Giroconto Bancario: Cos’è e Come Funziona

Cos’è il giroconto? Il giroconto bancario, come anche il giroconto postale, è un utilissimo procedimento che permette, semplicemente, di far passare dei fondi da un conto corrente ad un altro: in questo articolo vedremo cos’è e come funziona.

I due conti correnti, protagonisti dello scambio, possono essere della medesima banca oppure di due istituti bancari differenti.

Essendo oggi molto semplice cambiare banca grazie ai pacchetti e alle promozioni che si rinnovano quotidianamente, è importante conoscere questo mezzo che ci permette di trasferire il denaro in assoluta sicurezza da un luogo ad un altro.

Ovviamente tale passaggio avviene in maniera completamente “virtuale”. Non vi è alcun bisogno di prelevare i soldi attraverso il cassiere, anzi, si può svolgere tutto attraverso internet, se l’attuale e la futura banca lo permettono.

In pratica basta che il debitore completi un modulo e lo invii a favore di un creditore. All’interno del modulo devono essere indicati tutti i dati del destinatario, quindi anche l’IBAN.

Nel caso in cui la banca non permetta (ma è molto raro) di effettuare queste operazioni seduti direttamente davanti al pc di casa, allora dovrete andare in banca e compilare il modulo davanti al cassiere.

I costi del giroconto bancario sono diversi e dipendono soprattutto dalla zona in cui si trova il destinatario: l’invio di denaro in banche straniere è di solito più costoso.

Che differenza vi è dunque tra un giroconto e un bonifico? 

Anche se all’apparenza le differenze sembrano nulle, in realtà una diversità importante esiste: nel caso del giroconto vi sono due conti corrente, uno che dà e uno che riceve.

Nel caso del bonifico invece deve esistere un solo conto corrente, il destinatario può anche non possederne uno e andare a ritirare i soldi in contanti nella banca che ha emesso il bonifico stesso.

Anche i tempi non sono fissi e uguali in ogni caso di trasferimento dei fondi: nel caso in cui il denaro venga trasferito nella stessa banca allora si potrà ottenere il movimento in circa 2-3 giorni;

se invece i giroconti avvengono  tra due istituti differenti, allora potrebbero anche volerci 4-5 giorni lavorativi; infine se si trattasse di una banca estera potrebbero passare addirittura 10 giorni.

Giroconto bancario: limite denaro trasferibile da un conto ad un altro

Eliminiamo anche alcuni equivoci riguardanti il limite di denaro trasferibile da un conto ad un altro. In molti credono, infatti, che un giroconto non possa superare, come gli assegni, un valore massimo di 5.000 euro, ma in realtà non è così.

Attraverso il giroconto noi possiamo trasferire anche tutto il denaro in nostro possesso sul conto corrente.

Ad esempio se possedete un conto bancario con un milione di euro e volete trasferirlo sul conto cointestato con vostra moglie o vostro marito, così che anche lei/lui possa prelevare, potete trasferire esattamente tutto il milione di euro senza nessun problema.

Solitamente le banche effettuano comunque dei controlli affinché non avvengano errori dovuti all’aggiunta involontaria di uno zero.

Qualsiasi banca offre questo servizio e d’altronde è un vostro diritto come clienti poterne usufruire.

Tuttavia, i tempi d’attesa non sono spesso aggirabili, dunque vi consigliamo di effettuare sempre per tempo tali passaggi così da non vivere spiacevoli inconvenienti da un punto di vista temporale.

mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.
mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

LASCIA UN COMMENTO


Ricevi gli aggiornamenti da Affari Miei