Fondi Euromobiliare: Opinioni Generali e Tutte le Recensioni sui Fondi Comuni d’Investimento del Gruppo Credem

Stai pensando di effettuare un investimento con i fondi Euromobiliare?

Se il tuo consulente ti ha parlato di questi fondi, oppure ti stai interessando di investimenti sui fondi comuni e ti sei imbattuto in questa società, allora forse potrebbero interessarti maggiori informazioni circa questo investimento.

Oggi analizzeremo le caratteristiche dei fondi e faremo una panoramica completa sulla proposta di Euromobiliare, e infine potrai trovare anche le mie opinioni a riguardo,

Buona lettura!

Due parole su Euromobiliare

Euromobiliare Asset Management SGR è una società di gestione del risparmio che fa capo al gruppo Credem, che è uno dei più solidi gruppi bancari in Italia e in Europa.

La storia di questa società si può riferire al 1984, quindi stiamo parlando di quasi 40 anni di esperienza.

Per dare un’idea della grandezza della società inoltre, diciamo che oggi essi gestiscono complessivamente più di 14 miliardi di euro di investimenti.

La società propone davvero una vasta gamma di prodotti, e ha cercato di rafforzare le sue competenze e il suo team di gestione; inoltre credono molto alla sostenibilità, che è diventato un tema sempre più importante nell’offerta dei fondi.

Credem è la banca a cui fa capo la società di gestione, ed è una banca moderna che può contare su oltre 100 anni di storia.

Essa unisce da sempre l’innovazione tecnologica con le esigenze dei clienti.

Migliori Fondi Euromobiliare per il 2022

Abbiamo visto come Euromobiliare sia una società sicura ed affidabile, in grado di offrire un’ampia gamma di fondi comuni d’investimento.

Poter analizzare tutte i fondi è complicato dal momento che la SGR ne propone davvero tanti, però oggi cercheremo di fare una panoramica su questi prodotti.

Prima di tutto ovviamente ti invito a consultare il sito ufficiale per avere maggiori informazioni.

Cominciamo dividendo l’offerta nei diversi fondi che la SGR propone:

  • Flessibili;
  • Income;
  • Bilanciati;
  • Azionari;
  • Tematici;
  • Ad orizzonte temporale;
  • Obbligazionari.

Adesso vediamo a una a una le categorie per i fondi comuni d’investimento, vedendo quali sono le caratteristiche di ognuno di essi.


Non sai come investire?

Scopri che investitore sei. Ti bastano 3 minuti per scoprire la strategia migliore per te.

>> INIZIA ORA! <<


Fondi flessibili 

I fondi flessibili cercano di accrescere il capitale investito nel medio-lungo termine, attraverso le partecipazioni ai rialzi di mercato, e cercano anche di limitare le perdite nelle fasi di volatilità.

Lo stile di gestione è ovviamente attivo, per per adattare in maniera rapida il portafoglio alle condizioni di mercato e poter cogliere le opportunità.

Solitamente questi fondi non hanno un benchmark, proprio per permettere al gestore di sfruttare al massimo le sue capacità di analisi.

Essi sono ottimi per gestire gli investimenti in maniera efficace di fronte agli scenari di mercato che sono in continua evoluzione.

I prodotti che Euromobiliare mette a disposizione sono 4:

  • Euromobiliare flessibile 30;
  • Euromobiliare flessibile 60;
  • Euromobiliare flessibile azionario;
  • Euromobiliare flessibile obbligazionario.

Fondi income

Questa tipologia d’investimento ha come obiettivo quello di generare un flusso reddituale periodico, con l’investimento in titoli che prevedono lo stacco di cedole e/o in società che sono caratterizzate da flussi di cassa stabili e sostenibili nel tempo.

Se scegli una tipologia di investimento simile potrai contare su un prodotto in grado di erogare un reddito periodico, sotto forma di dividendo oppure di cedola. Questo ti servirà per avere un reddito incrementale per poter migliorare il tenore di vita oppure per pianificare in maniera più efficiente le spese.

E inoltre il gestore potrà accedere a un’ampia gamma di strumenti, che hanno appunto l’obiettivo di generare il livello di reddito che caratterizza ciascun prodotto, in coerenza con il profilo di rischio del cliente.

Puoi scegliere tra tre differenti fondi:

  • Eurofundlux balanced income;
  • Eurofundlux bond income;
  • Eurofundlux equity incomeme esg.

Fondi bilanciati 

Questi sono prodotti che investono in diverse asset class, e ne definiscono i diversi pesi sulla base delle condizioni di mercato e sulla base delle aspettati dei gestori, con l’obiettivo di incrementare il capitale investito nel medio-lungo periodo.

