Come Risparmiare sull’Assicurazione Auto: 7 Consigli Top

Come risparmiare sull’assicurazione auto? Sappiamo tutti che l’automobile è sì una comodità, ma allo stesso tempo rappresenta una spesa non indifferente: assicurazione, revisione, bollo, manutenzione, per non parlare del costo del carburante. Se potessimo rinunciaci certamente lo faremmo, ma non sempre è possibile fare a meno di questo indispensabile mezzo di trasporto, soprattutto se si abita fuori mano e lontano da una città ben servita dai servizi.

E dunque eccoci a fare i conti con l’annuale mazzata: l’assicurazione. Uno dei motivi che genera confusione nell’automobilista è la vastità del campo assicurativo, che coinvolge decine e decine di compagnie assicurative e che muta molto velocemente, proponendo tariffe sempre diverse. Per questo, stare dietro all’offerta può essere un’operazione complicata e che richiede tempo.

È possibile riuscire a spendere meno su questa spesa così incisiva quanto fondamentale? La risposta è sì, e seguendo i consigli che ti darò in questa guida potrai tirare un sospiro di sollievo.

Se stai cercando la via da seguire per spendere meno in questa voce spesa, continua a leggere!

Cambiare Rca conviene

Il primo suggerimento utile per poter spendere meno pagando l’assicurazione della propria automobile è quello di non cristallizzarsi sulla solita compagnia assicurativa soltanto perché ci siamo trovati bene.

Infatti, di anno in anno i prezzi continuano ad aumentare, spesso in maniera piuttosto evidente, annullando la situazione iniziale di convenienza che ci ha fatto scegliere proprio quella copertura assicurativa.

È fondamentale controllare, soprattutto allo scadere del nostro contratto, quali sono gli sconti e le tariffe più vantaggiose del momento, spesso riservate ai nuovi clienti.

Sembra un’operazione difficile? Forse una volta lo era, quando bisognava alzare la cornetta o recarsi presso le varie sedi delle compagnie per avere diversi preventivi e scegliere il migliore. Oggi però non vi sono scuse, grazie all’avvento di internet, strumento che offre migliaia di opportunità.

In questo caso è sufficiente recarsi sulla pagina del più noti comparatori, come Facile.it o SuperMoney.

Approfitta di questi strumenti per trovare la soluzione più adatta, e ricordati che a partire dal 2013 non vi è più la condizione del “tacito rinnovo”, la quale prevedeva la possibilità di veder rinnovare il proprio contratto automaticamente, salvo l’espressione palese di volerlo risolvere definitivamente.

Questo vuole dire in ogni caso che, allo scadere della data, sarai senza copertura assicurativa e quindi sarai in ogni caso costretto a stipulare una nuova polizza, anche con il vecchio assicuratore.

Tuttavia, ricordati che, come già anticipato, ogni compagnia offre sconti e tariffe molto vantaggiose ai nuovi clienti, e dunque cambiare potrebbe essere la soluzione giusta!

Confrontare i prezzi per scegliere il migliore

A questo punto il secondo passo sembra evidente. Una volta che abbiamo appurato che cambiare assicuratore è il primo passo per risparmiare, ciò non significa buttarsi tra le braccia di una qualunque altra compagnia, ma confrontare.

Ho citato due dei più noti comparatori proprio per questo, per spingerti a confrontare e decidere quale strada è la più conveniente.

Ma come fare? È semplicissimo: inserendo i tuoi dati e quelli della tua vettura, in pochi click potrai ottenere una lista di polizze vantaggiose ordinate dalla più semplice e conveniente alla più ricca di clausole e protezioni, in modo da poter scegliere quella di cui hai bisogno.

Ricorda comunque che il prezzo migliore non è necessariamente il più economico, bensì quello più basso a parità di servizi e garanzie offerte.

Per quanto riguarda invece la voce dei massimali ricordati che quelli minimi sono fissati per legge a 1 milione di euro per i danni alle cose e a 5 milioni di euro per i danni alle persone.

Per ottenere ulteriori sconti, ti consiglio di valutare le offerte che prevedono l’installazione della cosiddetta scatola nera, che consente di impedire le truffe in caso di sinistro, ma permette anche di tracciare il profilo dello stile di guida dell’assicurato, il quale verrà preso in considerazione nei rinnovi futuri.

Infine, durante la comparazione, dovrai valutare se la polizza in questione prevede o meno l’opzione franchigia.

Molte compagnie offrono il cosiddetto scoperto franchigia con cui potrai ottenere ulteriori sconti sul tuo premio, anche se vuole dire trovarsi eventualmente con uno scoperto franchigia di centinaia di euro, e forse non potrebbe valerne la pena!

Scegli una assicurazione online

Cosa significa questa voce? Non abbiamo già parlato di comparatori online? In realtà questo consiglio implica di scegliere una compagnia virtuale, che non è dotata di sedi fisiche ma opera soltanto sul web.

Grazie a questa caratteristica, come avviene anche per le banche online, è possibile per l’agenzia abbattere molti dei costi (affitto, utenze, manutenzione, pagamento di dipendenti allo sportello e così via), e ciò si riflette in automatico sul prezzo del premio proposto all’assicurato.

Un’unica raccomandazione è quella di verificare che la compagnia non abbia in automatico previsto una assicurazione accessoria preselezionata, che prevedrebbe l’aumento del prezzo.

Fatto ciò, potrai davvero essere certo che si tratti di una polizza online davvero conveniente.

Occhio alla classe di merito

Se vuoi essere certo di aver ottenuto un preventivo corretto, devi stare attento, durante la compilazione del modulo, ad inserire la voce “classe di merito universale”.

Questa classe è identica per tutte le compagnie e viene assegnata seguendo regole condivise. Questa permette di trasferire la propria assicurazione da una compagnia assicurativa ad un’altra.

Invece, la classe di merito interna viene assegnata sottostando a regole stabilite dalle singole compagnie, e non secondo regole condivise. Essa viene adoperata esclusivamente per determinare il premio assicurativo.

Preferisci l’assicurazione a validità annuale

Per poter risparmiare ancora è bene che tu sappia che la modalità di pagamento scelta per il premio assicurativo incide sul prezzo.

Infatti, optando per il pagamento annuale, sceglierai la soluzione più conveniente, in quanto pagare ogni sei (ma anche ogni quattro o tre mesi) mesi attraverso l’opzione della rateizzazione vorrà dire nella stragrande maggioranza dei casi dover sostenere delle spese aggiuntive, con il conseguente aumento del premio.

Legge Bersani, chi ne ha diritto?

Un’altra opzione davvero da tenere a debita considerazione è quella di essere consapevoli della legge Bersani. Ma cos’è e chi ne ha diritto? Nel caso in cui tu abbia acquistato una vettura, nuova o usata, potresti beneficiare di tale legge.

Essa di consente di beneficiare di una classe di merito inferiore a quella di ingresso (14esima), grazie all’appoggio alla classe di merito di una persona nel nucleo familiare convivente. Ovviamente è necessario rispondere a determinati requisiti per poter avere accesso a tale agevolazione e sconto.

Vediamo quali sono:

  • non è possibile trasferire la classe di merito da auto a moto: il veicolo deve essere della stessa categoria;
  • il proprietario dell’auto da assicurare convive con il soggetto dell’auto già assicurata: deve risultare nello Stato di Famiglia;
  • la vettura acquistata non è mai stata assicurata dal nuovo proprietario;
  • la polizza a cui ci si appoggia deve essere attiva, e quindi non sono ammesse polizze né sospese né scadute.
  • Le aziende non possono sfruttare la Legge Bersani, ma solo le persone fisiche.

Attenzione alle truffe!

Infine, ecco un consiglio sempre valido: attenzione alle offerte troppo golose ed allettanti. Se la compagnia ti sembra sospetta o di dubbia provenienza, non ne hai mai sentito parlare e così via, e magari ti applica un prezzo che si discosta molto dagli altri preventivi, forse dovresti sentire puzza di bruciato.

Fondamentalmente appoggiarti ai siti comparativi ti tutela, perché ogni offerta è giudicata e testata da professionisti e non dovresti cadere in queste trappole, ma se usi strade alternative, occhio!

Conclusioni

Tra le varie voci di spesa dell’economia domestica, anche la polizza auto ricopre un ruolo importante, insieme al riscaldamento, alla corrente elettrica e all’acqua.

Pensare a come ridurre le spese e lo spreco energetico è il primo passo per vivere una vita più consapevole, risparmiando pur senza fare particolari rinunce.

Per questo perdere mezzora del proprio tempo per confrontare le varie compagnie assicurative è importante ed è soprattutto sintomo di maturità e voglia di metterti in gioco. Continua a seguire Affari Miei per essere sempre aggiornato su questi temi e diventare sempre più scaltro nell’evitare spese superflue con piccoli ma importantissimi gesti!

Ulteriori risorse utili

Se stai cercando appunto di scoprire come evitare di sperperare il tuo sudato stipendio in spese legate alla gestione domestica, allora potresti trovare interessanti queste guide, che ti consiglio di leggere:

Buon risparmio!

mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.
5 Consigli per Risparmiare
La tua privacy è al sicuro

Affari-Miei

mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

LASCIA UN COMMENTO