Attività da Aprire in Italia: Conviene Ancora Provarci?

Quali sono le attività da aprire oggi in Italia? Conviene nel 2017 provare a mettersi in proprio? Aprire un negozio, diventare professionisti o inventarsi un lavoro redditizio è l’aspirazione di tanti  nonostante siamo in tempi di crisi.

Ma quali sono le strategie da seguire in questo periodo difficile per l’economia? Le regole universali sono essenzialmente sempre le stesse: non avere paura di sbagliare. Chi ha paura di sbagliare e fallire, infatti, parte già con il piede sbagliato.

Anche i più grandi imprenditori hanno fallito tante volte prima di iniziare. Pensate all’inventore di Facebook, per dirne una: nonostante abbia inventato una delle piattaforme più usate al mondo è stato citato da alcuni colleghi all’università per avergli copiato l’idea di base.

Chi ha visto il film The Social Network sa di cosa stiamo parlando. E’ un esempio che usiamo per dire che anche le idee più innovative nascono talvolta da mere migliorie di cose esistenti, da innovazioni che si apportano a processi produttivi già in essere.

Da questo blog lo abbiamo detto in diverse occasioni: siate creativi, abbandonate l’idea dell’attività standard che funziona sempre e comunque.

Essere creativi, però, non vuol dire essere incoscienti: è bene avere presenti una serie di cose molto importanti prima di iniziare.

Ora concentriamoci su alcuni consigli fondamentali per chi desidera mettersi in proprio!

Attività da aprire in Italia oggi: cosa conviene avviare?

Un filone che abbiamo trattato molto spesso su Affari Miei è quello dell’imprenditoria low cost: considerando i rischi a cui ci si espone, l’elevata pressione fiscale e la crisi economica, vale la pena investire tanti soldi?

Abbiamo analizzato le criticità del rilevare una tabaccheria: attività un tempo considerata redditizia e ancora oggi molto interessante ma esposta a tante difficoltà, prima fra tutte il grande esborso iniziale.

Alcune risorse utili per avviare attività low cost:

Tutte queste attività da aprire in Italia oggi hanno un punto in comune: il basso investimento iniziale.

Se va bene ci saremo creati una rendita più o meno elevata, se va male invece abbiamo perso poco o niente e non ci ritroveremo pieni di debiti da onorare.

Attività da aprire oggi in Italia, conclusioni: conviene diventare imprenditori?

La domanda, non ci stancheremo mai di scriverlo, dovete farla a voi stessi: ve la sentite? Se avete un posto fisso e guadagnate discretamente, tutto sta alla vostra propensione al rischio.

Se non avete un lavoro sicuramente sentirete la necessità di crearlo, magari specializzandovi in una vostra passione: il punto è che se non lavorate potreste non avere il denaro per iniziare.

Avviare un business indebitandosi non è una grande idea, ammesso che non abbiate l’idea del secolo: ma anche se fosse vostra, non è detto che funzioni e non di certo vi apparirà qualcuno a predirvi il futuro.

Anche per questo motivo le soluzioni low cost si adattano meglio a coloro che non hanno un impiego e vogliono crearselo.

Ulteriori risorse utili

Aggiorniamo volentieri questo articolo vista l’elevata mole di contenuti prodotti negli ultimi anni.

Questa pagina non vuole fornirvi soluzioni ma più che altro indirizzarvi verso idee più concrete.

Oltre ai post già presenti, dunque, vi invitiamo a seguire i percorsi forniti così da poter acquisire quante più nozioni ed idee per lanciare il vostro business:

Buona lettura dallo staff di Affari Miei!

mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.
Affari-Miei
mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

LASCIA UN COMMENTO