Mixa Protection, Recensioni sulla Polizza Multiramo di Unicredit, Conviene Davvero?

Stai cercando informazioni su Mixa Protection, la polizza multiramo proposta da Unicredit?

Forse il tuo consulente bancario ti ha proposto questo prodotto, oppure ti interessa il mondo delle polizze e ti sei imbattuto nella polizza proposta da Unicredit.

In questo articolo vedremo prima di tutto cosa sono le polizze multiramo, e successivamente analizzeremo nel dettaglio tutte le caratteristiche di questo prodotto in particolare; infine troverai anche le mie opinioni a riguardo, così potrai farti un’idea completa.

Possiamo cominciare!

Due parole su Unicredit

Prima di analizzare nel dettaglio la polizza, come sono solito fare, parto da una panoramica dell’istituto che la propone.

In realtà il prodotto è proposto da Unicredit Allianz Vita S.p.A., che ha cambiato denominazione dal 10 febbraio 2022.

Vediamo nel dettaglio.

Si tratta di una compagnia di bancassicurazione, partecipata pariteticamente da Allianz e Unicredit, che opera nel ramo vita dal lontano 1995, prima con il nome di CreditRas Vita e oggi con quello attuale.

I punti di forza sono la solidità e la competenza di due grandi Gruppi come Allianz e UniCredit, leader di primo piano nel mercato assicurativo e bancario, sia in Italia sia all’Estero, che realizzano soluzioni di protezione, investimento assicurativo e risparmio previdenziale in grado di rispondere ai bisogni che possono emergere nel corso della vita dei clienti.

UniCredit mette a disposizione una rete commerciale che permette alla compagnia di offrire i servizi attraverso il canale più adatto alle esigenze dei clienti: online, di persona o al telefono.

Questo permette di sottolineare ancora di più la partnership tra il gruppo Unicredit e il gruppo Allianz, rafforzando l’impegno quotidiano nel proteggere e valorizzare il patrimonio dei clienti con soluzioni di prodotto innovative.

Le assicurazioni miste sono rischiose?

Dopo aver visto l’istituto, possiamo passare ad analizzare invece il prodotto.

Si tratta di un’assicurazione mista, ovvero un contratto multiramo (Ramo I e Ramo III).

Le polizze Multiramo, da come ci fa capire il termine, fanno riferimento a due contratti diversi, in quanto da una parte si comportano come le polizze Ramo I rivalutabili, famose per la Gestione Separata e per la garanzia sul capitale investito, unendo le caratteristiche delle polizze Unit Linked del Ramo III, le cui performance sono legate alle oscillazioni dei mercati finanziari, ovvero esse permettono rendimenti superiori ma variabili e incerti.

Praticamente, in altre parole, una parte d’investimento è stabile e ti garantisce la restituzione del capitale che hai investito, mentre l’altra non ti dà alcuna garanzia e potrebbe causarti delle perdite.

L’investimento quindi è per sua natura rischioso.


Non sai come investire?

Scopri che investitore sei. Ti bastano 3 minuti per scoprire la strategia migliore per te.

>> INIZIA ORA! <<


Caratteristiche della polizza

Mixa Protection è un contratto multiramo a premio unico.

Con questo prodotto puoi contare sulla protezione del tuo investimento relativo alla parte investita nella Gestione Separata oltre a poter attivare in fase di sottoscrizione una protezione aggiuntiva che garantisca ai tuoi cari, in caso di prematura scomparsa, il capitale investito nella componente dei fondi interni. 

Si tratta di un prodotto flessibile che permette di modificare nel corso del tempo il tuo investimento, a seconda dei tuoi obiettivi di investimento, delle diverse condizioni di mercato e del tuo grado di propensione al rischio.

Il versamento del premio

Se dovessi scegliere questa polizza, all’atto della sottoscrizione della proposta dovrei effettua un versamento unico iniziale con un importo minimo pari a 2.500 euro e massimo pari a 1.500.000 euro.

Successivamente puoi decidere di effettuare dei versamenti aggiuntivi, dopo un mese dalla data di decorrenza del contratto. L’importo di ciascun premio aggiuntivo non può essere inferiore a 1.500 euro. 

Su ciascun premio – unico iniziale e aggiuntivo – versato dal contraente, la società trattiene, a titolo di caricamento, un costo espresso in percentuale, pari all’1,00% del premio versato. 

Il premio aggiuntivo comunque non può superare il limite massimo annuale di investimento fissato dalla Società per la Gestione Separata Unicredit Multigest. 

Quali sono le prestazioni?

Vediamo adesso nel dettaglio quali sono le prestazioni del contratto:

  • Prestazioni rivalutabili collegate ai risultati della gestione separata: ad ogni ricorrenza annuale del Contratto viene riconosciuta una rivalutazione del capitale assicurato investito nella Gestione Separata, in base al rendimento medio annuo della Gestione Separata Unicredit Multigest;
  • Prestazioni collegate al valore di attivi contenuti in un fondo interno detenuto dall’impresa di assicurazione: le prestazioni previste dal prodotto sono espresse in quote di uno o più fondi interni prescelti dal contraente tra i fondi selezionabili e collegati al prodotto, il cui valore dipende dalle oscillazioni di prezzo delle attività finanziarie di cui le quote sono rappresentazione.

Vediamo adesso invece le due prestazioni, sia in caso di vita dell’assicurato che in caso di decesso:

  • Prestazione in caso di vita dell’assicurato: se l’assicurato è in vita alla scadenza del contratto, è previsto il pagamento ai beneficiari ciao vita designati dal contraente di un importo che sia uguale alla somma del maggiore tra il capitale assicurato relativo alla Gestione Separata rivalutato in base alla misura annua di rivalutazione attribuita al Contratto fino alla scadenza contrattuale e il capitale minimo garantito, ovvero il cumulo dei capitali iniziali costituiti in funzione di ciascun premio versato al netto del caricamento dell’1,00%, e il controvalore in euro del capitale espresso in quote di ciascuno dei fondi interni selezionati dal contraente;
  • Prestazione in caso di decesso dell’assicurato: ai beneficiari caso morte designati dal contraente è prevista una prestazione sotto forma di capitale di una somma del maggiore tra il capitale assicurato relativo alla Gestione Separata rivalutato in base alla misura annua di rivalutazione prevista e il capitale minimo garantito, e il controvalore in euro del capitale espresso in quote di ciascuno dei fondi interni selezionati dal contraente.

Ulteriori opzioni contrattuali 

Oltre alle prestazioni principali che abbiamo appena analizzato, ci sono altre opzioni contrattuali previste:

  • Opzione “loss protection”: per cui il contraente, all’atto della sottoscrizione della proposta e purché l’assicurato non abbia un’età superiore a 80 anni (età assicurativa), può richiedere l’attivazione di un’opzione che prevede, in caso di decesso dell’assicurato, una copertura a favore dei Beneficiari designati dal contraente, in presenza di una performance negativa dell’investimento nei Fondi Interni selezionati dal Contraente. L’importo della copertura da corrispondere ai Beneficiari non potrà comunque risultare superiore a 200.000 euro;
  • Opzione di conversione del valore di riscatto in rendita: se sono passati 3 anni dalla data di decorrenza del contratto, il valore di riscatto totale può essere convertito in una rendita annua vitalizia rivalutabile fino a che l’assicurato è in vita, oppure in una rendita annua rivalutabile pagabile in modo certo per i primi 5 anni o 10 anni, o ancora in una rendita annua vitalizia rivalutabile sulla testa dell’assicurato e su quella di un altro soggetto, pagabile fino al decesso dell’assicurato;
  • Switch volontari: il contraente può richiedere alla società di modificare l’allocazione del capitale già acquisito nella gestione separata e in ciascuno dei fondi interni prescelti, tramite l’opzione di switch volontario.

Durata 

Il contratto ha una durata pari a 15 anni.

A chi è rivolta questa polizza?

Vediamo adesso a quale tipologia di cliente è rivolta la polizza.

Si tratta di un prodotto rivolto a coloro che hanno una conoscenza appropriata dei prodotti di investimento, e delle caratteristiche di rischio-rendimento del prodotto stesso.

I clienti devono avere una disponibilità finanziaria di almeno 2.500 euro e un orizzonte temporale di lungo periodo.

Inoltre l’assicurato può avere tra i 18 e i 90 anni di età.

Ti consiglio di approfondire meglio questo aspetto leggendo attentamente il KID.

I costi

Passiamo adesso all’analisi dei costi, ovvero una delle parti più importanti del contratto.

I costi infatti sono quelli che vanno a impattare sui rendimenti del tuo investimento, quindi occorre monitorarli nel dettaglio.

Prima di tutto analizziamo i costi per riscatto, ovvero le penali da pagare in caso in cui decidessimo di riscattare il prodotto prima della sua scienza:

  • Meno di 1 anno: 3,80%;
  • 1 anno: 3%;
  • 2 anni: 2,20%
  • 3 anni: 1,30%;
  • 4 anni: 0,50%;
  • Da 5 anni in poi: nessuna penale.

Se si effettua un riscatto parziale invece è prevista, oltre alla penale di cui sopra, anche un costi fisso pari a 20 euro.

Gli switch hanno anch’essi un costi di 20 euro, per ogni modifica del profilo di investimento, dopo le prime due che sono invece gratuite.

Per quanto concerne invece i costi di intermediazione, la quota parte percepita in media dai distributori con riferimento all’intero flusso commissionale relativo al prodotto è pari al 47,26%. 

Questo dato è riferito ad un premio medio pari a Euro 15.000,00, investito a titolo esemplificativo per il 50% nella Gestione Separata Unicredit Multigest e per il 50% nel Fondo Interno.

Per ulteriori dettagli ti invito a consultare il KID.


Non sai come investire?

Scopri che investitore sei. Ti bastano 3 minuti per scoprire la strategia migliore per te.

>> INIZIA ORA! <<


Il riscatto

Se è trascorso almeno un anno dalla data di decorrenza del contratto e se l’assicurato è in vita, allora puoi richiedere il riscatto.

Il valore di riscatto è pari alla domma del capitale assicurato relativo alla gestione separata, e al controvalore in euro del capitale espresso in quote di ciascuno dei fondi interni selezionati, calcolato in base al valore unitario delle quote di ciascun fondo.

Questo è il riscatto totale.

Il riscatto può essere anche parziale se trascorso almeno un anno dalla data di decorrenza del contratto e purché tu sai in vita, potrai chiedere la liquidazione del valore di riscatto anche in misura parziale, a condizione che l’importo lordo riscattato ed il complessivo capitale residuo non risultino inferiori a 2.500 euro. 

Revoca e recesso

L’ultimo dettaglio contrattuale che ti illustro è quello relativo alla revoca e al recesso.

Potrai revocare la proposta fino al momento della conclusione del contratto, inviando una comunicazione scritta alla società.

Il recesso invece può essere esercitato entro un termine di trenta giorni, sempre mediante invio scritto di comunicazione alla società.

Trattamento fiscale 

Sui premi versati non è prevista alcuna forma di detrazione fiscale.

Le somme dovute dalla società, se corrisposte in caso di decesso dell’Assicurato, sono esenti dall’imposta sulle successioni e dall’imposta sul reddito delle persone fisiche per quanto concerne l’eventuale quota relativa alla copertura del rischio demografico. 

Infine l’imposta di bollo, calcolata annualmente, sarà versata in caso di recesso, di riscatto e di decesso dell’assicurato.

Opinioni di Affari Miei sulla polizza Mixa Protection 

Adesso diamo giunti davvero alla fine della nostra recensione.

Abbiamo visto tutte le caratteristiche le prodotto, soffermandosi sia sulla parte dei costi, che dei vantaggi e degli svantaggi.

Se ti è già capitato di leggere altre recensioni o altre guide circa prodotti simili qui su Affari Miei, forse avrai avuto modo di capire meglio le mie opinioni.

In generale ritengo questi prodotti, quindi non sto parlando soltanto della polizza Mixa Protection ma proprio di queste polizze, complessi e poco trasparenti.

Si tratta di prodotti che si prefiggono più obiettivi differenti, e poi nel concreto non riescono nemmeno a perseguirne uno. 

Essi poi nascondono al loro interno dei costi di gestione davvero elevati, che erodono l’investimento.

Personalmente ritengo anche che investire con le assicurazioni non sia per nulla un metodo intelligente e nemmeno remunerativo! 

Se stai cercando protezione, ti consiglio senza dubbio una semplice polizza TCM in grado di proteggere te stesso e i tuoi familiari. 

Se invece ti interessa il mondo degli investimenti, potresti dare uno sguardo a questo spazio in cui sono spiegati per filo e per segno quali sono e come si strutturano i vari investimenti.

Sono un investitore autonomo e amo gli strumenti quali i fondi a gestione passiva, ovvero gli ETF. 

Essi sono molto più trasparenti del prodotto appena recensito, e possiedono davvero dei costi di gestione molto contenuti, essendo degli strumenti a gestione passiva. 

Penso di averti detto tutto quello che c’era da dire: hai a disposizione tutte le risorse per poter prendere la decisione migliore per te e per le tue tasche soprattutto.

Prima di salutarti, lasciami il tempo ancora di consigliarti alcune risorse per cominciare un percorso di investimento ad hoc:

Buon proseguimento su Affari Miei!


Scopri che Investitore Sei

Ho creato un breve questionario con cui ti aiuto a capire che tipo di investitore sei. Al termine, ti guiderò verso i contenuti migliori selezionati in base alla tua situazione di partenza:

>> Inizia Subito <<


Imprenditore e Investitore - Co-fondatore di Affari Miei Società di Consulenza Finanziaria Indipendente
Ha iniziato il suo percorso nel 2014 scrivendo i primi articoli su Affari Miei. Dopo la laurea in Giurisprudenza, ha approfondito la sua storica passione per l'economia e la finanza conseguendo un Master Executive in Consulenza Finanziaria Indipendente.

0 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *