Pensione Integrativa Unipol, Guida alla Pensione Complementare

Anche oggi ho scelto di dedicarmi alle pensioni integrative, in particolare della pensione integrativa Unipol, e non perché io creda particolarmente in questo tipo di prodotto, ma perché la situazione pensionistica in Italia continua a non dare segni di miglioramento. Proprio per questo, i vari istituti bancari e le assicurazioni legate alle banche ne approfittano per proporre questa tipologia di strumento, partendo esattamente dalla premessa appena fatta.

Non ho dubbi sulla veridicità di queste affermazioni, ma le mie perplessità rimangono sull’efficacia di un simile prodotto bancario o assicurativo per risolvere i problemi legati alla presenza di un’effettiva pensione statale futura.

Questo articolo ti aiuterà ad approfondire il fondo previdenza di Unipol, ma non solo. Con la recensione che segue non solo conoscerai nei dettagli le forme di previdenza complementare offerte da Unipol Assicurazioni, ma conoscerai anche il mio punto di vista su questi prodotti che non è ottimistico, al contrario.

Continua a leggere se vuoi conoscere quest’offerta e valutare in che misura i fondi pensionistici sono degli effettivi strumenti d’investimento.

Chi è UnipolSai Assicurazioni?

Come sempre, inizio la mia rassegna con una breve presentazione dell’istituto di cui stiamo parlando.

UnipolSai Assicurazioni S.p.A. è la compagnia assicurativa del Gruppo Unipol, leader in Italia nei rami Danni e in particolare nell’R.C. Auto.

Attiva anche nei rami Vita, opera attraverso la più grande rete di agenzie in Italia (conta oltre 2.700 agenzie assicurative e circa 6.000 subagenzie distribuite sul territorio nazionale). UnipolSai Assicurazioni è controllata da Unipol Gruppo S.p.A. e, al pari di quest’ultima, è quotata sul mercato MTA della Borsa Italiana ed è inclusa nell’indice FTSE MIB che contiene i titoli a maggiore capitalizzazione.

Per quanto riguarda i Fondi pensione che andrò ad approfondire tra breve, a partire dal 1° maggio 2016 c’è stata un’operazione di fusione per incorporazione dei:

  • Fondi Pensione Aperti “Unipol Insieme” (Albo n. 112); “SAI” (Albo n. 36);
  • “UnipolSai Assicurazioni” (Albo n. 144);
  • “Conto Previdenza” (Albo n. 81);
  • “Fondiaria Previdente” (Albo n. 16) nel Fondo Pensione Aperto “Unipol Previdenza” (Albo n. 30) che, dalla stessa data, ha variato la propria denominazione in “UnipolSai Previdenza FPA”.

Bene, ora entriamo nel vivo del discorso!

Non Sai Come Investire i Risparmi?
"5 Consigli Super per Investire Consapevolmente" è la guida che ti aiuta a capire veramente gli investimenti.

Pensione Integrativa Unipol: è sicura?

Scegliendo una pensione integrativa Unipol per il proprio fondo pensione ci si affida a un gruppo assicurativo leader in Italia.

Al di là della sua effettiva utilità ai fini di un’investimento vero e proprio da cui trarre guadagni, si tratta di un fondo pensionistico certificato che ti offre delle garanzie concrete per quanto riguarda la sicurezza: UnipolSai collabora con Bureau Veritas, ente leader mondiale nei servizi di controllo, verifica di conformità e certificazione di qualità.

In questo modo, puoi essere sicuro di accedere a dei prodotti che assicurano un certo grado di trasparenza.

Caratteristiche della Pensione Integrativa Unipol

Unipol offre due soluzioni specifiche per la previdenza integrativa e il fondo pensione:

  • Piano Individuale Pensionistico UnipolSai Previdenza Futura;
  • Fondo Pensione Aperto.

Esaminiamoli nel dettaglio.

UnipolSai Previdenza Futura

UnipolSai Previdenza Futuro è una soluzione per la previdenza complementare che ti permette di creare una pensione integrativa versando somme di quote a tuo piacimento.

È caratterizzata dal Programma Life Cycle che attribuisce automaticamente una combinazione tra Fondo Interno e Gestione Separata in funzione della tua età.

