Lavori più Pagati in Italia: Ecco Quali Mestieri Conviene Imparare nel 2019

Quali sono i lavori più pagati oggi in Italia? In questo difficile momento per la nostra economia, sono in tanti a guardarsi intorno cercando di capire come pianificare al meglio il proprio futuro.

Scegliere il mestiere migliore non è affatto semplice perché, in una società divenuta sempre più dinamica, il mercato del lavoro si evolve in maniera sempre più veloce ed imprevedibile.

Il primo consiglio che ci sentiamo di dare è quello di concentrarsi sull’acquisizione delle competenze: imparate a fare qualcosa che abbia un valore, piuttosto che concentrarvi sugli stipendi futuri o su ciò che appare, nell’immaginario comune, come il meglio.

Insomma, inutile sperare di diventare magistrati o notai se c’è la fila e si vive in Italia, un Paese pieno di raccomandati e con i posti di lavoro “tradizionali” sempre più appannaggio di pochi “eletti”.

Molti lavori ben pagati, infatti, hanno meno fila per entrare e tanta meno gente sgomita per avere uno stipendio a fine mese.

Prima di iniziare questo viaggio, vi suggeriamo la lettura della sezione lavoro e formazione di Affari Miei dove temi analoghi vengono affrontati quotidianamente. Se volete scoprire come guadagnare subito per arrotondare lo stipendio, invece, vi raccomandiamo la lettura di questa guida fondamentale.

Andiamo avanti ora e vediamo insieme i mestieri retribuiti meglio.

Guida ai lavori più pagati in Italia: che lavoro fare?

Fatte le dovute premesse, ci concentriamo ora sull’aspetto più importante di questo articolo.

La ricerca che riportiamo è stata effettuata dall’agenzia di selezione del personale Page Personnel sulle principali aziende che assumono e riguarda essenzialmente i profili professionali che richiedono tra i 3 ed i 5 anni di esperienza  che paiono essere in questo momento più ricercati in Italia.

In linea generale, possiamo iniziare a dire che tecnici ed ingegneri continuano a farla da padroni, in particolar modo nel campo dell’informatica e della meccanica.

Trainano moltissimo, poi, le professioni che riguardano l’import-export: tutto ciò a causa della crescita del commercio internazionale stimolata da internet. Fa passi in avanti anche il settore digital dove stanno emergendo molti “nuovi lavori” un tempo impensabili.

Andiamo ora a scoprire insieme gli 8 lavori più pagati di oggi.

1 – Operativo import-export mare, terra e aereo

Il suo compito è quello di organizzare e monitorare le spedizioni, gestire le pratiche burocratiche di dogana, ricevere nuovi ordini di spedizione.

import export

Tra i requisiti richiesti c’è la conoscenza delle leggi vigenti nei vari Paesi in cui sono effettuate le spedizioni e la conoscenza della lingua inglese.

La retribuzione con esperienza che va da zero a diciotto mesi oscilla tra il 18 mila ed i 23 mila euro annui lordi.

Essa sale a 24-30 mila per coloro che hanno tra il 18 ed i 36 mesi di esperienza e arriva oltre i 30 mila euro lordi dopo 36 mesi, cioè tre anni.

2 – Addetto dogana munito di patente doganale

Si occupa di gestire e organizzare i trasporti mare-terra, di gestire i contratti con vettori e spedizionieri e di organizzare il lavoro riguardo le pratiche burocratiche connesse.

addetto alla dogana

La conoscenza della normativa fiscale dei vari Paesi in cui si opera è fondamentale.

La retribuzione con esperienza che va da zero a diciotto mesi oscilla, anche qui, tra il 18 mila ed i 23 mila euro annui lordi.

Lo stipendio sale a 24-30 mila per coloro che hanno tra il 18 ed i 36 mesi di esperienza e arriva oltre i 30 mila euro lordi dopo 36 mesi, cioè tre anni.

3 – Export Manager

Si occupa di gestire i clienti acquisiti dall’azienda, di attuare la politica commerciale decisa dall’impresa sul mercato estero, concretizzando le linee guida determinate dai vertici aziendali.

export manager

E’una figura manageriale, che gestisce uomini e risorse.

Elevato il compenso.

Per i lavoratori fino a 18 mesi di esperienza lo stipendio lordo annuo è di 25 mila euro, tra 28 e 35 mila fino a 36 mesi e sale oltre i 37 mila euro per i professionisti con più di tre anni di lavoro alle spalle.

4- Responsabile Vendite

Come facilmente intuibile, il suo ruolo sta nel gestire i clienti di un determinato territorio e nell’acquisire i nuovi.

responsabile vendite

Mette in atto le politiche commerciali decise dall’azienda.

Lo stipendio parte da una fascia di 20-27 mila euro annui lordi, sale a 27-32 mila euro per i professionisti esperienza compresa tra 18 e 36 mesi e va oltre i 35 mila euro nel medio periodo.

5 – Ingegnere informatico

Qui siamo di fronte ad un “classico”.

ingegnere informatico

I suoi compiti sono quelli di progettare microprocessori, sviluppare applicazioni web complesse, porre in essere programmi o sistemi  legati a dispositivi e circuiti elettronici.

La retribuzione per un neo assunto è di almeno 30 mila euro annui lordi e tende a salire nel medio periodo.

Ti Piacerebbe Ridurre i Tuoi Debiti Legalmente? La Legge n.3/2012 ti consente di farlo.

>> Richiedi Info Gratis <<

6 – Ingegnere Oil & Gas

E’ molto richiesto nell’ambito della meccanica.

ingegnere oil e gas

Si occupa di effettuare controlli di qualità e valutazioni inerenti la produttività dei macchinari.

La retribuzione iniziale è pari almeno a 24 mila euro lordi.

7 – Mobile Developer

E’ un professionista che si occupa di sviluppare software ed applicazioni per dispositivi mobili, in particolar modo Android e iOS.

mobile developer

Generalmente è richiesta una laurea in ingegneria informatica o gestionale e tanta passione per il settore.

Si entra con almeno 2o mila euro lordi annui e dopo 4-5 anni di esperienza si può arrivare a guadagnare sui 40 mila euro lordi di stipendio. Mica male?

8 – E-Commerce manager

Semplice intuire di cosa si occupa.

e-commerce manager

La grandiosa crescita del commercio online rende questa figura cruciale. Egli, analogamente ai colleghi che si occupano dei negozi fisici, è responsabile vendita dei canali online della propria azienda.

Si entra con un minimo di 20 mila euro annui lordi per ottenere tranquillamente uno stipendio annuo lordo pari a 40 mila euro, una volta acquisite le giuste conoscenze.

Conclusioni: come orientarsi riguardo i lavori più pagati?

Quelli che abbiamo visto sono i lavori più pagati in Italia oggi, nel 2019.

Il nostro consiglio è di seguire le proprie passioni nella fase degli studi e di concentrarsi su materie che, in qualche modo, possono apparire come nuove ed in crescita.

L’informatica, ad esempio, è relativamente “giovane” ed il web, nei prossimi anni, entrerà sempre più nella nostra vita.

Il commercio allargherà sempre più i propri confini, per cui serviranno risorse che conoscono la normativa tributaria e doganale di più Paesi oltre che le lingue straniere.

Accanto all’Inglese, che per molti mestieri è un must già oggi, potrebbe tornare utile studiare lingue come il Cinese, lo Spagnolo e il Russo: parliamo di mercati emergenti, con milioni di consumatori che potrebbero aver bisogno di acquistare prodotti o servizi italiani.

Ulteriori risorse utili

Possono risultare complementari e migliorative dell’esperienza che andremo a fare in questo post le seguenti risorse che potete trovare sul blog e che vi raccomandiamo assolutamente:

Buon proseguimento su Affari Miei!

mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.
mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

9 COMMENTI

  1. Salve,
    questo articolo mi ha molto incuriosito e vorrei saperne di più.
    Non è che gentilmente potrebbe dirmi quali percorsi di studio bisogna seguire in modo da poter approcciarsi e avere possibilità d’impiego in ognuno di questi lavori?

    • Ciao Chadia,

      sicuramente bisogna studiare le lingue straniere ed intraprendere percorsi legati ai seguenti filoni: ingegneria, economia e finanza, legge (con super moderazione e con forte vocazione internazionale).

      E’ il mio parere, non è un dogma.

      In bocca al lupo!

  2. Buongiorno. Io non sono laureato e svolgo le seguenti attività : tubista,saldatore, carpentiere con oltre 35 anni di esperienza nei cantieri in tutta europa, e guadagno mediamente € 4.500 al NETTO ! Se siete ingegneri che sapete il fatto vostro rifiutate l’elemosina degli stipendi italiani,e una perdita di tempo. Scappate in altri paesi dove sarete pagati per le vostre capacità.

  3. ingegnere informatico neoassunto almeno 30000 € di RAL?
    AHAHAHAHAHAHAHAHAHAH!!
    Che simpatici umoristi che siete! Ma in quale caspita di paese vivete??? E’ una totale falsità, non illudete quei poveri giovani che hanno la sfortuna di affacciarsi in questo pezzente mondo del lavoro che abbiamo!

    • Si che palle con questo vittimismo però…il fatto che tu guadagni due lire non vuol dire che ci possano essere altri che vengono pagati bene!

  4. Io lavoro nel settore trsporti internazionali di multinazionale (il distinguo è dovuto perchè aziende famigliari hanno condizioni economiche diverse e inferiori solitamente).
    Se un ragazzo dovesse entrare oggi, consiglierei di effettuare studi di logistica (una parola che sembra includere un concetto univoco e semplice, ma non è affatto così), oltre che lingue (tedesco in prima battuta, ma inglese e cinese in seconda).
    Dopo i primi anni per arrivare ad avere un contratto (da noi si parte con retribuzioni attorno a 1.100 netti per 14 menislità+1mensilità di fondo spedizionieri liquidata dopo 6 mesi che si esce dal settore) a tempo indeterminato (ma consiglio di mantenere il cervello in modalità “tempo determinato” per non sedersi e fossilizzarsi come molti colleghi finiscono per fare), negli anni si può avanzare o nell’azienda o cambiando azienda (cercando di restare in strutture aziendali similari per dimensione) e si possono arrivare a livello quadro a retribuzioni nette attorno a 37.500€ (fondo sped. incluso) e cassa sanitaria quadri. A livello manageriale le retribuzioni salgono a seconda del ruolo e della dimensione filiale.
    Ci sono lavori diversi e più pagati (modellista in aziende tessili che arivano anche a 6.000 netti se si è bravi), ma direi che il settore trasporto è senz’altro una professione che consente di poter vivere una vita dignitosa e per chi vuole, mettere su famiglia senza disperarsi. Siate positivi e non sempre i soliti lamentosi.. I momenti duri ci sono per tutti, ma solo con l’impegno se ne esce, non certo pensando che all’estero sia sempre Disneyland.

LASCIA UN COMMENTO