Come Investire in Oro: Comprare Lingotti d’Oro Conviene?

Conviene comprare lingotti d’oro se il nostro scopo è l’investimento? Quali possono essere i vantaggi di questa particolarissima forma di investimento appunto, che è diventata sempre più popolare, soprattutto da quando i rendimenti di strumenti sicuri come BOT, BTP, obbligazioni statali in generale, si sono fatti sempre meno interessanti?

In questa guida vedremo insieme cosa c’è da aspettarsi per un tipo di investimento del genere, l’acquisto del lingotto d’oro appunto, dietro il quale si nascondono tutta una serie di considerazioni che non possiamo assolutamente ignorare prima di fare una scelta tanto importante, per la quale dovremo inoltre investire soldi e del capitale vero!

Investire in oro fisico: di cosa si tratta?

Investire in oro fisico vuol dire letteralmente andare ad acquistare dei piccoli lingotti (che possono essere di pochissimi grammi oppure più sostanziosi) allo scopo di mantenere questo metallo prezioso come riserva di valore.

Da sempre l’oro è considerato un bene rifugio, dove andare a investire i propri capitali soprattutto durante i momenti di grande turbolenza sui mercati.

Dopotutto è proprio per questo motivo che si regalava (e talvolta si regala ancora) l’oro durante i battesimi, le comunioni, le cresime e i matrimoni: l’antica tradizione era quella di fornire alla famiglia appena formata una riserva di valore che, all’occorrenza e nel caso in cui fosse capitato qualche imprevisto, sarebbe stato prontamente venduto per far fronte alle spese.

Oggi ci si ricorre meno come regalo, ma comunque l’oro, anche fisico, continua ad essere una delle scelte preferite delle famiglie e dei risparmiatori lungimiranti.

Ma cosa intendiamo dire con “oro fisico”? Ne esiste uno non fisico? Quando parliamo di oro fisico ci riferiamo all’oro in lingotti (o in gioielli, anche se non conviene investirvi per i motivi che andremo a vedere poco più avanti), al contrario di quelli che invece possono essere gli investimenti in oro “virtuale”.

Si tratta in questo caso di titoli che hanno come sottostante l’oro e che valgono comunque la proprietà, anche se non avremo materialmente il metallo in mano.

Investire in oro fisico o in titoli oro, quali sono le differenze?

Le differenze non sono in realtà molte. Chi investe già nei mercati finanziari, e in particolare su quello dei derivati e su quello valutario, avrà già una certa dimestichezza con l’acquisto di titoli che hanno come sottostante oro.

In aggiunta, quasi tutte le banche che operano sul territorio nazionale offrono da tempo un “deposito oro”, per il quale non sarà necessario portare il proprio in banca, ma si potranno anche acquistare dei buoni che rappresentano il metallo.

Chi invece vuole investire in oro fisico, si preoccuperà di acquistare il metallo fisicamente, in piccoli lingotti, e lo terrà o in casa (si spera in una cassaforte) oppure presso un deposito esterno.

Le differenze sono tutte qui. Per quanto riguarda invece le uguaglianze tra i due modi di investire abbiamo:

  • i prezzi sono identici e sono su base mondiale; quando acquistiamo o vendiamo oro fisico però, dovremo tenere conto anche delle commissioni che potrebbe applicare il gioielliere o la rivendita (tendenzialmente nel caso di oro in lingotti le commissioni sono davvero minime)
  • sono entrambi bene rifugio
  • hanno un valore che tende ad essere poco volatile, soprattutto se messo in relazione con il lungo periodo: chi vuole mantenerlo per lunghi periodi si troverà quasi sicuramente soddisfatto dalla tenuta di prezzo dell’oro, che da quando il suo prezzo si è cominciato a registrare fino ad oggi, si è praticamente sempre rivalutato, con dei cali che comunque non sono durati che pochi mesi quando presenti;

Non ci sono dunque grandi differenze tra l’oro “in titoli” e l’oro invece fisico, se non per quanto riguarda le eventuali difficoltà che si possono avere a mantenere e custodire un metallo prezioso di questo valore.

Leggi Anche: 3 Investimenti Redditizi: Guadagna fino al 50,28%

A chi conviene investire in lingotti oro?

L’investimento in lingotti oro è interessante per moltissime tipologie di risparmiatore:

  • chi vuole una riserva di valore affidabile
  • chi ha interesse a mantenere nel patrimonio un bene duraturo, ma comunque estremamente liquido
  • chi ha una bassa propensione al rischio, dato che comunque i prezzi dell’oro tendono a muoversi piuttosto lentamente, e ormai non conoscono ribassi considerevoli da più di un decennio

Questo però non vuole assolutamente dire che l’oro in lingotti sia l’investimento perfetto, in grado di accontentare tutti e di offrire rendimenti sempre crescenti. Ci sono infatti delle altre questioni da tenere in debita considerazione, che andremo ad affrontare poco più avanti.

