ETF Obbligazionari Globali e Area Euro: Quali Scegliere? Investi nel Vecchio Continente e nei Paesi Sviluppati

    Stai cercando informazioni sugli ETF obbligazionari globali e dell’Area Euro?

    Vorresti delle informazioni maggiori su questi fondi per capire se potrebbe trattarsi di un investimento adatto alla tua strategia?

    Prima di continuare comincio con il dirti che il mercato obbligazionario è un mercato molto eterogeneo, infatti quando scegli un’obbligazione potresti ritrovarti a fare i conti con moltissimi prodotti differenti.

    In questo articolo vedremo gli ETF su Bond indicizzati all’inflazione, che acquistano bond governativi indicizzati all’inflazione basati sui Paesi più grandi quali Francia, Germania e Spagna e gli ETF obbligazionari corporate, che si rivolgono al mercato delle obbligazioni di grandi aziende del Vecchio Continente e di tutto il mondo.

    Buona lettura!

    ETF Obbligazionari, di cosa si tratta

    Si tratta di fondi a gestione passiva che replicano un determinato indice obbligazionario.

    Come ti dicevo prima il mercato delle obbligazioni è molto vasto e vario, e comprende infatti moltissimi titoli: i titolo di Stato e i titoli emessi dalle aziende. 

    Proprio per questo motivo gli ETF Obbligazionari sono classificati sulla base delle caratteristiche del fondo, come per esempio la provenienza geografica, la valuta di riferimento o il tasso di interesse. Alcuni ETF sono anche classificati sulla base delle cedole, ovvero se sono a distribuzione periodica oppure se esse vengono reinvestite nel fondo.

    Il principale vantaggio degli ETF obbligazionari è che essi sono piuttosto liquidi, a differenza delle obbligazioni che spesso invece non possono essere scambiate in modo così semplice sui mercati finanziari. 

    I migliori ETF presenti su Borsa Italiana 

    Ora vediamo quali sono i migliori ETF nei quali investire.

    Vedremo prima di tutto gli ETF indicizzati all’inflazione, poi quelli Corporate dell’Europa e infine quelli dell’obbligazionario globale.

    ETF Indicizzati all’Inflazione Europea

    La BCE da anni persegue l’obiettivo di far tornare a correre l’inflazione. Il 2% atteso da Mario Draghi è ancora lontano ma qualcosa si sta muovendo. Acquistare ETF su Bond indicizzati all’inflazione può essere un valido modo per proteggersi dall’aumento del costo della vita.

    Vediamo ora i tre migliori ETF nei quali investire.

    iShares Euro Inflation Linked Government Bond UCITS ETF

    L’indice Bloomberg Euro Government Inflation Linked Bond replica le obbligazioni governative legate all’inflazione della zona Euro.

    Il fondo ha una dimensione grande pari a 2.017 milioni di euro ed è stato quotato a novembre 2005, quindi stiamo parlando di un fondo maturo.

    Il metodo di replica è fisico e non ha copertura valutaria. 

    Il fondo è domiciliato in Irlanda e la politica di distribuzione per quanto concerne le cedole è ad accumulazione.

    Il costo di gestione ammonta allo 0.09% annuo.

    Il profilo di rischio per questo fondo è pari a 3, in una scala che va da 1 a 7, quindi siamo di fronte a un rischio basso.

    La duration effettiva del portafoglio è pari a 8,45 anni, mentre il rendimento a scadenza medio ponderato è dello 0,25%.

    Xtrackers Eurozone Inflation-Linked Bond UCITS ETF

    L’indice Bloomberg Euro Government Inflation Linked Bond replica le obbligazioni governative legate all’inflazione della zona Euro.

     Il fondo in questione ha una dimensione di 955 milioni di euro, quindi grande, ed è stato lanciato a giugno 2007, quindi anche in questo caso parliamo di un fondo maturo.

    Il metodo di replica è fisico e non ha copertura valutaria.

    Il fondo è domiciliato in Lussemburgo e la politica per quanto concerne di dividendi è ad accumulazione, ovvero le cedole non vengono distribuite con una determinata cadenza ma sono reinvestite nel fondo.

    I costi di gestione sono dello 0,20% annuo.

    Il profilo di rischio è di 3, in una scala che va da 1 a 7, quindi siamo davanti a un rischio contenuto.

    L’allocazione geografica vede al primo posto la Francia con il 42,84%, seguita dall’Italia con il 29,69% e al terzo posto la Germania con il 15,12%.

    Lyxor EUR 2-10Y Inflation Expectations UCITS ETF

    L’indice iBoxx® EUR Breakeven Euro-Inflation France & Germany replica l’inflazione di equilibrio data da una posizione long sui titoli obbligazionari legati all’inflazione emessi dallo stato francese e tedesco e una posizione short sui titoli di stato francesi e tedeschi con simili duration.

    Il fondo ha una dimensione grande pari a 2.509 milioni di euro ed è stato lanciato ad aprile 2016, quindi siamo davanti a un fondo relativamente recente.

    Il metodo di replica è sintetico e non ha copertura valutaria.

    Il fondo è domiciliato in Lussemburgo e la politica sui dividendi è ad accumulazione, ovvero le cedole vengono reinvestite nel fondo stesso e non sono distribuite agli investitori.

    Il costo di gestione ammonta allo 0,25% annuo.

    Anche per questo fondo il profilo di rischio è basso, pari a 3.

    ETF Corporate Europa

    Vediamo adesso quali sono i migliori ETF per investire nelle obbligazioni corporate.

    iShares Core Euro Corporate Bond UCITS ETF

    L’indice Bloomberg Euro Corporate Bond replica le obbligazioni societarie denominate in Euro di aziende industriali, utility e finanziarie pubblicamente emesse nel mercato degli Eurobond e nei mercati domestici dell’eurozona. Rating: Investment Grade.

    Il fondo ha una dimensione grande pari a 7.974 euro, ed è stato quotato a marzo 2009, quindi è un fondo maturo.

    Il metodo di replica è fisico e non ha copertura valutaria.

    Il fondo è domiciliato in Irlanda e la politica sui dividendi è a distribuzione, ovvero le cedole vengono distribuite agli investitori ogni sei mesi.

    Il costo di gestione ammonta allo 0,20% annuo.

    Il profilo di rischio di questo fondo è pari a 3 in una scala che va da 1 a 7, quindi stiamo parlando di un rischio basso.

    Per quanto riguarda l’allocazione geografica vediamo al primo posto la Francia con il 20,74%, seguita dagli Stati Uniti con il 19,20% e dalla Germania con il 13,99%.

    SPDR Bloomberg Barclays 0-3 Year Corporate Bond UCITS ETF

    L’indice Bloomberg Euro Corporate Bond 0-3 replica il mercato delle obbligazioni societarie denominate in Euro di titoli investment grade a tasso fisso con una scadenza inferiore ai 3 anni.

    Il fondo ha una dimensione grande di 1.660 milioni di euro ed è stato lanciato ad agosto 2013.

    Il metodo di replica è fisico e non ha copertura valutaria.

    Il fondo ha domicilio in Irlanda e la politica sui rendimenti è a distribuzione, ovvero le cedole vengono distribuite semestralmente agli investitori.

    I costi di gestione ammontano allo 0,20% annuo.

    Per questo fondo il profilo di rischio è pari a 2, quindi in una scala che va da 1 a 7 stiamo parlando di un rischio basso.

    Per quanto riguarda la ripartizione per settore abbiamo al primo posto i corporate finanziari con il 48,50%, al secondo posto i corporate del settore industria con il 45,67% e al terzo posto i corporate del settore dei servizi pubblici con il 5,62%.

    SPDR Barclays Euro Corporate Bond UCITS ETF

    L’indice Bloomberg Euro Corporate Bond replica le obbligazioni societarie denominate in Euro di aziende industriali, utility e finanziarie pubblicamente emesse nel mercato degli Eurobond e nei mercati domestici dell’eurozona. Rating: Investment Grade.

    Il fondo ha una dimensione grande di 709 milioni di euro ed è stato quotato a maggio 2011.

    Il metodo di replica è fisico e non ha copertura valutaria.

    Il fondo è domiciliato in Irlanda e la politica per quanto riguarda i dividendi è a distribuzione, ovvero le cedole sono distribuite ogni sei mesi agli investitori.

    I costi di gestione ammontano allo 0,12% annuo.

    Il profilo di rischio per questo fondo è pari a 3 in una scala che va da 1 a 7, quindi siamo di fronte a un rischio basso.

    ETF Obbligazionario Globale

    Vediamo adesso i migliori ETF sull’obbligazionario globale.

    Xtrackers Global Government Bond UCITS ETF

    L’indice FTSE World Government Bond – Developed Markets replica obbligazioni governative a livello mondiale emesse da nazioni sviluppate. Rating: Investment Grade.

    Il fondo ha una dimensione media di 335 milioni di euro ed è stato quotato ad agosto 2013.

    Il metodo di replica è fisico e non ha copertura valutaria.

    Il fondo è domiciliato in Lussemburgo e la politica sui dividendi è ad accumulazione, ovvero le cedole non vengono distribuite agli investitori ma vengono reinvestite nel fondo.

    I costi di gestione ammontano allo 0,20% annuo.

    Il profilo di rischio per questo fondo è di 4, in una scala che a da 1 a 7, quindi siamo di fronte a un rischio medio.

    Se analizziamo la composizione geografica vediamo al primo posto gli Stati Uniti d’America con il 40,52%, seguiti dal Giappone con il 16,76% e dalla Francia con l’8,33%.

    iShares Global Corporate Bond UCITS ETF

    L’indice Bloomberg Global Aggregate Corporate replica le obbligazioni societarie in dollari statunitensi emesse da società di tutto il mondo. Tutte le scadenze sono incluse e il rating è investment grade.

    Il fondo ha una dimensione grande pari a 1.012 milioni di euro ed è stato lanciato a settembre 2012.

    Il metodo di replica è fisico e non ha copertura valutaria.

    Il fondo è domiciliato in Irlanda e la politica sui dividendi è a distribuzione, con le cedole che vengono redistribuite ogni sei mesi agli investitori.

    I costi di gestione ammontano allo 0,20%.

    Il profilo di rischio per questo fondo è di 4, in una scala che a da 1 a 7, quindi siamo di fronte a un rischio medio.

    Se analizziamo la composizione geografica vediamo al primo posto gli Stati Uniti d’America con il 54,77%, seguiti dal Regno Unito con il 7,77% e dalla Francia con il 6,49%.

    Vanguard ESG Global Corporate Bond UCITS ETF

    L’indice Bloomberg MSCI Global Corporate Float-Adjusted Liquid Bond Screened (EUR Hedged) replica obbligazioni societarie di emittenti dei mercati sviluppati ed emergenti. L’indice è rappresentato da obbligazioni societarie selezionate ESG (ambientali, sociali e governance).

    Il fondo ha una dimensione piccola di 4 milioni di euro ed è stato lanciato a maggio 2021, quindi è molto giovane.

    Il metodo di replica è fisico e presenta copertura valutaria.

    Il fondo è domiciliato in Irlanda e la politica sui dividendi è ad accumulazione, ovvero le cedole sono reinvestite nel fondo.

    Il costo di gestione ammonta allo 0,15% annuo.

    Il profilo di rischio è pari a 3, ovvero siamo davanti a un rischio basso.

    Conviene investire in ETF obbligazionari Globali e dell’Area Euro?

    Siamo arrivati alla fine della nostra guida, e abbiamo visto insieme quali sono i migliori ETF obbligazionari globali e dell’area Euro.

    Forse al momento ti starai domandando se potrebbe trattarsi di un buon investimento inserire nella tua strategia e quindi all’interno del tuo portafoglio uno di questi fondi. 

    Sicuramente investire in ETF è vantaggioso, e te lo dico con cognizione di causa in quanto io in prima persona investo con questo metodo, e investo i miei soldi.

    In una buona strategia di diversificazione è bene inserire sia fondi azionari che fondi obbligazionari, per diversificare il rischio e ottenere una buona strategia. 

    Inoltre utilizzare questo metodo di investimento è ottimo se hai una strategia e un orizzonte temporale lungo.

    I fondi che ti ho presentato inoltre presentano dei costi di gestione contenuti e un profilo di rischio basso, quindi potrebbero bene inserirsi in una strategia di diversificazione. 

    Altre risorse

    Degli ETF ho parlato in numerosi articoli:

    Se vuoi consultare le mie guide sui principali strumenti, ti consiglio di dare un’occhiata alla sezione del blog dedicata agli ETF.

    Se stai cercando guide per investire, invece, perché magari hai le idee un po’ confuse, ecco altre risorse utili per te:

    Buon proseguimento.


    Scopri che Investitore Sei

    Ho creato un breve questionario con cui ti aiuto a capire che tipo di investitore sei. Al termine, ti guiderò verso i contenuti migliori selezionati in base alla tua situazione di partenza:

    >> Inizia Subito <<


    Imprenditore e Investitore - Co-fondatore di Affari Miei Società di Consulenza Finanziaria Indipendente
    Ha iniziato il suo percorso nel 2014 scrivendo i primi articoli su Affari Miei. Dopo la laurea in Giurisprudenza, ha approfondito la sua storica passione per l'economia e la finanza conseguendo un Master Executive in Consulenza Finanziaria Indipendente.
    Categorie: ETF

    2 Commenti

    Giorgio · 8 Luglio 2020 alle 16:21

    Mi chiamo Giorgio. Ho iniziato un piano di investimento in etf, ma non ho ancora comprato Etf governativi per i seguenti motivi:
    Rendimenti molto bassi
    ETF sono saliti tanto nell ultimo anno

    Le domando: non possono risultare rischioso, in particolare se dovessero aumentare i tassi o ridurre i quantitative acquistati dalle banche centrali?

    Cordiali saluti

      Davide Marciano · 9 Luglio 2020 alle 8:28

      Ciao Giorgio,

      è una domanda a cui è difficile rispondere senza conoscere la tua strategia, la tua storia, i tuoi obiettivi.

      Nei portafogli modello di Fast Investments Planner abbiamo bond governativi: https://www.affarimiei.biz/fast-investments-planner/46389

      Perché riteniamo che sia importante averli in questa fase 😉

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *