ETF Russia: Conviene Investire sull’Azionario Russo?

Gli ETF sono un ottimo strumento per andare ad investire nell’economia di un intero paese, e anche per puntare in paesi potenzialmente grandi, ma che non fanno parte ancora (o non fanno parte più) del consesso mondiale delle migliori economie. C’è chi ama correre qualche rischio in più e vorrebbe magari puntare su un paese come la Russia, che con fortune alterne continua ad offrire un quadro decisamente singolare agli investitori.

Se vuoi saperne di più sugli ETF RUSSIA, sei nel posto giusto, perché ho preparato per te una guida sui migliori ETF Russia quotati in Italia e non, per offrirti un quadro per quanto possibile completo sulle possibilità di investimento tramite questo strumento e su questo paese.

Vediamo insieme cosa c’è da sapere su questi specifici strumenti.

Perché ti consiglio gli ETF?

Ho già presentato sulle pagine di Affari Miei diversi ETF. Se sei arrivato su questa pagina ti stavi interessando sicuramente di ETF Russia, e conoscerai già questo tipo di strumento. È una scelta intelligente, e ti spiego perché.

Io preferisco questa modalità di risparmio collettivo e gestito in quanto mi mette a disposizione un investimento ben differenziato senza richiedere capitali elevatissimi e senza le commissioni altissime che invece sono richieste dai fondi comuni a gestione attiva.

Perché la Russia?

La Russia è un paese che, nel vecchio mondo diviso in 2 blocchi, ha svolto un importantissimo ruolo di antagonista di quella che era ai tempi ed è oggi la prima economia mondiale, ovvero quella americana.

Dopo la caduta del muro, la Russia ha intrapreso un lungo (e spesso non sempre limpido) percorso di apertura della sua economia e di ammodernamento della sua industria e delle sue infrastrutture, cammino guidato da un uomo solo al comando e che oggi, dopo qualche scricchiolio, rimane comunque interessante per noi risparmiatori.

L’economia russa non sarà sicuramente delle più solide al mondo, sarà inoltre piuttosto rischiosa rispetto ai paesi più vicini ai nostri confini, ma offre potenzialmente dei buoni rendimenti, soprattutto sul lungo periodo.

Il rischio cambio esiste…anche se è leggermente nascosto

Vale la pena che io ti ricordi in questo frangente che gli ETF sono un ottimo strumento per chi vuole investire in Russia e sui titoli russi, in quanto sono denominati sempre in Dollari Americani, e quindi non ti metti in portafoglio titoli che sono denominati in rubli russi, valuta tipicamente instabile e che negli anni passati ha fatto fallire più di un fondo.

Gli ETF che ti consiglierò al termine di questa guida sono tutti ETF che possono offrirti un investimento differenziato sul mercato russo senza che tu debba sobbarcarti il rischio di investire in rubli.

Devi avere ben presente, però, che anche se stai investendo in Dollari Statunitensi, permane comunque un rischio cambio traslato, nel senso che il valore delle aziende sulle quali investirai tramite l’indice, e soprattutto la capitalizzazione dell’indice traslata in euro o in dollari cala comunque al perdere di valore del rublo russo.

Quindi ricordati che oltre ai rischi di un investimento in un paese che possiamo definire economicamente emergente, dovrai comunque sobbarcarti un rischio insito nel paese in questione a causa della sua valuta.

Cosa cercare in un ETF: i fattori per la scelta

I fattori per la scelta di un ETF sul mercato russo sono un po’ quelli che dovremmo tenere in considerazione quando andiamo ad investire su un ETF di un paese emergente. Sarà importante infatti:

  • La liquidità: dovrà essere facile andare ad investire e anche a disinvestire, ovvero dovremo trovare un fondo che sia sufficientemente capitalizzato e scambiato sui mercati da permetterci di uscire dall’investimento in qualunque momento lo desiderassimo;
  • Composizione: scegliere un indice di riferimento e che sia il paniere rappresentato e possa garantire (in senso lato ovviamente, nulla è mai garantito sui mercati finanziari) un buon rendimento, è di fondamentale importanza.

Sono fattori difficili da soppesare quando ci occupiamo di un mercato che è così lontano dai nostri confini e spesso così lontani dai nostri interessi.

Migliori ETF sulla Russia

Ho selezionato dunque per te dei fondi ETF sugli indici e sulle azioni russe che possano offrirti una buona sintesi di questi due fattori. Andiamo a vedere insieme quali sono.

Lyxor Russia – Dow Jones Russia: FR0010326140

Il primo fondo ETF che vado ad analizzare per quanto riguarda il paese russo non può che essere il caro vecchio Lyxor, ovvero l’indice quotato sull’Euronext di Parigi che ha la più alta capitalizzazione e che offre spese correnti dello 0,65%.

Il benchmark dichiarato è il DJ Russia GDR PR, denominato in dollari statunitensi, un indice che raccoglie i titoli più liquidi e più capitalizzati della borsa russa. Non ci sono commissioni legate al rendimento, tutto quello che ti troverai a pagare è quel 0,65% di cui ti ho appena parlato.

Il profilo di rischio di questo ETF è 7 su 7, ovvero il più alto rischio possibile per uno strumento quotato.

iShares MSCI Russia ADR: IE00B5V87390

Il secondo fondo ETF che ti consiglio se vuoi proprio operare sul mercato russo anche se in via indiretta e mediata come avviene con gli ETF, è iShares MSCI. Parliamo di un fondo che ha un costo dello 0,65% e che replica fisicamente, e dunque con una replica totale, il mercato azionario russo.

Su questo fondo hai commissioni fisse dello 0,65% e quindi in linea con quanto viene offerto dal Lyxor che ti ho presentato poco sopra. Il fondo è di diritto irlandese ed è quotato anche presso la Borsa Italiana. È leggermente meno liquido del Lyxor e dunque dovresti tenere in considerazione questo fattore prima di andare ad operare.

Rispetto al Lyxor ha uno spettro più ampio coperto dal paniere, e dunque meno differenziato, non includendo soltanto i migliori titoli per capitalizzazione del mercato borsistico russo.

Anche in questo caso il profilo di rischio è di ben 7 su 7, il massimo profilo di rischio possibile per gli strumenti finanziari.

A chi conviene investire in ETF Russia?

Gli ETF Russia sono strumenti decisamente pericolosi, nel senso che presentano profili di rischio che non sono sicuramente adatti a tutti, anzi.

È assolutamente necessario andare ad integrare questo tipo di prodotti in un portafoglio possibilmente differenziato, che ci permetta di ammortizzare il rischio su altri tipi di strumenti meno rischiosi.

Non ti consiglio assolutamente di investire tutto il tuo capitale in questo specifico strumento, ma di utilizzarlo per aumentare il profilo di rischio totale del tuo portafoglio, andando comunque ad operare con la massima attenzione su indici borsistici di questo tipo.

Risorse Utili

Ecco altri articoli che potresti leggere sul tema ETF e investimenti in generale:

Buoni investimenti!

mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.
mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

LASCIA UN COMMENTO


Ricevi gli aggiornamenti da Affari Miei