Come Aprire una Lavanderia a Gettoni, Conviene? Viva il Self-Service!

Secondo una recente indagine, è stato appurato che sono molte le persone interessate ad aprire una lavanderia a gettoni: molte di loro hanno già iniziato e stanno avendo buoni risultati.

Il motivo è molto semplice: la gente, soprattutto in città, ha sempre meno tempo da dedicare alle faccende domestiche ed è costretta a delegare o a trovare modi che comunque gli consentano di avere un servizio abbattendo i tempi.

Se il servizio che si offre alla clientela è di buona qualità, la lavanderia automatica potrebbe rivelarsi un grande successo.

La crescita del self-service nelle nostre città è piuttosto evidente e, dunque, risulta lecito chiedersi se conviene avventurarsi in un’impresa di questo tipo nel 2018.

Ma quanto costa aprire una lavanderia a gettoni? Quali pratiche bisogna compilare? Come gestire le lavanderie self service? Conviene aprirne una?

In questo articolo ci concentriamo su tutti questi temi, esaminando inoltre alcuni marchi in Franchising con i quali affiliarsi per avviare la propria attività.

Caratteristiche Ideali di una lavanderia self service di successo

Prima di conoscere quali sono i requisiti per aprire una lavanderia a gettoni, ecco qui di seguito alcuni fattori fondamentali che determinano il successo dell’attività che si desidera avviare:

  • luogo e posizione: questo è il primo punto da valutare. Per poter aprire una lavanderia a gettoni bisogna valutare con molta attenzione il luogo dove ubicarla. Per fare questo è necessario considerare alcuni elementi, quali: presenza della concorrenza, posizione della lavanderia, tipologia di abitanti (cioè che lavoro fanno, quali abitudini hanno, etc);
  • qualità del servizio: questo significa, in altri termini, permettere alla clientela di lavare ed asciugare la propria biancheria in un tempo molto limitato e soprattutto ad un buon prezzo;
  • velocità del servizio: è importante disporre di macchinari che lavano ed asciugano in tempi molto rapidi;
  • ottimo spirito imprenditoriale: quest’ultimo aspetto viene un po’ trascurato dalla maggior parte degli imprenditori. E’ vero che la lavanderia a gettoni funziona da sola, però eppur vero che il titolare deve fare anche la sua parte, ovvero: mantenere il luogo ben pulito, tenere sotto controllo i macchinari affinchè siano sempre funzionanti ed efficienti, nelle fasi iniziali promuovere l’attività con volantini, pubblicità televisiva o radiofonica, eccetera eccetera.

Aprire una lavanderia a gettoniCosa serve per aprire una Lavanderia a Gettoni Self Service: burocrazia

Prima di tutto è necessario recarsi al proprio Comune di residenza e mettere in atto le solite pratiche burocratiche come la SCIA (Segnalazione certificata di inizio attività). E’ consigliabile, comunque, farsi assistere da un commercialista.

I locali prescelti inoltre, devono essere registrati presso l’ufficio del catasto come tipologia: C/1, C/3 e D.

Una lavanderia a gettoni può essere avviata sia da un singolo individuo, e in questo caso si parla di ditta individuale, oppure in forma societaria. In aggiunta occorre iscrivere la propria attività presso la Camera di Commercio e agli Enti Previdenziali

Un altro aspetto da non trascurare è il seguente: è di vitale importanza farsi rilasciare dall’ASL competente l’idoneità igienica del locale.

Aprire una lavanderia a gettoni in Franchising: alcuni marchi

Vediamo, come promesso, alcuni marchi che possono risultare interessanti per coloro che ambiscono ad avviare una lavanderia automatica nella propria città.

1. Saponi&Più

L’investimento minimo per chi decide di affiliarsi a questo marchio è di circa 8.000 euro, ma teniamo in mente che si tratta di un marchio che propone più format.

Esso nasce infatti come Store di detersivi alla spina, e soltanto in una delle sue formule, la più articolata, propone una angolo dedicato al lavaggio dei capi.

La caratteristica su cui punta è l’eco sostenibilità: i suoi prodotti  non hanno nichel strumentalmente rilevabile, sono ipoallergenici e biodegradabili.

I format, come anticipato, sono diversi e ne troviamo tre tipologie:

  • Punto vendita: negozio completo di detersivi alla spina;
  • Corner: inserimento di un corner di detersivi alla spina all’interno di una attività commerciale esistente (supermercati, ferramenta, botteghe, tutto mille…);
  • Washouse: attività commerciale che integra la vendita di prodotti detergenti alla spina con la lavanderia a gettoni.

2. Ga Service

L’investimento per questo tipo di lavanderia a gettoni è maggiore rispetto al precedente: parliamo di 20.500 euro.

L’obiettivo del marchio è quello di selezionare i prodotti migliori da poter offrire alla piccola e media distribuzione, tramite un servizio a 360° che incomincia dal semplice liquido self service sino alla completa progettazione e creazione di ambienti finiti.

La mission aziendale è fornire la miglior soluzione di investimento con le maggiori possibilità di guadagno.

L’affiliato GA Service non necessita di esperienza, poichè lo staff è pronto a fornire sempre assistenza qualificata della casa madre: GA Service non richiede fee e concede all’affiliato massima libertà di scelta.

3. Wash and Dry Lavarapido

L’investimento ammonta a 30.000 euro. Per l’attività non serve nessuna esperienza, in quanto è sufficiente affittare un locale da circa 20mq.

L’attività è completamente automatizzata e le conoscenze per svolgere l’attività vengono trasmesse e ricevute molto rapidamente.

Il negozio è operativo in autonomia, dalle 7 del mattino fino alle 10 di sera, lavora per loro.

4. Lavapiù

In questo caso l’investimento è ancora superiore, in quanto ammonta a 49.800 euro.

La formula di questo marchio permette di iniziare ad avere un reddito soddisfacente entro 9 mesi e di ottenere risultati a regime entro 18 mesi.

Si tratta di un’attività semplice da gestire, come ogni lavanderia self service, specialmente se sotto l’ala del marchio esperto.

Il 15% degli imprenditori, entro 2 anni dalla prima apertura, ha sviluppato la propria attività avviando almeno un’altra lavanderia.

Non è richiesto poi l’impiego di personale pertanto non è necessario avere dipendenti, una spesa in meno!

Conviene aprire una Lavanderia automatica?

Aprire una lavanderia a gettoni non richiede ingenti capitali, ma un minimo di investimento va comunque fatto come per ogni progetto intrapreso da chi vuole mettersi in proprio.

Recentemente sono nati diversi franchising che propongono soluzioni “chiavi in mano” ad un prezzo abbastanza accessibile: è vero che si rinuncia ad una parte della propria autonomia ma, specie se si è nuovi del mestiere, si ha modo di acquisire il know how dell’azienda affiliante.

Qualsiasi business è sulla carta conveniente, così come può non esserlo affatto.Tra i fattori da valutare possiamo citarne alcuni come:

  • concorrenza esistente: ci sono attività in zona che offrono servizi simili? Sei in grado, in autonomia o in franchising, di proporre qualcosa che sia migliore rispetto agli altri?
  • esigenze della clientela: in una grande città dove le persone sono impegnate moltissimo con il lavoro la cosa può funzionare sicuramente meglio rispetto ad un piccolo centro con età media elevata e gran numero di persone disoccupate o comunque impegnate in faccende domestiche.

Questi due parametri, in linea tendenziale, possono permettere una prima valutazione: è chiaro che, poi, la situazione concreta del territorio in cui si vuole investire non la si può prevedere astrattamente e spetta alle capacità del singolo una giusta ed accorta programmazione.

Per quanto riguarda il marchio da scegliere, non resta che valutare qual è quello che ha un pacchetto che si addice alle tue esigenze economiche!

Ulteriori risorse utili

Se desideri metterti in proprio, ti consiglio di leggere una serie di articoli e percorsi tematici presenti su Affari Miei:

Buon proseguimento e in bocca al lupo!

mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

Scarica Gratis "Mettersi in Proprio - Metodo Affari Miei"
La tua privacy è al sicuro
mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

3 COMMENTI

  1. La lavanderia a gettoni è sicuramente una buona fonte di reddito ma attenzione ai costi di gestione che sono molto elevati. Il costo più alto in assoluto è quello della corrente elettrica cosumata soprattuto dagli essicatoi elettrici che servono per asciugare il bucato.
    In giro ci sono degli installatori che hanno sviluppato una tecnologia basata sul vapore che permette di ridurre notevolmente i costi dell’energia elettrica

  2. Ciao Andrea, consigli quindi essicatoi a vapore (sempre alimentati ad energia elettrica) oppure essicatoi a gas? Se si compra una lavanderia già avviata ma con essicatoi elettrici di 10 anni fa si rischia che abbiano una resa molto inferiore in quanto la classe energetica è obsoleta?
    Grazie!

  3. Ho visto solo proposte in franchising. Potresti fornire recapiti di altre dite che forniscano attrezzatura e installazione per lavanderia automatica, senza franchising ? Grazie
    Alberto.
    Genova

LASCIA UN COMMENTO


Ricevi gli aggiornamenti da Affari Miei