Aprire un’Azienda Agricola: Conviene? Come Avviare l’impresa: Requisiti e Consigli

Aprire un’azienda agricola sta diventando sempre più una grossa opportunità. Vale la pena di avviare un’impresa in campagna? Quanto guadagno se mi metto a fare il contadino?

In tempi di crisi in molti si guardano intorno pensando a nuovi business e si chiedono come aprire un’azienda agricola e, soprattutto, se conviene dedicarsi all’agricoltura, tornando al lavoro che fu dei nostri nonni.

Nell’Italia contadina diventata operaia e poi “terzializzata”, il sogno di tanti giovani si sta trasformando: dal posto in banca al lavoro nei campi. 

Quali sono le migliori modalità per operare in questo settore? Che requisiti sono necessari per iniziare l’attività?

Sono tante le domande che ci si pone quotidianamente prima di iniziare e compiere il passo per diventare imprenditore.

E’ possibile effettuare investimenti redditizi in agricoltura?

Se siete giunti per la prima volta su Affari Miei, vi consigliamo di leggere gli articoli dedicati alle idee imprenditoriali: potreste trovare spunti interessanti per le vostre aspirazioni. 

Come aprire un’azienda agricola: consigli preliminari

Se siete pronti a fare il grande salto, prima di valutare come e se conviene aprire un’azienda agricola è bene che sappiate alcune informazioni preliminari.Aprire azienda agricola

Creare un’impresa non è facile, bisogna acquisire conoscenze e competenze: non è semplice passare dalla scrivania alla terra, sebbene troppo spesso si sia fatto riferimento al mondo dell’agricoltura in maniera quasi dispregiativa.

Inoltre, anche se intercettate un filone che sembra andar bene, non è detto che diventiate ricchi subito, rivoluzionando la vostra esistenza.

Come sempre, infatti, occorrono tempo e fatica.«Da dove inizio?»…«Che noia, devo alzarmi alle 5?»: se state pensando questo, continuate a rimanere fra le mura domestiche e al calduccio, la vita dei campi non fa per voi.

Le recenti statistiche spezzano una lancia a favore di chi vuole aprire un’azienda agricola: nelle campagne si potrebbero creare circa 200 mila nuovi posti di lavoro, il 38% dei ragazzi, secondo i sondaggi, preferirebbe gestire un agriturismo piuttosto che lavorare per una multinazionale.

Nel secondo trimestre 2014, in controtendenza, l’occupazione è salita dell’1,8% e il numero dei dipendenti addirittura del 5,6%.

Sicuramente un fatto positivo tutto questo, se si pensa alle difficoltà che si hanno nel trovare lavoro oggi ed a tutti i problemi di cui quotidianamente cerchiamo, nei limiti delle nostre possibilità, di tracciare una possibile soluzione.

Requisiti per aprire un’azienda agricola 

Per diventare imprenditore agricolo la legge prevede particolari requisiti: l’articolo 2135 del codice civile prescrive una serie di attività il cui svolgimento permette di ottenere tale titolo.

Al di fuori di queste attività si è imprenditori commerciali e si è assoggettati ad una legislazione civile e fiscale differente.

La lettura dei due articoli che sono linkati sotto le voci diverse di impresa vi aiuterà a comprendere meglio questo aspetto.

La visione del video della Camera di Commercio di Milano che alleghiamo, poi, vi sarà estremamente utile per ricostruire schematicamente il tutto.


Aprire un agriturismo

L’idea di aprire un agriturismo può, a determinate condizioni, andare di pari passo con l’impresa agricola. Va specificato, però, che l’agriturismo non è un’attività a sé stante perché se lo fosse sarebbe una vera e propria impresa ricettiva assoggettata al regime giuridico dell’impresa commerciale.

Per essere considerato appartenente al filone agricolo, l’agriturismo deve essere una sorta di “prosecuzione” dell’impresa agricola, una continuazione dell’attività principale che ne valorizza le potenzialità.

L’articolo linkato in questo paragrafo affronta nello specifico l’aspetto, fornendo i requisiti di legge da conoscere per lo sviluppo di un progetto che vada in questo senso.

