Netflix Mette la Pubblicità! Un’Occasione per i Leader di Settore? Investi Su Roku!

Netflix sta valutando l’ipotesi di creare un piano più economico supportato però dalla pubblicità.

Roku, società americana che produce una varietà di lettori multimediali digitali per lo streaming video e che ha un’attività pubblicitaria che concede in licenza ad altre società, ha un’enorme opportunità di aumentare le sue entrate.

Roku ha registrato delle vendite migliori del previsto, e ha registrato utili alla fine del mese scorso.

I ricavi sono aumentati del 28% anno su anno, fino ad arrivare a 734 milioni di dollari.

Il prezzo delle azioni è sceso di circa il 18% nell’ultimo mese, ma ha poi iniziato a salire dopo il rapporto sugli utili.

A cosa è dovuto questo affondo?

Può essere attribuito al rallentamento della crescita dei conti attivi.

Roku infatti ha aggiunto 3,7 milioni di account nel quarto trimestre, seguiti da 1,2 milioni nel primo trimestre.

Questo rispecchiava la performance fiacca di Netflix, che aveva incassato una perdita netta di 200.000 abbonati a pagamento.

Quale potrebbe essere la svolta?

Netflix sta pensando di aggiungere un piano a un prezzo inferiore, però supportato dalla pubblicità.

Se Netflix dovesse continuare in questa idea, allora potrebbe aumentare la crescita degli utenti per Roku, e di conseguenza questo potrebbe spostare il sentiment attorno al titolo.

Come funziona Roku?

Esso non è un servizio di abbonamento in streaming come Netflix, poiché fa affidamento sull’attrattiva dei servizi di terze parti che sono disponibili sulla piattaforma, e genera entrate principalmente vendendo spazi pubblicitari con il suo sistema operativo.

Qualsiasi cosa che guidi una domanda maggiore di servizi di streaming è positivo per l’attività di Roku.

Ma qual è l’ostacolo maggiore alla crescita delle azioni dei servizi di streaming?

Senza alcun dubbio la stanchezza degli abbonamenti, dal momento che molte famiglie e molte persone si stanno dirigendo verso servizi gratuiti supportati dalla pubblicità.

Più domanda e più ritorni

Una mossa simile sarebbe in grado di creare più domanda sia per Netflix che per Roku. 

Il CEO di Roku infatti sostiene che un aumento del numero di servizi che sono supportati dalla pubblicità sarebbe in grado di accelerare lo spostamento dei budget pubblicitari dalla TV tradizionale verso lo streaming.

Roku possiede già un canale supportato dalla pubblicità, che offre dei contenuti esclusivi e aggiungere un’opzione Netflix supportata dalla pubblicità sarebbe come aggiungere un secondo canale Roku, da cui trarre del profitto con la pubblicità.

In questo modo i guadagni in termine di entrate potrebbero essere molto elevati.

Le prospettive per il business pubblicitario di Roku sono buone

Le entrate pubblicitarie sono cresciute del 39% anno su anno a 646 milioni di dollari.

Certo, il mercato pubblicitario televisivo tradizionale vale 60 miliardi di dollari, ovvero quasi 100 volte quello di Roku, ma occorre ricordare che il 46% della visione della TV adesso è in streaming, e soltanto il 18% dei budget pubblicitari è passato alle piattaforme di streaming.

Si tratta di un divario considerevole, che però rappresenta un’enorme opportunità e soprattutto esso potrebbe ridursi gradualmente.

Conviene acquistare azioni Roku?

Uno dei motivi principali per acquistare azioni Roku è senza dubbio la crescita dell’azienda nelle entrate della piattaforma, e anche l’enorme opportunità di pubblicità ancora in vista. 

Un piano di Netflix supportato dalla pubblicità sarebbe un forte catalizzatore per aiutare Roku a sbloccare questa opportunità.

Si tratta di un titolo da monitorare!


Scopri che Investitore Sei

Ho creato un breve questionario con cui ti aiuto a capire che tipo di investitore sei. Al termine, ti guiderò verso i contenuti migliori selezionati in base alla tua situazione di partenza:

>> Inizia Subito <<


Imprenditore e Investitore - Co-fondatore di Affari Miei Società di Consulenza Finanziaria Indipendente
Ha iniziato il suo percorso nel 2014 scrivendo i primi articoli su Affari Miei. Dopo la laurea in Giurisprudenza, ha approfondito la sua storica passione per l'economia e la finanza conseguendo un Master Executive in Consulenza Finanziaria Indipendente.
Categorie: News

0 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *