Come Diventare Assicuratore: Guida alla Professione

Come diventare assicuratore? Quella dell’assicuratore, anche conosciuta con il termine agente assicurativo è una professione molto diffusa, ma non tutti conoscono l’iter da seguire per ricoprire questo lavoro e, se anche tu sei tra queste persone, e vuoi informarti a riguardo, allora questo è l’articolo che fa al caso tuo.

Infatti oggi vedremo insieme in cosa consiste questo lavoro, quali sono i requisiti necessari, sia dal punto di vista personale, sia dal punto di vista formativo, in modo tale da fornirti tutte le informazioni di cui hai bisogno se hai deciso di intraprendere questa carriera lavorativa.

In che cosa consiste il lavoro dell’assicuratore?

Molti di noi conoscono la figura dell’assicuratore ma non ne conosciamo tutte le mansioni. Per questo motivo ho deciso di spiegarti brevemente in cosa consiste questo lavoro prima di occuparmi nel dettaglio di tutto il percorso da seguire per diventare un assicuratore.

In parole semplici, l’assicuratore può essere definito come colui che svolge un’attività di intermediazione tra l’agenzia assicurativa per cui lavora e il cittadino che ha bisogno dei suoi servizi.

Tra i principali compiti dell’assicuratore ricordo soprattutto quelli citati in seguito:

  • Stipulare delle nuove polizze assicurative;
  • Svolgere l’attività di intermediazione tra l’agenzia assicurativa e il cittadino;
  • Gestire il portafoglio dei clienti che fanno già parte dell’agenzia;
  • Cercare nuovi potenziali clienti;
  • Svolgere tutto l’aspetto burocratico di eventuali danni o di sinistri;
  • Tenersi costantemente aggiornato sulle nuove normative;
  • Fornire le informazioni professionali e dettagliate.

Queste sono tutte le mansioni principali che dovrai svolgere se hai deciso di diventare un assicuratore ma, così come accade per qualsiasi altra carriera lavorativa, devi possedere dei requisiti e dei titoli ben precisi. Andiamo a vedere quali sono i requisiti personali nel prossimo paragrafo.

Come per diventare broker assicurativo? I requisiti necessari

Come accade per tante altre professioni, anche nel caso dell’assicuratore devi possedere dei requisiti personali specifici per svolgere al meglio il tuo lavoro.

Tra questi requisiti ricordiamo sicuramente i seguenti:

  • devi essere predisposto al contatto con gli altri;
  • devi avere delle abilità commerciali non indifferenti, soprattutto per proporre al meglio i servizi ai futuri clienti;
  • devi essere dinamico;
  • devi avere delle buone capacità organizzative e di problem solving;
  • devi avere delle determinate conoscenze assicurative, di marketing, di diritto ma anche di contabilità.

Per quanto riguarda l’ultimo punto, ossia quello che evidenzia le conoscenze da possedere per diventare un bravo assicuratore, è ovvio che dovrai seguire un percorso di studi ben preciso di cui parleremo meglio più avanti.

Quali titoli di studio servono per diventare assicuratore?

Intuibilmente, come accade per qualsiasi altro settore lavorativo, più alto sarà il titolo di studio, maggiori saranno le possibilità di trovare il lavoro dei tuoi sogni, e vale lo stesso anche nel settore delle assicurazioni.

Infatti, la formazione più completa per diventare un assicuratore, prevede una laurea nel settore economico, o anche giuridico. Solo queste facoltà, infatti, ti forniscono tutte le conoscenze di cui hai bisogno per svolgere al meglio la professione.

Tuttavia, se hai appena terminato le scuole superiori, sappi che un diploma in ragioneria, oppure un altro diploma tecnico commerciale, costituiscono un’ottima base, soprattutto per intraprendere una carriera universitaria ad hoc.

Terminata l’università, per svolgere la professione di assicuratore, devi iscriverti al cosiddetto RUI, ossia il Registro Unico degli Intermediari assicurativi, vediamo nel prossimo paragrafo come funziona.

Qual è l’iter da seguire?

Quindi, come avrai sicuramente dedotto in base a quanto detto prima, per iscriverti al RUI (Registro Unico degli Intermediari assicurativi), devi essere in possesso di un diploma e di una laurea in uno dei tanti corsi universitari nel settore giuridico o economico.

Per iscriverti al RUI devi superare una prova scritta che prevede di rispondere ad un certo numero di domande a risposta multipla, ed una prova orale.

Il test per l’iscrizione al RUI è indetto una volta l’anno dall’Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni Private e di Interesse Collettivo, o anche semplicemente ISVAP.

Se possiedi un titolo di studio inferiore al diploma non potrai sostenere l’esame in questione. Si evince che, almeno il diploma, è indispensabile per svolgere la professione dell’assicuratore.

In pratica, l’esame indotto dall’ISVAP è un comune esame di stato, e serve proprio per iscriverti all’Albo di professione e potrai sostenerlo solo dopo un certo periodo di apprendistato come sub-agente presso un’agenzia assicurativa.

In ogni caso, soprattutto se non hai dimestichezza nel settore delle scartoffie (anche se ci si aspetta tu le abbia, se vuoi diventare assicuratore), ti consiglio di farti aiutare da un esperto, ad esempio da un bravo commercialista.

Quanto guadagna un assicuratore?

L’ultimo argomento di cui ci occuperemo in questo articolo riguarda l’aspetto economico dell’assicuratore, o meglio, lo stipendio medio mensile che potresti guadagnare svolgendo questa professione.

Alcune agenzie possono darti la certezza di un fisso mensile, tuttavia, in genere, il guadagno di un assicuratore, si basa sulla stipula di nuove polizze e delle provvigioni. Per questo motivo ti consiglio di informarti sempre a fondo prima di firmare qualsiasi contratto.

Se hai deciso di lavorare come libero professionista, avrai l’occasione di collaborare con una o più agenzie assicurative. In questo caso si parla di agente plurimandatario.Si parla invece di agente monomandatario quando l’assicuratore collabora con una sola agenzia assicurativa.

E’ intuibile che lo stipendio varia anche a seconda delle agenzie con cui hai intenzione di lavorare.

Detto questo, possiamo affermare che, in genere, lo stipendio di un assicuratore parte da una cifra che si aggira attorno ai 950 euro, ma può aumentare fino a toccare i 2000 euro.

Ulteriori risorse utili

Se vuoi intraprendere la carriera di agente, magari per cambiare lavoro, ma l’ambito dell’assicurazione non fa al caso tuo, ecco due alternative valide:

Buona fortuna con il tuo futuro!

mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.
mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

LASCIA UN COMMENTO


Ricevi gli aggiornamenti da Affari Miei