Pramerica Azioni Globali: Investire o No nel Fondo?

Conviene o no investire nel fondo Pramerica Azioni Globali? Quanto rende e quanto costa? Come viene gestito l’investimento?

Ti propongo la recensione del fondo a partire dalle informazioni contenute nel KIID e nel resto della documentazione.

In questo modo potrai valutare appropriatamente l’investimento e confrontare il prodotto con altri panieri azionari globali, magari già recensiti su Affari Miei.

Buona lettura.

Principali caratteristiche 

Il fondo è gestito da Pramerica SGR S.p.A., appartenente al Gruppo Intesa Sanpaolo

Si tratta di un fondo feeder perché le attività sono investite (per almeno l’85%) in un OICR master appartenente alla medesima categoria: azionario internazionale. L’obiettivo di investimento è la crescita del capitale sul lungo termine

L’OICR master investe prevalentemente in titoli azionari, obbligazioni convertibili e warrants, su valori mobiliari negoziati sui mercati regolamentati dell’Unione Europea, degli Stati Uniti, della Gran Bretagna e del Giappone. Può inoltre utilizzare strumenti finanziari derivati ai fini di un’efficiente gestione del portafoglio.

La valuta di denominazione è l’Euro.

Il benchmark

Il benchmark è un parametro tenuto come riferimento dal gestore del fondo, per misurare i rischi e le performance rispetto a un paniere di attività simili che meglio rappresentano il mercato nel quale il fondo investe.

Siccome il Feeder è gestito con stile attivo non ha l’obiettivo di replicare fedelmente il benchmark, come farebbe un fondo a gestione passiva. L’obiettivo è, invece, realizzare un rendimento-extra rispetto al mercato di riferimento.

Il benchmark utilizzato dall’OICR master (e quindi dal feeder) è composto per il 95% dall’indice MSCI World e per il 5% da ICEBofAMLEuro Treasury Bill.

Profilo di rischio

Trattandosi di un fondo azionario il livello di rischio/rendimento non può che essere alto. Difatti il fondo è valutato nella categoria “6” dell’Indicatore sintetico – una scala di valutazione che parte da 1, il rischio inferiore, e arriva fino al 7, il rischio più alto.

L’investimento azionario è indubbiamente volatile ed è inoltre soggetto al rischio di cambio valuta, siccome coinvolge i mercati globali. Negli ultimi 5 anni la variabilità dei rendimenti settimanali conseguiti dal Master è stata registrata tra il 15% e il 25%.

In compenso, il portafoglio è ben diversificato; non tanto sul piano geografico, dove gli Stati Uniti rappresentano oltre la metà, ma indubbiamente sul fronte settoriale.

Volendo investire nell’azionario è meglio farlo su un paniere internazionale e puntando alle economie più solide, in questo modo si distribuisce meglio il rischio.

Modalità di sottoscrizione e politica di distribuzione dei proventi

Per investire nel Feeder devi sottoscrivere un tot di quote corrispondenti alla cifra che hai intenzione di impiegare. L’investimento minimo iniziale è piuttosto basso: 50 €.

La sottoscrizione può avvenire in qualsiasi momento con versamento in un’unica soluzione (PIC) o tramite l’adesione ad un piano di accumulo (PAC) che permette di effettuare versamenti periodici di almeno 50 €.

In qualsiasi momento puoi chiedere alla SGR il rimborso totale o parziale delle tue quote. Il valore del rimborso è determinato in base al valore unitario della quota in quel momento.

La politica di utilizzo dei proventi è del tipo ad “accumulazione”, vuol dire che gli utili maturati ogni anno non sono distribuiti tra i partecipanti ma vengono accumulati e reinvestiti nel fondo stesso.

Prospetto dei costi 

Questo paragrafo del KIID è molto importante, ti serve per valutare la convenienza dell’investimento, infatti le spese si mangiano parte del tuo capitale e del rendimento potenziale. Tutti gli investimenti costano ma la gestione attiva, in particolare, è poco conveniente sul piano economico.

