Conviene Investire in Rubli? Opinioni e Consigli

Stai cercando di capire se investire in rubli possa essere una scelta conveniente per te?

In questo momento di grande confusione per tutti i mercati del mondo, in cui è l’incertezza a farla da padrone, sicuramente ti sarai imbattuto in qualcuno che ti avrà parlato dei rubli, e della possibilità di investire in queste monete.

Se ti stai chiedendo proprio questo allora non ti resta che continuare nella lettura di questo articolo, in cui cercheremo di capire il contesto macroeconomico in cui ci troviamo e successivamente cercherò di darti anche i miei consigli circa un investimento in tal senso.

Buona lettura!

Il contesto macroeconomico

Come ti ho accennato e come saprai sicuramente, siamo in un periodo un po’ particolare.

L’andamento del mercato in un’economia di guerra come lo è adesso quella russa sicuramente genera timori ed enorme incertezza, prima tra tutte quelle di vedere crollare a picco i proprio investimenti (parliamo naturalmente del piano prettamente economico).

Il mercato russo è al collasso, soprattutto dopo le sanzioni che sono state emanate dall’Unione Europea e dalla comunità internazionale, atte proprio a rispondere all’invasione russa dell’Ucraina per indebolire la capacità del Cremlino di finanziare la guerra e per imporre chiari costi economici e politici nei confronti dell’élite politica russa, ovvero verso i responsabili dell’invasione.

Le sanzioni imposte dall’UE sono delle misure restrittive individuali, sanzioni economiche, ma anche misure diplomatiche e restrizioni ai media.

La borsa russa, ovvero il MOEX, ha dichiarato di non poter far fronte ai pagamenti dei finanziatori stranieri, e dall’inizio dell’anno ha perso il 36,53%, con un picco netto, come possiamo vedere dal grafico, proprio il 24 febbraio 2022, il giorno di inizio del conflitto.

Da quel momento in poi i valori non si sono discostati poi molto, restando sempre piuttosto bassi.

Dal momento che è collassata la Borsa russa, la medesima cosa è successa anche al rublo, ovvero alla moneta russa, che ha perso in un solo giorno più del 30% rispetto al dollaro, ed è scesa davvero a dei minimi storici che non venivano toccati da anni.

Quali sono gli effetti della guerra sulla moneta?

Abbiamo visto che il rublo ha perso tantissimo terreno, ma cosa è successo nel dettaglio?

In primis le sanzioni contro la Russia hanno colpito pesantemente uno degli indici che negli ultimi due anni aveva ottenuto una crescita davvero costante. 

Vediamone alcune:

  • Riduzione della compartecipazione economica nel settore del petrolio;
  • Chiusura da parte dell’approvvigionamento di gas all’Europa;
  • Congelamento dei beni delle banche russe;
  • Congelamento dei conti degli oligarchi russi.

Queste sanzioni sono state le prima causa del sonoro tonfo della borsa russa.

Il secondo punto, che si collega a ciò che abbiamo appena detto, è proprio il crollo del MOEX: il mercato russo che è crollato quasi del 40%, ed è rimasto anche chiuso per due giorni quindi senza la possibilità di effettuare delle transazioni.

Un duro colpo per il mercato azionario, ma anche per quello obbligazionario: i titoli di Stato hanno perso più di 400 punti base, e inoltre alcune società di rating hanno declassato i bond russi al livello B3, ovvero considerandoli come junk bond (titoli spazzatura).

Come si è arrivati alla svalutazione della moneta?

Dopo il crollo del MOEX, la risposta di Mosca è stata quella di alzare i tassi di interesse del 20% per poter fermare la caduta finanziaria ma, non solo non è avvenuto, anzi la conseguenza è stata proprio il crollo del rublo.

Un rublo oggi vale 0,014 euro, e pochi centesimi di dollaro.

Ti basta dare uno sguardo al grafico per comprendere al meglio la difficile situazione che sta vivendo la moneta russa.

Un euro equivale a 120 rubli: questo inciderà tantissimo sulle capacità delle popolazioni della confederazione russa di effettuare degli acquisti e dei bene provenienti dall’Europa.

La svalutazione ha portato inoltre a un aumento dell’inflazione.


Non sai come investire?

Scopri che investitore sei. Ti bastano 3 minuti per scoprire la strategia migliore per te.

>> INIZIA ORA! <<


Conviene investire in Rubli?

Ora che abbiamo terminato di analizzare il mercato russo e il mercato in generale, dobbiamo cercare di capire cosa conviene fare, se investire oppure no.

Non siamo di fronte a una domanda semplice, anzi, tutt’altro.

Alcuni analisti suggeriscono che questa sia una valida occasione per investire, proprio per il valore ridotto che ha al momento la moneta russa, mentre altri analisti invece non sono concordi, e ani prevedono delle conseguenze catastrofiche per il mercato russo.

Questo perchè negli ultimi giorni il rublo sembra aver recuperato alcuni punti in positivo, anche se resta naturalmente sotto ai valori pre-conflitto. Grazie alle strategie del governo russo, il rublo pare infatti aver acquisito un poco di stabilità.

Questo ovviamente sembra aver innalzato nuovamente la fiducia degli investitori.

Nonostante ciò, ci sono parecchi blocchi per quanto riguarda azioni russe e borse russe, e anche se il mercato del forex offre ancora la possibilità di contrattare, le prospettive non sono del tutto favorevoli.

Le prospettive, soprattutto nel breve periodo, non sono certo delle migliori.

La situazione del mercato russo è in piena crisi proprio a causa delle motivazioni che abbiamo nominato prima, e sembra proprio che il rublo continuerà a perdere ancora nelle prossime settimane.

Non conoscendo la tua situazione personale e finanziaria non posso dirti con certezza si oppure no, anche se, forse lo avrai capito, propendo per il no, soprattutto se dovessi possedere già un portafoglio equilibrato.

Inserire un investimento così rischioso rischierebbe di far crollare il tuo castello di carte e, anche, di far alzare vertiginosamente il tuo indice di rischio.

Se dovessi invece avere un portafoglio con un rischio molto elevato, allora essendo il rublo ai minimo storici potrebbe essere una potenziale occasione, anche se occorre guardare e porre massima attenzione agli eventi socio-economici che si svilupperanno nei prossimi tempi e che, sicuramente, saranno le principali cause in grado di influenzare l’andamento dell’investimento.

Prima di salutarti, ci tengo a dirti che io sono un investitore autonomo e che prediligo strumenti come gli ETF, dei fondi a gestione passiva che ti permettono di investire in tantissime aziende, di diversificare il più possibile il tuo patrimonio e soprattutto di abbattere i costi di gestione.

Se dovesse interessarti questo approccio, qui trovi tutte le informazioni utili.

Infine, mi preme lasciarti ancora alcune risorse che potrebbero esserti utili per cominciare un percorso di investimento consapevole:

Buon proseguimento!


Scopri che Investitore Sei

Ho creato un breve questionario con cui ti aiuto a capire che tipo di investitore sei. Al termine, ti guiderò verso i contenuti migliori selezionati in base alla tua situazione di partenza:

>> Inizia Subito <<


Imprenditore e Investitore - Co-fondatore di Affari Miei Società di Consulenza Finanziaria Indipendente
Ha iniziato il suo percorso nel 2014 scrivendo i primi articoli su Affari Miei. Dopo la laurea in Giurisprudenza, ha approfondito la sua storica passione per l'economia e la finanza conseguendo un Master Executive in Consulenza Finanziaria Indipendente.
Categorie: Investimenti

0 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *