soltanto firmare una comunicazione scritta.

La risoluzione del contratto per sospensione dei pagamenti invece non è applicabile poiché in caso di sospensione dei premi ricorrenti, il contratto resta in vigore per la prestazione assicurata costituita fino a quel momento.

Trattamento fiscale 

Il premio corrisposto non è soggetto all’imposta sulle assicurazioni, e dà diritto a una detrazione di imposta sul reddito delle persone fisiche dichiarato nella misura del 19%.

L’imposta sostitutiva è applicata dalla compagnia in veste di sostituto d’imposta, salvo nel caso di somme percepite nell’esercizio di attività commerciali: in questo caso esse non sono assoggettate all’imposta sostitutiva ma concorrono a formare il reddito d’impresa.

Opinioni di Affari Miei sulla polizza Strategia Più Progetto Risparmio

Siamo giunti alla fine della nostra trattazione, quindi è arrivato il momento per me di fornirti le mie opinioni a riguardo.

Forse ti sarà già capitato in passato di leggere altre recensioni che riguardavano dei prodotti simili, ovvero delle polizze unit linked.

Penso che questi siano dei prodotti molto complessi: e lo penso non soltanto di questo prodotto ma delle polizze unit linked in generale.

Come abbiamo visto la parte dell’investimento necessita davvero di essere letta e riletta per essere del tutto compresa, e anche i costi che ti ho prospettato non sono propriamente bassi. Essi quindi vanno a erodere i rendimenti del tuo investimento.

Abbiamo anche visto all’inizio che le polizze unit linked sono rischiose, in quanto l’investimento è diretto verso più fondi interni ed esterni, di diverso grado e di diverso profilo di rischio. Questo sicuramente complica le cose.

Personalmente ritengo che investire con le assicurazioni non sia una grande idea, perchè penso che un’assicurazione dovrebbe più che altro perseguire il fine e l’obiettivo di proteggerti, e non di farti investire.

Infatti ritengo che se stai cercando protezione per te o per la tua famiglia, senza dubbio la soluzione migliore sia una semplice polizza TCM.

Se invece ti interessa il mondo degli investimenti, potresti dare uno sguardo a questo spazio in cui sono spiegati per filo e per segno quali sono e come si comportano i vari investimenti.  

Personalmente ritengo i fondi a gestione passiva, ovvero gli ETF, degli strumenti molto validi per l’investimento.

Ricorda anche che i rendimenti passati non sono garanzia dei rendimenti futuri, in quanto non vi è alcuna certezza di guadagno.

Penso che tu abbia tutte le risorse a tua disposizione per prendere una decisione consapevole circa questi prodotti di investimento. Sappi che il mio consiglio principale resta sempre quello di informarsi, formarsi e studiare, per comprendere al meglio il mondo degli investimenti e anche per compiere delle scelte consapevoli.

Permettimi ancora di fornirti alcune risorse per cominciare a investire in base alla tua età:

Buon proseguimento su Affari Miei!


Scopri che Investitore Sei

Ho creato un breve questionario con cui ti aiuto a capire che tipo di investitore sei. Al termine, ti guiderò verso i contenuti migliori selezionati in base alla tua situazione di partenza:

>> Inizia Subito <<


Imprenditore e Investitore - Co-fondatore di Affari Miei Società di Consulenza Finanziaria Indipendente
Ha iniziato il suo percorso nel 2014 scrivendo i primi articoli su Affari Miei. Dopo la laurea in Giurisprudenza, ha approfondito la sua storica passione per l'economia e la finanza conseguendo un Master Executive in Consulenza Finanziaria Indipendente.

0 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *