Nuovo Buono Fruttifero Postale: Buono Soluzione Eredità. Scopriamo Caratteristiche e Rendimenti

Sono in vista nuovi Buoni fruttiferi postali emessi da Poste Italiane in seguito all’aumento dei tassi di rendimento.

Gli ultimi buoni di cui abbiamo parlato sono stati il Buono Rinnova e il Buono Risparmio Sostenibile, ed ora è stata lanciata la novità:  Buono Soluzione Eredità. 

Si tratta di un lancio che è scaturito dalla rivalutazione dei tassi di interesse di questi ultimi tempi, rivalutazione che ha determinato un aumento dei rendimenti dallo 0,5 al 2%.

Se normalmente i buoni sono particolarmente apprezzati dagli italiani, queste novità li rendono ancora più accattivanti, ma convengono davvero?

Sicuramente il loro rendimento fisso e il basso rischio a cui sono soggetti aiutano i risparmiatori a sceglierli in tranquillità.

Nel dettaglio, vediamo come funziona il nuovo Buono e quale rendimento garantisce.

Buono Soluzione Eredità: rendimento alto e buone caratteristiche

In seguito alla notizia del 27 ottobre dell’aumento dei tassi di rendimento da parte della Cassa Depositi e Prestiti, i buoni hanno acquisito una luce ancora più vantaggiosa agli occhi dei risparmiatori, elemento che ha portati a nuovi lanci.

Anche questo nuovo Buono fruttifero postale è emesso dalla Cassa Depositi e Prestiti e collocato sul mercato da Poste Italiane:  è garantito dallo Stato e può essere sottoscritto soltanto in forma dematerializzata.

Non ci sono costi di sottoscrizione ne commissioni, ma solo oneri di nature fiscale. Lo strumento è adatto a un investimento di breve periodo, poiché ha una durata di 4 anni e un rendimento fisso al termine del periodo di sottoscrizione.

Chi può sottoscriverlo?

A differenza degli altri buoni, che sono rivolti a chiunque, questo può essere sottoscritto solo da chi ha un procedimento successorio presso Poste Italiane.

In particolare, è possibile sottoscrivere il Buono Soluzione Eredità dopo la conclusione dell’iter successorio e fino al 180° giorno, per importi superiori ai 50 euro.

Soluzione di Eredità: rendimento

Con i nuovi adeguamenti dei tassi di rendimento all’inflazione i Buoni fruttiferi postali sono tornati di nuovo competitivi: il nuovo Buono fruttifero Soluzione Eredità ha una durata di 4 anni e offre alla scadenza un rendimento effettivo lordo annuo del 3%.

Gli interessi derivanti dal nuovo Buono fruttifero di Poste Italiane vengono calcolati in regime di capitalizzazione composta su base annua. 

Gli stessi vengono pagati in sede di rimborso e certamente non prima della scadenza. 

Il Buono Soluzione Eredità è sottoscrivibile soltanto presso l’ufficio postale.

Chiedere il rimborso

Il rimborso avviene alla scadenza e comunque entro e non oltre il termine di prescrizione di 10 anni che parte dalla data di scadenza.

Per la sottoscrizione del Buono è possibile la cointestazione tra un massimo di quattro persone maggiorenni. 

Essendo un Buono fruttifero dematerializzato per la sottoscrizione è necessario un conto corrente postale o un libretto postale perché il Buono deve avere la stessa intestazione o del libretto o del conto.

Va ricordato che sia il libretto postale che il conto corrente non possono essere estinti fino a che il Buono è in esistenza.

Opinioni sul Buono Soluzione Eredità

Siamo arrivati alla fine dell’analisi di questo buono fruttifero proposto da Poste Italiane. Cerchiamo quindi di capire meglio se conviene  scegliere questo strumento per i nostri investimenti.

Abbiamo analizzato i rendimenti, che non sono male, visto che altri prodotti simili non sono in grado di corrispondere interessi così elevati.

Dalle caratteristiche inoltre abbiamo visto che si tratta di uno strumento utile se stai pensando di investire i tuoi risparmi per un breve periodo, quindi devi avere un orizzonte temporale ben definito.

Il vantaggio principale sta anche nei costi: spesso alcuni strumenti presentano dei costi elevati che vanno poi a impattare sui rendimenti, e spesso quindi questi costi fanno perdere di convenienza l’investimento.

In questo caso invece non ci sono costi né per sottoscrivere lo strumento e nemmeno per il rimborso.

Ricorda anche che il buono è esente da imposta di bollo se il valore di rimborso non è superiore ai 5.000 euro, mentre in caso contrario si applicherà l’imposta pro tempore vigente.

Inoltre gli interessi sono soggetti al regime di imposta e di tassazione agevolata pari al 12,50%.

Conclusioni

Se stai cercando un investimento interessante che ti possa offrire dei rendimenti notevoli e interessanti questo non può essere lo strumento migliore per te.

Come abbiamo visto questo buono offre dei rendimenti, ma sicuramente non si tratta di rendimenti esaltanti che possano farti ottenere chissà cosa.

Se vuoi ottenere dei rendimenti più alti infatti dovrai rivolgere lo sguardo a degli strumenti più rischiosi, perchè come ben sai più rischi e più potrai ottenere dei rendimenti elevati.

Si tratta certamente di uno strumento sicuro, e dai rischi bassi, ma i  rendimenti sono minimi. Certo, ora ci stiamo concentrando su questo buono in particolare, ma posso tranquillamente estendere il discorso a tutti i buoni fruttiferi postali, dal momento che essi sono strumenti che presentano tutti le stesse caratteristiche.

Se invece ti interessa dei consigli per investire sui mercati finanziari e quindi per ottenere dei rendimenti più interessanti, allora ti suggerisco di leggere questa risorsa.

Penso di averti detto tutto e spero che queste informazioni ti possano essere utili per prendere le migliori decisioni per te e per la tua strategia, ma prima di salutarti ci tengo anche a lasciarti qui alcune risorse per cominciare un percorso di investimento consapevole:

Buona lettura!


Scopri che Investitore Sei

Ho creato un breve questionario con cui ti aiuto a capire che tipo di investitore sei. Al termine, ti guiderò verso i contenuti migliori selezionati in base alla tua situazione di partenza:

>> Inizia Subito <<


Imprenditore e Investitore - Co-fondatore di Affari Miei Società di Consulenza Finanziaria Indipendente
Ha iniziato il suo percorso nel 2014 scrivendo i primi articoli su Affari Miei. Dopo la laurea in Giurisprudenza, ha approfondito la sua storica passione per l'economia e la finanza conseguendo un Master Executive in Consulenza Finanziaria Indipendente.
Categorie: Investimenti

0 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *