Come Aprire un Ristorante a Londra e Avere Successo

Aprire un ristorante a Londra? Può essere un’ottima idea, in una città dove l’amore per il buon cibo è alto e dove si confrontano tra i migliori chef mondiali, in una lotta all’ultimo cliente senza esclusione di colpi.

Londra è una città dove si può fare fortuna, seppur in modo molto meno facile di quello che vorrebbe la vulgata dell’andare all’estero e accumulare magicamente milioni.

La situazione è molto meno rosea di quello che potrebbe sembrare leggendo le cronache nazionali: se è vero che moltissimi connazionali hanno fatto davvero successo a Londra, è altrettanto vero che ci si deve confrontare con un ambiente estremamente competitivo, soprattutto nel settore dei ristoranti.

Tutto è perduto? No, ma come per ogni attività che si rispetti e che vogliamo far prosperare, anche per lavorare a Londra avrai bisogno di un piano ben studiato, nei minimi particolari, senza tralasciare nulla e avendo una road map il più possibile tarata sulle specificità del mercato di Londra.

Se vuoi aprire un ristorante a Londra, sei nel posto giusto. Ho preparato per te una guida dettagliata su come muovere i primi passi, su come organizzare la propria attività e su come scegliere un’idea di business vincente.

Fatti guidare dalla domanda, non imporre la tua offerta

Essere troppo testardi non paga mai nel business, soprattutto se ti concentri su un’offerta che la domanda (ovvero i clienti) non hanno alcuna voglia di recepire.

Questo è ancora più valido in un mercato estremamente volubile come quello della ristorazione, e in misura addirittura maggiore a Londra, dove le nuove idee vengono recepite alla velocità della luce e cambiano le carte in tavola dell’intero settore in un battibaleno.

Per questo motivo, qualunque sia la tua idea di ristorante, dovrai impegnarti ad adattarla alla domanda e alle volontà di un pubblico molto particolare, come appunto quello di Londra.

Scegli un’idea (ne parleremo insieme comunque più avanti) che possa funzionare anche a Londra, analizzando l’offerta già presente e cercando di anticipare le tendenze future.

L’elasticità, in un settore come quello dei ristoranti, dove la testardaggine paga poco, se non nulla, è una delle frecce più importanti che abbiamo a nostra disposizione.

A Londra ci sono molti ristoranti italiani: pensa a come differenziarti

Il secondo punto da analizzare necessariamente prima di pensare di poter investire in un ristorante a Londra, è quello della presenza di diverse attività che preparano e vendono cibo italiano.

Se la tua idea è quella di aprire un ristorante a base di prodotti tipici italiani e cominciare a macinare migliaia di euro, la stai forse facendo troppo facile.

A Londra il cibo italiano è uno di quelli più diffusi, più apprezzati e meglio offerti (al contrario di quello che si potrebbe pensare, si mangia italiano molto bene a Londra e nelle principali città del Regno Unito).

Questo vuol dire che prima di aprire il tuo ristorante e basarlo su un’offerta prettamente italiana, sarà il caso di analizzare prima di buttarsi nella mischia, una mischia molto aggressiva e competitiva, dove emergere è molto difficile.

Aprire a Londra: una città enorme che ne contiene almeno 10!

Londra e Inghilterra sono due questioni geografiche che andrebbero tenute per quanto possibili separate.

Londra è una città ricchissima e di dimensioni tali da poter essere considerata come una micro-nazione, con la sua economia, i suoi quartieri e regioni, i suoi diversi modi di vivere il mondo del cibo.

Di seguito troverai una lista dei quartieri dove aprire il tuo ristorante, in relazione al tipo clientela e al livello economico della zona.

1) Westminster

Zona ibrida, che ha una fortissima vocazione turistica e dove vanno per la maggiore ristoranti e caffè che offrono pasti rapidi e ritagliati sulle esigenze dei turisti.

A Westminster si possono anche trovare però ristoranti di alta classe, dove i facoltosi che abitano uno dei quartieri più esclusivi di Londra vogliono mangiare cibo buono e per quanto possibile ricercato

2) Notting Hill

Zona prettamente residenziale, dimora di una parte molto facoltosa della popolazione di Londra, che ha fatto fortuna e vive in una zona dove si bada più alla qualità che al costo.

Notting Hill è anche una delle aree più moderne della città, dove le nuove offerte, salutari e salutiste, trovano il favore della clientela

3) Camden Town

Zona commerciale per tutte le tasche, dominata però in largo e lungo dal cibo etnico a basso costo.

Con pochi pound si può mangiare in quest’area cibo di ottima qualità, con una netta predominanza del cibo del lontano oriente. Camden Town è un quartiere molto vivo, dove però la concorrenza è particolarmente agguerrita

4) Chelsea

Altro quartiere molto ricco, dove si vive come se si fosse in un paese relativamente isolato. Chi vive a Chelsea ama rimanere a Chelsea anche a cena e non ha problemi a spendere qualcosa in più per consumare pasti di qualità

5) Fulham

Quartiere relativamente costoso, dominato dai ristoranti trendy e dove le nuove tendenze trovano facilmente albergo.

È un quartiere calmo, dove le attività che vanno al meglio sono quelle che concentrano la propria offerta sulla ristorazione e non sul divertimento post-cena

6) Kensington

Quartiere limitrofo a Chelsea e che ne condivide anche le peculiarità. Un buon ristorante in questo quartiere deve però anche preoccuparsi di quelle che sono le peculiarità salutistiche del cibo offerto: una certa attenzione in questo senso paga, soprattutto a Kensington

7) Soho

Il quartiere più gay friendly di Londra, che ospita anche una stupenda ChinaTown. Negli ultimi anni si è ampliata anche l’offerta di ristoranti europei, su tutti italiani, greci e spagnoli.

Un luogo dove lo stile taverna informale, condita comunque di buon vino e buon cibo può essere la scelta giusta.

8) The West End

Altro quartiere particolarmente costoso, dove però i turisti la fanno da padroni. Bisogno che deve essere soddisfatto con attività particolari, che possono puntare anche sul menù a costo fisso

9) La City

Il cuore finanziario ed economico di Londra. Qui trovano ospitalità tra i migliori ristoranti di Londra, con una grossa percentuale di quelli stellati.

Stabilire qui il tuo ristorante vuol dire confrontarsi con le migliori offerte culinarie non solo di Londra, ma di tutto il pianeta.

Burocrazia in Inghilterra e a Londra: come muoversi per aprire un ristorante?

Per aprire un ristorante abbiamo bisogno di autorizzazioni sanitarie anche a Londra, che ricalcano grosso modo quelle che dovremmo ottenere in Italia.

Le questioni di cui dovrai necessariamente preoccuparti prima di passare al vivo dell’azione sono le seguenti:

  • forma societaria: date le leggi britanniche in materia, conviene sempre aprire una società di capitali. La LTD, che è un po’ la controparte della nostra Società a Responsabilità Limitata, è facile da gestire, offre una separazione perfetta tra capitali personali e capitali dell’azienda e offre il giusto biglietto da visita per fornitori e banche; serve pochissimo denaro per aprire una LTD (se si fa da soli, bastano 10 pound) e potrai concentrarti esclusivamente sul tuo business, dato che la gestione aziendale nel Regno Unito è molto semplice;
  • ottenere tutte le necessarie autorizzazioni per operare: sono autorizzazioni di carattere sanitario e ricalcano quanto dovresti fare in Italia in questo senso;
  • organizzare con l’aiuto di un commercialista le questioni che riguardano il personale, ovvero assunzioni, contributi previdenziali, eventuali assicurazioni e stipendi; avrai sicuramente bisogno di personale che ti aiuti, già dai primi tempi e dovrai essere pronto sul piano legale ad affrontare la questione.

Che tipo di ristorante aprire a Londra? Tante scelte, di cui poche utili

Aprire un ristorante tradizionale a Londra, che serva le ricette della nonna, non è forse un’ottima idea.

Questo perché Londra è una città molto dinamica e dove si seguono molto le ultime tendenze in campo gastronomico. C’è inoltre da considerare il fatto che siamo davanti ad un settore che vede operare a Londra i migliori professionisti.

Il livello è molto alto e anche diverse catene (pensa a Pret a Manger) che offrono pasti già pronti lavorano su livelli decisamente d’eccellenza.

Che scegliere allora? Quale può essere la tipologia di ristorante che può permetterti di lavorare bene anche a Londra?

  1. Ristoranti vegani e vegetariani: la cucina italiana si può sicuramente re-interpretare in questo senso e possono essere anche utilizzate ricette a base di carne modificate per chi segue queste particolari preferenze alimentari. È un settore che tira enormemente negli ultimi anni a Londra come nel resto del mondo sviluppato, e che offre ancora spiragli importanti per le attività di nuova apertura;
  2. chilometro zero, slow food, ingredienti di una volta: quello degli ingredienti di assoluta qualità è un altro dei percorsi interessanti per chi vuole aprire un ristorante a Londra. Quando parlo di chilometro zero mi riferisco ovviamente a quelli che sono i prodotti a chilometro zero della cucina regionale che abbiamo scelto. Un’offerta in questo senso non può prescindere però dall’essere autentica da un lato e diversa da quello che c’è sul mercato dall’altro;
  3. cucina economica all’Italiana: mangiare presto, spendere poco. Sono due fattori che possono essere combinati senza problemi ricorrendo all’enorme fucina di piatti della tradizione italiana. Porzioni non enormi, accompagnamento di vino di buona qualità ma possibilmente a buon mercato. Una trattoria moderna può essere una soluzione per il tuo ristorante a Londra, soprattutto nelle zone non esclusive della città;
  4. street Food: i tempi a Londra, come d’altronde in ogni metropoli, sono piuttosto stretti e questo vuol dire che sono in molti a dover mangiare anche camminando. Uno street food all’Italiana, a patto comunque di scegliere prodotti che possano essere simbolo di qualità ed eccellenza, può essere un’ottima idea. Anche qui vale la pena però di ricordarci che la nostra offerta deve includere anche in questo caso qualcosa di salutare; non ci si può presentare sul mercato di Londra con un’offerta esclusivamente a base di fritti.

Alta cucina e pizzerie: la concorrenza è molto alta

Due settori che potrebbero interessare gli italiani che come te vogliono aprire un ristorante a Londra sono pizzerie e ristoranti di lusso.

Sebbene chi ha competenze specifiche potrebbe sicuramente pensarci, vale la pena di ricordare che in questi due particolarissimi settori è assolutamente necessario proporsi con un’offerta top.

A Londra si mangia una buonissima (portata dai migliori pizzaioli del nostro Paese) e ci sono inoltre ristoranti di lusso che vedono alla loro guida tra i migliori chef del mondo.

La concorrenza è alta e spietata. Tienine conto.

La lingua: importante per te e anche per il personale

È impossibile pensare di potersi affermare a Londra senza avere modo di comunicare in modo efficiente con la propria clientela.

Questo vuol dire che dovremo preoccuparci di avere un buon livello di inglese, e che dovremo inoltre impegnarci a recuperare personale che possa vantare lo stesso.

Si possono scegliere camerieri che siano già da un po’ a Londra e che possano garantirci un livello di interazione ottimale con i clienti, anche nel caso in cui decidessimo di affidarci principalmente a personale italiano.

Preparare un business plan è necessario per avere successo

Non avere alcun piano è il piano perfetto per fallire, soprattutto in un’attività complessa come quella di un ristorante.

Dovrai preparare un business plan per quanto possibile dettagliato, che ti permetta di organizzare preventivamente tutti gli aspetti fondamentali del tuo futuro business, come ad esempio i fornitori, le modalità di finanziamento, le spese di avviamento e quelle di gestione.

All’interno del tuo business plan dovrai necessariamente includere:

  • il tipo di ristorante che vuoi aprire: come abbiamo visto prima insieme, siamo davanti ad una scelta non facile; prendi una scelta netta, disegna un percorso e seguilo fino in fondo. La descrizione della tipologia di ristorante che hai scelto deve essere la prima parte del tuo business plan
  • la concorrenza: dove vuoi operare? Chi è la concorrenza? Con che prezzi e con che tipo di merce lavora? Come pensi di batterla? Come pensi di attirare i tuoi primi clienti? Come pensi di mantenerli? Come pensi di controbattere alle inevitabili reazioni?
  • come finanziare il ristorante: l’apertura ha dei costi, la gestione anche. Vuol dire che da qualche parte dovrai pur trovare i soldi. Che si tratti di soci, oppure di finanziamenti dalla banca, dovrai spiegare sul tuo business plan come pensi di trovare i capitali necessari alla tua impresa
  • quanto guadagnerà il ristorante: quanto pensi di guadagnare con la tua attività? Quali sono i ritorni che puoi garantire ad eventuali soci di capitale? È un calcolo non banale, che devi necessariamente svolgere in modo accurato per avere un business plan degno di questo nome

Il capitolo fornitori

Importantissimo per il ristorante è il capitolo fornitori. La qualità dei prodotti con i quali preparerai i tuoi piatti è lo snodo fondamentale del futuro successo del tuo ristorante.

Ricordati che dovrai gestire la tua catena di fornitori dall’Inghilterra, e questo può essere relativamente complicato nel caso in cui dovessi orientarti verso prodotti regionali e locali.

La catena dei fornitori deve essere pronta già all’apertura, per evitare che i tuoi sogni di menù vadano ad infrangersi già con i primi coperti.

Aprire un ristorante a Londra è una buona idea?

Aprire un ristorante a Londra è il sogno di moltissimi, che magari stanno pensando che sia proprio la cucina il settore che può permettere di cambiare vita professionale.

Vale la pena però, in chiusura, di ricordare due aspetti fondamentali di questo business:

  1. si tratta di un lavoro che richiede enormi sacrifici: si lavora soprattutto durante le feste e comunque mentre gli altri si divertono. Il conto presentato alla vita sociale e famigliare è altissimo;
  2. a Londra soprattutto, il livello dei ristoranti è molto alto e inserirsi in questo contesto non è la cosa più facile del mondo; devi essere pronto a confrontarti con i migliori e a superarli in qualità dell’offerta, professionalità e anche prezzi.

Un ristorante a Londra può essere un’ottima idea, un’impresa che può restituire delle enormi soddisfazioni professionali ed economiche.

Per ottenere questa soddisfazione però, dovrai lavorare duro ogni giorno, sia fisicamente che mentalmente: hai davanti una carriera non facile, dove ormai non si perdona più niente a nessuno!

Prima di salutarti, vorrei consigliarti la lettura della nostra guida dedicata all’apertura di un ristorante in Germania, oppure quella per chi vuole aprire un ristorante negli USA, nel caso stessi valutano più opzioni. Inoltre ti consiglio i leggere la guida pensata all’elaborazione di un business plan per il ristornate.

Buona fortuna!

mm
Wealth Hacker
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

 


Scopri che Imprenditore Sei

Ho creato un breve questionario con cui ti aiuto a capire che tipo di imprenditore sei. Al termine, ti guiderò verso i contenuti migliori selezionati in base alla tua situazione di partenza:

>> Inizia Subito <<


 

mm
Wealth Hacker
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO