Aprire un Nido Famiglia: Titoli di Studio e Normativa Di Riferimento

Stai pensando di aprire un nido famiglia? L’asilo nido in famiglia o l’asilo nido in casa, è un nido che offre un alternativa ai soliti asili nido pubblici o privati.

Durante la giornata le mamme che desiderano lavorare con questa attività accolgono bambini a casa propria, il numero massimo è di sei bambini con un’età compresa tra i 3 mesi e i 3 anni. In queste strutture, quando i genitori sono al lavoro, ci sono altre mamme che si occupano dei loro bambini facendoli sentire a casa.

È un servizio che non prevede costi fissi e che viene pagato ad orario dai 3 ai 6 euro l’ora a seconda della città e della regione.

La mamma-educatrice che crea un asilo nido in casa propria è una figura che sta diventando via via più famosa. Un asilo in famiglia consente di avere un’elevata personalizzazione dei servizi e flessibilità negli orari e ti consente di avere buone possibilità di guadagno.

In questo modo è anche possibile passare del tempo col proprio figlio lavorando a casa. Come fare per aprire un nido famiglia tutto tuo? Continua a leggere questo articolo e lo scoprirai. Ti darò  tante info e tanti consigli utili.

Quali sono i requisiti per aprire un nido in famiglia?

Come per qualsiasi tipo di attività sono necessari requisiti obbligatori per legge.

Per aprire il tuo asilo non dovrai essere stato dichiarato fallito o interdetto, altrimenti non ti saranno dati i permessi per iniziare il tuo nuovo lavoro.

Per aprire il tuo nido famigliare non avrai bisogno di titoli di studio specifici, ma dovrai seguire dei corsi di formazione di 250 ore (con obbligo di frequenza e con 50 ore di tirocinio) per ottenere l’abilitazione.

Per ottenere il certificato saranno valutati l’esperienza con i bambini,  la disponibilità ad aprire i propri locali privati di casa e le competenze sociali personali.

Durante i corsi imparerai a gestire e creare le attività per i bambini (come i laboratori), le nozioni base sull’alimentazione corretta e a gestire i rapporti con le diverse famiglie.

Al corso imparerai anche le tecniche di primo soccorso nel caso in cui accada qualcosa di spiacevole.

I requisiti obbligatori per l’abitazione sono:  uno spazio per l’accoglienza dove i bimbi possano posare le loro cose, un angolo sicuro dove i piccoli possano giocare in tranquillità, un’area per il riposino separata e attrezzata con i lettini, il bagno con il fasciatoio per cambiare i pannolini e i vestitini ai piccoli e per lavarli quando necessario e una cucina per preparare pasti sani e bilanciati.

La casa deve rispettare le norme igienico-sanitarie ed assicurare ad ogni bambino uno spazio di circa 10 metri quadri.

La normativa è diversa per ogni regione, ma in genere per aprire un asilo famiglia dovrai aver compiuto i 21 anni di età.

Non ci sono titoli di studio obbligatori, ma bisogna avere ottenuto almeno la licenza di scuola media inferiore. Il rispetto delle norme igienico sanitarie va comunque valutato dalla ASL anche se si tratta di un’attività domiciliare e privata.

Quindi anche in questo caso dovrai inoltrare domanda alla ASL per richiedere i controlli e ottenere il permesso e fare la dichiarazione di inizio attività al Comune di residenza. Inoltre dovrai aprire una partita IVA.

Dove conviene aprire un asilo famiglia?

Ovviamente per aprire un asilo famiglia dovrai avere una casa considerata a norma, la propria casa è il posto migliore e il più adatto in cui aprire a patto che rispetti i requisiti.

Per questo dovrai avere una casa ampia con tutti i locali richiesti dalla legge. In genere è richiesta la residenza nell’appartamento per consentire l’apertura, informatevi nella tua regione per conoscere tutti i requisiti legali necessari per l’apertura del vostro asilo privato (variano da regione a regione).

Che la tua casa sia in centro o in periferia poco importa, la necessità maggiore è che abbiate tutti i requisiti richiesti.

Se la tua zona fosse anche bella da vedere e circondata dal verde potreste avere qualche possibilità in più di farti scegliere dai clienti, ma non si tratta di un requisito obbligatorio.

Esistono dei franchising per gli asili famiglia?

Se desideri aprire la tua attività di asilo famiglia, ma non sai da dove partire e come fare e hai paura dei possibili puoi pensare ad un franchising.

Al momento non ci sono molte possibilità franchising tra cui scegliere perché si tratta di un mestiere nuovo e ancora poco conosciuto nel nostro paese anche se in continua ascesa e dalla fama sempre crescente.

Per gli asili nido a casa esiste un solo franchising e te lo segnalo qui di seguito.

Scarabocchiando a casa di… Franchising

L’Associazione consente agli affiliati di avere vicino personale qualificato e scelto, dallo psicologo al pediatra. Anche un’ educatrice andrà a dare il suo supporto alla mamma che ha deciso di iniziare questa nuova avventura.

Aprendo con Scarabocchiando ti potrai dedicare solo ai bambini senza pensare ai problemi, al resto pensa la casa madre. I percorsi formativi sono personalizzati al 100% e diversi per ogni mamma che desidera lavorare.

L’associazione offre affiancamento alle mamme e alle donne in tutto l’iter, dall’assicurazione all’amministrazione e anche durante la gestione degli aspetti fiscali.

Una volta che il nido ha iniziato a lavorare l’associazione offre l’aiuto di pedagogisti, psicologi, pediatri e nutrizionisti e il supporto di commercialisti e assicurazioni.

Affiliandoti avrai anche aiuto durante le attività pubblicitarie. Ti saranno offerti anche aggiornamenti a distanza tramite videoconferenze. La casa madre farà visite periodiche al nido per controllare il rispetto delle norme e il funzionamento dell’attività.

Per conoscere tutte le altre informazioni per l’affiliazione è necessario contattare direttamente l’associazione. Ti basterà cercare il sito ufficiale e cliccare su contatti.

Quanto costa aprire questa attività?

Per aprire un tuo nido non spenderai cifre impossibili. In genere per aprire un nido famiglia è necessario un investimento iniziale di circa 1.000 euro. La cifra non è fissa e varia a seconda del tipo di giochi per i piccoli che deciderai di acquistare e della quantità dei lettini per dormire.

Se poi casa tua non fosse a norma dovrai contare anche il costo dei possibili lavori. Per essere sicuri di rispettare le normative obbligatorie per legge e richieste dalla regione di appartenenza ti consiglio di rivolgerti al tuo comune di residenza per chiedere tutte le info necessarie.

In questo modo potrai fare un preventivo accurato della spesa totale che dovrai sostenere sostenere. Alla cifra dovrai aggiungere anche il costo del corso di preparazione obbligatorio. Il corso in genere è tenuto dalla regione e comunemente viene finanziato da essa.

Il corso dura 250 ore di cui 50 ore di tirocini. Il costo dei questi corsi varia a seconda della regione ma i costi non sono altissimi e vanno dai circa 100 ai circa 500 euro. Se vuoi aprire senza rischiare di sbagliare e senza impazzire con la burocrazia rivolgiti al franchising seguendo i nostri consigli e le nostre proposte.

Concludo lasciandoti qualche consiglio utile per lavorare al meglio e avvicinare nuovi clienti:

  • dimostrati sempre attento alle richieste dei grandi e dei piccoli, accogli tutti con un bel sorriso e mostrati sempre accogliente;
  • mettici tutto il tuo amore, i bambini hanno bisogno di attenzioni e sicurezza per crescere al meglio e per sentirsi accettati e a proprio agio in casa tua;
  • cura con attenzione la pubblicità per la tua attività di asilo in casa, è fondamentale per far conoscere ai potenziali clienti la tua attività in tutta la zona;
  • crea dei profili sui social network e ricorda che sono utili per farsi conoscere;
  • crea un ambiente sano, allegro, colorato e stimolante per i bambini e si divertiranno;
  • non perdere mai l’entusiasmo, i bambini lo sentono;
  • accogli i genitori e fa sentire anche loro a casa;
  • tieniti sempre informato sui nuovi giochi preferiti dai piccoli e acquistali quando possibile, i bambini ti adoreranno.

Ora che sai tutto quello che bisogna fare per iniziare la tua attività di agenzia asilo in casa non ti resta che aprire casa tua alla gioia dell’infanzia. Buona fortuna per la tua nuova e colorata avventura con i piccoli.

Ulteriori risorse utili

Prima di salutarti, vorrei allegarti qualche guida, che spero troverai utile, sulle opportunità imprenditoriali con i bambini e nell’ambito dell’educazione in genere, partendo dai titoli di studio legati a tale ambito:

Se invece ambisci ad un altro genere di lavoro con i più piccoli, ecco due alternative interessanti e forse che permettono orari più flessibili (o meno flessibili, dipende dalle esigenze dei genitori!):

Insomma, i bambini lasciano davvero spazio alla fantasia! Prima di scegliere su quale business concentrarti, però, ti suggerisco di valutare la tua zona, per scoprire quali attività sono già radicate: proporre un servizio innovativo è il primo passo per il successo.

In bocca al lupo!

mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

Scarica Gratis "Mettersi in Proprio - Metodo Affari Miei"
La tua privacy è al sicuro
mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

5 COMMENTI

  1. Ciao! Vorrei aprire un nido in famiglia in Abruzzo. La normativa parla di “propria abitazione”, ma io vorrei affittare un appartamento (a norma) destinato a questo scopo. Attualmente convivo e l’unica differenza sarebbe che la sera andrei a dormire nell’appartamento del mio compagno. Vorrei capire se la condizione di “propria abitazione” sia un obbligo o un consiglio per l’educatrice.
    Grazie mille!
    A presto,
    Valentina

  2. Ciao! Ero interessata ad aprire un nido, magari in franchising, ma purtroppo so per certo di non essere in possesso dei giusti requisiti…. Io ho una laurea triennale in tecniche audioprotesiche ( che fa parte delle lauree triennali di medicina e chirurgia) e vorrei cortesemente sapere se posso integrare il mio percorso universitario con qualcosa di specifico che mi consenta di avviare il nido rispettando le norme vigenti. Grazie infinite Erika

    • Buongiorno desidero aprire 1 asilo nido ho attestato di un corso appena fatto sono mamma .nonna felicemente amo bambini e ho sempre lavorato con bambini se e posdibile sapere ho una casa in affitto .aspetto notizie al piu presto grazie ..stella .

  3. Buongiorno , vorrei sapere se l’attività di nido in famiglia si concilia con la forma giuridica dell’srl , in quanto siamo già titolari di una srl e vorremmo integrarla con questo tipo di attività
    Grazie

    • Ciao Paolo,

      non vedo particolari problemi però devi controllare se a livello di oggetto sociale puoi svolgere questa attività. In tal caso devi procedere a cambiare l’oggetto sociale: ti consiglio di confrontarti con il commercialista per analizzare i costi e la convenienza.

      In bocca al lupo!

LASCIA UN COMMENTO


Ricevi gli aggiornamenti da Affari Miei