Comprare Casa alle Canarie: Guida Completa

Chi va in vacanza alle Canarie spesso finisce per lasciarci il cuore, e con l’economia che che stenta, almeno dalle nostre parti, l’idea di comprare una casa a Tenerife e dintorni, per poi trasferirsi e cambiare completamente vita, comincia ad assumere toni sicuramente più realistici.

Sia che voi vogliate vivere alle Canarie, lavorare su una delle isole per un breve periodo o fare semplicemente un investimento è bene che sappiate che parliamo comunque di operare in un settore immobiliare con leggi e usi diversi dai nostri, dove si parla un’altra lingua (no, non possiamo cavarcela solo con l’italiano, lo spagnolo è un’altra lingua!) e dove si conduce una vita radicalmente diversa da quella che si fa in Italia, anche se paragonata con quella delle località turistiche del sud.

Trasferirsi alle Canarie di punto in bianco, per intenderci e nel caso non si fosse ancora capito, non è assolutamente una passeggiata.

Per questo motivo abbiamo pensato di proporvi una guida che curerà tutti gli aspetti fondamentali, quelli da tenere in conto prima di fare un passo del genere, dal quale si può sicuramente tornare indietro, ma con grande fatica.

Perché Comprare Casa alle Canarie?

Come abbiamo detto in apertura, sono in molti ad aver lasciato il cuore alle Canarie. Si tratta di un posto incantato, in mezzo all’oceano, con un clima mite tutto l’anno, impossibile da trovare altrove.

L’isola è anche molto sviluppata sotto il piano economico e sociale: un autentico paradiso, il lido che da sempre attrae chi della vita urbana e moderna, tra orari impossibili e estenuanti turni di lavoro, non vuole proprio più sentirne sapere.

Il primo punto, che ricordiamo in ogni “guida per il paradiso” che pubblichiamo sul nostro sito, è quello di valutare con attenzione un passo del genere, che si tratti dell’acquisto di una casa o di un trasferimento permanente.

Vivere un luogo da turista è fondamentalmente diverso dal viverlo da residente e questo discorso non può che applicarsi anche alle Canarie, luogo sì incantevole, ma con ritmi e abitudini particolari, che sicuramente non fanno il caso di tutti. Vivere in paradiso, per quanto possa sembrare paradossale, non è per tutti.

Vuoi Guadagnare il 5,41%? Leggi la Guida

Casa alle Canarie: una guida minima

Le Canarie sono sì un luogo a fortissima vocazione turistica e questo si riflette anche sulle tipologie di appartamenti o comunque di immobili disponibili.

La grande parte di case che troverete in vendita è infatti costituita da appartamenti di piccole/medie dimensioni, tra i 50 e i 70 mq, che sono pensati appunto per ospitare al massimo una famiglia durante le vacanze.

Questo però dovrebbe essere anche messo in relazione con lo stile di vita di chi abita alle Canarie. Si tratta di un luogo dove si passa tantissimo tempo all’aperto e dove la casa è più una sorta di dormitorio che il centro della vita della famiglia. Fa molto più gola, per intenderci, un balcone rispetto ad una camera da letto in più.

Non tutti gli appartamenti che potete trovare alle Canarie sono di questa tipologia. Esistono anche case “più importanti” e forse più adatte a chi vuole passare su una delle quattro isole la maggior parte del proprio tempo.

Esistono anche le tradizionali villette, case indipendenti o semi indipendenti che oltre a garantirvi una superficie abitale ben superiore rispetto ai 50 mq “turistici”, offre anche piscina, sauna e tante altre chicche che, soprattutto quando si partecipa in un sito comune composto da altre villette, possono essere delle aggiunte al nostro immobile davvero notevoli.

Il problema di chi sceglie però questo tipo di soluzione è che si finisce spesso per vivere troppo a casa, vivendo sì in una villa bella e piena di comodità, ma perdendosi al tempo stesso il vero spirito delle Canarie, che era poi il motivo per cui avevamo deciso di trasferirci.

Si possono scegliere anche appartamenti in quelli che si chiamano “siti”, che sono costituiti da piccole villette disposte su 2 o 3 piani, molto strette e complessivamente da massimo 80–100 mq.

Si tratta di soluzioni sicuramente più economiche della villetta, anche se in questo caso siamo di nuovo di fronte a soluzioni che erano state pensate principalmente per i turisti, e non per chi vuole davvero vivere sull’Isola.

L’isola da scegliere e la necessità di un sopralluogo

C’è da considerare anche il fatto che quando si parla di Canarie ci si riferisce a quattro isole principali e tre minori, ognuna (anche se potrebbe sembrare paradossale) con una propria cultura e un proprio stile di vita.

Per scegliere quella più adatta a te (e alle tue tasche) la cosa ottimale sarebbe organizzare un tour di tutte e sette, per toccare con mano le differenze che le separano e fare una scelta ponderata e informata.

Lanzarote

Lanzarote è l’isola forse più “selvaggia”. Se si amano paesaggi un po’ brulli e si vuole avere la possibilità di avventurarsi nella natura, forse è la scelta che fa per te.

Un’isola ancora “naturale” dove vivere sicuramente di più allo “stato brado” di quanto si possa fare sulle altre isole. Le spiagge sono molto frequentate in estate, soprattutto dai turisti.

Fuerteventura

Raggiungibile in traghetto da Lanzarote, c’è Fuerteventura, l’isola che forse è più famosa per essere la patria europea del surf che per i suoi effettivi meriti.

Qui il sole picchia forte e il clima è meno clemente che sulle altre isole.

Anche qui siamo su un isola che non è adatta a chi vuole viversi l’aspetto più urbano delle Canarie. Grandi spazi, enormi spiagge, vita a contatto con la natura.

Tenerife

La più distante dall’Italia. Per raggiungerla servono oltre 4 ore di volo dal nostro paese ma è sicuramente anche quella che ospita spiagge famosissime, come ad esempio Playa de las Americas.

Si può balneare senza problemi tutto l’anno ed è una delle isole preferite dagli italiani, motivo per il quale finirai, sicuramente, per incontrarne.

Per approfondire, leggi anche: Comprare Casa a Tenerife.

Gran Canaria

L’isola più “istituzionale”, anche se sicuramente permette di vivere sufficientemente in mezzo alla natura. Gran Canaria è popolosa e sole una vita più che normale, cosa che forse non possiamo dire delle altre isole, che sono più incentrate sul turismo.

Ad ogni modo la scelta non potrete sicuramente effettuarla semplicemente leggendo un sito internet, per quanta cura abbiamo potuto mettere nel redigere questa guida.

L’idea migliore è quella di visitare le isole. Si tratta di località balneabili tutto l’anno, quindi non preoccupatevi, potete partire anche domani!

Comprare casa come investimento alle Canarie?

Un’idea che attrae molti di voi, vero? Dopotutto si può comprare una casa, affittarla ai turisti e avere una piccola rendita alle Canarie, con la quale magari continuare proprio a vivere sull’Isola.

Ci sono però delle cose che dovreste conoscere prima di poter pensare di investire in immobili alle Canarie:

  • il livello degli immobili offerti ai turisti è di livello elevato. Chi acquista un immobile alle Canarie e pensa di affittarlo senza troppo sforzo dovrebbe pensarci due volte. La casa va tenuta in ottime condizioni e curata, stagione per stagione, tenendola anche al passo con quanto offerto dalla concorrenza;
  • la casa non possiamo darla in affitto “quando vogliamo”: moltissimi dei turisti del Nord Europa che affollano appartamenti e hotel alle Canarie prenotano infatti con larghissimo anticipo e spesso proprio cominciando dall’alta stagione. Certo, possiamo evitare di metterla in affitto quando vorremmo viverla noi, ma c’è da tenere in debita considerazione il fatto che perderemmo così facendo parecchi soldi;
  • ci sono agenzie che gestiscono appartamenti da dare in affitto, alle quali potreste dare sicuramente mandato per la gestione anche del vostro appartamento. Si tratta di una soluzione comoda, che però non vi permette di gestire direttamente quelli che sono i giorni/settimane/anni in cui vorrete dare la casa in affitto e quelli invece durante i quali vorreste tenervela per voi, almeno fino a quando non revocherete il mandato. Si tratta di una soluzione che è comunque adatta a chi non passa molto tempo alle Canarie e ha bisogno di qualcuno che gestisca l’immobile.

Comprare una casa è incredibilmente facile

Facendo parte della Spagna, anche alle Canarie dovrete fare i conti con leggi, regolamenti e usi dell’ordinamento spagnolo.Comprare Casa a Gran Canaria

Si tratta di un ordinamento con qualche lungaggine e burocrazia di troppo (proprio come il nostro) e che vi costringerà, ex-lege, ad avvalervi di un notaio (che è anche salato, proprio come in Italia).

Il nostro consiglio è quello di appoggiarvi, soprattutto nel caso in cui l’immobile che andrete ad acquistare è di pregio, comunque ad un avvocato esperto di compravendite di immobili.

Un passo che riteniamo addirittura necessario nel caso in cui non parliate spagnolo.

Le lingue sono importanti per comprare una casa alle Canarie?

Non necessariamente. Sono operative infatti anche agenzie immobiliari che lavorano in lingua italiana, anche se sono una netta minoranza.

Avere una certa dimestichezza con spagnolo o inglese sicuramente vi darà la possibilità di accedere a più offerte e fare un affare migliore.

Nel caso in cui le lingue siano un ostacolo, è sicuramente possibile avvalersi dei servizi di un avvocato o di un traduttore, che possa seguirci durante tutta la compravendita.

Quanto costa comprare una casa alle Canarie?

Dipende ovviamente dal tipo di immobile. Si possono comunque trovare appartamenti a partire da 100.000 euro, per finire poi su immobili di estremo pregio che possono costare anche diversi milioni di euro.

Le Canarie offrono una possibilità a tutte le tasche e sicuramente l’agenzia che avrete scelto vi metterà di fronte alla possibilità di scegliere l’appartamento giusto per le vostre tasche.

Occhio ai costi nascosti

Allo stesso tempo si dovrebbe fare attenzione a quelli che sono i costi nascosti. Per acquistare un appartamento o un immobile indipendente alle Canarie è infatti necessario pagare imposte di registro e altre scartoffie, per una somma che spesso raggiunge il 10% del valore dell’immobile.

Fatevi i vostri conti accuratamente, aggiungendo sempre questo 10% al prezzo della casa.

Il notaio, secondo le leggi spagnole, deve essere pagato dal venditore e quindi, almeno nel caso dell’acquisto, la sua parcella non dovrebbe interessarvi.

Costa molto la vita alle Canarie?

Nonostante gli sgravi fiscali del governo spagnolo per chi vive sull’isola, il costo della vita non è economico come potremmo aspettarci.

Fatta eccezione per il carburante, che è molto meno caro che in Italia, il resto si attesta su livelli da città dell’Italia Centro-Meridionale.

Non si può vivere con i proverbiali due soldi, siamo pur sempre in un posto che si trova a centinaia di chilometri dalla costa e che per questo vive problemi logistici sicuramente importanti, che fanno salire il prezzo di praticamente tutte le merci che vengono commerciate sulle isole.

Lavorare alle Canarie? Certo che si può

Non abbiamo permesso di visti o permessi speciali per lavorare alle Canarie. Siamo infatti comunque su territorio appartenente all’Unione Europea e ci sono dunque garantiti tutti i diritti che si sarebbero garantiti in Italia.

La burocrazia non è delle più snelle, ma aprire comunque la propria attività commerciale non presenta grandissimi problemi.

Questo però sarà un argomento da trattare separatamente e, in generale, vi rimandiamo al nostro articolo generale sulle Canarie per introdurvi meglio all’argomento, e a quello che fornisce 10 consigli per avviare un’impresa in questo arcipelago!

Voi visitate l’isola che preferite e insieme cominceremo a pianificare quello che è uno dei passi più importanti della vostra vita.

mm
Wealth Hacker
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.
mm
Wealth Hacker
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

1 COMMENTO

  1. Buongiorno
    Vorrei valutare la possibilità di trasferirmi alla Canarie in particolare Gran Canaria per viverci stabilmente. Svolgo attività commerciale ma sono gia in pensione da un anno.
    Cerco un abitazione di 3-4 vani con terreno mediamente di 1 ettaro, dove poter coltivare ortaggi e piccoli animali domestici. Non una vera e propria fattoria ma qualcosa di simile vicino al centro abitato.
    Potete consigliarmi in merito?
    Cordialmente.

LASCIA UN COMMENTO