Tax Benefit New, la Previdenza Complementare di Mediolanum: Conviene?

Conviene aderire a Tax Benefit New di Mediolanum? I trattamenti pensionistici complementari sono sempre più richiesti e agognati, in un contesto in cui lo Stato non è in grado di garantire ai contribuenti una giusta rendita a chi ha finito di lavorare e vorrebbe godersi la pensione (considerando che la situazione è destinata a peggiorare per i contribuenti più giovani).

Se sei arrivato qui, è perché anche tu stai cercando di capire come integrare la tua pensione. Attenzione però, non è detto che la previdenza complementare sia sempre la soluzione al problema: infatti, investire i propri soldi (seppur nella previdenza complementare) in maniera troppo ingenua non è una buona strategia. È per questo che voglio esaminare con te il prodotto di Mediolanum ed evidenziarne i vantaggi e i punti critici.

Ovviamente, il tuo scopo è quello di garantirti un buon tenore di vita per quando sarai anziano e non vorrai/dovrai/potrai più lavorare, indipendentemente da quella che sarà la situazione del sistema pensionistico.

Sappi che puoi intraprendere diverse strade per proteggere il tuo futuro, una di queste è sottoscrivere lo strumento oggetto.

Due parole su Mediolanum

Mediolanum Vita S.p.A. è una compagnia di assicurazione appartenente al Gruppo Mediolanum che opera nel settore vita e previdenza complementare.

Rappresenta una delle maggiori realtà nel mercato assicurativo italiano posizionandosi, tra le prime società per la raccolta dei premi diretti ed è soggetta al controllo dell’IVASS.

Mediolanum Vita S.p.A. è stata autorizzata all’attività assicurativa con Decreto del Ministro per l’Industria, per il Commercio e per l’Artigianato del 6 luglio 1973 ed è iscritta al n. 1.00041 della Sezione I dell’Albo delle Imprese di assicurazione e riassicurazione.

Dunque possiamo dire di essere davanti ad un Istituto solido ed affidabile, e, in merito a ciò, possiamo tranquillizzarci. Quindi, possiamo passare a parlare del fondo.

Tax Benefit New è uno strumento sicuro?

Come anticipato sin dalle prime righe, gli strumenti pensionistici integrativi rappresentano uno strumento che viene scelto con una frequenza crescente proprio a causa dell’attuale sistema pensionistico italiano, non esattamente solido.

Proprio per la crescente richiesta di strumenti simili, banche e compagnie assicurative hanno cominciato a rispondere a questa esigenza proponendo strumenti mirati, come i fondi pensione e i piani individuali pensionistici.

TaxBenefit New si pone come soluzione per integrare la pensione pubblica, investire il proprio TFR e godere di tutti i vantaggi fiscali propri della tipologia di prodotto.

Probabilmente pensare di ottenete una rendita vitalizia da sommare alla pensione statale, grazie alla cifra accantonata gradualmente durante la fase di accumulo, e nel frattempo di godere anche di vantaggi fiscali sembra interessante.

Ma siamo sicuri che sia così? Come vedremo, non è tutto oro quello che luccica. Ovviamente non ho nulla contro questo Gruppo, ma è la tipologia di investimento che non mi convince, personalmente.

Caratteristiche dello strumento: è sicuro investire?

Per godere della prestazione pensionistica integrativa dovrai versare dei contributi alla Banca per diversi anni: ma come verranno impiegati i tuoi risparmi? Saranno al sicuro? Dal sito ufficiale possiamo vedere che gli OICR collegati a TaxBenefit New rientrano nella categoria dei fondi flessibili e attualmente sono gestiti nel seguente modo:

  • Challenge Provident Fund 1: Azionario Internazionale;
  • Challenge Provident Fund 2: Bilanciato;
  • Challenge Provident Fund 3: Obbligazionario Altre Specializzazioni;
  • Challenge Provident Fund 4: Obbligazionario Euro Governativo Breve Termine;
  • Challenge Provident Fund 5: Total Return.

Per quanto riguarda la sicurezza del prodotto, ricordati che stiamo pur sempre parlando di investimenti, e questi, in quanto tali, non sono mai sicuri al 100%.

Cerca sempre di tenere a mente che maggiore è il rendimento e maggiore sarà il rischio. Sia che tu scelga questo strumento, che un altro, il mio consiglio è quello di diversificare sempre.

Vediamo ora però le caratteristiche dei vari fondi proposti da TaxBenefit New.

Challenge Provident Fund 1

Questo fondo rientra nella categoria del fondo azionario e prevede un orizzonte temporale di investimento di lungo periodo (ossia oltre i 15 anni). Risponde alle esigenze di un soggetto che ricerchi rendimenti elevati nel lungo periodo, e sia disposto ad accettare nei singoli esercizi una alta volatilità dell’investimento e una possibile discontinuità, anche significativa, dei risultati.

Ecco le tabelle di riferimento.

Challenge Provident Fund 2

Questo, invece, rientra nella categoria Bilanciato con Stile di gestione Flessibile, ed è anch’esso adatto a chi opta per un lasso temporale nel lungo periodo, ossia oltre i 15 anni.

Risponde alle esigenze di un soggetto che ricerchi rendimenti elevati nel lungo
periodo e sia disposto ad accettare nei singoli esercizi una significativa volatilità e
una possibile discontinuità dei risultati.

Le tabelle di riferimento sono le seguenti:

Challenge Provident Fund 3

Facente parte della categoria Obbligazionario puro, risponde alle esigenze di un soggetto che ricerchi un buon rendimento di lungo periodo (oltre i 15 anni) accettando una media volatilità ed una possibile discontinuità dei risultati nei singoli esercizi.

I rendimenti sono i seguenti.

Challenge Provident Fund 4

Questo, invece, appartiene alla categoria obbligazionario puro e si adatta a chi voglia un rendimento nel medio-lungo (10-15 anni) periodo e sia disposto ad accettare una limitata volatilità.

Challenge Provident Fund 5

Infine, ecco un fondo della categoria Bilanciata con Stile di gestione Flessibile, anch’esso, come il precedente, ricolto a chi abbia un periodo di riferimento medio lungo.

I profili di rischio

Ecco i profili di rischio disponibili.

Profilo Prudente New

  • Orizzonte temporale: lungo periodo (oltre 15 anni);
  • Finalità: la combinazione risponde all’esigenza di un soggetto che privilegia la rivalutazione del capitale nel lungo termine, attraverso una allocazione in strumenti finanziari diversificati con una esposizione al rischio inizialmente relativamente contenuta (anche per piani con scadenza nel lungo termine) e progressivamente decrescente al diminuire della durata residua della fase di accumulo;
  • Composizione: è previsto un investimento iniziale in quote di OICR con esposizione azionaria e obbligazionaria la cui proporzione dipende sia dalla durata residua che dalla durata complessiva della fase di accumulo: al loro decrescere è prevista una progressiva diminuzione dell’esposizione azionaria. Per il dettaglio della composizione
    vedi tabelle D1a – D1d della presente Sezione;
  • Ciclo di Vita: sono previsti 4 differenti Cicli di Vita in base alla durata della fase di accumulo al momento dell’adesione. Per ciascuno di essi, la composizione del capitale investito viene modificata gradualmente nel tempo in funzione della durata residua della fase di accumulo, con l’obiettivo di diminuire il rischio finanziario all’avvicinarsi della scadenza della fase di accumulo stessa. Pertanto la composizione del capitale investito nel tempo non risulterà in
    linea con quella originaria. Vedi tabelle D1a – D1d della presente Sezione;
  • Ribilanciamento: il ribilanciamento è previsto con periodicità annuale.

Profilo Equilibrato New

  • Orizzonte temporale: lungo periodo (oltre 15 anni);
  • Finalità: la combinazione risponde all’esigenza di un soggetto che privilegia la rivalutazione del capitale nel lungo termine, attraverso una allocazione in strumenti finanziari diversificati con una esposizione al rischio iniziale rilevante, per piani aventi scadenza nel lungo periodo, e progressivamente decrescente, ma comunque presente, al diminuire
    della durata residua della fase di accumulo;
  • Composizione: è previsto un investimento iniziale in quote di OICR con esposizione azionaria e obbligazionaria la cui proporzione dipende sia dalla durata residua che dalla durata complessiva della fase di accumulo: al loro decrescere è prevista una progressiva diminuzione dell’esposizione azionaria. Per il dettaglio della composizione vedi tabelle D2a – D2d della presente sezione;
  • Ciclo di Vita: sono previsti 4 differenti Cicli di Vita in base alla durata della fase di accumulo al momento dell’adesione. Per ciascuno di essi, la composizione del capitale investito viene modificata gradualmente nel tempo in funzione della durata residua della fase di accumulo, con l’obiettivo di diminuire il rischio finanziario all’avvicinarsi della scadenza della fase di accumulo stessa. Pertanto la composizione del capitale investito nel tempo non risulterà in
    linea con quella originaria. Vedi tabelle D2a – D2d della presente Sezione;
  • Ribilanciamento: il ribilanciamento è previsto con periodicità annuale.

