Come Cambiare Banca e Chiudere il Conto Corrente: Scopri Come Farlo Facilmente

Oggi ritorno su uno degli argomenti più recensiti su questo sito, ovvero i conti correnti. Ma, questa volta, non ti parlerò delle caratteristiche di questi prodotti bancari, bensì mi soffermerò sulla procedura che consente di cambiare banca dopo aver chiuso il conto corrente attuale.

È così, capita a tutti almeno una volta nella vita di voler effettuare questa operazione, e i motivi sono i più disparati. C’è chi lo fa perché perde fiducia nella propria banca, chi perché invogliato da qualche offerta più vantaggiosa, chi ancora ha bisogno di ridimensionare il proprio conto corrente per cause di forza maggiore.

Vediamo in questo articolo come gestire il passaggio e quali possono essere le migliori banche da considerare per semplificare il passaggio!

Oggi è molto più facile

Va detto, anzitutto, che avere un conto corrente al giorno d’oggi è fondamentale. Esso, infatti, è lo strumento che ti permette di ricevere il corrispettivo mensile, effettuare pagamenti, predisporre addebiti per le transazioni sulle bollette e molto altro ancora. Senza, non è più possibile sopravvivere.

Ma come è possibile cambiare banca se un indomani ce ne fosse la necessità? Partiamo dal presupposto che è molto più semplice di quel che sembra. Come prima cosa, è importante sapere che è un’operazione che non richiede il pagamento di alcuna penale.

È un procedimento che è stato snellito negli anni grazie alle ultime normative in materia di portabilità applicate al settore del credito. Nello specifico, il vecchio conto deve essere chiuso entro dodici giorni dalla richiesta del correntista, pena il riconoscimento di indennizzi a favore del correntista stesso.

Altra cosa importante da sapere è che è l’istituto bancario prescelto a dover sbrigare tutte le questioni per l’apertura del conto corrente presso la propria banca. Compito del correntista, in ogni caso, è quello di assicurarsi che sul vecchio conto non pendano prestiti accesi in precedenza che debbano ancora essere saldati, perché in questo caso deve valutare la possibilità di mantenimento o di estinzione dello stesso.

Deve, inoltre, consegnare al vecchio istituto di credito carte prepagate o di credito che abbia, oltre a eventuali carnet di assegni non ancora consumati.

I passaggi da seguire

In realtà ti do subito una buona notizia. Non devi occuparti di nulla: ogni banca può gestire il trasferimento da un conto all’altro per te, senza che tu debba recarti da nessuna parte! Sarà il nuovo istituto a gestire la burocrazia, entro 12 giorni massimo (altrimenti avrai diritto ad un risarcimento), potrai avere il tuo nuovo conto.

Puoi trasferire tutto il conto, chiudendo quello vecchio, oppure puoi scegliere di traslocare alcune o tutte le utenze a seconda della tua necessità.

In realtà puoi anche gestire il tutto tu, se per qualche motivo ti facesse sentire più sicuro.

I passaggi però possono essere complicati: infatti, in fase di migrazione del conto devi riconsegnare le carte di pagamento richieste e attivate, quelle di debito e le carte di credito, insieme ovviamente al libretto degli assegni.

Inoltre, gli assegni non incassati vanno restituiti. Non scordare di addebitare le spese della carta di credito sul conto corrente.

Se hai anche un conto titoli associato al conto corrente,  devi inoltrare una richiesta per la chiusura del deposito, qualora non potessi avere il conto deposito con un conto corrente di una banca differente (non tutte lo permettono).

Cambiare banca e chiudere il conto corrente è un’operazione sicura?

Sì, lo è. Oggi come oggi i correntisti sono tutelati da diverse norme in materia, ma hanno comunque degli obblighi specifici, come già abbiamo accennato sopra.

Deve riconsegnare carte di credito e/o debito, deve provvedere a restituire libretti degli assegni, deve anche segnalare che non vi siano pendenze sul conto corrente che si intende chiudere – specie se si tratta di un prestito che la stessa banca ha concesso al correntista.

Per tutto il resto pensa la banca che si è scelta per la nuova apertura. Gli istituti bancari, inoltre, non possono più chiedere costi per penali, l’unica cosa che possono detrarre dal conto corrente in chiusura sono le spese accessorie strettamente collegate all’uso dello stesso.

Per quanto riguarda le somme che restano sul conto corrente, al momento della chiusura, ci sono tre modi per riscuoterle:

  • Possono essere prelevate;
  • Possono essere versate direttamente sul conto corrente nuovo, tramite bonifico
  • Possono essere corrisposte all’ex titolare dalla banca stessa tramite assegno per posta.

Come già visto prima, la banca ha tempo dai 6 ai 15 giorni lavorativi per chiudere il conto corrente. Se questo non avviene nei tempi stabiliti, la direttiva europea sulla portabilità dei conti correnti stabilisce che siano riconosciuti indennizzi ai correntisti per somme che vanno da 5.160 a 64.555 euro.

Cambiare banca online: le migliori promozioni

Vediamo insieme le promozioni attive in questa fase.

CheBanca! ti offre interessi in promozione

Partiamo con il dare il dato più importante di tutti: la banca del gruppo Mediobanca ha un Cet 1 ratio del 14,3%.

Con questo dato si attesta tra le banche più solide in Italia. Traslocare un conto corrente in CheBanca! è facile come un clic.

I trasferimenti non sono un problema, e in più CheBanca! ti offre l’opportunità di surrogare il tuo mutuo o di accedere a tanti altri servizi. Se infatti paghi una rata troppo alta nella banca di origine, CheBanca! ti dà l’opportunità di cambiarlo e richiederne uno più vantaggioso.

Perchè vantaggioso? Con questa banca puoi scegliere tra Conto Digital e Conto Yellow: il primo ha canone pari a zero, il secondo il canone annuo a 24 euro azzerabili, ma per approfondire al meglio le caratteristiche di questi due conti ti consiglio di leggere le mie guide!

>> Passa a CheBanca! Adesso <<

N26, la Banca Europea per Smartphone n.1

N26 è una ottima soluzione alternativa al conto corrente tradizionale, se stai pensando di cambiare banca: anche questo istituto ha ricevuto dei riconoscimenti, vendendo indicato come il miglior istituto europeo per smartphone.

Ne ho parlato in questa mia recensione, che ti invito a leggere. In questa sede ti ricordo che potrai cambiare banca e avere il tuo conto N26 in soli 8 minuti, gestendo l’apertura da casa tua. Basta che tu abbia a portata di mano la tua carta di identità o il passaporto per permettere il riconoscimento attraverso un selfie.

In pochissimi minuti avrai il tuo codice IBAN, e in quattro giorni avrai la tua carta Mastercard. Si tratta di una soluzione che puoi ottenere in fretta, senza burocrazia e ed ideale per chi cerca un conto a 0 spese che proponga anche funzioni più avanzate.

>> Apri N26 Adesso <<

Crédite Agricole: per te Buono Amazon 150€!

Conto Adesso propone un’offerta vantaggiosa che ti permette di usufruire del servizio del trasloco dalla tua vecchia banca alla nuova senza nessuna preoccupazione e che, in più, ti regala un buono Amazon da 150 euro.

Questi sono già dei dei motivi che potrebbero spingerti a scegliere questo conto per i tuoi soldi, ma i vantaggi non si fermano qui.:

  • non prevede canone;
  • permette di prelevare e versare gratuitamente contanti e assegni presso gli sportelli ATM;
  • puoi effettuare operazioni 24 ore su 24;
  • puoi visionare l’estratto conto digitale attraverso il servizio Nowbanking Privati;
  • hai a tua disposizione una l’assistenza di una filiale virtuale.

Traslocando il tuo vecchio conto, poi oltre al buono Amazon potrai ottenere anche la carta di debito Easy Cash e la carta di credito CartaSi Mastercard Classic, gratuitamente per il primo anno.

Come vedi si tratta di un istituto bancario che offre numerosi vantaggi, a partire dalla praticità del servizio che ti consente ti eliminare un vecchio conto corrente che non soddisfa più le tue esigenze senza dover pensare alla burocrazia o alle problematiche che la chiusura di un conto può portare.

>> Apri Conto Adesso <<

Web Sella

Per i soggetti non clienti che desiderino aprire un conto presso Banca Sella, e vogliano trasferire, appunto i loro servizi e/o estinguere il vecchio conto, la banca offre una sezione online apposita.

Recandoti sulla home page potrai quindi aderire alle seguenti iniziative:

  • Trasferibilità automatica del dossier titoli;
  • Trasferibilità automatica delle Ri.Ba.;
  • Elenco dei servizi gestiti sul conto;
  • Trasferibilità dei bonifici;
  • Trasferimento saldo ed estinzione conto.

Insomma, anche questa soluzione può essere quella giusta per chi vuole cambiare banca!

>> Apri WebSella Subito <<

Hype: la carta conto con IBAN evoluta

Se hai deciso di rottamare il tuo vecchio conto, devi assolutamente prendere in considerazione anche Hype, che si discosta leggermente dal concetto del conto corrente tradizionale.

Si tratta di una carta prepagata evoluta, dotata di IBAN, caratteristica che la rende fruibile anche per chi, come te, è alla ricerca di un conto corrente vantaggioso e facile da gestire.

Hype ha ottenuto da prestigiosi quotidiani finanziari italiani più titoli in virtù di migliore carta prepagata del 2018 (qui trovi la mia recensione).

I vantaggi sono l’assenza di spese di apertura e di gestione, oltre alla gratuità dei bonifici e al fatto che puoi aprirla in 5 minuti da casa tua, tramite il modulo online digitalizzato e gestito attraverso una video chiamata.

Potrai infine gestire i tuoi soldi in tempo reale, inviandoli ai negozi convenzionati e ai clienti Hype e controllando le tue spese tramite l’app.

>> Apri Hype Adesso <<

Opinioni di Affari Miei sulla chiusura  e il trasloco del conto corrente 

Ti dico in breve cosa penso di questa operazione, basandomi sulle informazioni che quotidianamente raccolgo sui conti correnti e sulle offerte degli istituti bancari italiani.

Secondo me è un’operazione da prendere in considerazione se sei insoddisfatto per la tua banca d’appoggio, se c’è anche un solo motivo che non ti soddisfa, è giusto pensarci.

Se provieni da un istituto bancario tradizionale e non hai problemi con la tecnologia puoi provare ad affidarti alle banche online. Abbiamo visto CheBanca! e Widiba, due esempi davvero interessanti. Prova a cercare diverse soluzioni su misura per te.

Quando cambiare banca e quando non farlo

A questa domanda non posso che rispondere che indirizzandoti verso questa soluzione nel momento in cui hai un conto corrente saturo di spese, talvolta anche superflue.

Non conviene farlo quando magari sei già intestatario di un conto corrente online con poche spese, e non hai l’esigenza di avere condizioni particolari.

Conclusioni

In questa guida abbiamo visto insieme quali vantaggi ci sono nel cambiare banca chiudendo un vecchio conto.

Per valutare conti correnti nuovi puoi continuare a seguire la piattaforma di Affari Miei, in modo da approfondire questo argomento con informazioni sempre aggiornate!

Qui, puoi trovare alcuni spunti per conoscere le caratteristiche e le condizioni dei migliori conti corrente del 2018!

mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

Vuoi Conoscere in Anteprima le Offerte del Mese?

Ricevi Gratis le Promozioni Migliori su Conti e Carte
La tua Privacy è al sicuro
Privacy Policy
Riceverai mensilmente in esclusiva novità sulle ultime offerte per cambiare banca!

mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

LASCIA UN COMMENTO