Airbag Certificate: Cosa Sono e Come Funzionano?

Gli Airbag Certificate sono strumenti finanziari derivati, che appartengono alla categoria dei certificati senza leva e a capitale condizionatamente protetto. In questo approfondimento ti spiego quali caratteristiche hanno, come funzionano e a quali investitori si rivolgono.

È importante conoscere e distinguere le varie famiglie di certificati perché hanno caratteristiche anche macroscopiche. Alcuni seguono una strategia di replica passiva del sottostante (al rialzo o al ribasso).

La maggior parte adotta invece strategie raffinate che possono comprendere la protezione del capitale, il pagamento di cedole e premi, il rimborso anticipato, la leva finanziaria e molto altro.

Se ti interessano gli investimenti nei certificati, e vuoi conoscere tutte le tipologie esistenti, prosegui con la lettura dell’articolo.

Un piccolo ripasso: cosa sono i certificati?

I certificati (certificate o certificates) sono titoli negoziabili in Borsa su un mercato dedicato, che consentono di investire su un’attività finanziaria sottostante.

Il loro valore deriva dal valore di mercato del sottostante, che può essere un’azione, un indice, un tasso di cambio, un tasso di interesse, un paniere di titoli, eccetera.

I certificati possono incorporare una leva finanziaria e avere un fine speculativo. Diversamente, sono impostati per soddisfare strategie d’investimento di medio-lungo termine.

Quelli senza leva si distinguono principalmente per il livello di protezione del capitale che offrono. Alcuni prevedono una copertura totale o parziale.

Altri sono noti per offrire una protezione del capitale condizionata all’andamento dell’attività sottostante. Un terzo gruppo non prevede alcuna copertura.

Diciamo che la varietà di certificati è perfettamente in grado di realizzare le aspettative di ogni tipologia d’investitore: qui ne ho parlato approfonditamente.

Fatta questa breve introduzione, scopriamo cosa sono gli Airbag Certificate.

Caratteristiche e funzionamento

I certificati Airbag sono una famiglia di prodotti presenti sul mercato con queste caratteristiche distintive:

  • La partecipazione al rialzo del sottostante, l’investitore ha un ritorno proporzionato alla performance positiva del sottostante;
  • La protezione del capitale a scadenza, a condizione che non si verifichi l’evento barriera – che rappresenta il valore limite raggiungibile dal sottostante;
  • La durata tra i 2 e i 5 anni;
  • Il “fattore airbag” che ammortizza le perdite se il prezzo del sottostante scende sotto il livello barriera.

In pratica il certificato funziona così: se alla scadenza il valore del sottostante ha riscontrato un incremento, l’investitore ottiene il pagamento del capitale investito maggiorato della performance realizzata, ottenendo così un profitto.

Se invece si verifica un deprezzamento del sottostante, senza però raggiungere il livello barriera, il risparmiatore riceve alla scadenza esclusivamente il rimborso del capitale investito (protezione del capitale anche in situazioni di moderata perdita).

La terza situazione è quella più interessante, perché ci fa capire la peculiarità dei certificati Airbag. Se a scadenza la quotazione del sottostante è scesa sotto la barriera, l’investitore perde la protezione condizionata del capitale.

Tuttavia, subentra il fattore airbag (il rapporto fra il valore iniziale e il livello di barriera) che permette di attenuare la perdita, che altrimenti sarebbe maggiore, salvando una parte del capitale investito.

A quali investitori si rivolgono

I certificati Airbag sono rivolti a quegli investitori che hanno aspettative rialziste e intendono avvantaggiarsi degli incrementi di valore del sottostante, contenendo però gli effetti negativi di possibili ribassi, grazie all’effetto ammortizzante del fattore airbag.

Pertanto sono adatti agli investitori con un profilo di rischio medio, una visione unidirezionale dell’investimento e con un orizzonte temporale medio-lungo.

Non sottovalutare l’importanza della formazione

I certificati sono strumenti complessi, anche quelli con un profilo di rischio contenuto e che presentano la protezione condizionata del capitale, più un ammortizzatore delle perdite.

Per investire, ci vuole comunque un buon livello di conoscenza ed esperienza in materia di strumenti derivati, e un’adeguata propensione al rischio con conseguente sopportazione delle perdite.

Per una scelta ottimale del certificato bisogna fare attenzione alla volatilità del sottostante, alla liquidità e al rischio emittente. Perciò controlla sempre il KIID, all’interno del quale è indicato il livello di rischio/rendimento del prodotto, più altre informazioni molto importanti.

In conclusione

Questo è quanto c’è da sapere, in termini generali, sui certificati Airbag. Come dico sempre, i certificati possono essere utili se esistono determinate condizioni soggettive dell’investitore, se sono inseriti in una strategia ben precisa, e se sussiste una buona diversificazione che permette di evitare il rischio emittente.

Restano però dei prodotti complessi che non consiglierei mai a un investitore principiante, privo di formazione e di un portafoglio un po’ strutturato.

Se ti trovi solo all’inizio del tuo percorso di investimento, non hai ancora definito obiettivi e strategia, forse è il caso che ti concentri sulle basi anziché pensare ai certificati.

Potresti valutare il programma Easy Investments Formula, pensato per chi vuole investire ma sente di dover studiare, oppure, se vuoi costruire dei portafogli e ti senti più sicuro di te, ti rimando alla recensione di un servizio che ho messo a disposizione per i miei lettori: Fast Investments Planner.

Ti consiglio poi la lettura delle guide per i neo-investitori:

Io ti saluto e ti auguro un buon proseguimento.


Scopri che Investitore Sei

Ho creato un breve questionario con cui ti aiuto a capire che tipo di investitore sei. Al termine, ti guiderò verso i contenuti migliori selezionati in base alla tua situazione di partenza:

>> Inizia Subito <<


 

Davide Marciano
Imprenditore e Investitore
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, ha sviluppato nel tempo la passione per la finanza personale e lo sviluppo individuale. Nel 2019 ha scritto il libro "Vivere di Rendita - Raggiungi l'Obiettivo con il Metodo RGGI" ed ha fondato la Affari Miei Academy.
Categorie: Certificati

0 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi gli aggiornamenti da Affari Miei