Le Piccole Soddisfazioni Sono una Droga che ci Impedisce di Svoltare – Episodio 93

Con questa puntata voglio esporti alcuni ragionamenti per spiegarti come le piccole gratificazioni possano trasformarsi in uno specchietto per allodole… Una vera e propria droga!

Qualche giorno fa, sono uscito per una cena di lavoro in centro a Torino. Ovviamente mi si è parata davanti un’immagine nota: locali pieni, e gente che si godeva la serata.

Anche io, tempo fa, prima di occuparmi di finanza personale, cercavo di uscire e guadagnare per svagarmi nei week end!

Osservando il pienone, ho iniziato a riflettere su questo tema… Come è possibile che tante persone possano permettersi di uscire con questa frequenza? Me lo chiedo anche ogni volta che moto quante automobili fiammeggianti ci sono per le strade… Considerando il reddito medio degli italiani, non capisco come sia possibile tanto “benessere” diffuso.

Ed è qui che nasce la mia riflessione: lavoriamo tutta le settimana e, arrivati stanchi al week end, ci lasciamo attrarre da distrazioni per svagarci.

Ma queste distrazioni ci allontanano dal nostro obiettivo, ossia l’indipendenza finanziaria. Infatti, ci siamo dimenticati una regola elementare che impariamo da piccoli. Prima il dovere e poi il piacere.

Tale regola la applichiamo da piccoli, facendo i compiti a casa. Solo una volta finiti i compitini potremo essere premiati con la merenda o i cartoni animati.

Crescendo continuiamo a applicare tale regola, senza tenere conto che il nostro dovere (ma nei confronti di noi stessi!) non è solo lavorare e poi sperperare tutto nei week end èer premiarci. Il nostro dovere è risparmiare per metterci al sicuro da imprevisti e spese non preventivate.

Molta gente impiega i primi stipendi per comprare una macchina figa, ovviamente tramite un finanziamento. Ma non voglio parlare solo di queste spese più importanti: nel piccolo, molte persone magari con un contratto o lavoro instabile, arrivato il sabato fa la bella vita, vivendo un eterno presente.

Non voglio dire che non devi divertirti mai, anzi. Ma bisogna prestare attenzione a non applicare questa regola in maniera irresponsabile, cercando premi che potremmo evitare (abiti firmati, cene tutte le settimane più volte alla settimana ecc).

Se vuoi crescere economicamente, però, non puoi applicare questo stile di vita. Devi sapere che il tuo dovere non finisce con l’orario di lavoro, ma nel modo in cui impieghi lo stipendio. Devi sempre chiederti se hai dato il massimo per raggiungere i tuoi obiettivi.

Si tratta di aumentare il livello di responsabilità verso se stessi. Le piccole soddisfazioni possono essere una droga per scappare dalla propria situazione che magari non ci soddisfa.

Dunque è bene riflettere sulla nostra situazione: sei sicuro che concederti tanti grandi e piccoli sfizi non sia un modo per ignorare i problemi che potrebbero aiutarti a migliorare davvero la tua vita?

Ti consiglio di fare un’analisi critica in modo da poterti concedere soddisfazioni che sono una “fuga” o sono un premio meritato.

Se sei curioso di adottare uno stile di vita più costruttivo, pur senza darti alla clausura, ti suggerisco di leggere il mio libro: “Vivere di Rendita con il Metodo RGGI”. Vi ho trascritto tutta la mia strategia e la mia consapevolezza, che mi hanno permesso di trovare un equilibrio e la soddisfazione di una vita in cui sono appagato e in continua evoluzione.

Altre Risorse Utili

Buon Ascolto!

Davide Marciano
Imprenditore e Investitore
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, ha sviluppato nel tempo la passione per la finanza personale e lo sviluppo individuale. Nel 2019 ha scritto il libro "Vivere di Rendita - Raggiungi l'Obiettivo con il Metodo RGGI" ed ha fondato la Affari Miei Academy.

2 Commenti

FRANCESCO · 17 Maggio 2020 alle 18:59

Quindi il tuo messaggio è?

Davide Marciano

Davide Marciano · 18 Maggio 2020 alle 9:23

Prima il dovere e poi il piacere 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi gli aggiornamenti da Affari Miei