Allianz Hybrid Premium, Contratto di Assicurazione sulla Vita Multiramo: Caratteristiche e Opinioni

Il tuo consulente ti ha proposto di sottoscrivere Allianz Hybrid Premium, la polizza di Allianz, ma sei indeciso?

Allora ti trovi nel posto giusto poiché oggi andremo ad analizzare il prodotto, a cercare di capirne vantaggi e svantaggi, e soprattutto costi, e in conclusione ti fornirò anche le mie opinioni riguardo lo strumento, in modo che tu possa avere degli elementi a disposizione per fare una riflessione e prendere una decisione.

Allianz Hybrid Premium è un prodotto dedicato al reinvestimento, a condizioni esclusive, dei capitali in scadenza dei clienti, ed unisce la tranquillità di un rendimento stabile e la protezione del capitale, ad un’opportunità di crescita ad alto potenziale.

Cominciamo con la recensione.

Due parole su Allianz

Decidere di stipulare una polizza con Allianz ci fa sentire abbastanza al sicuro, poiché si tratta di un gruppo solido ed affidabile.

Allianz è infatti uno dei principali assicuratori italiani, e fa parte del gruppo Allianz SE, leader mondiale nelle assicurazioni.

Il gruppo vanta circa 100 milioni di clienti sparsi in oltre 70 paesi. I clienti in Italia sono 7 milioni, ed operano con una rete distributiva multicanale composta da oltre 25 mila agenti, collaboratori sul territorio e Financial Advisor.

Si tratta quindi di un istituto sicuro, ma questo non può essere necessariamente prova del fatto che anche il prodotto sia sicuro e affidabile.

I rischi delle polizze multiramo

Le polizze multiramo comunque non sono esenti da rischi.

Infatti se decidi di investire con questo strumento, devi essere pronto a poter perdere il tuo capitale, devi avere una propensione al rischio medio/bassa e devi avere conoscenza dello strumento,

Un contratto simile non può garantirti il successo dell’investimento al 100%: infatti la polizza multiramo è una sorta di ibrido tra le polizze ramo I e le unit linked, che sono condizionate dall’andamento dei mercati.

Il contratto quindi ti può prospettare dei rendimenti maggiori, a fronte però anche di correre rischi maggiori, quindi sta a te decidere se sei pronto a correre questi rischi ma soprattutto se sei attrezzato per poterli correre.

Caratteristiche del contratto

Il contratto in esame prevede tre diverse prestazioni:

  • Prestazione caso vita: in caso di vita dell’assicurato, a scadenza è previsto il pagamento ai beneficiari designati, di un capitale che risulta essere pari al controvalore delle quote del fondo interno per la parte investita nel fondo interno, e al capitale maturato rivalutato fino a scadenza per la parte invece investita nella gestione separata;
  • Prestazione caso di decesso: in caso di decesso dell’assicurato, per la parte investita nel fondo interno, il pagamento del capitale è pari al controvalore delle quote del fondo interno maggiorato qualora il decesso avvenga se è trascorso almeno 1 anno dalla decorrenza del contratto, mentre per la parte investita nella gestione separata il capitale è pari a quello maturato al primo gennaio che precede la data del decesso, mentre per la parte designata alla copertura caso morte è pari al capitale assicurato nella copertura;
  • Prestazione caso di invalidità permanente: è previsto in questo caso il pagamento all’assicurato del capitale indicato in polizza.

Non sono assicurabili i soggetti che abbiamo meno di 18 anni e più di 85 anni.

Premio

Il prodotto prevede il pagamento di un premio unico, che il contraente dovrà versare all’atto della sottoscrizione, il cui importo deve essere almeno pari a 5.000 euro, e al massimo pari a 250.000 euro.

Il premio così versato, verrà investito per l’80% nella gestione separata VITARIV e per il 20% nel fondo interno AZ best in class, e infine una parte del premio sarà versato alla copertura caso morte o invalidità permanente.

Non è prevista la possibilità di effettuare dei versamenti aggiuntivi.

Durata

Il contratto ha una durata fissa di 20 anni, la copertura caso morte è facoltativa e ha una durata fissa di 10 anni.

Inoltre non è prevista la possibilità di sospendere le garanzie, poiché trattasi di un contratto a premio unico.

Dettagli sull’investimento

Abbiamo avuto modo di vedere che l’investimento si divide in due parti: nella gestione separata e nel fondo.

Per la gestione separata, abbiamo il diritto alla restituzione di almeno il 100% del capitale. Essa investe principalmente in strumenti finanziari di natura obbligazionaria, e ogni rendimento quindi dipende da questi investimenti.

Per l’investimento nel fondo invece non vi è alcuna garanzia di restituzione del capitale, né di rendimenti minimi. Il profilo di rischio del fondo è inoltre medio-alto, quindi molto rischioso.

Il riscatto

Se decidi di riscattare anticipatamente il capitale, potrai farlo, ma ad alcune condizioni.

Per la parte investita nel fondo interno e nella gestione separata, puoi esercitare il diritto di riscatto quando darà trascorso almeno 1 anno dalla decorrenza del contratto, mentre per la parte destinata alla copertura caso morte, non puoi esercitare il diritto di riscatto.

Inoltre considera che devi pagare delle penali che scaleranno l’importo ottenuto; la penale decresce in funzione degli anni trascorsi dalla decorrenza del contratto. Se il riscatto viene esercitato prima dei 10 anni, il costo aggiuntivo sarà pari all’1%

Quando riscatti totalmente il capitale, stai ottenendo anche la risoluzione del contratto.

Puoi anche esercitare il riscatto parziale specificando l’ammontare del capitale che vuoi riscattare dai fondi interni e quello da riscattare dalla gestione separata. È possibile riscattare parzialmente il capitale solo dai fondi interni oppure solo dalla gestione separata.