Azienda agricola biologica

Ultimo aspetto connesso all’agricoltura riguarda l’apertura di un’azienda agricola biologica.

Si tratta di una prospettiva particolare perchè bisogna rispettare una serie di regole più stringenti che consentono all’impresa di acquisire il titolo, godendo di tutti i benefici connessi.

Anche in questo caso rimandiamo all’articolo che elenca tutti i punti da seguire per il perseguimento dell’obiettivo.

3 consigli per creare un’azienda agricola di successo

Fatte le dovute premesse, proviamo a dare tre consigli in pillole per avviare il vostro business in campagna:

  1. Sviluppare un’idea intorno alla quale costruire un progetto imprenditoriale: chi sceglie di fare l’imprenditore agricolo deve avere le idee ben chiare. In particolare bisogna decidere fin da subito se si vuole puntare alla monocoltura oppure essere multifunzionali, cioè specializzati in più produzioni.
    Avere un’idea ben precisa è essenziale per definire il business plan, per analizzare i costi, le strategie di marketing, i concorrenti e tutte le dinamiche che concernono una start-up.
  2. Analizzare il territorio per individuare le potenzialità e la competitività della propria azienda: a chi volete vendere? Chi sono gli altri?
    L’analisi della potenziale clientela e della concorrenza è indispensabile per valutare, con l’aiuto di esperti, la redditività futura dell’impresa: come produrre, cosa produrre, per chi produrlo e quanto guadagnare nel medio periodo sono ragionamenti che vanno fatti fin da subito.
    Non è detto che tutto quanto pronosticato accada, ma se non si programma sarà ancor più difficile individuare gli obiettivi strada facendo: ogni scelta sbagliata, infatti, può comportare un esborso economico o di tempo che potreste non poter più recuperare.
  3. Verifica della fattibilità e ricerca dei finanziamenti: una volta appurato che ciò che avete in testa si può fare da un punto di vista pratico e giuridico, occorre cercare le risorse economiche da investire. Si può partire con capitale proprio oppure ricercare forme di finanziamento pubblico.
    Il Piano di Sviluppo Rurale (PSR) è un documento programmatico redatto dalle Regioni che individua i finanziamenti da destinare all’agricoltura mediante l’impiego di risorse provenienti dall’Unione Europea. Per acquistare un terreno agricolo, poi, si può valutare la possibilità di ottenere un mutuo attraverso ISMEA.

Conclusioni: conviene tornare in campagna?

Insomma, se state cercando qualcosa di innovativo, potreste trovarlo nel giardino abbandonato che vi ha lasciato un vostro antenato: se avete già un terreno, infatti, aprire un’azienda agricola risulterà molto più semplice.

Molte volte accade che ci si guarda intorno, sperando di individuare l’intuizione vincente lontano dal punto in cui siamo. Il successo, invece, può essere a due passi da casa o fuori città, nei luoghi dove mai avremmo immaginato.

La crisi economica, probabilmente, ci lascerà non solo l’economia trasformata ma anche il nostro modo di pensare e ragionare: ripartire andando a vivere in campagna può essere la strada giusta, fermo restando che non è affatto semplice ed urgono, come diciamo molto spesso, pianificazione e competenza.

Tuttavia, se la campagna rappresenta già una passione ed avete delle doti che vanno in tal senso, tutto ciò può sicuramente incentivare l’idea che vi è balenata per la testa, concretizzando un pensiero che, magari, non avete avuto il “coraggio” di esternare per non apparire troppo anticonformisti.

Ulteriori risorse utili

Come di consueto, prima di lasciarci vi invitiamo a leggere altri articoli presenti sul blog che potrebbero integrare le considerazioni presenti su questa pagina e potrebbero aiutarvi nell’ottenere nuovi spunti per la vostra intraprendenza.

Lo staff di Affari Miei vi augura buona lettura!

mm
Wealth Hacker
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

 


Scopri che Imprenditore Sei

Ho creato un breve questionario con cui ti aiuto a capire che tipo di imprenditore sei. Al termine, ti guiderò verso i contenuti migliori selezionati in base alla tua situazione di partenza:

>> Inizia Subito <<


 

mm
Wealth Hacker
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

LASCIA UN COMMENTO