Come Aprire una Macelleria: Costi, Requisiti e Opportunità

Stai pensando di aprire una macelleria? Sei nel posto giusto perchè su Affari Miei trovi i consigli utili di cui ti puoi fidare e che ti possono aiutare nel realizzare il tuo obiettivo.

Nonostante la nascita dei sempre più numerosi ipermercati e supermercati, le macellerie continuano a mantenere la loro forte posizione nel mercato italiano. D’altronde, per quanto in molti preferiscano fare spesa nei grandi negozi, un’altra grandissima quantità di persone continua a preferire l’acquisto quotidiano di alimenti nel negozietto vicino a casa.

L’amore dei consumatori per la buona cucina e la carne di buona qualità, infatti, non è venuto meno nonostante la GDO e tanti preferiscono il macellaio di fiducia al grande centro commerciale.

Ma è facile o difficile aprire un’attività di questo tipo? Quali scelte e azioni comporta? Oggi vedremo nel dettaglio tutto ciò che è necessario per aprire una macelleria e avere successo.

Quanti Soldi Servono?

Innanzitutto è inutile negare che per aprire un’attività commerciale di questo tipo è assolutamente necessario possedere un discreto capitale iniziale.

Questo perchè le spese da affrontare non saranno irrilevanti e non ti conviene indebitarti con le banche, ammesso che non riesci ad accedere a finanziamenti particolarmente agevolati che, in questo momento storico, tendono ad essere sempre meno.

Proviamo a schematizzare in maniera molto lineare i costi da affrontare:

  • acquisto eventuale del locale;
  • arredamento del locale (compreso di celle frigorifere e tutto il necessario);
  • acquisto iniziali dei primi prodotti (carni e salumi);
  • spese commerciali e per iter burocratici di start-up.

Alle spese una tantum iniziali si aggiungono una serie di voci che diventeranno ricorrenti nel bilancio come:

  • contributi previdenziali INPS;
  • affitto del locale (se non lo acquisti o non ne possiedi già uno);
  • utenze varie (luce, telefono, etc);
  • stipendio di eventuali dipendenti.

L’avvio di un attività di questo tipo può quindi richiedere dai 60.000 euro in su.

Le scelte essenziali per il proprio business: la location

Per aprire bottega è fondamentale valutare le zone in cui è possibile aprire il negozio. Come decidere il luogo? Ad esempio informandosi sulla vicinanza e distanza di un altra macelleria, valutando la quantità di abitazioni presenti in zona e poi, ovviamente, analizzando i pro e i contro del locale trovato.

Attenzione a non commettere un errore molto comune: il canone di locazione non è da considerarsi una spesa improduttiva come quando affitti casa e cerchi l’occasione ma è il frutto dell’andamento del mercato della zona.

Esempio: un locale in centro a Torino, a Milano o a Roma può costare svariate migliaia di euro mensili mentre, spostandosi verso la periferia, lo stesso locale può avere un canone di 3-400 euro al mese.

Non devi commettere l’errore di optare per il locale che costa meno perchè, è evidente, se nessuno è disposto a pagare un canone alto è perchè probabilmente la zona commercialmente non è valida per alcun business o non può esserlo per il tuo.

Penserai, giustamente, che scegliere un locale in centro sia costoso: questo fa parte della barriera d’ingresso presente in alcuni business.

Il consiglio spassionato è: valuta se vale la pena in zone commercialmente valide, evita come la peste aree della tua città che non lo sono perchè, pur risparmiando sull’affitto, non ti potrai mai sottrarre alle altre spese fisse o alla eventuale moria di clienti.

Burocrazia

...

A differenza di quanto si crede, l’iter burocratico per aprire un’attività in Italia non è particolarmente complesso: i grattacapi, semmai, iniziano dal giorno in cui tiri su la saracinesca.

Consiglio aureo: il commercialista è tuo amico, scegline uno in gamba che ti faccia pianificare subito tempi e costi delle varie operazioni. Per approfondire, puoi leggere questa guida che affronta proprio il tema della formula migliore per mettersi in proprio.

In estrema sintesi, comunque, è necessario:

  • iscriversi alla Camera del Commercio nel Registro delle Imprese;
  • Aprire Partita Iva;
  • presentare presso il comune prescelto la SCIA.

Attenzione, non finisce qui: la macelleria è un’attività che prevede la somministrazione di alimenti, quindi è necessario che tu ottenga tutti i permessi necessari previsti dalle ASL.

La legge stabilisce una serie di norme da rispettare rigorosamente. In questo caso ci stiamo riferendo sia alle caratteristiche del locale in cui sorgerà la macelleria, sia ad una serie di regole igieniche e professionali di cui dovrà avere cura il proprietario.

Tutti gli impianti di refrigerazione ed idroelettrici dovranno quindi essere installati seguendo le norme in vigore, così come le celle frigorifere dovranno rispettare una certa metratura.

Vale il solito consiglio: tu sei l’imprenditore, fatti spiegare le regole dal commercialista ed assicurati che sappia indirizzarti.

Consigli Super per Far Decollare i tuoi affari

Proviamo a rispondere ad una serie di domande comuni che sicuramente ti sono già passate per la mente.

Aprire una macelleria è per tutti?

Prima domanda più che legittima. È evidente che coloro che hanno già avuto una certa esperienza nel settore sono sicuramente avvantaggiati rispetto a chi al massimo in macelleria entra settimanalmente per fare la spesa.

Chi ha già lavorato nel settore, infatti, conosce (o, almeno, dovrebbe conoscere) i modi migliori per approcciarsi con i clienti, quali carni sono della miglior qualità, a quali fornitori affidarsi e da quali scappare a gambe levate.

Se, invece, fai parte di quelli che non sanno nulla di macellerie, le strade sono due:

  • lasciar perdere;
  • studiare.

Si, perchè se pensi di aprire un negozio per svolgere un’attività che ritieni “elementare”, sei completamente fuori strada. Oggi con internet puoi acquisire valanghe di formazione a basso costo.

La lettura di questo articolo, per esempio, è gratuita. Se, invece, cerchi libri dedicati al settore o al business in generale puoi riempire la tua libreria di conoscenza con poche centinaia di euro.

Studiando potrai apprendere i rudimenti di come si gestisce un’attività e tutti i principali fattori che regolano il mercato in cui vuoi approcciarti.

Tutto ciò è fondamentale sia per non farti compiere scelte sbagliate in sede di progettazione e sia per non commettere errori nell’esecuzione, una volta aperta l’attività.

Essendo un business incentrato sulla fiducia, la macelleria necessita di un elevato livello di professionalità che ti permetta di fidelizzare i clienti e far si che acquistino da te in maniera ricorrente.

Oggi tutti vendono tutto, i tempi in cui si apriva il negozio ed i clienti arrivavano sono ormai conclusi.

Basta avere prodotti di qualità o prezzi bassi? 

Ni, nel senso che è sicuramente importante proporre alla clientela qualcosa di diverso che sia la qualità del prodotto/servizio o i prezzi abbordabili.

Nel primo caso, devi studiare quali sono le abitudini alimentari della zona che servi e cosa potrebbe piacere alla tua clientela ipotetica.

Nel secondo caso, invece, devi combattere una guerra difficile, probabilmente persa in partenza, che 99% dà un taglio alla qualità per inseguire il miglio prezzo.

In ogni caso, non è questo a fare la differenza. Il tuo focus di imprenditore non deve essere il funzionamento del business ma la sua progettazione, sviluppi futuri compresi.

Non devi lavorare nel business, devi lavorare per il business.

Che vuol dire? Che non devi pensare di entrare nel tuo negozio 8 ore al giorno (che poi diventeranno 10, 11, 12…benvenuto nel club degli imprenditori!) come quando facevi il commesso o l’impiegato convinto che, a fine giornata, il tuo stipendio te lo sei portato a casa comunque.

Magari ci riesci lo stesso, specie se sei in una zona dove l’offerta era scadente prima che entrassi tu sul mercato,  ma non è questo il tuo reale obiettivo altrimenti ti conviene tenerti stretto il posto fisso e non sobbarcarti costi e rischi.

Il successo di un’attività è situato nell’analisi della clientela e della concorrenza e nella proposizione di un prodotto/servizio che sia in grado di soddisfare i clienti e differenziarsi dagli altri.

In tutto questo, il marketing diventa fondamentale. Devi delineare, fin da subito, una strategia che ti permetta di acquisire clienti e di mantenerli nel tempo.

I primi giorni, sicuramente il passaparola farà si che qualcuno arriverà da te per curiosità ma ciò non basta per garantirti dei flussi continui.

Esistono molte leve che ti permettono di comunicare agli altri che esisti: la pubblicità su internet al giorno d’oggi costa pochissimo, puoi apprendere con poche centinaia di euro le poche informazioni che ti servono per surclassare i competitor nel tuo quartiere se sei hai un tempo e voglia di studiare (io te lo consiglio caldamente, magari puoi dare uno sguardo alla sezione guadagnare online per orientarti), se vivi in un piccolo centro puoi pensare periodicamente di informare la clientela con campagne mirate di volantinaggio.

L’importante è che non ti limiti a dire “Sono qui” ma che comunichi chi sei e cosa vuoi offrire: devi spiegare perchè è necessario acquistare la carne da te e non al supermercato sotto casa, non concentrarti sui prezzi ma racconta il valore aggiunto di ciò che vuoi andare a creare.

Se non comunichi non esisti. La gente è tempestata da pubblicità di ogni cosa, è distratta dalla sua vita, dalle sue passioni, giuste o sbagliate che siano. Sta a te costruire un rapporto continuo e costante che ti faccia acquisire clienti e ti permetta di mantenerli nel tempo.

E’ il processo più difficile ma è, al tempo stesso, l’unica strada che può portarti verso il successo.

Conclusioni

In questo articolo abbiamo visto come aprire una macelleria. I passaggi burocratici sono i soliti per quasi ogni attività, sono sicuro che se stavi cercando informazioni non volevi sentirti dire le solite cose stereotipate che, se hai aperto almeno una partita Iva in vita tua, magari conosci già.

Spero che la seconda parte dell’articolo ti abbia ispirato abbastanza per fare analisi più oggettive e mirate su quello che sarà il tuo futuro, su quelle che sono le tue aspettative, sulle tue reali ambizioni.

Su Affari Miei trovi un mare di articoli che possono interessarti se stai pensando di metterti in proprio, eccone alcuni che ti consiglio di leggere:

In bocca al lupo!

mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

 

Video Corso Gratuito Business con Metodo

Stai pensando di metterti in proprio ma non sai da dove iniziare? 

Scopri Subito il Video Corso “Business con Metodo”: ho preparato per te oltre 1 ora di contenuti esclusivi che ti guideranno nel pianificare la tua avventura imprenditoriale.

mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO


Ricevi gli aggiornamenti da Affari Miei