I Ricchi Sono Sempre Più Ricchi. Un’Analisi sull’Andamento Economico e sulle Diseguaglianze

Una delle costanti dell’età della complessità è la crescita delle disuguaglianze.

I ricchi diventano sempre più ricchi rispetto ai poveri, l’Italia non fa eccezione rispetto ai Paesi occidentali, anzi, “eccelle” in Europa con i più abbienti che hanno 6,09 volte più soldi dei meno abbienti (media UE28 5,28 volte).

Il divario diventa ancora di più se lo guardiamo a livello locale: al Sud un ricco guadagna 7,4 volte i soldi di un povero.

Che cosa vuol dire tutto questo a livello individuale?

Mi pare ormai evidente che nelle società sviluppate siamo nell’età della complessità e le cose non sono più facili come una volta.

Una laurea, un’attività di famiglia o una casa di proprietà lasciata dai genitori non sempre bastano per migliorare le condizioni economiche delle nuove generazioni o, peggio ancora, spesso non bastano nemmeno per pareggiare il benessere di chi veniva prima.

Per progredire in un contesto progredito dobbiamo fare cose più avanzate, serve un metodo

Certo, sarebbe opportuno che i governi facessero qualcosa per ridurre le disuguaglianze ma francamente non voglio morire aspettando un aiuto dall’alto.

L’aiuto più grande ce lo possiamo dare da soli con una gestione oculata della nostra vita.

Quando ho introdotto il Metodo RGGI pensavo a come ho organizzato la mia vita per vivere di rendita partendo dallo stretto legame che passa tra i vari ambiti della finanza personale.

Risparmiare, guadagnare, gestire la propria crescita individuale e investire i soldi sono quattro facce della stessa medaglia funzionali alla crescita del proprio benessere finanziario

Non possiamo amministrare e investire 200 mila euro se non sappiamo gestire il nostro stipendio.

Non possiamo pensare di avere decine di migliaia di euro da far crescere con l’interesse composto se prima non investiamo sul nostro sviluppo individuale e sulla nostra formazione.

Tutto ciò passa, inevitabilmente, da un processo di maggiore responsabilità personale: non possiamo aspettare gli altri per tutta la vita, tocca a noi.

I media, la scuola e la politica ci hanno raccontato per anni che tocca agli altri: l’azienda, il governo, il comune, l’Europa o chi per essi.

I pifferai del cambiamento gentile, invece, vogliono farci credere che basta premere un bottone per svoltare: entrare in una rete di vendita di dubbia provenienza, investire su qualche sito online che non mette manco l’indirizzo (perché se no la gente li andrebbe a prendere fin dove sono loro) o credere alle promesse di facili successi altrui non ci aiuterà nella nostra ricerca.

Il benessere finanziario è figlio dell’impegno e della determinazione

Impegno e determinazione, nel lungo periodo, producono risultati.

Io sono molto poco fiducioso per la collettività ma ho una fiducia enorme nei singoli.

Che facciamo, la raddrizziamo sta baracca?

Altre Risorse Utili

Se stai cercando di costruire il tuo futuro e smettere di dipendere dagli altri, allora puoi leggere qualche altra guida che potrebbe aiutarti a chiarirti le idee.

Le trovi qui:

Buona continuazione!

mm
Imprenditore e Investitore
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, ha sviluppato nel tempo la passione per la finanza personale e lo sviluppo individuale. Nel 2019 ha scritto il libro "Vivere di Rendita - Raggiungi l'Obiettivo con il Metodo RGGI" ed ha fondato la Affari Miei Academy.
mm
Imprenditore e Investitore
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, ha sviluppato nel tempo la passione per la finanza personale e lo sviluppo individuale. Nel 2019 ha scritto il libro "Vivere di Rendita - Raggiungi l'Obiettivo con il Metodo RGGI" ed ha fondato la Affari Miei Academy.

LASCIA UN COMMENTO