Come si Compila un Assegno Bancario: Guida alla Compilazione

Quante volte vi sarà capitato di trovarvi nella situazione di dover compilare bollettini, assegni o altre pratiche ed essere sopraffatti da dubbi? Tutte le voci da riempire e i dati da inserire possono mandare in confusione chi non è abituato a compilare questi mezzi di pagamento.

Indubbiamente uno dei casi di maggiore dubbio è legato proprio agli assegni: come si compila un assegno bancario? Questa procedura non è difficoltosa, ma per chi non esegue questa operazione abitualmente c’è il rischio di dimenticarsi qualche importante passaggio.

In questo articolo cerchiamo di illustrarvi le modalità per svolgere questo procedimento nel modo corretto.

Come compilare un assegno bancario: l’importo

Innanzitutto iniziamo dando una definizione di cosa sia l’assegno: si tratta di un titolo di credito e di uno strumento di pagamento che mira a procurare al portatore disponibilità di denaro immediata.

È uno strumento molto diffuso e sempre più adoperato proprio per la sua comodità e la sua rapidità, tanto che oggi essere in grado di compilarlo è fondamentale.

La diffusione di questa modalità di pagamento è dovuta alla normativa antiriciclaggio, finalizzata alla lotta al riciclaggio del denaro sporco, per cui per il pagamento di importi pari o superiori ai 2500 euro è richiesta l’intermediazione da parte di soggetti autorizzati, come le banche.Compilare un assegno bancario

fonte foto: sostariffe.it

Dopo questa breve premessa analizziamo le modalità di compilazione degli assegni bancari.

La prima informazione che viene richiesta è quella riguardante il luogo e la data dell’emissione: tale sezione si trova nella parte alta dell’assegno e richiede quindi il nome della città in cui viene emesso il titolo e la data precisa, ossia la data completa di mese e anno.

Queste informazioni sono fondamentali per la determinazione dei tempi di scadenza del titolo.

Inoltre bisogna sapere che segnare una data differente da quella in cui l’assegno viene staccato comporta sanzioni a carattere legale: la data segnata non può essere nè anticipata nè posticipata.

In secondo luogo bisogna indicare l’importo in cifre, voce posizionata nella parte alta, a destra.

Per effettuare questo passaggio senza errori bisogna contrassegnare i due numeri decimali separandoli con una virgola: per esempio 750,00 in caso di cifra piena, 750,50 quando vi sono i centesimi.

Dopo aver messo la cifra in questo modo è necessario riportare l’importo in lettere: questo campo si trova nell’intera riga centrale, dove l’importo da trasferire deve essere trascritto in lettere.

La virgola che separa la somma di denaro (prima riportata in cifre) ora va sostituita da una sbarra: ad esempio, riprendendo gli esempi di prima, settecentocinquanta/00 oppure settecentocinquanta/50:i decimali vanno sempre inclusi.

Voltiamo pagina e continuiamo nella lettura della nostra guida.

1
2

Resta Aggiornato:

Vuoi Restare informato sulle ultime novità dal settore? Puoi ricevere le informazioni gratis iscrivendoti al nostro servizio

Inserisci i tuoi dati!

Ti forniremo contenuti esclusivi, riservati solo agli iscritti alla newsletter!

I tuoi dati personali sono trattati in conformità al D.Lgs 196/2003

Usi Telegram? Iscriviti Gratis al Nostro Canale!

Affari-Miei-telegram

LASCIA UN COMMENTO