Puoi aumentare o diminuire gli importi dei versamenti oppure effettuarne di aggiuntivi e puoi contribuire versando anche il trattamento di fine rapporto (TFR) nei casi previsti dalla Legge. Inoltre, puoi dedurre fiscalmente dal tuo reddito gli importi versati, nei limiti consentiti dalla normativa vigente.

Il piano previdenza include servizi tipici delle polizze vita o salute che ovviamente si traducono in costi aggiuntivi, come la proposta di Welfare Integrato, ovvero dei servizi sanitari personalizzati per fasce di età che ti danno la possibilità di avere Pensione integrativa e Card SiSalute con la quale puoi usufruire di esami e visite mediche a prezzi scontati presso le strutture convenzionate con SiSalute, società di servizi di UniSalute S.p.A.

La Card è gratuita ed è valida per un anno a partire dal momento in cui si esegue il pagamento della polizza, da effettuare nei termini previsti dall’iniziativa.

Il Welfare integrato non è previsto solo per i servizi sanitari, ma anche per il futuro dei figli e per la loro salute.

Puoi scegliere di accantonare per lui piccole somme che in futuro saranno un pezzettino della sua pensione integrativa.

Scegliendo il PIP “UnipolSai Previdenza Futura” potrai avere in regalo il Piano Sanitario Minorenni, che prevede servizi e prestazioni sanitarie fornite da UniSalute, una società sempre del Gruppo Unipol, per gli aderenti fino a 18 anni di età.

Costi UnipolSai Previdenza Futuro

Prima di vedere nei dettagli i costi di questa tipologia di pensione complementare partiamo con una simulazione per fornirti un esempio concreto:

  • Reddito: € 35.000,00;
  • Versamento: € 3.000,00;
  • Risparmio Fiscale (aliquota marginale 38%): € 1.140,00;
  • Spesa effettiva : € 1.860,00 al netto del risparmio fiscale.

Nel limite complessivo di € 5.164,57, sono deducibili dal reddito del capofamiglia anche i versamenti effettuati a favore di familiari fiscalmente a carico.

Il Piano Sanitario Minorenni è proposto in genere a tutti i genitori che sottoscrivono per il loro figlio il PIP “UnipolSai Previdenza Futura” versando all’adesione un contributo iniziale di almeno 500€ (un altro dei costi aggiuntivi per usufruire di questo servizio tipico di una polizza e non di una pensione integrativa).

  • Le spese di adesione non sono previste;
  • Le spese da sostenere durante la fase di accumulo.

Le spese direttamente a carico dell’aderente sono:

  • 4,0% prelevato all’atto di ciascun versamento ricorrente o aggiuntivo da parte del lavoratore o datore di lavoro e dall’eventuale flusso di TFR versato dal datore di lavoro;
  • 0,0% prelevato dagli importi provenienti dal trasferimento del maturato da altro fondo pensione.

Indirettamente a carico dell’aderente ci sono le seguenti spese:

  • 1,50 punti percentuali (rendimento trattenuto) sottratti dal rendimento percentuale ottenuto dalla Gestione separata Previattiva UnipolSai. Tutti gli importi sono definiti su base annua. Il prelievo avviene al momento dell’attribuzione del rendimento;
  • 1,80% (commissione di gestione) del patrimonio annuo del Fondo interno prelevati mensilmente con calcolo pro rata temporis.

Spese per l’esercizio di prerogative individuali (prelevate dalla Posizione individuale al momento dell’operazione):

  • Anticipazione: spese non previste;
  • Trasferimento: spese non previste;
  • Riscatto: spese non previste;
  • Riallocazione della Posizione individuale: € 15,00 nel solo caso di riallocazione della Posizione individuale maturata tra la Gestione interna separata e/o il Fondo interno nell’ambito della “Combinazione Libera” di cui all’Art.8, comma 1, delle Condizioni Generali di Contratto del PIP, a partire dalla quarta Operazione;
  • Riallocazione del flusso contributivo (ripartizione dei versamenti): non previste;
  • Spese relative alla prestazione erogata in forma di “Rendita Integrativa Temporanea Anticipata” (RITA) dirette alla copertura dei relativi oneri amministrativi: 3,00 € per ogni rata di rendita erogata.

