Consulente Finanziario o Robot Advisor per Investire? Pro e Contro delle Alternative

Quando hai capitali da gestire, puoi sicuramente cercare aiuto in figure professionali e specializzate, figure che negli ultimi tempi sono state però sostituite, almeno in parte, dai robot advisor, ovvero algoritmi che con una buona quantità di informazioni sul nostro patrimonio, la nostra propensione al rischio e le nostre aspettative, riescono ad offrire un programma di investimenti automatizzato e a basso costo.

Scegliere l’una o l’altra soluzione può fare la differenza non solo nella tutela del patrimonio che abbiamo faticosamente accumulato, ma anche a livello di rendite e di spese. La scelta non è quasi mai banale (fatta eccezione per i casi limite).

Prima di scegliere l’una o l’altra soluzione, sarà il caso di individuare quali sono i vantaggi e gli svantaggi derivanti dalla scelta della prima o della seconda soluzione.

Continua a leggere se vuoi saperne di più.

Che cos’è il robot advisor e cosa fa

Il robot advisor è un algoritmo (o un insieme di algoritmi) che si preoccupa di individuare, in base alle informazioni in suo possesso, proposte di investimento adeguate per l’investitore.

Da un lato dunque il robot advisor si preoccupa di scandagliare il mercato alla ricerca di proposte adeguate per la clientela che deve gestire, dall’altro di raccogliere e analizzare informazioni sul singolo investitore.

Le informazioni adeguate per individuare la tipologia di investitore che ha di fronte vengono elaborate tramite questionari complessi, che si preoccupano di analizzare diversi dati, come:

  • l’età
  • il reddito
  • le eventuali rendite patrimoniali
  • le spese mensili
  • la presenza o meno di prole
  • le attese di ritorno sull’investimento
  • le preferenze verso specifici settori di investimento
  • la propensione al rischio

Elaborando queste informazioni i robot advisor sono in grado di elaborare una proposta di investimento, ricorrendo a diversi strumenti, con profili di rischio che sono adeguati per l’investitore.

Esistono diverse piattaforme che si servono di questa tecnologia per abbassare i costi e massimizzare l’operatività: tra queste segnalo Moneyfarm che ho recensito nel dettaglio.

Chi è il consulente finanziario e cosa fa

Il consulente finanziario in carne ed ossa, almeno quando svolge la sua professione in modo completo e adeguato, non solo realizza possibili piani di investimento, ma si occupa a 360 gradi della gestione finanziaria del cliente.

Tra le possibilità offerte dal consulente finanziario ci sono infatti:

  • Gestione delle entrate e delle rendite;
  • Analisi dei piani di spesa fissi e variabili;
  • Individuazione dei piani di investimento possibili;
  • Differenziazione del capitale;
  • Aggiustare in corsa gli investimenti per perseguire gli obiettivi dell’investitore.

Si tratta dunque di una gestione sicuramente più complessa e sicuramente più specifica per il singolo investitore, dato che al contrario di un algoritmo, un consulente finanziario può occuparsi di questioni molto più complesse e offrire una soluzione ritagliata specificatamente sulle esigenze del risparmiatore.

In linea di massima, non tenendo conto di tutte le altre variabili, un consulente fisico in carne ed ossa offre molto di più di un robot advisor: chi può permetterselo (vedremo dopo cosa si intende) dovrebbe preferire il consulente al robot.

Quando è conveniente il robot advisor

Il robot advisor offre servizi, come abbiamo appena visto, relativamente ristretti rispetto a quelli che sono invece propri di un consulente finanziario.

Perché sceglierlo allora? Per un motivo molto semplice: le commissioni sono ridotte, perché parliamo sul mercato italiano di percentuali di commissione sul capitale gestito che difficilmente superano il mezzo punto percentuale, a fronte di costi di gestione applicati dai consulenti finanziari che sono molto più alti.

Dovresti scegliere dunque il robot advisor quando:

  • Non hai situazioni patrimoniali particolarmente complesse;
  • Non hai capitali superiori ai 100.000 euro da gestire;
  • Non hai rendite di origine diversa da ottimizzare.

In tutti questi casi conviene rivolgersi ad un robot advisor (o come vedremo insieme più avanti, proseguire con scelte di investimento indipendenti e autonome).

Leggi Anche: Migliori Piattaforme per Investire in Borsa: Quale Scegliere?

Quando è conveniente il consulente finanziario

Il consulente finanziario offre un’assistenza più completa, che può affrontare nodi fondamentali della gestione patrimoniale, come le entrate, le rendite, le uscite fisse e, ultimo ma non meno importante, il portafoglio di investimenti.

Il consulente finanziario ha però dei costi sicuramente superiori, che diventano molto poco convenienti nel caso in cui non si dovesse disporre di capitali davvero importanti.

Il consulente finanziario va sempre preferito nel caso in cui:

  • Hai capitali importanti da gestire (tendenzialmente almeno più di 100.000 euro);
  • Hai entrate differenziate, che devono essere mantenute in ordine;
  • Hai bisogno di strategie da adeguare con costanza;
  • Hai bisogno di orientare i tuoi investimento verso settori specifici.

In questi casi ricorrere al consulente finanziario, anche a costi molto più alti rispetto a quelli del robot advisor, potrebbe diventare conveniente.

Quali sono i costi di un consulente finanziario

Un consulente finanziario che si rispetti chiede somme in genere superiori all’1%, in aggiunta, talvolta, a costi fissi. Anche in questo settore la concorrenza si è fatta spietata e ha abbassato le parcelle dei professionisti, anche se come in tutte le cose, a spese maggiori corrispondono in genere i servizi di un professionista più bravo e più quotato.

Parliamo comunque di percentuali che possono essere fino a 5 volte superiori rispetto a quelle offerte da un robot advisor.

La terza via: informati da solo e gestisci in proprio

Esiste però una terza via per gestire il proprio patrimonio, soprattutto nel caso in cui non sia di dimensioni enormi.

Potresti scegliere un prodotto come AltroConsumo Finanza, per esempio, che ti garantisce tutte le informazioni necessarie per investire per conto tuo, costruendo il tuo portafoglio.

Oltre a questa possibilità, puoi anche scegliere portafogli precostituiti.

Questa soluzione, se vogliamo ibrida, è ideale quando hai un capitale piccolo ma non vuoi delegare al 100% tutto né ad un’azienda che ti pacchettizza il serivizio basandosi sulla tecnologia del robot advisor né ad un consulente che, per importi bassi, potrebbe risultare poco conveniente.

Occhio: evita assicuratori e impiegati di banca che cercano di venderti polizze travestite da prodotti d’investimento o roba simile. Non potranno mai seguire i tuoi investimenti, non sono consulenti ma venditori di pacchetti: qui ti spiego la mia sul tema.

I portafogli precostituiti sono offerti da diverse piattaforme. Puoi scegliere uno dei prodotti confezionati di MoneyFarm (che offre in alternativa proprio un servizio di robot advisor), oppure quelli di altre piattaforme.

In questo caso però dovrai essere tu a valutare la tua propensione al rischio e misurare le tue aspettative autonomamente. Non è per tutti, ma si può risparmiare decisamente tanto rispetto al ricorso alle soluzioni di cui sopra.

Conclusioni

Ho risposto, spero in maniera esaustiva, ad una domanda che mi viene proposta spesso in privato oppure nella community di Affari Miei su Facebook (se non sei iscritto, cerca su Facebook il gruppo!).

Non esiste una risposta valida per ogni cosa: ci sono vari prodotti o servizi la cui bontà è parametrata alle tue esigenze.

Buoni investimenti!

mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

Scarica Gratis l’E-Book per Gestire i Risparmi

Un Bonus di Benvenuto per i Lettori di Affari Miei!

Inserisci i tuoi dati!

Nome:
Cognome:
E-Mail:

Affari-Miei
mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

LASCIA UN COMMENTO