Aprire un’Osteria: Requisiti, Costi e Consigli Fondamentali

Aprire un’osteria significa abbracciare in toto lo stile e il gusto italiano, se amate le atmosfere caserecce, il vino ed il buon cibo e desiderate investire nel mondo della ristorazione potreste aprire un’osteria.

Nelle osterie si servono cibi semplici e gustosi, piatti tipici e taglieri il tutto accompagnato da un’atmosfera calda e famigliare.

Gli italiani mano il buon cibo e un’osteria potrebbe essere un buon modo per mettersi in proprio e fare impresa.

Iniziare un nuovo business rappresenta una grande avventura e nell’articolo di oggi ti parlerò dell’iter da seguire per l’apertura, dei requisiti necessari e anche della spesa media, delle eventuali affiliazioni in franchising. Infine ti darò tutti i consigli utili per ottenere il successo.

Buona lettura!

Quali sono i requisiti per aprire un’osteria?

Per aprire è necessario essere in possesso di alcuni requisiti morali richiesti per legge per aprire un’attività.

Per aprire un ristorante sono richiesti dei requisiti morali obbligatori, ovvero non devi essere stato dichiarato fallito o interdetto in precedenza. In caso contrario, non otterrai il via libera e le autorizzazioni necessarie per l’apertura.

Inoltre sarà necessario cercare un locale che ben si adatti all’apertura di una osteria e che quindi disponga di tutti i requisiti di sicurezza e igiene obbligatori per legge.

Qualora il locale non ne fosse in possesso non otterrai il permesso di aprire. Per rimediare potresti mettere a norma i locali tramite dei lavori di ristrutturazione, quindi informati accuratamente sulle norme e sulle qualità del locale prima di affittare o acquistare.

Altri requisiti obbligatori per l’apertura di una osteria sono:

  • l’apertura di una Partita Iva e l’iscrizione al Registro delle Imprese;
  • ottenere tutti i permessi obbligatori per l’apertura di una attività, come il certificato ASL (che attesti la sicurezza e l’igiene dei locali, si richiede alla ASL tramite apposito modulo, la ASL invierà personale per i controlli) e l’iscrizione a Inps ed all’Inail;
  • ottenere il permesso per l’esposizione dell’insegna e pagare la relativa tassa;
  • ottenere il certificato HACCP per la somministrazione di alimenti e di bevande;
  • dichiarare al comune l’inizio di attività e ottenere il permesso;
  • pagare la Siae nel caso in cui pensiate di trasmettere musica nel vostro locale.

Se desideri avere una attività di successo ci sono anche altri requisiti da avere: non sono requisiti obbligatori per la legge italiana, ma si tratta di doti davvero utili per attirare sempre nuovi clienti e assicurare alla tua attività una lunga vita.

È consigliabile assumere solo personale competente e personale specializzato che abbia esperienza nella ristorazione e che sappia trattare i cibi. Uno chef preparato è un buon punto da cui partire.

Ricorda che bisogna creare un ambiente accogliente e famigliare, anche l’arredamento può fare la differenza tra il successo e l’insuccesso. Scegli colori caldi e mobilio in legno per creare l’atmosfera rustica richiesta e ad attirare un maggior numero di persone.

Si consiglia inoltre di prepararsi accuratamente e di conoscere bene i piatti serviti, tutto questo aumenterà la tua credibilità e affidabilità. Infine è fondamentale preparare con attenzione un business plan accurato e dettagliato quanto possibile in cui tu possa verificare l’ammontare delle risorse da investire e in cui riportare i tuoi obiettivi sia a lungo che a e breve termine; gli obiettivi sono fondamentali per arrivare al successo.

Ti consiglio anche di documentarti sui possibili finanziamenti concessi dalla regione per l’apertura di nuove attività.

Dove conviene aprire una trattoria?

In Italia le osterie non sono rare, ma si sa che il cibo attira sempre clientela. È consigliabile aprire in zone ben servite, ma anche ben riparate.

I belvedere, le zone di campagna, e i borghi sono luoghi perfetti per delle attività di questo tipo. Anche il centro città si adatta, l’importante è servire sempre piatti gustosi. È consigliabile valutare il passaggio di potenziali clienti e aprire in una zona con un forte passaggio.

Anche le zone periferiche molto trafficate si adattano bene all’apertura di osterie e di attività di ristorazione. Per scegliere il luogo adatto alla tua apertura ti consiglio  di fare un’analisi di geo marketing capillare e di appoggiarti ad un esperto nel settore che possa consigliarti la zona migliore in cui aprire.

Esistono dei franchising per queste attività?

Se desideri aprire la tua osteria, ma non vuoi rischiare troppo accollandoti il peso di un gran numero di rischi, un franchising potrebbe essere la scelta più giusta per te.

Se deciderai di aprire un franchising sarai sempre seguito passo passo da personale preparato mandato appositamente dalla casa madre per tutto il percorso per l’apertura. Le consulenze aiutano il nuovo affiliato a minimizzare i rischi economici rispetto alle aperture autonome. Vediamo insieme quali sono i maggiori franchising per le osterie.

1) Lasagneria artigianale La Lasagna franchising

L’osteria che prepara lasagne in teglie da 1,2,4,8 fino a 12 persone, lasagne da asporto o da consumare nell’osteria. Ha un catalogo iniziale di oltre 40 gusti per le sue lasagne e punta a produrre sempre piatti ben bilanciati e di qualità.

Le varie parti per le lasagne vengono preparate dal laboratorio centrale e inviate al franchisor che dovrà solo realizzarle senza doverle cucinare dal principio.

Quindi ai clienti sarà fornito un ottimo piatto in pochi minuti. L’investimento è di soli 30.000 euro, avrai l’esclusiva di zona e la progettazione del negozio, la formazione del personale e supporto a 360 gradi.

Non ci sono royalty sul fatturato. Per avere maggiori informazioni su questo Franchising contatta la casa madre sul sito ufficiale e sarai ricontattato direttamente dal Franchisor.

2) Osteria di Pinocchio franchising

Un ristorante osteria innovativo ed unico nel suo genere che si accosta al format del Fun Restourant.

Nell’osteria Pinocchio non si offre solo cibo, ma anche divertimento per tutta la famiglia. L’osteria è particolarmente attenta alle esigenze dei più piccoli e gli consente di mangiare e giocare assieme ai personaggi della favola mentre i grandi mangiano tranquilli.

La location è perfetta per organizzare feste di compleanno ed eventi divertenti. I prodotti utilizzati sono selezionati e legati al territorio.

Il locale dovrà essere arredato a tema e avere personale mascherato per far divertire i clienti. Non è indicato il costo minimo per l’apertura, bisogna contattare la casa madre sul sito ufficiale per conoscere gli investimenti.

Nel prezzo sono compresi supporto all’avvio, business plan, progettazione e realizzazione completa dell’osteria, selezione e formazione del tuo personale, piano marketing e di comunicazione, sito internet e profili social, assistenza continua.

Per avere maggiori informazioni su questo Franchising contatta la casa madre sul sito ufficiale.

3) Cas’ e Putec’ franchising

È l’osteria a km 0 che propone cibi con un forte legame con le tradizioni e con i sapori della cucina di origine contadina.

L’atmosfera proposta è quella delle osterie di una volta con ambienti poveri e semplici. I clienti devono sentirsi a casa e ritrovare il piacere del tempo e dello stare seduti a tavola.

L’osteria offre piatti freddi di taglieri accompagnati da vino e birra artigianali. Ogni prodotto servito è rigorosamente a 0 e va dal produttore al consumatore. Prosciutto, formaggio, miele, uova, tutto deve essere a km ) e valutato dalla casa madre.

La spesa per affiliarsi è minima e basta un locale di soli 60 mq per aprire. Per l’apertura si spendono dai 10 ai 20 mila euro, la fee di ingresso è di € 5.000,00 + IVA, le royalties mensili sono di circa € 450,00 + I.V.A. a partire dal secondo anno di apertura.

Il bacino d’utenza minimo è di 80.000 persone, l’ubicazione deve essere nei centri storici o nei posti di passaggio. Il personale per la gestione è di minimo due persone. Nel prezzo non sono compresi corsi di formazione. Per avere maggiori informazioni su questo Franchising contatta la casa madre sul sito ufficiale.

4) Sud Franchising

L’osteria che vuol proporre ai clienti solo i prodotti della tradizione liquoristica ed enogastronomica del sud Italia. I prodotti serviti non sono quelli della grande distribuzione, ma solo quelli del territorio.

L’azienda seleziona i produttori rappresentativi dell’identità della regione e che rispettino accuratamente i requisiti della lavorazione tipica artigianale. I prodotti serviti sono tutti solo biologici e artigianali.

L’osteria propone piatti semplici che non necessitano di cottura elaborata, si preparano taglieri e panini a cena e pranzo. Sud Franchising rivolge l’attenzione a imprenditori sia giovani che meno giovani che desiderino realizzarsi ed iniziare un’attività di successo.

Sud franchising propone ben tre diverse forme di investimento:

  • Formula completa con menù con cibo e bevande con investimento a partire da € 39.000;
  • Formula smart con solo la fornitura delle bevande con investimento a partire da € 15.000;
  • Formula di riconversione di attività già esistenti in una osteria Sud con investimento minimo da preventivare.

L’ubicazione del locale deve essere preferibilmente in città universitarie o in zone di grande affluenza o vicino a luoghi di aggregazione di giovani e studenti. Il locale deve essere minimo 60 mq. Per avere maggiori informazioni su questo Franchising contatta la casa madre sul sito ufficiale.

5) Sapor di osteria

È un format che preferisce non parlare di franchising, ma di consociazione, il loro marchio cerca affiliati che siano pronti ad entrare in famiglia, non dei semplici franchisor.

L’azienda ti darà tutti i suggerimenti e gli aiuti per creare e trasformare la tua attività. Al momento non sono disponibili ulteriori informazioni riguardo i requisiti minimi, l’investimento richiesto e il personale da impiegare.

Per avere maggiori informazioni su questa attività è necessario contattare la casa madre sul sito ufficiale.

Quanto costa aprire un ristorante osteria?

Come per qualsiasi tipo di attività commerciale anche per aprire un’osteria è necessario valutare con estrema attenzione ogni aspetto, a partire dalla gestione, fino agli obiettivi a lungo e breve termine, passando per gli investimenti.

Bisogna anche preventivare tutti i costi e anche i tempi per il recupero del capitale investito per l’apertura, per questo risulta impossibile procedere senza aver prima redatto un business plan dettagliato.

I costi da sostenere sono generati da tanti fattori come il locale, gli arredi, il necessario per le cucine, le attrezzature e i materiali, le forniture, i corsi di formazione, le spese per l’iter burocratico, i servizi e gli allacci di luce, gas, acqua e le varie consulenze professionali che vi guideranno prima e durante l’apertura.

Per un locale di medie /piccole dimensioni con assunto del personale minimo la spesa di investimento iniziale non è inferiore a 150.000 euro circa, ma la cifra può variare a seconda del tipo di locale che deciderete di aprire.

La cifra sarà di certo minore per un’osteria che prepara piatti veloci, ma sarà sicuramente maggiore per una osteria ristorante.

Non è una spesa che tutti possono sostenere, per questo ti consiglio  di informarti in regione per sapere se sono disponibili aiuti, finanziamenti a fondo perduto o sgravi fiscali per chi apre una nuova attività.

Se pensi di non riuscire a sostenere la spesa per l’apertura di un locale, ma vuoi comunque aprire la tua attività, puoi pensare al franchising e appoggiarti ai nostri consigli. In genere i franchising richiedono un investimento minore rispetto a quello necessario per una attività completamente autonoma.

Se desideri aprire un’attività riducendo ulteriormente i rischi e i costi potreste optare per la gestione familiare.

Per aumentare il fatturato, raggiungere il successo desiderato e per recuperare la cifra che avete investito avrai bisogno di alcuni consigli utili.

Concludiamo fornendo qualche consiglio per arrivare al successo:

  • per realizzare i tuoi sogni avrai bisogno di tutto il tuo impegno e della tua passione, i clienti di oggi fanno attenzione non solo alla competenza, ma anche a quanto si ami il proprio lavoro; dimostra di amare la tua attività e vedrete che conquisterai il rispetto di tanti clienti;
  • mostrati preparato e sii un esempio positivo per il personale, scegli collaboratori seri e appassionati quanto te e ricorda che basta un solo cameriere poco cortese a danneggiare un intero business;
  • fai attenzione ai pagamenti e alle scadenze, non trascurare le incombenze fiscali e cerca di far quadrare i conti ogni mese;
  • cura la pubblicità anche online e sui social network, internet è un buon alleato per farsi conoscere e per raggiungere nuovi clienti, anche fuori dal tuo territorio.

Ora che sai tutto quello che serve per aprire la tua attività di successo non ti resta che iniziare a lavorare con impegno e passione per realizzare i tuoi sogni e per diventare imprenditore!

Ulteriori risorse

Aprire un’osteria è una delle soluzioni che ti permettono di lavorare nel turismo e nella ristorazione. In realtà le opportunità sono molteplici, e qui di seguito ho elaborato una lista di opzioni per chi, come te, vuole aprire una trattoria o un ristorante e vuole farlo all’estero oppure in Italia, ma offrendo qualche alternativa che sia in grado di farsi amare dai clienti, garantendo il successo.

Ad esempio potresti pensare di offrire cibo e atmosfere romantiche e allegre a chi ha scelto un’alimentazione particolare: quindi potresti leggere le guide dedicate:

Se invece preferisci prima sperimentare la soluzione della cucina, per capire se fa per te, potresti provare a cucinare e a casa tua su orinazione, o aprire un catering:

Se vuoi optare per la ristorazione in grande stile, caratterizzata dalla modernotà, invece potrebbero interessarti questi articoli:

E per concludere, se vuoi trasferirti all’estero, ecco alcune dritte per aprire un ristorante fuori dall’Italia!

Insomma, le opzioni sono infinite. Spero di averti dato qualche spunto interessante e di averti aiutato a chiarirti le idee.. Buona fortuna!

 

mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

 

Video Corso Gratuito Business con Metodo

Stai pensando di metterti in proprio ma non sai da dove iniziare? 

Scopri Subito il Video Corso “Business con Metodo”: ho preparato per te oltre 1 ora di contenuti esclusivi che ti guideranno nel pianificare la tua avventura imprenditoriale.

mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

LASCIA UN COMMENTO


Ricevi gli aggiornamenti da Affari Miei