DIS COLL, La Nuova Indennità di Disoccupazione per i Contratti Co.Co.Co. e a Progetto

La DIS-COLL, questa la denominazione scelta dall’INPS, è la nuova modalità di indennità di disoccupazione che spetta ai collaboratori coordinati e continuativianche a progetto, che abbiano perduto involontariamente la propria occupazione

È operativa per chi ha peso il lavoro dal 1° Gennaio 2015 ed è stata estesa dal 1° Luglio 2017 anche agli assegnisti e ai dottorandi di ricerca che hanno borsa di studio.

Sappiamo che il contesto normativo che ruota attorno agli aiuti economici rivolti a coloro che hanno perso il lavoro e alle famiglie in difficoltà è sempre in mutamento ed è difficile essere sempre aggiornati: uno degli obiettivi del mio blog è proprio quello di tenerti al passo con le novità del settore, in modo da poterti aiutare a muoverti qualora avessi bisogno di chiedere un sussidio.

Dunque continua a leggere per scoprire tutto quello che devi sapere sulla Dis Coll 2018.

A chi spetta la DIS-COLL – disoccupazione?

La DIS-COLL è una misura di sostegno per chi è disoccupato, che è però da ritenersi operativa soltanto per chi:

  • ha perso involontariamente il lavoro e dunque non può essere richiesta in caso di dimissioni;
  • era titolare di un rapporto di lavoro dipendente, oppure di assegno di ricerca con borsa di studio.

La DIS-COLL non è invece valida per:

  • collaboratori che sono titolari di pensione;
  • titolari di Partita IVA, a qualunque titolo;
  • sindaci e amministratori d’azienda;
  • è revisore di società;
  • per gli enti e per le associazioni.

Come funziona la DIS-COLL?

La DIS-COLL opera secondo le seguenti norme e misure. Spetta:

  • a partire dall’ottavo giorno dalla cessazione del rapporto di lavoro, a patto che la domanda sia presentata entro il limite appunto dell’ottavo giorno;
  • dal giorno successivo alla domanda se invece la domanda è presentata successivamente al limite dell’ottavo giorno;
  • dal giorno successivo alla domanda se viene presentata in seguito al periodo di maternità o di altro tipo di degenza ospedaliera;

La DIS-COLL viene corrisposta per un periodo che è pari alla metà dei mesi totali di contribuzione durante l’anno solare precedente. Non vengono in alcun modo però computati i periodi contributivi che hanno già dato luogo ad una precedente erogazione della DIS-COLL.

Quanto si può ottenere tramite la DIS-COLL?

La DIS-COLL viene calcolata su quello che è il reddito imponibile per fini previdenziali. Viene calcolato il 75% sul reddito medio mensile, che deve essere rivalutato secondo i dati ISTAT sull’inflazione soltanto nel caso in cui dovesse essere un inferiore ai 1.195 euro.

Dal quarto mese in poi la DIS-COLL si riduce del 3% ogni mese.

La DIS-COLL viene inoltre sospesa nel caso in cui si dovesse ottenere un contratto di lavoro di durata superiore ai 5 giorni.

Quando si decade dal beneficio?

Si decade dal beneficio nel caso di:

  • perdita dello stato di disoccupato, ovvero andando a trovare un nuovo lavoro;
  • nel caso in cui si dovesse avviare un’attività di lavoro autonoma;
  • nel caso di rioccupazione per un periodo di almeno 5 giorni;
  • nel caso di ottenimento della pensione;
  • nel caso di ottenimento di assegno di invalidità;
  • nel caso in cui non si dovesse partecipare alle iniziative di attivazione lavorativa o ai percorsi di riqualificazione professionale che vengono proposti dall’INPS;
  • nel caso in cui non si risponda a due o tre chiamate per quanto riguarda i laboratori per il rafforzamento delle competenze.

Conclusioni

In questo articolo ti ho illustrato le caratteristiche della Dis Coll, aggiornate al 2018. Se vuoi conoscere altri bonus per disoccupati in erogazione in quest’anno, leggi la mia guida, che puoi trovare qui: troverai i requisiti necessari per accedervi.

Buona lettura!

mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.
mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

LASCIA UN COMMENTO


Ricevi gli aggiornamenti da Affari Miei