Fondo Azimut Formula 1 Absolute: Recensione e Opinioni

Ti sei imbattuto per caso nei Fondi Azimut e vuoi saperne di più? Desideri delle informazioni in merito a Formula 1 Absolute per capire se potrebbe trattarsi di un investimento profittevole?

Se ti trovi in questa situazione, allora sei capitato nel posto giusto.

In questa recensione andremo proprio ad analizzare questo fondo comune di investimento e cercheremo, attraverso l’approfondimento di tutti gli aspetti più importanti (vantaggi, svantaggi, costi, rendimenti) e infine con le miei opinioni sul prodotto dalle quali potrai trarne un consiglio, di portarti a capirne di più per poi prendere la tua personale decisone.

Il fondo è gestito da Azimut Capital Management SGR S.p.A, società di gestione che gestisce 15 fondi di diritto italiani armonizzati alla direttiva 2009/65/CE. Formula 1 Absolute è uno di questi.

La società offre soluzioni caratterizzate da uno stile di gestione che permette di adattarsi attivamente a tutte le condizioni di mercato, investendo globalmente sia in strumenti azionari che in strumenti obbligazionari.

Buona lettura.

Due parole su Azimut Holding

Si tratta di una società indipendente che si occupa di consulenza e di gestione patrimoniale.

L’anno di fondazione è il 1989, quindi questo ci basta a capire il suo livello di esperienza nel mercato. È l’unica multinazionale italiana del risparmio gestito ed è presente in 17 Paesi nel mondo.

I suoi clienti sono circa 223 mila, possiede una rete di 1800 consulenti e gestisce un patrimonio di 53 miliardi di euro.

Si tratta della più grande SGR indipendente sul mercato italiano. Sul versante sicurezza non possiamo preoccuparci, poiché questa breve descrizione ci basta a capire l’importanza e la solidità della società in questione.

Nel 2004 si è inoltre quotata in Borsa.

Profilo del fondo

Formula 1 Absolute è un fondo di diritto italiano, di tipologia di gestione total return fund. Si tratta di un comparto flessibile, e la sua valuta di base è l’euro.

Il fondo è a gestione attiva. A differenza degli altri fondi simili però, non ha un benchmark di riferimento tradizionale che rispecchi il profilo rischio/rendimento del fondo, poiché il suo stile gestionale non lo contempla. Questo si traduce quindi in uno stile attivo che non prevede alcun confronto con un benchmark.

Azimut Formula 1 Absolute investe in strumenti finanziari di natura azionaria.

Le azioni vengono principalmente emesse da società a media/alta capitalizzazione, sfruttando la diversificazione degli investimenti in tutti i settori economici.

Il fondo riserva la possibilità di azzerare tale componente e di investire soltanto in strumenti finanziari del mercato monetario oppure obbligazionario, puntando su obbligazioni emesse da Stati sovrani e/o da organismi internazionali che abbiano un rating non inferiore all’investimento grade.

La società di gestione realizza di norma le coperture dal rischio di cambio, quindi il fondo presenta copertura valutaria.

L’obiettivo del fondo è la crescita del capitale investito, con un obiettivo di rendimento positivo nel corso dell’anno solare, visto il livello di rischio che è associato a questo fondo.

Il benchmark

Come abbiamo accennato in precedenza, il fondo non segue nessun tipo di benchmark, e presenta invece una politica di gestione attiva.

Visto che non è possibile fornire un benchmark tradizionale che possa rispecchiare il profilo rischio/rendimento del fondo, si fornisce una misura di rischio alternativa: VaR, 1 mese, con intervallo di confidenza 99%. Il valore è -14%, ma esso non deve essere inteso come rappresentazione della perdita massima del fondo.

Si tratta soltanto di un valore che rappresenta la misura di rischio ex-ante del fondo.

Modalità di sottoscrizione, uscita e utilizzo dei proventi

Il Fondo si può sottoscrivere con il versamento o in un’unica soluzione (PIC) oppure attraverso più versamenti (PAC). Il versamento iniziale deve essere minimo di 1.500 euro mentre i successivi versamenti devono avere un importo minimo di 500 euro.

Il Depositario del Fondo è BNP Paribas Securities Services S.C.A.

Per quanto concerne l’uscita dal fondo, l’investitore può richiedere in qualunque momento alla SGR di uscire dall’investimento, e non sarà necessario fornire alcun preavviso. In questo modo, presentando la richiesta direttamente alla SGR l’investitore potrà ottenere il rimborso delle quote.

La politica di distribuzione dei proventi è ad accumulazione: i proventi vengono reinvestiti nel fondo e quindi non vengono distribuiti agli investitori con cadenze temporali previste.

Profilo di rischio

Una delle parti più importanti dell’analisi di un fondo è quella che riguarda il profilo di rischio/rendimento. Questo indicatore ci fornisce infatti un’informazione utile circa il rischio che corriamo sottoscrivendo un prodotto di investimento e i rendimenti che possiamo aspettarci.

Azimut Formula 1 Absolute ha un profilo di rischio pari a 6, in una scala che va da 1 a 7.

Si tratta di un rischio alto, che ci ‘costringe’ a rischiare molto, ma che ci promette dei rendimenti attesi più elevati.

Sta all’investitore cercare di capire se è disposto a rischiare per cercare di ottenere dei ritorni più soddisfacenti, oppure se preferisce correre meno rischi e ottenere benefici più contenuti.

I costi

Analizziamo ora le spese. I costi sono la parte a cui ogni investitore dovrebbe fare più attenzione, poiché da essi dipendono anche i rendimenti futuri.

In alcuni casi, le spese che ti tocca sostenere sono così elevate, che alla fine dei conti quando guardi i tuoi rendimenti, essi possono essere di gran lunga inferiori a ciò che ti aspettavi proprio perchè le spese si sono mangiate il tuo capitale.

Per comodità e facilità di lettura, ti faccio un elenco delle spese da sostenere per questo fondo:

  • Spese di sottoscrizione: nessuna
  • Spese di rimborso: nessuna (al massimo 2,50% solo se la richiesta di rimborso si riferisse a quote sottoscritte utilizzando il controvalore del rimborso di quote di altri fondi)
  • Spese correnti prelevate dal fondo in un anno: 2,53%
  • Commissioni legate al rendimento: 15% annuo dei rendimenti superiori al parametro di riferimento (50% euribor 1 anno + 2,00%), visto che non segue nessun indice. Nell’ultimo anno la commissione legata al rendimento è stata pari allo 0,12%.

Rendimenti storici

Chiudiamo la nostra analisi con uno sguardo rivolto alle performance del fondo passate.

Ricorda ovviamente che le performance passate non sono in alcun modo predittive di quelle future, però ci servono per farci un’idea. Potrebbe infatti essere utile osservare il grafico dei rendimenti passati ed avere una panoramica sull’andamento del fondo, ricordando di non prenderli come una previsione.

Per semplicità ti allego anche il grafico, preso dal KIID, che ti invito comunque a consultare con attenzione nel caso decidessi di scegliere questo fondo per investire.

Il fondo ha avuto delle performance altalenanti.

Per esempio nel 2017 ha avuto un +8%, nel 2018 un -11,4%, nel 2019 un +9,2 mentre nel 2020 un +2,6%.

Opinioni di Affari Miei

Se sei arrivato fino a questo punto, adesso vorrai sapere se sono favorevole a questo prodotto oppure no.

Parto facendoti una considerazione più ampia: i fondi comuni di investimento (quindi non parlo soltanto di questo, ma in generale) possiedono alcune caratteristiche che non trovo molto favorevoli.

Prima di tutto sono vincolanti, in quanto lo stile di gestione è attivo, e il gestore si prende la libertà di operare alcune operazioni di compravendita titoli al posto tuo; seconda cosa non sono molto trasparenti; infine presentano anche dei costi elevati, che vanno inevitabilmente ad impattare sui redimenti potenziali che potresti ottenere. Ne ho parlato qui.

Il Fondo Azimut Formula 1 Absolute non presenta commissioni di sottoscrizione o di rimborso, però un 2,53% annuo è davvero tanto.

Personalmente per gli investimenti preferisco rivolgere lo sguardo altrove. I fondi di investimento denominati ETF sono dei fondi a gestione passiva, e hanno come gran vantaggio quello di avere delle spese molto meno elevate dei fondi comuni di investimento.

Per esempio un ETF solitamente ha delle commissioni di gestione che vanno dallo 0,15% annuo ad uno 0,75% annuo quando siamo davanti ad un fondo già caro.

Essi ti permettono di investire in qualsiasi strumento finanziario, che siano azioni, obbligazioni o materi prime, e puoi anche scegliere i settori che più ti interessano oppure le strategie che vuoi perseguire.

Il principale motivo che permette a questi fondi di avere delle commissioni più basse è poiché sono a gestione passiva, quindi non devi remunerare nessun gestore che dovrà prendere delle decisioni al posto tuo. Questo si riflette in minori vincoli per te, e più consapevolezza del tuo investimento.

Gli ETF inoltre replicano passivamente un benchmark, quindi un indice di riferimento, e potrai confrontare le performance del fondo con quelle del benchmark. Qui ne ho parlato a fondo.

Il mio consiglio finale è sempre quello di formarti, renderti consapevole e possedere competenze per investire e decidere dei tuoi soldi in piena autonomia.

Se invece non hai tempo oppure non hai voglia di imparare, perchè magari pensi di non poter essere in grado di gestire da solo degli investimenti, allora posso consigliarti di riflettere bene prima di sottoscrivere il fondo. Leggi prima il KIID e tutte le informazioni a riguardo.

Tieni presente anche il fatto che non vi è un indice di riferimento, e il profilo di rischio elevato. Se desideri movimentare il tuo investimento allora potresti pensare di sottoscrivere il prodotto, anche se ti metto in guardia e sappi che devi essere in grado di sostenere delle perdite che potrebbero anche essere ingenti.

Conclusioni

Questo articolo vuole essere un punto di partenza, se stai cercando consigli per investire stai affrontando un tema serio e complesso che necessita dei giusti approfondimenti.

Se sei all’inizio del tuo viaggio, puoi iniziare dai seguenti contenuti:

Buon proseguimento su Affari Miei.


Scopri che Investitore Sei

Ho creato un breve questionario con cui ti aiuto a capire che tipo di investitore sei. Al termine, ti guiderò verso i contenuti migliori selezionati in base alla tua situazione di partenza:

>> Inizia Subito <<


Imprenditore e Investitore
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Dopo la laurea in Giurisprudenza, ha approfondito la sua storica passione per l’economia e la finanza conseguendo un Master in Consulenza Finanziaria Indipendente. Nel 2019 ha scritto il libro "Vivere di Rendita - Raggiungi l'Obiettivo con il Metodo RGGI" ed ha fondato la Affari Miei Academy.

0 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *