Allianz Azioni Paesi Emergenti: Portafoglio, Costi e Performance

Investire in azioni è diventato molto facile grazie ai fondi comuni di investimento. Si può scegliere fra una moltitudine di portafogli azionari diversificati su ampia scala, con la possibilità di investire anche in mercati altrimenti inarrivabili, ad esempio nelle economie emergenti.

Tutta questa accessibilità aumenta il rischio che il risparmiatore medio faccia investimenti azzardati, senza un’attenta valutazione dei pro e dei contro. Ecco perché oggi analizzo il fondo Allianz Azioni Paesi Emergenti, un prodotto di Allianz Global Investors, società di asset manager appartenente al Gruppo Allianz.

Con il KIID sottomano porterò alla luce vantaggi e svantaggi di un investimento potenzialmente rischioso, non proprio alla portata di tutti.  Affronteremo le questioni importanti: la composizione del portafoglio, il livello di rischio, l’analisi dei costi e delle performance, le modalità di sottoscrizione e via dicendo. 

Cominciamo subito!

Caratteristiche del fondo

I fondi azionari che investono nei Paesi Emergenti – cioè tutte quelle nazioni di recente industrializzazione – sono una delle opportunità del momento, perché danno accesso a mercati prima inaccessibili e che presentano un potenziale di crescita rilevante.

Sono mercati di frontiera, ideali per chi vuole un investimento più dinamico e profittevole.

I rischi sono numerosi perché vuol dire investire in società che appartengono a sistemi polito-economici instabili, o comunque meno strutturati. Volatilità molto elevata che potrebbe generare perdite importanti, incertezze sul breve periodo, rischio di cambio rilevante, eccetera.

Il fondo ha però il vantaggio di poter diversificare l’investimento su più aree geografiche e settori dell’economia, riducendo così l’esposizione al rischio.

Del resto viene specificato che Allianz Azioni Paesi Emergenti si rivolge a investitori che hanno l’obiettivo di incrementare il patrimonio, e quindi sono disposti a correre rischi maggiori.

Anche per questo, se intendi ritirare il capitale entro un orizzonte di breve-medio termine hai sbagliato fondo. Allianz Azioni Paesi Emergenti è concepito per un orizzonte di molti anni, minimo 10. Solo il tempo permette di raggiungere grandi risultati.

Stile di gestione

Lo stile di gestione è chiaramente attivo, quindi il gestore si prefigge il compito di generare un extra-rendimento rispetto al mercato, cogliendo le migliori opportunità che si presentano di volta in volta.

L’investimento può essere valutato mettendo a confronto le performance con il benchmark, ossia un parametro di riferimento oggettivo che riflette l’andamento del mercato in cui è investito il fondo.

Il benchmark è costituito al 100% dall’indice MSCI Emerging Markets, rappresentativo dei mercati azionari dei Paesi Emergenti.

Profilo di rischio e rendimento

Investire nei Paesi Emergenti è rischioso, non solo i titoli sono più volatili ma anche i livelli di garanzia e protezione offerti dagli emittenti sono più bassi.

L’Indicatore sintetico, che valuta il fondo in base al suo profilo di rischio/rendimento, ci dice che Allianz Azioni Paesi Emergenti può realizzare rendimenti potenzialmente più alti a fronte di un rischio importante, valutato al livello 6.

Se la tua sopportazione della volatilità non è adeguata dovresti pensare di cambiare categoria.

Modalità di sottoscrizione delle quote

L’investimento si realizza sottoscrivendo delle quote del fondo con il versamento di una somma a tua scelta.

La sottoscrizione può avvenire versando subito per intero il controvalore delle quote che si è deciso di acquistare, a patto che l’importo minimo iniziale sia di 1.000 euro. Eventuali versamenti successivi dovranno essere di minimo 150 euro.

1.000 euro come versamento iniziale è un po’ alto, se pensi che molti fondi mettono come barriera una cifra irrisoria pari a 100 euro.

Ad ogni modo, c’è anche un’altra soluzione: aprire un Piani di Accumulo del Capitale (PAC), che consente al sottoscrittore di ripartire nel tempo l’investimento.

L’importo dei versamenti periodici è facoltativo ma non può essere inferiore a 150 euro. Il primo versamento avrà però un importo diverso, almeno il doppio di quello stabilito per i versamenti periodici.

Disinvestimento e utilizzo dei proventi

Puoi chiedere il rimborso del valore delle tue quote in qualunque momento, basta inviare una richiesta scritta alla società di gestione. Il rimborso può essere totale o parziale a seconda delle tue esigenze.

Occhio che la cifra rimborsata viene calcolata sulla base del valore unitario della quota in quel giorno, assicurati che sia il momento opportuno per disinvestire.

Per quanto riguarda i proventi maturati… la politica adottata è quella ad accumulazione, per cui gli utili generati sono automaticamente reinvestiti nel patrimonio del fondo.

Oneri

Quali spese devi sostenere per investire con Allianz Azioni Paesi Emergenti? Guardiamo il prospetto dei costi, il miglior metro di paragone tra due e più fondi simili. A parità di obiettivi e profilo di rischio, il fondo che costa meno è tendenzialmente quello che ti fa guadagnare di più – molto semplice.

Ecco le spese del contratto:

  • Spese di sottoscrizione max 2,00%;
  • Spese di rimborso 0,00%;
  • Spese correnti prelevate dal fondo annualmente, 2,28%;
  • Spese di performance non previste.

Il 2% d’ingresso e il 2,28% di spese correnti non sono indifferenti, però è positivo che il fondo non è oberato da spese di performance che si mangerebbero un’altra fetta del rendimento realizzato.

Rendimenti storici

Infine, diamo un’occhiata ai rendimenti realizzati dal fondo in passato. Ti ricordo che le performance passate non sono indicative di quelle future, ma ti servono semplicemente per capire se le scelte di investimento messe in atto dal gestore sono state efficaci.

Il grafico mostra l’andamento del fondo in un arco di 10 anni – nel valutare le performance devi tenere presente che la politica di gestione, prima del 2019, era diversa.

In realtà, il grafico non ci dice nulla di nuovo. Sappiamo già che l’investimento è molto volatile e ora ne abbiamo la riprova: l’andamento del fondo è un continuo saliscendi, a picchi di crescita seguono sempre fasi di ribasso, anche importanti.

Se puoi sopportare queste fluttuazioni, e se i tuoi piani prevedono che il capitale resti investito per molti anni, allora ti basterà attraversare le varie fasi economiche, e quando la situazione sarà vantaggiosa potrai chiedere il rimborso del valore delle tue quote. Nel frattempo il tuo capitale sarà cresciuto.

Opinioni di Affari Miei sul fondo Allianz Azioni Paesi Emergenti

Alla fine della recensione hai finalmente chiaro cosa comporta investire nei Paesi Emergenti. Il vantaggio di queste economie in via di sviluppo è tale solo se i tuoi obiettivi sono allineati con la politica di investimento del fondo, l’orizzonte temporale e il profilo di rischio/rendimento.

Però dovresti acquistare questo paniere di strumenti finanziari solo nell’ottica di fare un investimento diversificato. Fondi del genere andrebbero affiancati ad altre attività più sicure che danno maggiori garanzie. Meglio avere un portafoglio bilanciato insomma, anziché raccogliere tutti i capitali in un unico paniere.

Tuttavia, i vantaggi e gli svantaggi di uno strumento sono relativi, perché variano in base al punto di vista dell’investitore.

Spero che sottoscrivendo le quote del fondo tu sappia quello che fai!

Prima di investire nei mercati, investi sulla tua formazione!

Per poter investire in modo consapevole, senza dipendere da banche, promotori finanziari e consulenti, quello che ti occorre è lavorare un minimo sulle tue conoscenze in fatto di finanza.

Studiare e informarti (almeno le basi) è un investimento che fai per te stesso, che ti renderà libero di gestire i tuoi soldi nella maniera più idonea, senza lasciarti ammaliare da soluzioni facili, senza che siano gli altri a decidere per te.

Se poi vorrai comprare una consulenza o affidarti al risparmio gestito della banca potrai sempre farlo, ma sarà una tua decisione, presa consapevolmente.

Se non sai da dove iniziare per migliorare le tue conoscenze puoi appoggiarti alle risorse di Affari Miei:

Io ti saluto e ti auguro di fare la scelta giusta per le tue tasche. A presto!


Scopri che Investitore Sei

Ho creato un breve questionario con cui ti aiuto a capire che tipo di investitore sei. Al termine, ti guiderò verso i contenuti migliori selezionati in base alla tua situazione di partenza:

>> Inizia Subito <<


 

Davide Marciano
Imprenditore e Investitore
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, ha sviluppato nel tempo la passione per la finanza personale e lo sviluppo individuale. Nel 2019 ha scritto il libro "Vivere di Rendita - Raggiungi l'Obiettivo con il Metodo RGGI" ed ha fondato la Affari Miei Academy.

0 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi gli aggiornamenti da Affari Miei