Vediamo quali sono le spese che devi sostenere:

  • Spese di sottoscrizione pari al 2,50% (massimo);
  • Spese di rimborso non previste;
  • Spese correnti prelevate dal fondo ogni anno, pari al 2,16% del patrimonio;
  • Commissioni di performance non previste per il Feeder ma applicate al Master; corrispondono al 25% dell’extra-performance rispetto al benchmark.

Rendimenti storici

Le performance passate non possono dirci quanto renderà in futuro il Fondo. Tuttavia, l’andamento degli ultimi 10 anni ci permette di valutare l’efficacia della gestione e la volatilità dei risultati da un anno all’altro.

Dal 2010 al 2019 l’andamento del Fondo è stato positivo e costante (salvo nel 2018 quando le borse sono andate in negativo). Anche i rendimenti sono stati generalmente interessanti. Le performance hanno sempre affiancato quelle del benchmark e, in alcuni casi, il gestore è riuscito a realizzare un extra-rendimento.

Opinioni di Affari Miei sul fondo Pramerica Azioni Globali

Conviene o no investire in questo paniere azionario globale?

Se mi leggi da un po’ saprai che, generalmente, non sono un sostenitore dei fondi comuni di investimento a causa dei costi alti e della poca trasparenza della gestione attiva – come spiego chiaramente in questo articolo: dedicato alle cose da capere prima di investire nei Fondi Comuni.

Nel caso in oggetto, se possibile, sono ancora più diffidente. Un fondo che investe in un altro OICR mi fa pensare a un meccanismo fin troppo complesso e macchinoso.

Io non mi fido dei prodotti complicati perché non c’è scritto da nessuna parte che gli investimenti devono essere tali. La semplicità secondo me è un vantaggio: facilita la comprensione e riduce i costi.

Sono mie opinioni che puoi tranquillamente non condividere alla luce del fatto che il Fondo sembra essere performante rispetto a tanti altri, ciò non toglie che ha costi non indifferenti.

Tuttavia, i vantaggi e svantaggi di uno strumento dipendono da tanti fattori, a cominciare dalla tua strategia d’investimento. Perciò non esiste una risposta giusta alla domanda se conviene investire oppure no.

Poniti invece delle domande più utili: a cosa ambisci? Cosa stai cercando? Qual è la tua situazione finanziaria e il tuo orizzonte temporale?

Prima di investire, formati

Prima di scegliere lo strumento per investire serve un po’ di formazione. Ti aiuterebbe a definire meglio la tua strategia di investimento, e impareresti a gestire più attivamente i tuoi soldi – il fatto che ti appoggi al risparmio gestito non significa che devi disinteressarti della faccenda.

Se già possiedi delle conoscenze di base dai uno sguardo alla recensione di “Fast Investments Planner”, il servizio di informazione finanziaria avanzata di Affari Miei.

Altre risorse utili

Se vuoi ampliare il discorso sulla gestione dei risparmi, e se desideri migliorare le tue conoscenze nel campo degli investimenti, allora puoi appoggiarti ai percorsi guidati, differenziati in base alle fasi della vita:

Io ti saluto e spero che continuerai a seguirmi. A presto!


Scopri che Investitore Sei

Ho creato un breve questionario con cui ti aiuto a capire che tipo di investitore sei. Al termine, ti guiderò verso i contenuti migliori selezionati in base alla tua situazione di partenza:

>> Inizia Subito <<


Davide Marciano
Imprenditore e Investitore
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, ha sviluppato nel tempo la passione per la finanza personale e lo sviluppo individuale. Nel 2019 ha scritto il libro "Vivere di Rendita - Raggiungi l'Obiettivo con il Metodo RGGI" ed ha fondato la Affari Miei Academy.

0 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi Investire con Buon Senso?
Le banche e i consulenti ti hanno raccontato tantissime bugie. Per investire serve buon senso, accedi subito al mio report!