BancoPosta Mix 1, Tutto sul Fondo Comune di Investimento Misto di Poste Italiane

Torno a parlare di prodotti di risparmio e di investimento che sono offerti da Poste Italiane, con BancoPosta Mix 1, fondo comune di investimento di tipo obbligazionario-misto, che cerca di offrire rendimenti più alti di quelli, decisamente miseri, che oggi sono offerti dalle obbligazioni statali.

Nella guida che ti sto per presentare andrò ad analizzare tutti quelli che sono gli aspetti fondamentali di questo prodotto, per decidere in completa autonomia se sia il caso o meno di investirci, o se oppure dovremmo invece tenercene alla larga.

BancoPosta Mix 1 è uno dei prodotti più pubblicizzati da Poste Italiane: se vuoi saperne di più, continua a leggere.

Che cos’è BancoPosta Mix 1

BancoPosta Mix 1 è un prodotto finanziario, un fondo comune di investimento a gestione attiva, che ha un portafoglio investito all’80% in obbligazioni statali e in fondi liquidità, e il restante 20% al massimo in titoli azionari.

Si tratta dunque di un fondo obbligazionario in piena regola, che punta con la sua componente azionaria ad offrire ai partecipanti al fondo dei rendimenti più alti rispetto a quelli offerti dal mondo delle obbligazioni, mondo che come saprai bene se segui Affari Miei da tempo, sta offrendo ormai da qualche anno rendimenti davvero bassi.

Il grosso degli investimenti effettuati dal fondo è su titoli emessi nominalmente in Euro, con un 30% in altre valute (principalmente dollaro americano) e un 10% restante investito invece verso i paesi emergenti.

La gestione del fondo

La gestione del fondo è in concorso tra BancoPosta Fondi SGR e Anima SGR, società di gestione molto attiva in Italia che controlla una quantità importante e rilevante del mercato.

Il profilo di rischio BancoPosta Mix 1

BancoPosta Mix 1 ha un profilo di rischio di 3. Ti ricordo che il profilo di rischio è un indice sintetico da 1 a 7, con 1 che rappresenta il minimo del rischio e 7 che rappresenta invece il massimo del rischio.

Con BancoPosta Mix 1 siamo davanti ad un prodotto che ha un profilo di rischio medio-basso ma non per questo inesistente.

Dobbiamo dunque valutare per bene se sia questa la modalità di investimento che più si adatta alle nostre necessità: quanto siamo disposti a rischiare? Quali sono le necessità che abbiamo in quanto investitori? Vuoi rischiare meno e accontentarti di rendimenti potenzialmente ancora più bassi?

Orientati verso un prodotto meno rischioso. Se invece vuoi metterti alla ricerca di un rendimento più elevato, orientati verso prodotti più rischiosi.

La composizione media del fondo

La composizione media del fondo è al 90% in strumenti obbligazionari, rappresentati per la grossa parte da titoli emessi da autorità statali europee.

Mediamente il 10% è investito in azioni, percentuale che non può mai superare il 20% per regolamento del fondo.

Per la precisione abbiamo:

  • Titoli di Stato Europei a breve termine
  • Titoli di Stato Europei a termine medio e lungo
  • Titoli obbligazionari corporate di aziende ad elevata capitalizzazione
  • Titoli di stato globali

Come è possibile sottoscrivere il fondo?

È possibile partecipare al fondo con Versamenti Unici, con importo minimo di partenza di almeno 500 euro, con versamenti successivi minimo di 100 euro.

BancoPosta Mix 1 può essere poi inserito anche all’interno di Piani di Accumulo, ovvero i PAC, con un versamento minimo iniziale di 50 euro, con versamenti poi che possono essere mensili, bimestrali, trimestrali o semestrali.

Qui ti allego il video di presentazione del fondo.

Conviene sottoscrivere BancoPosta Mix 1?

BancoPosta Mix 1 è un prodotto che condivide pregi e difetti con tutti gli altri fondi comuni di investimento presenti sul mercato italiano ed europeo.

Da un lato abbiamo una forma di investimento completamente gestita, che ci permette di non preoccuparci affatto di come procede l’investimento, perché in fin dei conti ci sarà la società di gestione ad impegnarsi alla ricerca, coi limiti dello statuto, del miglior rendimento possibile.

Dall’altro lato abbiamo invece costi esorbitanti per la gestione, che vanno ad erodere il possibile guadagno che andremo a conseguire con il fondo, un potenziale guadagno che è comunque relativamente basso, tanto quanto il profilo di rischio offerto.

Tenendo conto di questo saremo davanti ad una decisione fondamentale: vuoi occuparti dei tuoi affari o pagare qualcun altro per farlo, per giunta con dei costi così elevati?

Siamo davanti ad un enigma che, se leggi con costanza le pagine del mio sito, dovresti essere in grado di risolvere da solo!

Ulteriori risorse utili

Prima di salutarti, voglio consigliarti la lettura di altre guide che ho scritto in relazione agli investimenti postali, sperando possano allargare i tuoi orizzonti:

Buon risparmio e buoni investimenti!

mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.
mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

LASCIA UN COMMENTO


Ricevi gli aggiornamenti da Affari Miei