Indiegogo, dai Potere alle Idee con il Portale di Reward Crowdfunding. Scopri Cos’è, Come Funziona e Quali Rischi Comporta

Hai mai sentito parlare di Reward CrowdfundingIndiegogo è una nota piattaforma online su cui poter lanciare delle campagne di raccolta fondi per realizzare progetti di qualsiasi natura (la sua concorrente #1 è Kickstarter).

Milioni di persone visitano Indiegogo in cerca di nuovi prodotti e servizi non ancora in commercio che risolvano problemi quotidiani o soddisfino interessi e divertimento. Tramite il sito chiunque può dare il proprio contributo economico ad un progetto in cambio di una ricompensa (reward) che può essere un gadget, un omaggio, l’esclusiva sul prodotto o servizio sponsorizzato.

Questo è il principio del reward crowdfunding che abitualmente viene paragonato ad un “pre-ordine” o “pre-acquisto”, quando invece è molto più simile ad un investimento privo di garanzie. Cercherò di far passare il concetto nel corso dell’articolo.

Questa è una breve guida al funzionamento di Indiegogo e del reward crowdfunding: ti spiegherò cos’è veramente una “ricompensa”, quali garanzie ci sono a tutela del tuo contributo e quali rischi è meglio conoscere prima di partecipare ad una campagna.

Se l’argomento ti incuriosisce, continua con la lettura!

Caratteristiche della piattaforma: cosa fa e cosa non fa?

Vediamo innanzitutto cosa è possibile fare grazie a questa piattaforma…

Cosa fa Indiegogo

La piattaforma è stata una delle prime a offrire un servizio di crowdfunding negli USA; fondata nel 2008, ha il suo quartier generale a San Francisco. Il sito è in inglese e tutti i progetti presentati, indipendentemente dalla loro nazione di riferimento, condividono la stessa vetrina.

Indiegogo svolge sostanzialmente 3 servizi:

  1. Permette ad artisti, imprenditori e inventori, provenienti da tutto il mondo, di pubblicizzare una loro idea sul sito e di raccogliere fondi dalla community per realizzarla. Indiegogo è un vetrine per progetti innovativi e tecnologici, artistici e creativi, ma anche di ambito culturale e sociale.
  2. Permette ai backers, i sostenitori, di contribuire con un’offerta economica a piacere in cambio di una ricompensa ma anche a puro titolo di beneficenza.
  3. Mette a disposizione degli utenti un Marketplace dove acquistare in anteprima oggetti innovativi pronti per la spedizione.

L’utilizzo di Indiegogo richiede l’iscrizione sia per i creativi che vogliono proporre un progetto, sia per gli utenti che intendono contribuire economicamente ad una campagna oppure acquistare un prodotto dal Marketplace. Indiegogo è una piattaforma quasi completamente gratuita, a parte per un 5% trattenuto dai finanziamenti ricevuti dalle varie campagne.

Cosa non fa Indiegogo

Indiegogo non garantisce il buon esito di un progetto, né in fase di campagna né dopo e non indaga sulle capacità del suo ideatore di ultimarlo.

La piattaforma non è responsabile delle promesse di ricompensa fatte ai backers. Le ricompense vengono gestite esclusivamente dai proprietari delle campagne. Indiegogo non garantisce che i sostenitori verranno soddisfatti.

Indiegogo non media le controversie relative ai rimborsi o all’adempimento degli obblighi. Se vuoi intraprendere azioni legali contro il team di una campagna lo devi fare per conto tuo.

In parole spicce, la piattaforma dà zero garanzie in merito alla qualità, sicurezza, moralità o legalità di qualsiasi campagna pubblicata. Se vuoi sostenere un progetto ti devi assumere il rischio.

Perché dovresti supportare un progetto?

Le campagne di crowdfunding sono l’occasione per nuove e rivoluzionarie idee di venire alla luce e di essere conosciute ben prima della vendita. Lanciare una campagna permette a coloro che propongono i progetti (Entrepreneurs) di raggiungere un nutrito pubblico, quindi oltre ai fondi necessari c’è la possibilità di conquistare anche una fetta di primi clienti.

I vantaggi per un artista, un inventore o un musicista sono evidenti, certo non basta essere online, non è affatto facile portare a termine con successo una campagna di raccolta.

Non è altrettanto immediato capire perché qualcuno dovrebbe sostenere progetti e iniziative altrui: il principio che muove il reward crowdfunding è la soddisfazione data dall’aver reso possibile la realizzazione di qualcosa che smuove il proprio interesse e che viene giudicata di valore.

Chi aderisce alle campagne simpatizza con un’idea e i suoi creatori, ne coglie l’utilità e il potenziale. Si tratta, in pratica, delle stesse persone che se trovassero quel prodotto già commercializzato lo comprerebbero.

Non Sai Come Investire i Risparmi?

"5 Consigli Super per Investire Consapevolmente" è la guida che ti aiuta a capire veramente gli investimenti.

 

Le ricompense

Il reward crowdfunding prevede comunque una ricompensa quindi non si tratta di pura beneficenza, nonostante i sostenitori possano sempre scegliere di non ricevere alcun regalo e alcuni progetti non prevedano l’invio di un riconoscimento.

Il tipo di ricompensa varia da progetto a progetto e in base all’entità del contributo:

  • Ad un minimo contributo può corrispondere un semplice ringraziamento;
  • A cifre maggiori corrispondono magari degli oggetti che sono legati al progetto: locandine, schizzi, accessori promozionali ecc;
  • I riconoscimenti più sostanziosi consistono però nel ricevere prima di tutti il prodotto realizzato o una sua versione limitata.

Come funziona la piattaforma

Gli ideatori dei progetti stabiliscono la cifra da raccogliere entro un determinato periodo, nonché il tipo di impegno da prendere con i backers.

Le campagne su Indiegogo possono essere di due tipi:

  1. Keep it all (Flexible Goal) Gli autori del progetto ricevono i soldi stanziati dai backers solo dopo che la campagna di raccolta ha raggiunto l’obiettivo di finanziamento entro il termine stabilito. Se così non accade la campagna fallisce e il progetto non riceve i fondi che restano in mano ai backers;
  2. All or nothing (Fixed Goal). Gli autori della campagna ottengono i finanziamenti dai sostenitori anche in caso in cui l’obiettivo di raccolta non venga raggiunto. Questo comporta che un progetto può iniziare la sua attività anche senza avere tutti i fondi necessari che erano stati previsti per la sua realizzazione – è un rischio maggiore per i sostenitori.

Le campagne che hanno raggiunto il loro obiettivo entro il termine stabilito, se lo vogliono, possono accedere alla fase InDemand, cioè possono continuare a raccogliere ulteriori fondi.

Come supportare un progetto

Per contribuire a una campagna devi prima creare un account sul sito compilando il form di iscrizione, oppure accedendo dal tuo profilo Facebook. Puoi comunque iniziare a sfogliare i progetti su Indiegogo senza iscriverti.

Qui ti mostro la schermata di registrazione.

Il modo più veloce per trovare un progetto che ti interessa è di fare uso massiccio dei filtri. Puoi scegliere i progetti per area tematica oppure in base allo stato di progresso delle campagne, altrimenti puoi affidarti alla selezione dei favoriti fatta dal team di Indiegogo.

Ogni campagna ha poi una sua pagina personale dove trovi la video-presentazione del progetto, la descrizione dettagliata dell’idea, le motivazioni e le tappe del suo sviluppo.

Nella parte superiore della pagina, sulla destra, c’è il pulsante “Back It” che aprirà una casella che ti permetterà di donare una cifra libera e di scegliere la ricompensa corrispondente. Puoi anche fare il procedimento inverso, cioè scegliere dalla scheda principale direttamente la ricompensa (colonna a destra), cliccare sopra e aprire il form per il pagamento. Controlla sempre se la spedizione include l’Italia e a quali costi.

Una volta impostata la cifra e la ricompensa puoi completare la donazione.

Se hai appoggiato una campagna del tipo All or nothing che non ha raggiunto il suo obiettivo, verrai rimborsato automaticamente entro 5 giorni lavorativi.

Metodi di pagamento

Indiegogo accetta pagamenti da carte di credito o debito, in genere Visa e MasterCard anche tramite Apple Pay. Le transazioni avvengono con la valuta di origine del progetto, l’importo finale potrà variare in base al valore del tasso di cambio.

Rimborso

Indiegogo permette di richiedere il rimborso della cifra donata entro la conclusione della campagna purché la donazione non sia già stata intascata dal creatore del progetto. Basta fare richiesta tramite email.

I rimborsi saranno emessi in base al metodo di pagamento utilizzato per effettuare il contributo e potrebbero essere necessari fino a 5 giorni lavorativi.

Ci sono delle garanzie?

Il reward crowdfunding è un patto di fiducia tra i sostenitori e gli autori di un progetto. Selezionare una ricompensa non ha lo stesso valore di fare un ordine o di acquistare un prodotto su Internet.

Spesso si tratta di prodotti che ancora non esistono se non ad uno stadio di prototipo. Considera che un creatore che ha ricevuto i fondi ha poi bisogno del tempo per sviluppare e fabbricare l’oggetto. I ritardi sono molto frequenti soprattutto nel caso di oggetti altamente tecnologici o di progetti cinematografici.

I creatori delle campagne si impegnano a mantenere gli accordi con i finanziatori, a tenerli aggiornati sullo stato di progresso del progetto e sulle consegne delle ricompense e a rispondere alle loro domande. Ma a parte il loro impegno non ci sono garanzie che ti assicurano che queste cose verranno fatte davvero.

Non Sai Come Investire i Risparmi?

"5 Consigli Super per Investire Consapevolmente" è la guida che ti aiuta a capire veramente gli investimenti.

 

Quali rischi?

Sostenere un progetto di crowdfunding è sempre un azzardo. Contribuendo a una campagna accetti il ​​rischio che il progetto possa subire cambiamenti, ritardi, imprevisti è che possa non realizzarsi.

Indiegogo non ti garantisce che i progetti avranno successo o che riceverai la tua ricompensa nei tempi promessi e che questa risponderà agli standard di qualità raccontati dai creatori della campagna. Potresti dover aspettare molto tempo per ricevere il regalo e rimanere deluso dalla sua qualità, oppure potresti non ricevere nulla – questi episodi non sono frequentissimi ma esistono.

Opinioni di Affari Miei

Arriviamo al dunque, il reward crowdfunding è più simile ad un investimento o a una scommessa che non ad un acquisto. Legalmente non ci sono garanzie che ti tutelano come consumatore e Indiegogo si limita a comportarsi come un mediatore tra te e la controparte.

Questo non lo dico per scoraggiarti a donare i tuoi soldi in una campagna. In sé è un meccanismo di scambio pregevole, ma non bisogna affrontarlo con superficialità, né da una parte, né dall’altra.

Valuta attentamente un progetto e i suoi ideatori prima di aderire e considera quali saranno le difficoltà che potrebbe incontrare in fase di sviluppo. Una campagna che non è trasparente nel comunicare la sua idea e il suo piano di realizzazione va evitata.

Ricordati che molto spesso non stai acquistando un prodotto finito ma probabilmente solo alla sua fase iniziale, alle volte, le foto pubblicate sono dei rendering, questo deve metterti un minimo sull’attenti.

Insomma, come sempre quando si tratta di investire con alti rischi, ti suggerisco di usare molta, moltissima cautela. Questa strategia va bene per aggiungere un po’ di pepe al tuo portafoglio di investimenti, ma se vuoi far fruttare i tuoi risparmi ti consiglio una strategia più mirata e pensata.

Prima di investire, formati!

Come ogni volta, prima di investire voglio consigliarti alcune letture che potrebbero essere importanti per muoverti nel mondo complesso degli investimenti, a partire dalla guida di Affari Miei: “Crowdfunding Italia: la Guida per Investire Consapevolmente”; con una spesa minima, avrai un quadro della situazione chiaro e preciso con i rischi e le opportunità delle piattaforme di crowdfunding.

Qui, inoltre, trovi i migliori libri per la tua crescita e formazione.

Conclusioni

Arrivati al termine dell’articolo su Indiegogo non mi resta che farti i miei auguri per il tuo “investimento”; se vuoi puoi confrontare questa piattaforma con la rivale Kicksarter, che trovi recensita sul mio blog.

Ti ricordo che Affari Miei propone moltissimi altri contenuti in tema di investimenti, risparmio e business – esiste anche una sezione interamente dedicata alle Piattaforme di Crowdfunding, se vuoi passare a metodi di finanziamento collettivo nel quale gli utenti hanno un ritorno economico vero!

Qui, invece, ecco un percorso tematico per investire:

Alla prossima!


Scopri che Investitore Sei

Ho creato un breve questionario con cui ti aiuto a capire che tipo di investitore sei. Al termine, ti guiderò verso i contenuti migliori selezionati in base alla tua situazione di partenza:


mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.
mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

LASCIA UN COMMENTO


Ricevi gli aggiornamenti da Affari Miei