Pensione Casalinga INPS e Come Avere la Pensione Senza Lavorare

Oggi ci occuperemo di un tema molto importante: la pensione per le casalinghe.

Può una casalinga godere di una pensione pur non svolgendo un lavoro dipendente o autonomo? Conviene aderire al fondo casalinghe dell’INPS?

In questo articolo valuteremo questa strada e studieremo come costruirsi una pensione senza lavorare.

Può sembrare un paradosso ma non è così: il fatto che una donna (o un uomo, i casalinghi sono in aumento) non lavori alle dipendenze altrui non è affatto dispregiativo.

Chi resta a casa, per scelta o perché non trova un impiego, svolge mansioni molto importanti per la famiglia: in alcuni casi addirittura si sostituisce allo Stato ed ai suoi buchi del Welfare.

Nell’esperienza di chi scrive è risultato di estrema utilità godere di una persona che svolge i lavori domestici: il capitalismo ci costringe a lavorare come schiavi, ma non è soltanto il lavoro retribuito ad essere qualificato come tale.

L’affetto e la riconoscenza dei propri cari valgono molto di più di una busta paga con bonifico mensile sul conto corrente.

Andiamo, dunque, a vedere come funziona la pensione per casalinga e se è possibile costruirsi una pensione senza versare i contributi all’INPS.

Come funziona il fondo casalinghe dell’INPS?

Partiamo da ciò che ha previsto lo Stato: il fondo previdenziale per le casalinghe è stato istituito dal 1° gennaio 1997.

Ci si può iscrivere al fondo dai 16 anni (15 se assolti gli obblighi scolastici) fino ai 65 anni. Chi può essere iscritto?

Coloro che:

  • svolgono un lavoro in famiglia non retribuito e senza vincoli di subordinazione;
  • non sono titolari di una pensione diretta;
  • non svolgono un’attività di lavoro dipendente o autonoma per cui sussiste l’obbligo di iscrizione ad un ente di previdenza;
  • svolgono un’attività lavorativa part-time se, relativamente all’orario e alla retribuzione percepita, si determina una contrazione delle settimane utili per maturare il diritto alla pensione.

Ci si può iscrivere:

  • su internet, facendo domanda attraverso i servizi telematici per il cittadino a cui si accede tramite il PIN consegnato dall’INPS;
  • telefonicamente chiamando il numero 803164 gratuito da rete fissa o al numero 06164164 da rete mobile;
  • tramite patronati ed intermediari abilitati.

Voltiamo pagina e continuiamo la nostra analisi.

1
2
mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

Usi Telegram? Iscriviti Gratis al Nostro Canale!

Affari-Miei-telegram

1
2
mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

15 COMMENTI

  1. Buonasera, vorrei chiedere se è possibile convogliare sul fondo casalinghe i contributi precedentemente versati all’inps:ho circa 10 anni di contributi versati, antecedenti al 1990, e 55 anni di età..se dovessi iscrivermi al fondo potrei farli valere?
    grazie per l’attenzione.

    • Buongiorno io sono nella sua stessa situazione..uguale uguale. .ero quindi interessata alla risposta ma non la trovo..come faccio? Le hanno risposto in privato? Grazie

  2. Ho solo 5 anni di contributi..
    Ho 53 anni e dopodiché ho sempre lavorato in nero ho diritto ad una pensione?? E di che importo??

  3. sono un cittadino italiano residente in francia e avendo lavorato sempre in francia ricevo la pensione francese dal 1 maggio 2016 ma prima di partire a lavorare in francia ho svolto il servizio militare in italia dal 1977 al 1978 e volevo domandarvi se avevo il diritto di una minima pensione in italia e se sarebbe il caso come procedere per fare domanda ringrazio

  4. buon giorno sono nata 22/06 / 52 . ho 18 anni di versamenti come dipendente al commercio effettuati prima del 1985. ho dovuto sospendere la mia attività di collaboratrice familiare con mio marito perchè dovevo assistere la mia mamma malata. vorrei sapere a quale pensione ho diritto e quando vecchiaia/casalinghe o altro. sono malata di diabete,tiroide ed altri acciacchi , sciatica e nessuno mi da lavoro grazie .

  5. Buongiorno..dal 1997 percepisco una pensione PM e ad oggi il mio reddito annuale è di quasi €7000, in casa siamo io e mia moglie, che mette qualche giornata l’estate lavorando l’uva…ho diritto a un assegno sociale? Grazie

  6. sono una casalinga ,non ho mai lavorato ho 64 anni,mi spetta la pensione sociale pur percependo mio marito già la pensione sociale

  7. Salve sono vedova e ho 86 anni
    Percepisco la reversibilità di €620
    Posso avere una pensione da casalinga?
    Silvana, grazie.

  8. Buongiorno
    Sono del 1959 tra INPS e inpadap ho 37 anni di contributi tra cui 14mesi di disoccupazione!
    Posso entrare in qualche anticipo pensione? Grazie.

  9. Sono casalinga ho 62 anni, invalida al 50%, ho 13 anni di contributi versati fino al 1992 e altri 2 anni al 1994 quindi 15 anni come documentato dall’estratto conto INPS per attività autonoma artigianato e commercio.
    Quando posso andare in pensione, se c’è qualche possibilità eventualmente cosa fare.
    Chiedo a Voi esperti notizie in merito, ringraziando anticipatamente.

  10. I contributi versati come dipendente o autonomo vanno ad aumentare l’assegno di vecchiaia come casalinga o vanno persi?
    Perchè i versamenti fatti come dipendente vengano aggiunti bisogna fare qualche domanda o vengono aggiunti in automatico?
    Fra cinque anni avrò 65 anni ( 6 anni e 1/2 di contributi come casalinga + 5 e 1/2 di contributi come dipendente),potrò chiedere la pensione di vecchiaia o devo avere 20 anni di contributi? nel quan caso non mi conviene versare i contributi da casalinga in quanto mi mancherebbero altri 7 anni e 1/2 di versamenti.

  11. buongiorno, il mio problema è complicato in poche parole ,……. che devo fare per avere risposte da voi ? grazie mille

  12. Salve mi chiamo Marco ho 39 anni, ho maturato circa 10 anni di contributi. Ora non lavoro più, mi occupo della famiglia e desidero accedere ai contributi x casalingo.
    Desidero sapere se i contributi maturati nel passato possono fare cumulo con quelli casalinghi.
    Inoltre se verso la cifra minima mensilmente, in un anno quanti contributi maturo?
    e alla pensione quanto dovrei circa percepire??
    Grazie

LASCIA UN COMMENTO