Profilo Dinamico New

  • Orizzonte temporale: lungo periodo (oltre 15 anni);
  • Finalità: la combinazione risponde all’esigenza di un soggetto che privilegia la rivalutazione del capitale nel lungo termine, attraverso una allocazione in strumenti finanziari diversificati con una esposizione al rischio iniziale massima, per piani aventi scadenza nel lungo periodo, e progressivamente decrescente, ma comunque consistente, al diminuire della durata residua della fase di accumulo;
  • Composizione: è previsto un investimento iniziale in quote di OICR con esposizione azionaria e obbligazionaria la cui proporzione dipende sia dalla durata residua che dalla durata complessiva della fase di accumulo: al loro decrescere è prevista una progressiva diminuzione dell’esposizione azionaria. Per il dettaglio della composizione vedi tabelle D3a – D3d della presente Sezione;
  • Ciclo di Vita: sono previsti 4 differenti Cicli di Vita in base alla durata della fase di accumulo al momento dell’adesione. Per ciascuno di essi, la composizione del capitale investito viene modificata gradualmente nel tempo in funzione della durata residua della fase di accumulo, con l’obiettivo di diminuire il rischio finanziario all’avvicinarsi della scadenza della fase di accumulo stessa. Pertanto la composizione del capitale investito nel tempo non risulterà in linea con quella originaria. Vedi tabelle D3a – D3d della presente Sezione;
  • Ribilanciamento: il ribilanciamento è previsto con periodicità annuale.

I Costi

Veniamo a una voce che mi sta molto a cuore: quella legata ai costi. Infatti, i costi rappresentano, a mio avviso (ma penso che concorderai con me) un tasto dolente.

I costi, anche se sono rintracciabili nei fogli illustrativi e informativi, non sono di facile lettura. Non parlo di questo prodotto in particolare, ma di tutti gli strumenti come questo, che spesso e volentieri presentano costi di gestione, commissioni, spese di entrata, di uscita e così via.

Il lato positivo di TaxBenefit New è quello di non comportare spese di adesione, ma non farti ingannare da questa voce, perchè comunque pagherai il servizio.

Le principali costi diretti ed indiretti del contratto sono le seguenti:

  • Spese di adesione: Non previste;
  • Spese a carico dell’aderente: Costi sul contributo: ammontare costante pari al 3% di ogni singolo contributo, con un massimo in cifra fissa sui versamenti di TFR pregresso;
  • Commissioni di gestione: variano dal 1.05% al 2,95% su base annua del patrimonio degli OICR;
  • Spese per trasferimento verso altra forma pensionistica: 1% dell’importo trasferito con un minimo di 25 euro e un massimo di 100 euro.

Ti propongo la scheda dei costi in modo che possa vedere tu stesso.

Infine, ecco l’indicatore sintetico dei costi.

Ci sono dei vantaggi fiscali?

Certamente hai sentito parlare di questo aspetto, ossia quello del trattamento fiscale di favore.

I contributi versati, in base alla normativa vigente, sono deducibili dal reddito fino all’importo di 5.164,57 euro annui, inclusi gli eventuali contributi versati dal datore di lavoro ma escluso il TFR.

A tal proposito ti consiglio di leggere l’articolo di Affari Miei che ti spiega come pagare meno tasse sfruttando i fondi pensione.

Le anticipazioni

L’anticipazione può essere concessa esclusivamente nei seguenti casi:

  • spese sanitarie a seguito di gravissime situazioni relative all’Aderente, nonché al coniuge e ai figli dello stesso, per terapie e interventi straordinari riconosciuti dalle competenti strutture pubbliche;
  • acquisto della prima casa di abitazione per l’Aderente o per i figli dello stesso;
  • spese per la realizzazione degli interventi di manutenzione e ristrutturazione della prima casa di abitazione (di cui all’Art. 3, comma 1, lettere a), b), c) e d) del D.P.R. 380/2001);
  • per ulteriori esigenze indicate dall’Aderente.

Attenzione: la condizione essenziale per ottenere l’anticipazione nei casi di cui ai precedenti punti è che il periodo di partecipazione dell’Aderente alla forma pensionistica sia pari ad almeno otto anni.

Ai fini del calcolo dell’Anzianità sono considerati validi tutti i periodi di iscrizione a fondi pensione e/o forme pensionistiche individuali per i quali l’interessato non abbia già esercitato il riscatto totale della propria posizione individuale.

L’anticipazione del primo punto può essere richiesta dall’Aderente in qualsiasi momento.

L’anticipazione dovrà essere richiesta in forma scritta dall’Aderente, compilando l’apposito modulo. La richiesta di anticipazione deve essere indirizzata a Mediolanum Vita e trasmessa unitamente alla documentazione prevista.

Erogazione

Per quanto riguarda l’erogazione, la tariffa di assicurazione utilizzata è la rendita
annua vitalizia immediata rivalutabile pagabile in rate posticipate a premio unico – testa singola – tasso tecnico 0%.

Ad ogni anniversario della data di decorrenza della polizza, la rendita assicurata, in vigore nel periodo annuale precedente, verrà rivalutata nella misura e secondo le modalità contenute nella Clausola di Rivalutazione.

La rendita è erogata in rate posticipate secondo il frazionamento scelto dall’Aderente. L’erogazione avrà inizio alla ricezione presso la sede di Mediolanum Vita della documentazione completa. La tariffa è abbinata al Fondo Medinvest.

Opinioni finali di Affari Miei 

Concludo la recensione spiegandoti un po’ come la penso io sulla pensione complementare.

Secondo il mio parere è molto importante mettere da parte dei soldi, i quali vanno investiti investi saggiamente per avere una sicurezza economica in più nel futuro.

Nonostante questa premessa, resto molto perplesso davanti alla pensione complementare perché fondamentalmente non ha nulla di davvero conveniente (forse solo i vantaggi fiscali): rende poco, è piena di costi, non ti lascia assoluta libertà.

Non sono un sostenitore del risparmio gestito e men che meno dei contratti di assicurazione mascherati da pensione complementare; preferisco occuparmi personalmente dei miei soldi e investirli da me, in modo da essere certo della loro destinazione, del modo in cui vengono gestiti, investiti e, soprattutto, in modo da poterli prendere quando ne ho bisogno. I fondi pensione e i PIP, infatti, spesso non sono affatto flessibili, e dovrai pagare penalità e perdere molto tempo per svincolarti, nel caso in cui la somma ti occorresse!

Ovviamente, imprevisti a parte, questo mi spinge a incoraggiarti ancora una volta ad investire consapevolmente: molte persone investono per oltre 15 anni pensando di poter svincolare la somma dopo 5 anni per comprare un’auto (solo per fare un esempio), ma non è così facile recuperare i soldi…

Quindi è bene essere sempre consapevoli di ciò che si sta firmando. E’ troppo facile dare la colpa al prodotto affermando che lo strumento non è gestibile: anche tu hai la tua respinsabilità.

Detto ciò, continuo a non trovare particolarmente convenienti questi strumenti. Puoi integrare la pensione e/o garantirne una senza dover necessariamente aderire ad un piano pensionistico.

Ho scritto un articolo intero su questo argomento, leggilo per capire meglio il mio punto di vista sulla Pensione integrativa e valutare se conviene.

Il miglior modo per iniziare a gestire i tuoi soldi è formarti, non aspettare altro tempo, crea subito una vera strategia per risparmiare e investire:

Conclusioni 

Se alla fine di questa recensione sei comunque convinto dei benefici che potresti ricavare da Tax Benefit New, allora non ti resta che prendere il prospetto dei costi e confrontarlo con quello degli altri prodotti concorrenti, in modo da fare la scelta più conveniente per le tue tasche.

Buona fortuna!


Scopri che Investitore Sei

Ho creato un breve questionario con cui ti aiuto a capire che tipo di investitore sei. Al termine, ti guiderò verso i contenuti migliori selezionati in base alla tua situazione di partenza:

>> Inizia Subito <<


Davide Marciano
Imprenditore e Investitore
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, ha sviluppato nel tempo la passione per la finanza personale e lo sviluppo individuale. Nel 2019 ha scritto il libro "Vivere di Rendita - Raggiungi l'Obiettivo con il Metodo RGGI" ed ha fondato la Affari Miei Academy.

0 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi gli aggiornamenti da Affari Miei