Piccoli Investimenti Immobiliari Online: Quali sono i Migliori Siti per Cominciare ad Operare?

Sei alla ricerca dei migliori modo per mettere a punto piccoli investimenti immobiliari online? Sappiamo bene che investire nel mattone nel modo in cui lo facevano i nostri nonni, ovvero comprare case, non è alla portata di tutti. Inoltre, internet ha aperto moltissime porte anche a chi ha cifre basse ma vuole comunque investire nel settore immobiliare.

Il crowdfunding immobiliare è molto conosciuto, e ne ho parlato numerose volte qui su Affari Miei.

Si tratta di un settore ancora giovane nel nostro Paese, e per questo non tutti riescono a mettere a fuoco di cosa si tratti per capire se si tratta di uno strumento valido. C’è da dire, però, che se sei alla ricerca di un modo per investire nel mattone online, con basse cifre, questa strada è la più percorribile.

In questa guida vedremo quali sono le migliori piattaforme a cui affidarsi, come funzionano, quale cifra viene richiesta e se conviene questa modalità di investimento.

Iniziamo!

Come funziona Crowdfunding immobiliare: equity vs lending

Siamo davanti ad una forma moderna di investimento nel mattone  che non comporta il fatto di comprare o possedere direttamente gli immobili, ma consiste nel guadagnare direttamente dal mercato immobiliare.

Si tratta quindi di un’evoluzione degli investimenti immobiliari, gestito tramite piattaforme online specializzate nel crowdfunding immobiliare e che richiede somme basse.

Voglio fare una rapida precisazione e spiegare che esistono 4 modelli principali di crowdfunding:

  • Donation crowdfunding, mirato alla raccolta di donazioni per progetti a scopo sociale o culturale. Non vi è nessun ritorno economico per gli investitori;
  • Rewards crowdfunding, simile al precedente modello, ma con la differenza che in cambio della somma donata l’investitore riceve una ricompensa (che può essere un bene o un servizio);
  • Equity crowdfunding, permette di finanziare startup e PMI erogando un contributo finanziario in cambio di quote societarie delle stesse imprese (diventi socio a tutti gli effetti);
  • Lending crowdfunding, il denaro viene investito a titolo di prestito per finanziare privati o aziende che restituiscono il capitale ricevuto con gli interessi.

Un’altra distinzione è che il crowdfunding immobiliare può essere Equity based oppure Lending based e le differenze sono queste:

  • Nel modello Equity i profitti si realizzano tramite il reddito da locazione che viene distribuito dallo sponsor tra gli investitori su base mensile o trimestrale e in parte sono generati dalla plusvalenza (guadagno dalla rivendita dell’immobile a un prezzo più alto);
  • Nel modello Lending, invece, i finanziatori investono nel prestito ipotecario associato a una proprietà. I prestiti sono rimborsati mensilmente o trimestralmente con gli interessi proporzionati al capitale erogato da ogni investitore.

Nell’Equity based i rendimenti sono maggiori ma lo sono anche i rischi potenziali; investire in startup può infatti non essere sempre vantaggioso: certo, se il progetto avrà successo le azioni possedute cresceranno di valore; viceversa, se l’iniziativa non andrà a buon fine, il rischio è di perdere una parte o tutto l’investimento.

Invece, nel Lending based il rendimento è limitato al tasso fisso d’interesse stabilito e non dipende dal risultato economico del progetto finanziato; i rischi sono più contenuti. Ma attenzione, non vuol dire che ne sia privo! Esiste sempre il rischio di default del debitore.

Ecco le migliori piattaforme per investire

Qui di seguito voglio illustrarti quali sono le piattaforme migliori attive in Italia e in Europa, concludendo con le mie opinioni e considerazioni generali sul tema.


#1 Re-Lender: la piattaforma italiana specializzata in reconversion crowdfunding


Re-Lender: siamo davanti ad una piattaforma italiana che èspecializzata in progetti di riconversione urbana ad elevata redditività.

Puoi optare e scegliere tra tre tipologie diverse di progetti:

  • Re-Urban;
  • Re-Build;
  • Re-Convert.

Iscrivendoti a Re-Lender potrai accedere non soltanto a progetti di tipo immobiliare, ma anche di tipo industriale, digitali e ad impronta ecologica.

Insomma, la novità che attira molti investitori è la sua caratteristica di offrire l’accesso a diverse tipologie di investimento direttamente collegate all’immobiliare.

Iscriversi è facile, bisogna anche in questo caso recarsi sul sito ufficiale e inserire i propri dati. Gli investimenti partono da 50€.

Re-Lender è una piattaforma che si inquadra nella tipologia del lending crowdfunding, dunque ti retrocede gli interessi mensilmente, diversamente da altre piattaforme che versano l’importo solo dopo la vendita dell’immobile.

>> Iscriviti Adesso Gratis <<


#2 Trusters: investi in immobili ad alto rendimento


Trusters è una piattaforma italiana specializzata negli investimenti in immobili in Italia.

Truster vanta tutte le autorizzazioni previste dalla legge. La sua sede è proprio in Italia e scegliendo questa piattaforma puoi effettuare investimenti su un orizzonte temporale breve: da 9 a 18 mesi, con un rendimento minimo del 7%.

Il deposito minimo è di appena 100€: quindi, è adatto anche a chi ha somme basse da investire.

>> Iscriviti Adesso Gratis <<


#3 Concrete Investing: privacy protetta e investimenti professionali


Concrete Investing è una piattaforma autorizzata dalla CONSOB. Essa si inserisce nel settore dell’equity crowdfunding immobiliare.

Quindi, a differenza delle altre piattaforme che permettono di diventare solamente finanziatore, Concrete Investing offre la possibilità di diventare socio dei progetti.

Tali progetti durano circa un anno e propongono un obiettivo di ritorno del 10%.

Concrete Investing è il punto di incontro tra investitori professionali e i risparmiatori qualificati: infatti, vanta partner noti nel settore, tra cui Percassi Immobiliare e Impresa Rusconi.

Ecco i suoi punti di forza:

  • Investitori qualificati: la soglia minima di investimento è alta; parliamo di circa 5.000 euro. Per questo, possono aderire solo investitori motivati, soggetti con un buon capitale oppure società che investono professionalmente;
  • Autorizzazione CONSOB: con questo tipo di crowdfunding diventi socio delle società che mettono a punto i progetti ed il tutto deve essere sottoposto alla vigilanza prevista dalla legge a tutela di chi investe;
  • Massima Privacy: Concrete Investing è l’unica piattaforma che, servendosi di una società approvata dal Ministero dello Sviluppo Economico e della Banca d’Italia, ti permette di avere l’intestazione fiduciaria delle quote. In altre parole, puoi diventare socio dei progetti con la garanzia dell’anonimato rispetto ai terzi;
  • Qualità massima dei progetti: Concrete Investing effettua una selezione meticolosa dei progetti.

#4 Con RECROWD Investimenti a partire da 100€


RECROWD è l’ultima piattaforma di cui voglio parlarti. La formula è quella del lending crowdfunding, quindi non diventiamo soci come nel caso precedente, ma come i primi esempio, ci si trova a prestare somme di denaro per un determinato periodo di tempo, denaro che verrà usato per concretizzare un progetto selezionato.

L’investimento minimo è di 100€, ciò permette di investire somme basse in più progetti, diversificando.


Investire nel mattone grazie al crowdfunding conviene?

Il Real Estate Crowdfunding è una modalità di investimento nata negli USA nel 2012, grazie alla legge Jumpstart Our Business Startups Act.

Il crowdfunding è una formula che ha consentito un significativo rinnovamento del mercato immobiliare, specialmente considerando i cambiamenti causati dalla crisi del 2008.

Non tutti lo sanno: crowdfunding significa letteralmente “finanziamento dalla folla” ed è una tipologia non convenzionale di finanziamento che consente di raccogliere fondi tra più persone (una folla, appunto), le quali  partecipano con piccole somme  alla realizzazione di un progetto di interesse comune.

Le parti coinvolte sono tre:

  • l’iniziatore del progetto da finanziare;
  • gli individui che sostengono il progetto con il loro capitale;
  • l’intermediario(in genere una società fintech) che gestisce la piattaforma online, il marketplace. Ovviamente tutto è possibile grazie a Internet e alla nuova tecnologia finanziaria.

Si tratta di un meccanismo che offre a chiunque la possibilità di effettuare investimenti immobiliari senza dover per forza acquistare un immobile, e senza dover necessariamente disporre di capitali elevati oppure esperienza nel settore. Inoltre consente di diversificare il portafoglio su più mercati e tra più progetti, il tutto online.

I vantaggi di investire nel crowdfunding immobiliare

Evidenziamo ora i vantaggi rispetto agli investimenti immobiliari tradizionali:

  • I rendimenti sono certamente interessanti, sebbene il fenomeno in Italia sia ancora recente e dobbiamo capire come evolverà;
  • Si tratta di un’occasione alla portata di tutti, bastano cifre basse per iniziare;
  • Consente di diversificare puntando ai mercati migliori a livello europeo o mondiale invece di limitarti alla tua zona;
  • Tutto avviene in forma digitale e automatizzata, si guadagna in velocità, praticità e semplicità;
  • Si tratta di un investimento di tipo passivo, che prevede un impegno decisamente inferiore in termini di tempo e denaro rispetto al possedere e dover gestire un immobile;
  • Il sistema è sicuro:  le piattaforme di crowdfunding effettuano controlli e verifiche prima di validare un progetto e operano nel rispetto delle leggi e delle regolamentazioni;
  • La quasi totale assenza di costi di intermediazione è un bel vantaggio. generalmente le piattaforme di crowdfunding funzionano in modo gratuito, per ripagarsi del servizio trattengono una piccola percentuale sul rendimento ottenuto dall’investimento.

Opinioni di Affari Miei

Come avrai già intuito, sono generalmente favorevole a questo tipo di investimenti che sono sintomo di innovazione. Ovviamente, non vuol dire che li consigli come unico modo per investire, perché i rischi ci sono, come in ogni investimento, e questo è un ramo giovane che va studiato per capire come maturerà.

Personalmente preferisco i mercati finanziari perché sono più regolamentati ed hanno uno storico maggiore ma non ho obiezioni particolari nei confronti delle piattaforme di cui ti ho parlato, anzi, ritengo che se anche in Italia vogliamo stare al passo coi tempi può essere interessante aprirsi anche alle novità del nostro tempo.

Ribadisco che è importante diversificare ed essere cauti: non consiglio di investire tutto il capitale in questa tipologia di investimento (non superare il 3-5% di quello che pensi di investire), perché i rischi (e lo ripeto) ci sono.

La diversificazione è sempre alla base del successo, e credo ci siano tante altre soluzioni grazie a cui puoi creare un ottimo e profittevole portafoglio.

Certo è che, se sei alla ricerca di piccoli investimenti immobiliari online, che sia per iniziare o per diversificare un portafoglio già strutturato, il crowdfunding va valutato.

Prima di salutarti ti suggerisco di leggere la mia guida agli investimenti immobiliari se preferisci investire sul mattone in senso “classico”.

Se, invece, ti stai approcciando adesso agli investimenti puoi iniziare da questi percorsi tematici:

Buon proseguimento su Affari Miei, a presto!


Scopri che Investitore Sei

Ho creato un breve questionario con cui ti aiuto a capire che tipo di investitore sei. Al termine, ti guiderò verso i contenuti migliori selezionati in base alla tua situazione di partenza:

>> Inizia Subito <<


Davide Marciano
Imprenditore e Investitore
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Dopo la laurea in Giurisprudenza, ha approfondito la sua storica passione per l’economia e la finanza conseguendo un Master in Consulenza Finanziaria Indipendente. Nel 2019 ha scritto il libro "Vivere di Rendita - Raggiungi l'Obiettivo con il Metodo RGGI" ed ha fondato la Affari Miei Academy.
Categorie: Crowdfunding

0 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *