Riscaldamento Autonomo: Come Risparmiare Davvero, 5 Mosse Vincenti

Riscaldamento autonomo: come risparmiare? Questa domanda ha toccato tutti noi almeno una volta nella vita.

Come già saprai, spesso e malvolentieri siamo costretti a pagare delle bollette dal costo esorbitante, soprattutto per quanto riguarda il riscaldamento delle nostre case che, principalmente nei mesi invernali, raggiunge dei costi quasi insostenibili.

In questo articolo parleremo proprio del riscaldamento delle nostre abitazioni, più precisamente andremo a vedere come possiamo risparmiare sul riscaldamento autonomo con cinque semplici mosse!

I motivi principali per cui risparmiare sul riscaldamento autonomo

Sicuramente appena avrai sentito il termine Risparmiare, ti sarà venuta in mente una serie di rinunce che dovrai sostenere affinché il tuo portafogli possa respirare un po’

Ovviamente si tratta sempre di fare delle rinunce, soprattutto se l’obiettivo è quello di risparmiare.

Tuttavia oggi ti parleremo di alcune rinunce assolutamente fattibili e leggere che vale la pena affrontare.

Il motivo principale per cui bisogna risparmiare sul riscaldamento, ti sembrerà strano, ma non è prettamente economico. Anzi, prima di tutto dobbiamo pensare al nostro pianeta e all’ambiente in cui viviamo.

Risparmiando sul riscaldamento della nostra casa, infatti, non sarà solo il punto di vista economico a trarne giovamento, ma soprattutto ne gioverà l’ambiente.

Infatti, come già saprai, il riscaldamento globale è uno dei problemi più importanti del nostro pianeta e i nostri caloriferi hanno un certo impatto su di esso, motivo per cui dobbiamo prima pensare a risolvere questo problema, poi al nostro portafogli.

In ogni caso, se hai intenzione di ridurre i consumi del riscaldamento della tua casa sei giunto nel posto giusto! Vediamo insieme alcune piccole mosse per risolvere questo dilemma!

Le cinque mosse per risparmiare sul riscaldamento autonomo

Quella del riscaldamento è senza alcun dubbio la bolletta che spesso ci riserva delle amare sorprese, soprattutto durante l’inverno.

Come si evince dal titolo dell’articolo, oggi ti mostreremo cinque mosse vincenti per risparmiare denaro e, quindi, inquinare meno, mantenendo la nostra casa calda e sicura.

Queste cinque mosse sono le seguenti:

  1. Ricordati che per rendere al massimo della loro efficienza, i radiatori devono essere liberi da ogni ostacolo e le finestre devono essere chiuse quando questi sono accesi;
  2. mantieni la temperatura della tua casa entro i 18/19°C così da riuscire a risparmiare il 6% nelle tue bollette. Per mantenere la temperatura costante potresti pensare di installare delle valvole termostatiche;
  3. pensa di apportare delle modifiche alla tua casa, come l’installazione di pannelli fotovoltaici oppure cambiare i vetri delle tue finestre ottenendo un migliore isolamento termico;
  4. l’acqua calda che viene distribuita non deve superare i 45°C e ricordati di spurgare sempre l’aria dai radiatori;
  5. ricordati di sottoporre la tua caldaia ad un trattamento di manutenzione annuo e preferisci sempre l’acquisto di una caldaia a condensazione con una potenza adatta all’ambiente che dovrà scaldare.

Andiamo adesso a vedere, punto per punto, cosa prevedono esattamente queste cinque mosse vincenti e come dobbiamo comportarci per ridurre i consumi del riscaldamento.

I radiatori devono essere liberi da ogni ostacolo

Dunque, come abbiamo detto, i termosifoni che riscaldano le nostre stanze, devono essere liberi da qualsiasi tipo di ostacolo. Ma quali sono gli ostacoli più comuni?

E’ molto semplice, basta che ti fermi un attimo a pensare a quante volte hai pensato di spostare il divano davanti al tuo termosifone, credendo erroneamente di scaldarti meglio quando sei comodamente seduto a guardare la TV.

In realtà non è affatto così, qualsiasi tipo di mobile che viene posizionato di fronte ad un radiatore, ne ostacola la dispersione del calore, riducendone l’efficienza ed aumentandone, quindi, anche il consumo.

Vale lo stesso per gli strofinacci, i vestiti bagnati e via dicendo. Se hai l’abitudine di mettere il tuo bucato ad asciugare sul termosifone, oltre ad aumentare l’umidità dell’aria, aumenterai anche il consumo del riscaldamento.

Da non sottovalutare sono anche le finestre. Ci auguriamo, infatti, che saprai già che, quando i termosifoni sono accesi, le finestre devono essere rigorosamente chiuse, altrimenti la temperatura si abbassa e il riscaldamento consumerà di più.

La temperatura della casa non deve superare i 20°C

Il secondo punto ti consiglia di mantenere sempre una temperatura costante all’interno della tua abitazione. Temperatura che deve aggirarsi attorno ai 18/19°C, senza superare i 20°C.

Infatti, se la temperatura sale al di sopra dei 20 gradi si ha un eccesso di calore che, oltre ad essere piuttosto dannoso per il nostro stato di salute, apporterà degli aumenti delle nostre bollette del gas almeno del 6%.

Per mantenere stabile e costante questa temperatura, ti consigliamo di installare delle semplici valvole termostatiche che, una volta raggiunta la temperatura preimpostata, regoleranno il flusso di acqua calda all’interno del termosifone.

Come ultima cosa, ma non per ordine di importanza, è assolutamente importante che ti ricordi di spegnere il tuo sistema di riscaldamento autonomo durante le ore notturne così da risparmiare ulteriormente.

Isolamento termico e pannelli fotovoltaici

Il terzo punto delle mosse che ti stiamo illustrando per risparmiare sul riscaldamento, invece, parla dell’isolamento termico della tua casa, e l’eventuale installazione di pannelli fotovoltaici che, non solo apportano miglioramenti al tuo conto, ma anche all’ambiente in cui vivi.

L’energia rinnovabile è sicuramente la chiave per vivere in un mondo migliore, povero di sprechi, e ricco di ossigeno. Purtroppo però, si tratta ancora di un mondo utopico.

Per questo motivo, se stai valutando la possibilità di mettere i pannelli ad energia solare, ti consigliamo di informarti bene sugli incentivi statali che abbiamo a disposizione. Una volta installati ti renderai conto che si tratta di un investimento che vale la pena fare!

Se invece non hai la possibilità di installare questi pannelli, ma vuoi comunque apportare delle modifiche alla tua abitazione così da ridurre notevolmente la dispersione di calore, puoi pensare di sostituire le finestre con vetro singolo con delle finestre a doppio vetro, eliminando gli spifferi.

La temperatura dell’acqua e l’aria nei termosifoni

Anche la temperatura dell’acqua che viene distribuita dal tuo sistema di riscaldamento è di estrema importanza. Questa temperatura non deve superare i 45°C

Inoltre è di estrema importanza che, di tanto in tanto, spurghi l’aria che potrebbe circolare all’interno dei tuoi termosifoni, così da mantenere sempre un certo livello di efficienza.

I radiatori, infatti, sono generalmente dotati di un’apposita valvola di sfiato che serve proprio per spurgare eventuali bolle d’aria. Potrebbe però capitare che i tuoi termosifoni siano piuttosto vecchi e, quindi, non sono dotati di queste valvole.

In tal caso ti consigliamo vivamente di acquistare le valvole così da poter spurgare i termosifoni, aumentandone l’efficienza e, di conseguenza, risparmiando sul tuo riscaldamento autonomo.

La manutenzione

L’ultimo punto delle mosse che abbiamo esaminato per risparmiare sul riscaldamento riguarda invece la manutenzione del nostro sistema.

Come prima cosa ricorda che, nel momento in cui dovrai cambiare l’impianto di riscaldamento, sarebbe opportuno orientarsi verso certi modelli

Preferisci sempre l’acquisto di caldaie a condensazione in quanto, grazie al loro sistema, il calore latente di condensazione viene recuperato e, quindi, hanno un’efficienza migliore con consumi di energia relativamente bassi, da permetterti di risparmiare addirittura fino al 20 per cento.

Quindi, come abbiamo detto, la manutenzione è molto importante, infatti, se provvederai alla pulizia accurata del tuo sistema di riscaldamento almeno una volta l’anno, ridurrai il consumo della caldaia che, se non viene pulita adeguatamente, può consumare fino a 30 per cento in più.

Principalmente, la pulizia della caldaia prevede la rimozione del calcare che, con il tempo si deposita sulle parti dell’impianto, ostacolandone il corretto funzionamento.

Come puoi vedere si tratta di una serie di piccoli e semplici accorgimenti che, se tenuti in considerazione, ti permetteranno di risparmiare denaro e tempo, senza tralasciare il fatto che si ridurrà anche l’impatto sul nostro pianeta.

Ulteriori risorse utili

Infine, ecco un paragrafo dedicato a coloro che cercano altri spunti per risparmiare nella vita di tutti i giorni!

Buona lettura!

mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.
mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

LASCIA UN COMMENTO