Mediobanca Long Short Sector Rotation: Recensione del fondo, conviene investire?

Mediobanca Long Short Sector Rotation è un fondo caratterizzato da un approccio neutrale al mercato: motore della performance è il diverso andamento dei settori nelle differenti fasi del mercato e ciclo economico.

Questo fondo ha quindi l’obiettivo di accrescere il valore del capitale investito attraverso un approccio neutrale al mercato.

Continua a leggere per vedere le caratteristiche del fondo in questione!

Due parole su Mediobanca SGR

Mediobanca SGR è la Società di Gestione del Risparmio di diritto italiano del Gruppo Mediobanca. 

Grazie alla forte specializzazione sviluppata con riguardo ad alcune specifiche asset class, è in grado di offrire una gamma di soluzioni di investimento articolata e dinamica, che comprende l’istituzione e gestione di fondi mobiliari aperti e chiusi, la delega di gestione di comparti Sicav, gestioni patrimoniali in delega, gestione di mandati per la clientela istituzionale nonché servizi di Financial and Portfolio Advisory (F&PA).

Mediobanca SGR opera in stretta sinergia anche con CheBanca! per offrire ai clienti del Gruppo le migliori soluzioni di investimento.

Mediobanca è stata fondata nel 1946, ed è un gruppo bancario quotato diversificato ed è leader in Italia nell’investment banking grazie alla sua esperienza nel corporate lending, nell’advisory e nel capital market con un presidio significativo a livello europeo.

Politica di investimento 

Al fine di accrescere il valore del capitale investito, il fondo classifica i settori in base alle aspettative di rendimento generate dal processo di asset allocation Multi Asset Active Portfolio Strategy (MAAPS) e conseguentemente costruisce una strategia decorrelata con il mercato, volta a creare valore soprattutto nelle fasi di stress del mercato stesso, spesso caratterizzate da forti rotazioni settoriali.

Il periodo minimo raccomandato per la detenzione dell’investimento è di 7 anni.

Il Fondo investe principalmente, anche attraverso strumenti derivati ed ETF, in strumenti finanziari di natura monetaria, obbligazionaria e azionaria, denominati in qualsiasi valuta (incluse le valute dei Paesi Emergenti), con una gestione attiva del rischio di cambio ed un’esposizione a valute diverse dall’Euro che può arrivare al 30% degli attivi del Fondo.

Inoltre può investire:

  • in via residuale in ETP (diversi dagli ETF);
  • in via residuale in parti di OICR (diversi dagli ETF), anche collegati (gestiti dalla stessa SGR o da altre Società di Gestione del Risparmio del gruppo);
  • fino al 40% delle attività in attivi obbligazionari (inclusi OICR ed ETF dalla cui politica di investimento risulti un focus principale su strumenti non Investment Grade);
    e strumenti monetari di emittenti aventi merito di credito inferiore a Investment Grade o privi di rating. Le obbligazioni di emittenti privi di rating potranno essere
    investite fino a un massimo del 10% delle attività;
  • in strumenti finanziari derivati sia per finalità di copertura dei rischi sia per finalità diverse da quelle di copertura.

Il Fondo può investire in qualsiasi area geografica

L’esposizione al rischio di cambio può arrivare fino al 30% degli attivi del Fondo.

Tecnica di gestione

Il Fondo utilizza una strategia top-down di analisi dei settori azionari su diversi mercati: questa  strategia è basata anche sullo sviluppo di indicatori di attrattività relativa sulla base delle principali dinamiche di mercato, tra cui, ad esempio, trend, ciclo economico, andamento degli utili e dei multipli, valutazioni fondamentali e fattori di rischio.

L’allocazione del portafoglio individua, per ciascuna delle aree geografiche di interesse, un basket di settori su cui assumere un peso positivo ed uno su cui assumere un peso negativo.

In questo modo si va a determinare una posizione tendenzialmente market neutral. Questa strategia, stando alle previsioni, potrebbe  comportare un utilizzo rilevante di strumenti finanziari derivati semplici (come futures e altri derivati con payoff lineare), sia quotati che OTC, fermo restando il rispetto di tutti i limiti di contenimento e frazionamento del rischio e di esposizione complessiva cui il Fondo è soggetto

Il Fondo potrà inoltre utilizzare tecniche di mitigazione della volatilità complessiva di portafoglio.

Profilo di rischio e rendimento

In base alle attività in cui investe il fondo si ottiene un profilo di rischio e rendimento più o meno alto. Se l’investimento più è volatile e rischioso allora sono più alte le opportunità di guadagno.

Questo fondo è stato classificato nella categoria 5 su una scala che va da 1 a 7, quindi si tratta di un fondo con un profilo di rischio medio-alto.

Uso dei proventi

Il Fondo prevede cinque classi di quote rispettivamente denominate Classe I, G, GD, C e CD.

Le Classi C, G e I sono del tipo ad accumulazione dei proventi. I proventi realizzati non vengono pertanto distribuiti ai partecipanti, ma vengono reinvestiti nell’ambito del patrimonio del Fondo.

Le Classi GD e CD sono del tipo a distribuzione di proventi. I proventi realizzati sono distribuiti ai partecipanti secondo le modalità stabilite nel Regolamento.

Spese

Arriviamo al prospetto dei costi. Ti elenco le spese relative alle quote di Classe G:

  • Spese di sottoscrizione: non previste;
  • Spese di rimborso: non previste;
  • Spese prelevate dal fondo in un anno: 1,86%.

Rendimenti passati

Il fondo è operativo dal 2018; sia nel 2019 che nel 2020 il fondo ha sottostimato il benchmark.

Opinioni di Affari Miei

Se sei arrivato fino a qui vuol dire che hai letto le informazioni e adesso puoi ragionare sullo strumento e cercare di capire se ti può interessare.

Il profilo di rischio è pari a 5, quindi si tratta di un rischio medio-alto.

Il fondo è attivo dal 2018; possiamo trarre una piccola conclusione nonostante i dati non siano ancora abbastanza per poter fare un’analisi approfondita. I rendimenti come ti ho accennato prima sono stati in entrambi gli anni più bassi rispetto al benchmark di riferimento.

Il benchmark di riferimento è ICE BofaML Euro Treasury Bill Index + 2%.

I costi di gestione per lo strumento risultano essere abbastanza elevati, e il fondo ha sottostimato il benchmark in entrambi gli anni in cui è stato operativo. Quindi in questo caso potresti prenderti un rischio maggiore che però potrebbe non venire ripagato da rendimenti apprezzabili.

Non sapendo cosa cerchi e quali strumenti tu prediliga non posso darti una risposta certa: si tratta di uno strumento gestito e i cui costi sono abbastanza elevati. Rifletti bene sulle tue scelte.

Ulteriori risorse utili

Prima di salutarci vorrei proporti la lettura di qualche articolo che potrebbe interessarti, circa le modalità per investire oggi:

    Buona lettura.


    Scopri che Investitore Sei

    Ho creato un breve questionario con cui ti aiuto a capire che tipo di investitore sei. Al termine, ti guiderò verso i contenuti migliori selezionati in base alla tua situazione di partenza:

    >> Inizia Subito <<


    Davide Marciano
    Imprenditore e Investitore
    Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Dopo la laurea in Giurisprudenza, ha approfondito la sua storica passione per l’economia e la finanza conseguendo un Master in Consulenza Finanziaria Indipendente. Nel 2019 ha scritto il libro "Vivere di Rendita - Raggiungi l'Obiettivo con il Metodo RGGI" ed ha fondato la Affari Miei Academy.

    0 Commenti

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Vuoi Investire con Buon Senso?
    Le banche e i consulenti ti hanno raccontato tantissime bugie. Per investire serve buon senso, accedi subito al mio report!