Vediamo ora le spese e premi da sostenere per le prestazioni accessorie ad adesione obbligatoria:

  • Spese per coperture di puro rischio incluse nelle spese indirettamente a carico dell’aderente:
  • 0,10 punti percentuali, già incluse nelle commissioni prelevate annualmente sul rendimento della Gestione interna separata;
  • 0,10%, già incluse nelle commissioni annue di gestione che incidono sul patrimonio del Fondo Interno.

Per essere ancora più preciso e per fornirti dei dati ancora più concreti, di seguito ti riporto l’Indicatore Sintetico dei Costi (ISC) al fine di mostrarti un’indicazione sintetica dell’onerosità di Unipol Sai Previdenza Futuro.

In questo modo potrai vedere qual è il costo annuo, in percentuale della Posizione individuale maturata, stimato facendo riferimento a un aderente-tipo che versa un contributo annuo di 2.500 euro e ipotizzando un tasso di rendimento annuo del 4%.

L’ISC viene calcolato da tutti i fondi pensione utilizzando la stessa metodologia stabilita dalla COVIP.

UnipolSai Previdenza FPA – Fondo Pensione Aperto di UnipolSai

Ecco la seconda possibilità a cui puoi aderire. Si tratta di una forma di previdenza complementare che integra quella obbligatoria, attraverso scelte di investimento differenti in base al profilo di rischio e ai rendimenti attesi.

Caratteristiche del Fondo Pensione Aperto UnipolSai

L’importo iniziale per aderire al Fondo Pensione Aperto è a tua scelta. Anche i versamenti successivi al primo sono in base alle tue esigenze e puoi decidere tu se aumentare o diminuire le somme da versare. Pure per questa soluzione è ammesso, entro i limiti previsti dalla Legge, versare il tuo TFR.

I versamenti avvengono attraverso bonifico bancario di UnipolSai Assicurazione S.p.A.

Pure il Fondo Pensione Aperto aderisce al Programma Life Cycle che permette lo spostamento del tuo investimento in funzione della tua età. Fino a 42 anni gli investimenti confluiscono al 100% nel Fondo Interno; a partire dall’anno successivo un riallineamento dell’investimento fino ad arrivare a 62 anni con una composizione del 100% in Gestione Separata.

Ti è concesso anche chiedere un’anticipazione della quota per spese mediche straordinarie, acquisto o ristrutturazione prima casa o altre motivazioni, come avviene di solito in un qualsiasi fondo pensione.

Costi UnipolSai Previdenza FPA

Quali sono i costi da sostenere? Eccoli:

  • Spese di adesione: 50,00 € da versare in unica soluzione all’atto dell’adesione;
  • Spese da sostenere durante la fase di accumulo: direttamente a carico dell’aderente: 25,00 €, prelevate dal primo versamento di ciascun anno ovvero, in mancanza di versamenti, dal primo versamento successivo o in mancanza al momento della liquidazione della posizione individuale.

Per quanto riguarda le spese indirettamente a carico dell’aderente (prelevate settimanalmente dal patrimonio di ciascun comparto con calcolo mensile delle rate):

  • Garantito Flex  0,75% del patrimonio annuo del comparto;
  • Obbligazionario 0,90 % del patrimonio annuo del comparto;
  • Bilanciato Etico 0,90% del patrimonio annuo del comparto;
  • Bilanciato Prudente 1,10% del patrimonio annuo del comparto;
  • Bilanciato Equilibrato 1,10% del patrimonio annuo del comparto;
  • Bilanciato Dinamico 1,30% del patrimonio annuo del comparto.

Le spese per l’esercizio di prerogative individuali (prelevate dalla posizione individuale al momento dell’operazione) sono:

  • Anticipazione: 50,00 €, ma la prima anticipazione è gratuita;
  • spese di trasferimento non previste;
  • spese di riscatto non previste;
  • riallocazione della posizione individuale 25,00 €;

Le spese relative alla prestazione erogata in forma di “Rendita Integrativa Temporanea Anticipata” (RITA) dirette alla copertura dei relativi oneri amministrativi sono pari a 3,00 € per ogni rata di rendita erogata.

Ti fornisco anche per la Previdenza FPA l’indicatore sintetico dei costi, così hai modo di vedere il costo annuo, in percentuale della posizione individuale maturata, stimato facendo riferimento ad un aderente-tipo che versa un contributo annuo di 2.500 euro e ipotizzando un tasso di rendimento annuo del 4%.

Servizi Ulteriori offerti da Unipol

Puoi calcolare la tua pensione con il simulatore previdenziale. Non dimenticare che puoi usufruire anche del servizio presente sul sito INPS – BUSTA ARANCIONE INPS – che ti permette di calcolare l’ammontare della tua futura pensione (“la mia pensione”).

Opinione di Affari Miei su Pensione Integrativa Unipol

Dopo questa recensione approfondita hai le idee chiare sull’offerta fondi pensionistici Unipol, ma ti manca il mio parere esplicito a riguardo. Ho già cercato di esprimere la mia contrarietà su questa tipologia di prodotto, ma ti parlerò in maniera più diretta.

Trattandosi di una pensione integrativa di un’assicurazione, si tratta di una sorta di prodotto ibrido che racchiude gli aspetti negativi sia delle pensioni integrative che delle polizze vita (a proposito, qui ti spiego perchè sconsiglio le assicurazioni sulla vita!). Pur non essendo definita esplicitamente come polizza mista, ha comunque moltissimi vincoli, restrizioni, cavilli burocratici e costi di gestione separata che sono tra l’altro la tipica caratteristica delle polizze assicurative.

Capirai bene che se la tua intenzione è comunque di fare un investimento, più costi avrai, più si limita la tua capacità di guadagno. Questa formula ibrida sembrerebbe offrire più servizi (sia quelli del fondo pensione che quelli della polizza vita o salute), ma nei fatti si traduce di costi più elevati (ogni servizio offerto va comunque pagato) e una riduzione effettiva della parte di quota che dovrebbe essere investita, portando un rendimento effettivo.


Scopri che Investitore Sei

Ho creato un breve questionario con cui ti aiuto a capire che tipo di investitore sei. Al termine, ti guiderò verso i contenuti migliori selezionati in base alla tua situazione di partenza:


Quando Pensione Integrativa Unipol fa per te

Potresti valutare di affidarti a questo strumento:

  • se cerchi un prodotto sicuro: hai la garanzia di un gruppo assicurativo leader in Italia e di Bureau Veritas;
  • se non hai un’assicurazione sulla salute e ti farebbe comodo usufruire dei servizi sanitari offerti dalla Pensione Integrativa Unipol;
  • se hai dei figli minorenni e ti interesserebbe combinare al fondo pensione la possibilità di accumulare anche somme per il futuro dei tuoi figli con il Welfare integrato;
  • se la deduzione fiscale può agevolare la tua situazione (te ne ho parlato qui).

Quando Pensione Integrativa Unipol non fa per te

Viceversa, te la sconsiglio:

  • se appartieni a una categoria di lavoratori che può usufruire dei vantaggi dei fondi pensionistici di settore come per esempio Fondo Fonte;
  • se non hai figli minorenni che possono usufruire dei servizi sanitari aggiuntivi offerti dal PIP Unipol;
  • se hai già una polizza salute e non ti interessano i servizi medici aggiuntivi offerti in questo senso dalla pensione integrativa Unipol;
  • se vuoi investire senza pagare costi aggiuntivi tipici delle assicurazioni, cioè i costi di gestione separata.

Se mi segui da un po’ saprai (e se non lo sai, te lo dico adesso) che io sostengo da sempre l’importanza di investire in maniera attiva e consapevole, creando un percorso ad hoc in base alle proprie necessità.

Per guidarti, ho preparato una traccia di guide che potresti leggere per iniziare a masticare al meglio il linguaggio economico.

Conclusioni

Con tutte le informazioni che possiedi e la mia opinione, non avrai difficoltà a capire se la pensione Integrativa Unipol può essere per te un valido strumento di investimento.

La rete ha allargato le possibilità di guadagno che si possono avere correndo una percentuale di rischio bassissima. Il mio consiglio è quello di diffidare da queste formule che ti vincolano troppo e ostacolano la tua capacità di guadagnare dai risparmi, limitando anche la tua possibilità di controllare in prima persona le cifre che hai depositato.

Dunque, ora che hai queste informazioni, puoi decidere come gestire al meglio i tuoi risparmi! Buona continuazione su Affari Miei!


Segui i miei consigli per investire come un fuoriclasse

>> Acquista il Corso in Offerta <<


mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.
mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

LASCIA UN COMMENTO