I costi

Siamo arrivati alla parte più importante che merita notevole attenzione da parte tua, ovvero i costi che dovrai sostenere per lo strumento.

I contratti simili a questo hanno sempre dei costi molto elevati che vanno inevitabilmente ad impattare sui rendimenti previsti.

Per avere una panoramica precisa dei costi ti invito a consultare il KIID, e di seguito invece ti mostrerò i principali costi della polizza.

Abbiamo:

  • Spese di emissione: non previste;
  • Caricamenti sul premio versato: 2% del premio versato;
  • Caricamento sul premio della copertura caso morte: variano in base all’età dell’assicurato alla decorrenza del contratto, ad esempio 18-30 anni abbiamo il 67,1% del premio.

Se vuoi esercitare il riscatto, dovrai pagare i 2% se decidi di riscattare dopo 1 anno, l’1% se riscatti dopo 2, mentre solo dopo i 3 anni non pagherai nulla.

I costi di switch sono gratuiti per il primo switch, e successivamente costano 25 euro ciascuno.

Passiamo adesso alle commissioni di gestione, che sono imputate settimanalmente al patrimonio netto del fondo interno e prelevate ogni mese. Per ogni fondo interno abbiamo:

  • AZ orizzonte 10: 1,50%;
  • AZ best in class: 2%.

Non dimenticare anche le commissioni di performance, e quelle massime sugli OICR sottostanti, che sono al massimo pari al 2.50% su base annua.

Abbiamo poi anche altri costi, che possiamo così suddividere:

  • spese di amministrazione e custodia delle attività del fondo;
  • costi connessi con l’acquisizione e la dismissione delle attività del fondo;
  • spese di pubblicazione del valore unitario delle quote;
  • spese di revisione della contabilità e dei rendiconti del fondo;
  • spese legali e giudiziarie sostenute
  • oneri fiscali di pertinenza del fondo.

Aggiungi anche un rendimento trattenuto che l’impresa trattiene sul rendimento conseguito dalla gestione separata, e che è pari all’1,60%.

Aspetti fiscali

I vantaggi fiscali a cui è soggetta la polizza riguardano il premio pagato per la copertura caso morte (o morte e invalidità permanente) che dà diritto ad una detrazione d’imposta ai fini IRPEF nella misura del 19% del premio stesso, fino ad un importo massimo annuale pari a 530 euro.

Non vi è nessuna imposta di successione che grava sui beneficiari poiché il capitale previsto in caso di morte dell’assicurato non rientra nell’asse ereditario.

La tassazione sui rendimenti è soggetta ad aliquota variabile compresa tra il 12,5% e il 26% in base alla natura degli investimenti collegati al contratto (titoli di Stato, azioni o diversi).

Revoca e recesso

Puoi revocare la proposta di assicurazione fino al ricevimento della comunicazione di avvenuta conclusione del contratto, mentre puoi recedere dal contratto entro 30 giorni dalla data di ricezione della comunicazione di avvenuta conclusione dello stesso.

Opinioni di Affari Miei

Abbiamo concluso la nostra recensione sulla polizza.

A questo punto posso dirti serenamente cosa penso di questo prodotto, anche dei prodotti assicurativi che investono in generale.

Bene, la mia opinione circa questi strumenti è tutt’altro che positiva.

Ti dico questo per 3 motivazioni principali:

  • Sono dei prodotti complicati;
  • Sono molto costosi;
  • Non danno garanzie.

Se cerchi un prodotto che possa assicurare te o le persone a te care, allora potresti optare per una semplice polizza TCM, mentre se vuoi investire sappi che ci sono tantissimi altri strumenti da utilizzare, quali gli ETF ad esempio.

Si tratta si strumenti molto meno cari rispetto a questi, dove tu hai una consapevolezza del tuo investimento, e che ti permettono anche di ottenere dei rendimenti maggiori rispetto a quelli che otterresti con un contratto simile.

Il contratto che abbiamo analizzato risulta essere simile a moltissimi altri che vengono proposti anche da altri istituti.

Ora hai a disposizione una recensione e anche le mie opinioni per poter decidere. Sappi comunque che non faresti l’affare del secolo ad investire in questo strumento.

Diciamo in conclusione che puoi sottoscrivere un prodotto simile solo se sei un investitore davvero consapevole e soprattutto un investitore in grado di sopportare delle perdite ingenti di capitale, in caso contrario invece ti conviene evitare prodotti simili.

Qui ho approfondito a dovere questo tema.

Se vuoi investire con consapevolezza ci sono moltissimi altri strumenti che puoi scegliere, che presentano dei costi più contenuti e che ti lasciano maggiore libertà di scelta.

Qui ho raccolto alcune guide che possono servirti per  iniziare il tuo percorso formativo, che ti porterà a scegliere strumenti di investimento in modo consapevole:

A presto!


Scopri che Investitore Sei

Ho creato un breve questionario con cui ti aiuto a capire che tipo di investitore sei. Al termine, ti guiderò verso i contenuti migliori selezionati in base alla tua situazione di partenza:

>> Inizia Subito <<


Davide Marciano
Imprenditore e Investitore
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Dopo la laurea in Giurisprudenza, ha approfondito la sua storica passione per l’economia e la finanza conseguendo un Master in Consulenza Finanziaria Indipendente. Nel 2019 ha scritto il libro "Vivere di Rendita - Raggiungi l'Obiettivo con il Metodo RGGI" ed ha fondato la Affari Miei Academy.

0 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi Investire con Buon Senso?
Le banche e i consulenti ti hanno raccontato tantissime bugie. Per investire serve buon senso, accedi subito al mio report!