Essi hanno come peculiarità quella appunto di investire in diverse asset class, e il gestore ha come obiettivo quello di far crescere il capitale investito nel medio-lungo termine, sfruttando proprio la diversificazione.

I prodotti aperti per il collocamento in questo caso sono tre:

  • Eurofundlux equity returns absolute;
  • Eurofundlux ipac balanced;
  • Euromobiliare PIR Italia flessibile.

Fondi azionari 

Questa famiglia di prodotti che propone la SGR ha come obiettivo quello di accrescere il capitale investito, però in questo caso l’orizzonte temporale è il lungo periodo.

Questi fondi puntano sulle aziende che sono in grado di esprimere un potenziale di crescita elevato.

I fondi azionari hanno un’esposizione diretta ai mercati, e sono differenziati per aree geografiche, per settori e per stili di gestione.

Tra i fondi che puoi scegliere, trovi:

  • Euromobiliare azioni italiane;
  • Euromobiliare PIR Italia azionario;
  • Eurofundlux azionario globale ESG;
  • Eurofundlux emerging markets equity;
  • Eurofundlux European equity ESG.

Fondi tematici

Questi prodotti di investimento hanno invece l’obiettivo di cogliere le opportunità che derivano dall’investire in uno o più temi specifici che sono presenti ormai nella nostra quotidianità, e che rivestono un ruolo importante in essa.

Stiamo parlando di alcuni temi e trend non indifferenti, come ad esempio la trasformazione digitale, le innovazioni tecnologiche, i mutamenti socio-demografici o ancora i cambiamenti climatici.

I prodotti tematici sono fondi che presentano un grande potenziale di crescita in quanto essi sono legati a trend strutturali di medio-lungo termine.

Questi fondi ormai rappresentano una vera e propria tendenza, tanto che il patrimonio in gestione è più che triplicato dal 2018 al 2021.

Potrai scegliere tra:

  • Euromobiliare global trends ESG; 
  • Euromobiliare green 4 planet;
  • Euromobiliare green trends;
  • Euromobiliare power brands;
  • Euromobiliare science 4 life;
  • Eurofundlux climate change ESG.

Non sai come investire?

Scopri che investitore sei. Ti bastano 3 minuti per scoprire la strategia migliore per te.

>> INIZIA ORA! <<


Fondi ad orizzonte temporale

Questi prodotti hanno come obiettivo quello di generare un rendimento del capitale investito che sia coerente con l’orizzonte temporale predefinito.

Questo orizzonte è noto al momento della sottoscrizione e, di conseguenza, il team di gestione cerca di attuare le scelte con l’obiettivo di incrementare il capitale proprio entro la scadenza prevista, ovvero nel limite della durata del prodotto.

Questa gamma si basa sulle scadenza, proprio per poter coprire molti orizzonte temporali e soddisfare così diverse esigenze di investimento.

La SGR propone:

  • Euromobiliare obiettivo 2023;
  • Euromobiliare valore sostenibile 2028;
  • Eurofundlux obiettivo 2024;
  • Eurofundlux obiettivo 2025;
  • Eurofundlux obiettivo 2026.

Fondi obbligazionari

L’ultima gamma di fondi che vediamo è quella dei fondi obbligazionari, che perseguono il loro obiettivo di generare una crescita moderata del capitale investito nel medio periodo.

I prodotti che appartengono a questa famiglia possono investire sulla base delle caratteristiche della strategia e con l’obiettivo di ottimizzare il profilo rischio-rendimento del prodotto.

Le obbligazioni che vengono selezionate sono di società o di Stati solvibili e interessanti sotto il profilo reddituale, e che abbiano anche una particolare attenzione alla diversificazione del portafoglio.

La gamma di fondi obbligazionari tra i quali puoi scegliere è ampia:

  • Euromobiliare corporate euro high yield;
  • Euromobiliare emerging markets bond;
  • Euromobiliare euro aggregate;
  • Euromobiliare governativo globale;
  • Euromobiliare reddito;
  • Euromobiliare short term high yield bond;
  • Eurofundlux euro defensive;
  • Eurofundlux euro government bond;
  • Eurofundlux euro sustainable corporate bond ESG;
  • Eurofundlux floating rate.

L’importanza della sostenibilità

Come accennato prima, la sostenibilità è importantissima per questa società.

Le tematiche ambientali, sociali e di governance, ovvero i fattori ESG, sono in grado di generare valore nel tempo in maniera sostenibile, con un impatto positivo sulla società in cui viviamo.

Proprio per questa motivazione la SGR ha sviluppato dei prodotti che hanno incorporato i criteri ESG, cercando di scegliere proprio quelle aziende virtuose che sono capaci di ottenere dei risultati sostenibili e duraturi nel tempo.

Ecco alcuni fondi che hanno un obiettivo di investimento sostenibile:

  • Eurofundlux climate change ESG;
  • Euromobiliare green 4 planet;
  • Euromobiliare green trends;
  • Euromobiliare cities 4 future;
  • Euromobiliare reddito.

Fondi Euromobiliare in perdita

A volte può succedere che dopo aver investito magari le aspettative sui redimenti o sui ritorni economici dei fondi in questione non siano quelli sperati, e di conseguenza potrebbero venirci in mente alcune cose da fare, tra cui sicuramente il disinvestimento.

Premesso che prima di prendere questa strada è sempre bene rifletterci a lungo, ti lascio qui una guida in cui spiego come comportarsi quando i fondi obbligazionari sono in perdita.

Le mie opinioni sul risparmio gestito 

Dal momento che abbiamo terminato la nostra panoramica sui fondi offerti da Euromobiliare, possiamo passare alle conclusioni, e quindi cercherò di darti alcune mie opinioni sull’argomento.

Premetto che quello che leggerai da adesso in poi è un mio discorso generale che si riferisce non soltanto ai prodotti di questa SGR, ma in generale a tutti i prodotti simili che fanno capo a qualsiasi società del risparmio o a qualsiasi banca.

I fondi comuni d’investimento sono dei fondi a gestione attiva, ovvero essi vengono gestiti da un gestore che si occupa di perseguire un obiettivo e quindi di effettuare delle scelte di investimento e di mettere in atto delle strategie volte e perseguire quello stesso obiettivo.

Per fare questo però il lavoro del gestore va necessariamente remunerato, e questo è il primo scoglio di cui desidero parlarti: i costi per remunerare il gestore sono i cosiddetti costi di gestione, che spesso sono anche abbastanza elevati.

Una gestione attiva di questo genere è adatta a chi non ha molta dimestichezza e a che non se la sente di investire da solo.

Se ti trovi in questa situazione quindi significa che preferisci delegare la gestione dei tuoi soldi.

Questo è il risparmio gestito, che è pensato proprio per chi non ha intenzione o non se le sente di fare da solo.

Questa senza dubbio può essere una scelta giusta e condivisibile, che però porta via un po’ di soldi, questo è senza dubbio da mettere in conto.

Personalmente sono un investitore autonomo e preferisco sempre seguire la strada della formazione, perchè non amo sapere che i miei soldi sono nelle mani di persone  che possono farci quello che credono senza interpellarmi.

Oltre alle commissioni di gestione elevate, dovrai fare i conti con degli strumenti poco trasparenti e che presentano diversi vincoli.

Proprio in relazione a questo argomento, ti invito a leggere questo rapporto di Morningstar, che spiega nel dettaglio perchè l’Italia è uno dei paesi peggiori per investire in fondi comuni.

Sempre in relazione ai fondi comuni d’investimento puoi leggere questa risorsa, per schiarirti le idee.

Ti dicevo che sono un investitore autonomo, e che ci sono in particolare degli strumenti che a me piacciono molto, dal momento che presentano dei costi di gestione più contenuti, sono più trasparenti e permettono una buona diversificazione.

Sto parlando degli ETF, uno strumento che ritengo molto valido per i tuoi investimenti.

Conclusioni 

Siamo davvero arrivati alla fine della nostra guida sui fondi Euromobiliare: abbiamo visto una panoramica su tutti gli strumenti proposti tra i quali puoi scegliere e ti ho anche fornito le mie opinioni a riguardo.

Prima di congedarti ci tengo a lasciarti alcune risorse che potrebbero esserti utili per cominciare il tuo percorso di investimenti che ti renderà indipendente e consapevole:

Buon proseguimento su Affari Miei!


Scopri che Investitore Sei

Ho creato un breve questionario con cui ti aiuto a capire che tipo di investitore sei. Al termine, ti guiderò verso i contenuti migliori selezionati in base alla tua situazione di partenza:

>> Inizia Subito <<


Imprenditore e Investitore - Co-fondatore di Affari Miei Società di Consulenza Finanziaria Indipendente
Ha iniziato il suo percorso nel 2014 scrivendo i primi articoli su Affari Miei. Dopo la laurea in Giurisprudenza, ha approfondito la sua storica passione per l'economia e la finanza conseguendo un Master Executive in Consulenza Finanziaria Indipendente.

0 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *