Come Risparmiare Acqua: 10 Consigli e Idee per Ridurre i Consumi e Pagare Meno

Come risparmiare acqua in casa? Lo sappiamo tutti, l’acqua è un bene davvero prezioso: lo abbiamo capito in particolar modo in seguito al referendum popolare del 2011, che ha attirato l’attenzioni di tutti sull’importanza che questo bene ha nella vita di tutti noi.

Ciò nonostante la maggior parte delle volte la utilizziamo in maniera inconsulta, sprecandone davvero molta.

Imparare ad usare l’acqua senza sprecarla è davvero importante, non solo per l’evidente risparmio sulla bolletta, ma anche per la conservazione di un bene che mira a evitare e ridurre gli sprechi e l’inquinamento delle acque di laghi, fiumi e bacini idrici e falde acquifere causato dalle eccessive perdite derivanti dal sovraccarico dei sistemi di fognatura locali.

Queste cattive abitudini possono però cambiare, soprattutto se aiutate da qualche valido suggerimento per diminuire il consumo.

Acqua e risorse idriche sono tra i principali beni sprecati: per il bene del pianeta e per il bene del vostro portafoglio, oggi vi forniremo qualche utile trucco che vi permetterà di ridurre l’utilizzo, o meglio lo spreco, di questo bene prezioso.

Se state pensando ad una serie di pratiche importanti ma difficili, vi state sbagliando. Si tratta, infatti, di pochi consigli e di alcune idee che vanno ad arricchire la nostra sezione Risparmio Casa: un insieme di tante guide per sperperare meno denaro nell’arredare, ristrutturare e comprare beni di prima necessità.

Andiamo, dunque, a scoprire come fare a risparmiare acqua in casa in maniera efficace. Leggiamo insieme 10 consigli fondamentali.

Come risparmiare acqua? Dieci consigli utili per ridurre i consumi idrici

Un consiglio lo abbiamo già dato nell’articolo dedicato al tema del risparmio quotidiano di soldi: riguardo all’acqua, in quell’occasione, abbiamo suggerito di non comprare quella confezionata ed utilizzare semplicemente il rubinetto per dissetarsi.

Ecco altre 10 idee per risparmiare.

1. Controllate che non vi siano perdite

Controllare che le tubature e i rubinetti in genere non siano soggetti a perdite è molto importante per poter contrastare gli sperchi.

Controllare periodicamente tutti i vostri rubinetti è fondamentale per osservare che non ci siano perdite: pensate che lo sgocciolamento di un rubinetto può arrivare a farvi sprecare 20 litri di acqua al giorno!

Un’altra soluzione, ancor più sicura, è quella di leggere il contatore prima di andare a dormire e riguardarlo una volta svegli; se la cifra sarà diversa da quella della sera precedente, allora avete delle perdite in atto.

2. Applicate un riduttore di flusso ai vostri lavandini

Avete mai sentito parlare dei riduttori per i rubinetti? Si tratta di semplici dispositivi grazie ai quali l’acqua si miscela con l’aria e voi otterrete un risparmio del 30%…mica male!

Avrete comunque un getto omogeneo e in grado di aiutarvi a sciacquare piatti e posate o  a lavarvi il viso, senza che fuoriesca un getto d’acqua eccessivo e oggettivamente inutile a compiere il lavoro di cui necessitate.

3. Utilizzate la doccia

Se dovete scegliere dove lavarvi scegliete assolutamente la doccia. Coloro che si lavano attraverso la vasca da bagno, generalmente, sprecano molta più acqua.

Inoltre vi consigliamo di fare docce brevi ed evitare temperature troppo altre, cercando di chiudere l’acqua quando non vi serve: insaponandovi potete evitare di lasciare l’acqua corrente.

Volete un altro motivo per chiudere il getto? Pensate che per ogni doccia si consumano dai 5 ai 10 litri di acqua al minuto.

Per approfondire suggeriamo la lettura del nostro articolo dedicato al bagno con doccia.

Lo stesso consiglio ovviamente vale anche per il momento della pulizia dei denti o quando si lava la verdura: chiudete il rubinetto quando possibile!

4. Evitate di lavare i piatti a mano

Per restare un tema con l’ultimo consiglio appena datovi, cercate di non lavare i piatti a mano, se possibile, e se proprio non potete aspettare di far partire la lavastoviglie, allora chiudete il rubinetto nel momento dedicato all’insaponatura delle stoviglie.

A tal proposito, cercate di preferire i detersivi ecologici, in modo da andare ulteriormente contro elle esigenze del nostro pianeta.

5. Usate sempre lavastoviglie e lavatrice a pieno carico

Ovviamente nè la lavastoglie nè la lavatrice vanno avviate se non sono perfettamente cariche: avviare il programma in un momento in cui il carico non è comleto vuole dire sprecare una consistente quantità di acqua.

Cercate di farla partire quando è piena, oppure ricordate di impostare i lavaggi a mezzo carico.

6. Acquistate elettrodomestici di classe A+

Sempre per parlare di risparmio e di elettrodomestici, vi consiglaimo di valutare l’acquisto di un prodotto classe A+.

Nonostante abbiano un costo maggiore, essi riducono lo spreco d’acqua e di conseguenza vi ripagheranno delle spese iniziali con il passare del tempo.

7. Riutilizzate l’acqua

Se avete lavato ad esempio delle verdure, utilizzate l’acqua rimasta per annaffiare il giardino o le vostre piante.

Inoltre l’acqua usata per cuocere la pasta è ricca di amido, ottimo fertilizzante per le piante: se avete dei vasi o un giardino, approfittatene!

8. Raccogliete l’acqua piovana

L’acqua piovana va raccolta, dove possibile, ed utilizzatela per quei momenti in cui non è indispensabile l’acqua potabile, ad esempio per lavare l’automobile o i pavimenti esterni.

Potete anche raccoglierla in cisterne e usarla per irrigare orti e giardini senza aprire il rubinetto dell’apposita pompa.

9. Innaffiate il giardino al mattino

Tale consiglio vi permette non solo risparmierete acqua, ma eviterete anche la crescita di funghi o la comparsa di parassiti.

10. Non esagerate con lo sciacquone del wc!

Optate per uno sciacquone del bagno con lo scarico differenziato e a doppio pulsante.

Ognuno di noi, soltanto tirando l’acqua dopo essere andato in bagno, consuma circa 10 litri ad ogni getto.

Per ridurre questo dato è sufficiente regolare il galleggiante interno della vaschetta, lavoro che deve fare un professionista.

In alternativa potete inserire nella vaschetta una bottiglia di plastica riempita d’acqua e qualche pietra, in grado di ridurre il getto.

Potrebbero interessareCome risparmiare energia elettrica? – Depuratore acqua domestico: conviene comprarlo?  – Come risparmiare su tutto e vivere con pochi soldi

Come risparmiare l’acqua: altri consigli

Se desiderate avere altri suggerimenti circa metodi per risparmiare acqua e per ridurre il consumo di acqua in casa, eccovi qualche altra preziosa dritta: se disponete di un deumidificatore, avete mai pensato che l’acqua raccolta nella vaschetta è ideale per il ferro da stiro? Usare questo accorgimento vi permetterà anche di risparmiare i soldi per l’acqua distillata!

Potete anche optare per l’installazione di una vasca per la fitodepurazione in giardino: tale sistema permette di depurare le acque le acque nere e grigie usate in casa e di adoperarle per l’irrigazione del vostro cortile.

Anche l’acqua dell’acquario è ottima per l’irrigazione delle vostre piante, e se avete delle carpe o degli animali acquatici in un laghetto artificiale, cercare di installare una pompa a ricliclo delle acque.

Con questi piccoli accorgimenti la vista delle bollette non vi manderà più in panico, ma soprattutto sarete orgogliosi di voi stessi e del vostro utilizzo responsabile di un bene preziosissimo.

Voi quali strategie usate per risparmiare acqua?

mm
Laureata in Servizio Sociale, corso di studi durante il quale si è interessata alle agevolazioni e ai sussidi rivolti alle famiglie in difficoltà, vive in provincia di Torino e collabora con Affari Miei dal 2016.

Un Bonus per Te!

Scarica Subito la Guida Gratuita per Risparmiare in Casa!

Inserisci i tuoi dati!

Nome:
Cognome:
E-Mail:

Usi Telegram? Iscriviti Gratis al Nostro Canale!

Affari-Miei-telegram

mm
Laureata in Servizio Sociale, corso di studi durante il quale si è interessata alle agevolazioni e ai sussidi rivolti alle famiglie in difficoltà, vive in provincia di Torino e collabora con Affari Miei dal 2016.

LASCIA UN COMMENTO