Prezzo Oro oggi: siamo sicuri che investire in oro conviene?

Conviene investire in oro? L’oro sta attraversando una fase di massimi storici, ovvero di prezzi che sono, anche aggiustandoli per l’inflazione, tra i più alti che questo metallo abbia mai fatto registrare.

I prezzi continuano a rimanere molto alti ed entrare adesso nel mercato potrebbe non essere una grandissima scelta.

L’oro, che si tratti di lingotti o di altra modalità di investimento, ha un prezzo che infatti tende a salire proprio nel caso in cui l’economia non stia andando un granché, quando per intenderci gli investitori non sanno davvero cosa fare e finiscono per rifiutarsi in quello che è il porto tranquillo per eccellenza, ovvero i metalli preziosi.

Il mondo sviluppato esce da una crisi importantissima, che ha portato l’oro ai suoi livelli attuali, prezzi che potrebbero ridursi di nuovo nel caso in cui la crisi dovesse essere messa davvero completamente alle spalle.

Potrebbe non essere una buona idea comunque investire adesso, al massimo storico dell’oro. Facendolo stiamo scommettendo in un ulteriore periodo di crisi, che sarebbe l’unica cosa, in questo momento, in grado di far aumentare il prezzo dell’oro stesso.

L’investimento dunque, come ripetiamo spesso sulle nostre pagine, va valutato con attenzione anche quando sia, almeno a rigor di logica, sicuro e affidabile come nel caso dell’investimento in oro fisico.

Nulla ci garantisce che nel futuro di breve o lungo periodo i prezzi dell’oro non cominceranno a scendere, facendo partire il nostro investimento di lungo periodo con un fortissimo handicap.

Oro gioielleria e oro da investimento: ci sono differenze?

L’oro che viene venduto in gioielleria è oro da investimento. È garantito, è pesato, è certificato e può essere utilizzato senza alcun tipo di problema per gli investimenti che vogliamo effettuare in oro fisico.

Inoltre moltissime gioiellerie si sono specializzate proprio nella vendita di questi lingotti, di diverse dimensioni, che sono la forma migliore di investimento fisico in oro che possiamo trovare.

Dato che stiamo parlando di gioiellerie, è anche questo il momento di ricordarvi di non investire in gioielli:

  • i gioielli infatti portano con sé anche il valore della realizzazione artistica stessa: non paghiamo soltanto per l’oro al peso, ma anche per la forma che gli è stata data, anche se ormai, con il costo del materiale alle stelle, la lavorazione, a meno che non sia di estremo pregio, è praticamente ininfluente per il prezzo
  • le pietre, che si tratti di diamanti o altri preziosi, sono relativamente più difficili da gestire (anche se per i primi, come avremo modo di vedere tra pochissimo, sta nascendo un mercato importante) e non sono sempre una buona opportunità per l’investimento
  • i gioielli sono convenienti quando sono di pregio, ovvero quando incorporano un valore artistico che può prescindere quello dei materiali; in questo caso però non staremo investendo in oro, ma piuttosto in opere d’arte, con quello che ne consegue a livello di volatilità, di liquidità, etc.

Investire in diamanti

Ci spostiamo soltanto per poche righe dalla discussione principale che riguarda l’investimento in oro fisico per parlare dell’investimento in diamanti.

Si tratta di una relativamente nuova forma di investimento che sta prendendo piede anche in Italia, grazie alla promozione attiva di alcune agenzie, che operano sia su livello globale che nel nostro Paese.

Investire nei diamanti è una sorta di nuova moda, che opera però in un mercato molto più ristretto e complicato.

I diamanti infatti differiscono per carati (che in questo caso significato il peso della pietra stessa), per colore, per qualità, per taglio e non si possono vendere come bene “fungibile”.

1 grammo d’oro è invece 1 grammo d’oro e fatta eccezione per i due livelli di purezza, è identico in tutto il mondo, facilmente piazzabile anche nelle gioiellerie di periferie, una riserva di valore universalmente riconosciuta.

Non che non possa essere interessante investire in diamanti, ma le differenze con l’investimento in oro sono piuttosto marcate, e andremo ad analizzarle tra pochissimo.

Investire in oro o in diamanti?

Conviene investire in oro o diamanti? La decisione non è semplice, perché nulla ci può dare la sicurezza che il primo renda più del secondo anche per il futuro.

Il mercato dei diamanti è inoltre uno di quelli che, nonostante la crisi, sembra continuare a tirare, con i prezzi che si sono mantenuti stabili anche durante il periodo più buio della crisi.

Prima però anche soltanto di pensare di scegliere di investire nell’uno o nell’altro strumento, sarà il caso di considerare alcune particolarità, che differenziano questi due strumenti in modo sostanziale:

  • l’oro è estremamente liquido, nel senso che può essere venduto molto facilmente, a prezzi competitivi, senza preoccuparsi eccessivamente di trovare un acquirente. La pietra preziosa e il diamante in particolare, ha meno mercato rispetto all’oro;
  • l’oro è facile da vendere perché sempre uguale a se stesso; diverso invece il discorso per chi commercia diamanti: cambiano, come abbiamo visto poco fa, per dimensione, colore, purezza, taglio, e questo rende il mercato particolarmente disomogeneo;
  • l’oro è un bene rifugio da secoli e probabilmente continuerà ad esserlo anche per il futuro; per il diamante invece, una sorta di “moda” nata poco più di un secolo fa, il destino del capitale che investiamo è legato alla capacità di De Beers (e di altre aziende meno importanti) di continuare a perpetuare il sogno del diamante come simbolo di ricchezza. La quantità di diamanti che sono venduti per scopi produttivi è infatti minima rispetto a chi vede nella pietra invece una riserva di valore o comunque un buon accompagnamento per un gioiello;

Comprare oro: come si fa?

Comprare oro è estremamente facile, soprattutto nel caso in cui volessimo acquistare il metallo fisico e non qualche titolo che lo rappresenti. Nel momento in cui vi scriviamo i lingotti sono infatti facilmente acquistabili presso:

  • gioiellerie, soprattutto se di dimensioni adeguate: hanno sempre in stock lingotti di diverse dimensioni e nel caso in cui aveste bisogno di lingotti di dimensioni più importanti, potrete sempre ordinarli senza alcun tipo di problema, soprattutto se la gioielleria che avete scelto è di quelle ben avviate; alla gioielleria è però da preferire l’operatore professionale in oro, che può vendere oro senza IVA, rendendolo molto più interessante per eventuali investitori, dato che non ci troveremo ad acquistare un prodotto finanziario al quale è stata applicata l’IVA, una tassa che tra le altre cose come singoli non siamo neanche in grado di recuperare.
  • gli operatori professionali oro: trovate una lista dettagliata di questi operatori sul sito internet della Banca d’Italia. Nel caso in cui siano iscritti in questo speciale registro, oltre che a vendervi l’oro nella grandezza che preferite, potranno anche commerciarlo senza IVA, cosa piuttosto vantaggiosa per chi compra il materiale a scopo di investimento

Sterlina oro: cos’è e si può utilizzare per investire?

Ogni stato emette delle speciali monete in oro che sono pensate come materiale da risparmio per investitori grandi e piccoli.

La sterlina è soltanto una delle possibili monete che si possono acquistare, che sono trattate in genere dalle numismatiche in Italia e in modo relativamente meno diffuso anche dalle banche.

Oltre che alle sterline oro, si potrebbe essere interessati a marenghi, krugerrands sudafricani, pesos messicani, dollari americani in oro, corone austriache, ducati sempre austriaci, nonché alle altre tipologie di monete in oro che sono emesse dal grosso degli stati mondiali.

In questo caso il vantaggio è quello di avere a disposizione non solo oro, ma anche degli oggetti che potrebbero acquisire del valore di tipo numismatico nel tempo, pur ovviamente mantenendo fisso quello d’oro, calcolato in base al pese.

Confinvest è una delle aziende più interessanti del nostro paese per la commercializzazione di questi specifici prodotti e si occupa di mantenere il listino prezzi più aggiornato del nostro Paese.

Conviene comprare titoli oro oppure il metallo fisico?

Le banche vi spingeranno sempre all’acquisto di titoli oro, in quanto sono estremamente più facili da gestire e inoltre rendono qualcosina alla banca in termini di commissioni.

La comodità effettivamente c’è: potremo infatti andare a scegliere il prodotto più adatto alle nostre finanze, magari intervenendo anche con della leva finanziaria.

Il prodotto inoltre non ha bisogno di cure particolari, non può essere rubato, non deve essere stoccato in cassette di sicurezza.

Per quanto riguarda invece l’oro fisico, ci sono sicuramente dei rischi legati ai furti, anche se dal canto suo questo tipo di investimento può garantire costi zero per la gestione e comunque bassi, dato che avremo al massimo bisogno di una cassaforte.

La scelta non è delle più facili, anche perché possedere l’oro fisicamente, lo capiamo, continua ad esercitare un forte ascendente, soprattutto per chi sta muovendo ora i primi passi nel mondo degli investimenti.

Se le commissioni praticate dalla banca non dovessero essere troppo elevate, potrebbe essere più conveniente comunque detenere i titoli, evitando di vivere con il terrore che qualche malintenzionato ci sottragga l’oro da investimento che teniamo in casa.

mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

Vuoi Investire con Consapevolezza?

Ricevi Subito 5 Consigli Gratuiti per Investire i Tuoi Soldi al Meglio.

5 Consigli Fondamentali per Investire

 


 

mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

LASCIA UN COMMENTO